LIBRI

Pensieri sparsi

“Io pero’ non capisco. Cosa ti ferisce ancora cosí tanto?” le domandai.
“Essere me stessa forse, essere una piena di difetti, una che ha sofferto tanto e che ha i suoi limiti, che fa danni pero’ ci prova costantemente in ciò che ama. Solo che alle persone non basta. Loro si ricordano solo il tuo lato scomodo, il resto viene sempre dimenticato”.
Da Bozze di Antonio Dikele Distefano

View original post

Autore: alessandria today

Ex Dirigente, consulente e ora blogger

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...