La mostra fotografica “Favole ” di Ando al Di Noi Tre, di Lia Tommi

Di Noi Tre Via Plana 15, Alessandria

FAVOLE – mostra fotografica di Ando
Venerdì 15 febbraio 2019
Inaugurazione ore 20:00 con Dj set Duert

“Facciamo finta che… sono un cavaliere e ho un castello e anche un drago… facciamo finta che sono una sirena e posso nuotare negli abissi… facciamo finta che sono un eroe…”

Ecco da qui è partito il progetto di Ando, giocando con i suoi figli. È partito da un “facciamo finta che”, così si è trovato in un mondo di fiabe con principi e principesse. È stato rapito da questo mondo di storie antiche, di fiabe tradizionali arrivate a noi attraverso le versioni edulcorate dei film d’animazione.
Indagando le vere origini di questi racconti Ando si è trovato nel mondo spietato dei fratelli Grimm, di Andersen, di altri autori di storie popolari e la regola del “vissero tutti felici e contenti” non sempre viene rispettata. Anzi, il più delle volte, la fine è un “e furono tutti mutilati, torturati e scioccati”.
L’autore ha voluto mettere in fotografia quello che ha letto e quello che conosceva delle fiabe più comuni. Così è partito da Biancaneve con la mela insanguinata. Un’offerta alla quale la ragazza, bianca come la neve e rossa come il sangue, non può rinunciare.
Si è itrovato nel mondo della Sirenetta, che baratta la sua lingua per le gambe e da qui sono arrivato nel mondo gitano di Esmeralda, donna che pagherà con la vita la sua gioia vitale.
E poi ci sono Cappuccetto, la Bella Addormentata e Alice che devono stare attente al bosco, al sonno che addormenta l’anima e allo sbiadito mondo di adulti in cui si ritorna non appena si saluta il Cappellaio Matto e si aprono gli occhi. Infine il viaggio termina con la carrozza di Cenerentola, il cui animo è trasparente e puro come la sua scarpetta, che mi porta nel castello della Bestia, salvata da Bella, che con il coraggio e la conoscenza supererà ogni confine, territoriale e culturale.

Biografia
Alessandro “Ando” Magagna, nato a Casale M.to nel 1973, ha la passione per la musica e la fotografia fin da adolescente, quando passava le sue giornate ascoltando vinili e imparando a memoria componenti e produttori dei gruppi, e interessandosi agli autori della parte grafica delle copertine. I primi esperimenti di fotografia li fa al campo di atletica fotografando i corridori e le persone sugli spalti con una Ricoh analogica e fin dalla giovane età nutre una passione nel fotografare le persone. A 20 anni vende la sua reflex ma continua a mantenere la passione della fotografia ritraendo persone con l’utilizzo di compatte digitali. A distanza di 20 anni dalla reflex analogica, acquista una reflex digitale e si impegna nuovamente nel fotografare la gente in ogni situazione. Nel 2015 unisce le due passioni: musica e fotografia e crea un progetto sensoriale concettuale chiamato SPB (Sensitive Portrait Box). Una cabina nera da lui stesso ideata e realizzata, in cui il soggetto viene fotografato due volte, un primo scatto appena entrato e un secondo scatto cattura la reazione all’ascolto di una canzone.
Nel 2016 espone alcune sue opere a Paratissima2016 per “Paradox”: istantanee fotografiche che immortalavano il contrasto tra vita e dimensione interiore.
Sempre nel 2016, collabora con Emanuela Serafino (Psicologa, presidente dell’associazione Psy&Co e artista) e Stefania Cartasegna (presidente dell’associazione “Tessere l’identità”) con le quali realizzano il progetto Double Sight.
Nel 2017 realizza un videoclip per i Viridanse, gruppo musicale della scena alessandrina e un video clip di animazione per Æno.
Nel 2017, insieme a Laura Marinelli, formano il duo fotografico Light Lens. Il loro primo progetto: Donne Incartate. Progetto fotografico contro la violenza sulle donne. Le opere sono state esposte in due mostre in Alessandria e nel 2018 a Torino al DocksDora.
Ando nel 2017 ha realizzato inoltre due progetti fotografici : Persone, una serie di immagini di persone che raccontano la vita di tutti i giorni in ogni età.
Profili, profili di persone private del profilo fisico del volto per sensibilizzare le persone a differenziare la vera definizione di profilo da quello che oggi ci caratterizza. Il profilo social.
Dal 2017 collabora con l’Associazione Culturale “Bianco”, nata da un’idea di Sara Gais, per la realizzazione del “Bianco Festival della Fotografia” di Alessandria, occupandosi della parte artistica.
Nel 2017 la sua prima mostra personale con una parte del progetto “Persone” presso il ristoArte MenoUno di Casale Monferrato, mostra curata da Luca Piatti e Claudia Buscaiolo.
Attualmente è impegnato nella realizzazione di un progetto intitolato: Ritratti di famiglia.
Continua sempre il progetto SPB, che lo ha visto impegnato a Torino, Nizza, Casale, Pavia e Aosta e a ottobre 2019 sarà ospite al Rossana Photo Festival sempre con la SPB e una mostra delle foto realizzate in tale progetto. Sono quasi 500 le persone immortalate da Ando.

ORARI
La mostra sarà aperta per un mese, visitabile negli orari del Di Noi Tre.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...