LIBRI

Pensieri sparsi

maeterlinck_0aN.jpg

“Il mio più alto pensiero non peserà nelle bilance della vita o dell’amore più delle tre paroline dettemi dalla bimba che m’amava, intorno ai suoi anelli d’argento, alla sua collana di perle o di pezzetti di vetro.
Siamo noi che non comprendiamo perché restiamo sempre nei bassifondi della nostra intelligenza. Basta salire fino alle prime nevi montane, perché tutte le disuguaglianze si appianino sotto la mano purificatrice dell’orizzonte che si schiude. Che differenza passerà allora tra una parola di Marco Aurelio e la frase di una bimba che constata che fa freddo? Siamo umili, e si distingua l’accidentale dall’essenza; non bisogna per le apparenze dimenticare i prodigi dell’abisso. I pensieri più belli e le più basse idee non alterano l’eterno aspetto dell’anima nostra più di quanto gli Himalaya e gli abissi modifichino la superficie della terra nel cospetto dei corpi celesti”.

Maurice Maeterlinck – Il tesoro degli umili

View original post

Autore: alessandria today

Ex Dirigente, consulente e ora blogger

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...