Tempo di…”cenci e frittelle”

Creando Idee

Sono dolci tradizionali del carnevale assai gustosi e antichi, ma tuttora molto apprezzati, stiamo parlando dei “cenci o frittelle” così chiamati in Toscana, in questo periodo fornai e  pasticceri ne sfornano in gran quantità.Le frittelle di riso, con uvetta o senza, sono dette anche di San Giuseppe poiché venivano fatte proprio il 19 marzo in onore del santo; un segreto per rendere il riso più morbido è cuocerlo la sera prima.I cenci, ovvero dei rettangolini di pasta fritta col bordo sfrangiato, sono così definiti per il loro aspetto sgualcito simile a quello degli strofinacci. Sono diffusi non solo in Toscana ma anche in altre regioni italiane con tanti nomi diversi: donzellini, frappe, chiacchiere delle monache, fiocchi e così via, a testimonianza della loro grande popolarità. Altro gustoso dolce, non da meno quanto a bontà rispetto a frittelle e cenci, la schiacciata alla fiorentina, dolce tipico del Berlingaccio. Soffice e…

View original post 91 altre parole

Spread Btp-Bund vola a 292, tasso Btp torna al 3%. Il rendimento – Corriere.it

Notizie di economia in tempo reale, dall’talia e dall’estero, con approfondimenti, articoli e analisi economiche e dossier. Economia in News del Corriere.it

Il differenziale tra Btp e Bund tedesco vola a 292 punti base, segnando nuovi massimi di circa due mesi. Il rendimento del decennale italiano è tornato a superare la soglia psicologica del 3% di rendimento.

Dopo il rialzo di giovedì causato anche dal taglio sulle previsioni di crescita per l’Italia da parte della Commissione Europea a +0,2% per il 2019, nonché per l’allarme sull’economia italiana da parte del Fmi, il rendimento del Btp decennale ha accelerato ulteriormente al rialzo nella seduta di venerdì, arrivando a toccare la soglia del 3%, ai massimi dallo scorso 12 dicembre.

Sui rendimenti dei titoli di Stato pesano i nuovi dati macroeconomici sulla produzione industriale, scesa a dicembre a -0,8% su base mensile (peggio delle stime degli analisti che attendevano +0,4%) dopo il crollo del mese di novembre, quando aveva perso l’1,7%. Pesantissimo anche il calo su base annuale, pari al -5,5%, mentre gli analisti si attendevano un calo più ridotto a -3,0%.

Ma incidono anche le incertezze legate allo scontro in atto tra il governo italiano e quello francese dopo che il presidente Emmanuel Macron ha richiamato l’ambasciatore francese a Roma in seguito all’incontro del vicepremier Luigi Di Maio con uno dei leader dei Gilet Gialli.

Sorgente: Spread Btp-Bund vola a 292, tasso Btp torna al 3% | Il rendimento – Corriere.it

Medici di famiglia, laureati subito in servizio

Nei prossimi tre anni il nostro medico di famiglia potrebbe essere un dottore di 28-29 anni che non ha ancora completato il corso di formazione in Medicina generale. Mentre in materia di patrimonio culturale, dai palazzo alle biblioteche dello Stato, i casi di vendita o concessione a privati vanno regolamentati: non saranno automatici, ma nemmeno esclusi.

L’obiettivo è tutela ma anche valorizzazione. Di fatto, materie già disciplinate dal vigente codice dei Beni culturali, ma che secondo il Collegio Romano vanno meglio riordinate. Sono alcune delle norme che emergono nel decreto Semplificazioni, approvato in via definitiva dal Consiglio dei Ministri.

Partiamo dalla sanità, dove, infatti, spicca una legge che permetterà ai laureati in Medicina di poter ricevere l’incarico già al terzo e ultimo anno del corso obbligatorio per accedere alla professione. E’ così che il Governo intende rispondere alla carenza di medici di famiglia, derivante dai pensionamenti.

Sorgente: Medici di famiglia, laureati subito in servizio

Sanremo 2019, al via la finale. Stasera il verdetto. All’Ariston Elisa e Eros Ramazzotti – Sanremo 2019 – ANSA.it

Gran finale del festival di Sanremo che decreterà il vincitore della 69/a edizione. Ospiti ErosRamazzotti, con Luis Fonsi, ed Elisa.  Sanremo Unforgettable [http://www.ansa.it/sanremo_2019/notizie/2019/02/06/sanremo-2019-unforgettable_603f56bf-d052-4666-8f7f-43972d78945b.html]- Il live-tweeting dell’inviata[http://www.ansa.it/sanremo_2019/notizie/2019/02/06/sanremo-2019-il-live-tweet-dellinviata_7f31d4ea-65a0-43ab-853c-c8d6525c1644.html]- Il racconto del Festival in foto, TUTTE LE SERATE [http://www.ansa.it/sanremo_2019/notizie/2019/02/06/sanremo-2019-il-festival-in-foto_7dcd77eb-26fd-43e3-9e9e-8a95e4075986.html]-

