Parma Capitale Italiana della Cultura 2020

Parma Capitale Italiana della Cultura 2020

Parma è stata proclamata Capitale Italiana della Cultura.

Image

Il titolo è stato assegnato durante la cerimonia pubblica nella sede del Ministero, a Roma, alla presenza del Ministro dei Beni e delle Attività culturali Dario Franceschini. “Battute”le città di Agrigento, Bitonto, Casale Monferrato, Macerata, Merano, Nuoro, Piacenza, Reggio Emilia e Treviso.

Il Sindaco Federico Pizarotti: “Parma, la nostra bellissima Parma, Capitale Italiana della Cultura 2020, ce l’abbiamo fatta! Ora posso davvero dirlo: è stato un lavoro corale, intenso, difficile, appassionato e incessante. Un grande lavoro che ha compiuto insieme tutta la città. Nessuno escluso, e quando Parma resta unita non la batte nessuno. Nessuno. Una città che ha marciato compatta donando tutte le sue energie e le sue forze per ottenere questo importante riconoscimento, giorno e notte impegnata su questa sfida.

Se mi guardo indietro pensando all’inizio, al 2012, mi viene da pensare questo: che cammino incredibile che ha fatto la nostra città! Che cammino incredibile ed entusiasmante. Ringrazio tutti di cuore, davvero: l’assessorato alla Cultura, le forze imprenditoriali e produttive, l’Università, il comitato scientifico di #Parma2020, le associazioni, i parmigiani stessi, la mia Giunta e tutti i dipendenti comunali che insieme a noi hanno lavorato al grande progetto. Nell’euforia vorrei non scordare nessuno.

Ora, il tempo di toccare il cielo con un dito e poi subito a lavoro, subito immersi in questa grande avventura che è Parma Capitale Italiana della Cultura. Con il cuore siamo qui, a festeggiare il risultato, ma con la mente siamo già al domani: pronti per fare di Parma una bellezza italiana ed europea. Sempre verso cose più grandi”.

L’assessore alla Cultura Michele Guerra: “Oggi comincia un percorso decisivo per la nostra città, una scommessa di trasformazione culturale che poggia sulla condivisione di un progetto trasversale e partecipato. Parma 2020 non è un’etichetta o un premio da esibire, è una responsabilità enorme che ci pone sotto gli occhi di tutto il Paese e non solo.

Abbiamo la forza e le capacità per compiere questo percorso e per non deludere le aspettative di chi ha visto in Parma il progetto più forte e il modello su cui investire”. Grande soddisfazione anche da “Parma, io ci sto!” che ha sostenuto la candidatura di Parma a Capitale Italiana della cultura 2020 presentata dal Comune di Parma. L’Associazione di imprenditori e imprese del territorio di Parma, ha fin da subito creduto nella sfida e nel progetto ed ha contribuito con idee, stimoli e un sostegno economico per far partire la candidatura.

“Siamo felici e profondamente orgogliosi di questa vittoria – afferma Alessandro Chiesi, presidente dell’Associazione -. Fin dalla candidatura ufficiale la città ha potuto contare sul sostegno di “Parma, io ci sto!”. Abbiamo lavorato moltissimo negli ultimi due anni come Associazione e come città, dando vita ad un vero e proprio lavoro di team che oggi ha dato i risultati sperati e meritati. Oggi come non mai siamo fieri di essere parmigiani e non vediamo l’ora di partire con questa nuova importantissima occasione per tutti”.

“E’ stata una grande gioia far parte della squadra e siamo fieri di aver contribuito a raggiungere questo importantissimo risultato. La nomina ha premiato il “modello Parma”, un sistema pubblico-privato che fonde in se tradizione, saper fare e innovazione. È una grande responsabilità ed è adesso che inizia la sfida: avanti tutta!” ha dichiarato Francesca Velani vicepresidente Promo PA Fondazione.

http://www.comune.parma.it

Image-1

Parma nella short list per Capitale della Cultura

Parma è tra le dieci città candidate al titolo di Capitale italiana della Cultura 2020. L’assessore Guerra: “ora dobbiamo dimostrare di crederci, tutti insieme, uniti come lo siamo stati fin qui”. Video

Il dossier di candidatura per Parma a Capitale italiana della Cultura 2020 ha superato la prova e il Ministero dei Beni e delle attività culturali e del Turismo ha inserito anche la nostra città nella short list della decina (Agrigento, Bitonto, Casale Monferrato, Macerata, Merano, Nuoro, Parma, Piacenza, Reggio Emilia e Treviso) che concorrerà a vincere il titolo.

“Questa approvazione – ha detto l’assessore alla Cultura Michele Guerra – ci dà forza: partiamo da un progetto molto concreto e ora dobbiamo dimostrare di crederci, tutti insieme, uniti come lo siamo stati fin qui. Già in queste prime ore dopo la notizia dell’ingresso in short list abbiamo rilevato molto fermento e vicinanza intorno a noi da parte delle istituzioni, degli imprenditori che ci sono stati vicini da subito, ma anche dei cittadini. Questo è il clima giusto per portare avanti, al di là di una vittoria o meno, un’idea condivisa di Parma: la cultura può battere il tempo della nostra città”.

Autore: alessandria today

Ex Dirigente, consulente e ora blogger

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...