LA PAGINA SPECIALE DEDICATA AL FESTIVAL [http://www.ansa.it/sanremo_2019/](ANSA)

Sorgente: Sanremo 2019, al via la finale. Stasera il verdetto. All’Ariston Elisa e Eros Ramazzotti – Sanremo 2019 – ANSA.it

La corsa è uno sport per tutte le stagioni

Creando Idee

Molti corridori smettono di correre all’aperto d’inverno per il paura di ammalarsi o di infortunarsi.In altri casi è solo la pigrizia ad avere la meglio, con la complicità del caldo abbraccio del piumone la mattina o del piacere di trascorrere l’intero pomeriggio sul divano davanti al camino mentre fuori piove. Eppure, a detta di molti esperti la corsa può essere praticata anche a temperature estreme, tanto al polo nord quanto nel deserto Ci sono due motivi per cui fare sport in inverno fa bene all’organismo. Prima di tutto d’inverno, con l’accorciarsi delle giornate e la diminuzione della luce solare, aumentano i sintomi dovuti ai disturbi dell’umore.L’attività fisica, invece, ha effetti positivi sull’umore e aiuta ad affrontare meglio i problemi quotidiani.In secondo luogo fare sport quando fa freddo rafforza il sistema immunitario e contribuisce a allontanare i classici malanni di stagione come raffreddore, mal di gola, influenza.E’ utile comunque seguire adeguati…

View original post 79 altre parole

La fine del Progetto Blue Book

Osservatori del cielo misteri e paranormale.

La decisione di interrompere il progetto BLUE BOOK maturò in seguito alla pubblicazione del rapporto conclusivo “Scientific Study of Unidentified Flying Objects”, ma più noto come il rapporto Condon. Uno studio sugli UFO fatto tra il 1966 e il 1968, dall Università del Colorado sotto la supervisione del fisico Statunitense Edward Condon. Il rapporto Condon aveva concluso che 21 anni di investigazioni sugli UFO non aveva prodotto prove rilevanti sotto il profilo scientifico.

Le conclusioni dell USAF alla fine del progetto Blue Book, furono che gli UFO non costituivano una minaccia per gli Stasti Uniti e che gli avvistamenti classificati come (non identificati) non mostravano alcuna evidenza di sviluppo tecnologico o principi sconosciuti alla scienza moderna gia da noi conosciuti, ne alcuna prova di essere veicoli Extraterrestri. Uno dei consulenti scientifici più noti del progetto fù l astrofisico Josef Allen Hynek ritenuto in seguito uno dei maggiori esponenti dell approccio…

View original post 480 altre parole

Razze aliene

Osservatori del cielo misteri e paranormale.

Razza Arturiana

Mentre spesso si crede che la maggior parte degli Alieni siano gruppi ostili, ci sono alcune specie che sono state qui sulla terra per secoli che possono smentire questa affermazione. Alcune delle specie aliene amiche sono elencate qui sotto –

I Lyrani

E’ una convinzione diffusa che i Lyrani sono i nostri antenati più antichi, infatti ci sono quelli che credono che i Lyrani siano stati i primi Esseri umani a formare una civiltà nella Galassia della via lattea. Il famoso Billy Meier fu una delle prime persone a parlare dei Lyrani, dice che gli hanno rivelato la loro storia e le loro origini. Meier era molto felice di condividere la sua storia con il mondo intero. Meier riferisce che “mi hanno descritto la loro antica origine e di conseguenza la nostra, originaria di un sistema solare lontano in un gruppo di stelle vicino a quello che ora…

View original post 655 altre parole

Mi presento

La signorina a pois

Una volta una bambina mi guardò attentamente e mi chiese: «Ma cos’hai in faccia?» Effettivamente posso vantare la presenza di una notevole quantità di piccole e circolari macchioline marroni sul mio viso e sul resto del mio corpo. Così risposi: «Sono dei nei!» e lei precisò: «Ma sei a pois, come la mia maglietta!».

cropped-lsap

Mi fece sorridere, però a pensarci bene sono davvero un po’ a pois. Non solo il mio aspetto lo è, ma anche la mia personalità perché ho tanti interessi e passioni: la letteratura (soprattutto quella giovanile); la didattica; i film; la musica e tanto altro. Non sono, però, un’esperta di tutto ciò, ma solo una giovane insegnante che ha voglia di condividere “i suoi pois”.

La signorina a pois

View original post

La torta in cielo con disegni di Bruno Munari

La signorina a pois

Frugando tra gli scaffali della biblioteca notai la presenza, sulla copertina dello stesso libro, di due nomi “creativi” omeglio “creatori”. Sto parlando di Gianni Rodari e Bruno Munari.

Gianni Rodari fu scrittore, giornalista, pedagogista e poeta, specializzato in letteratura per l’infanzia. Padre di filastrocche, favole e storie con carattere decisamente fantastico e creativo, ha proposto a grandi e piccini mondi e situazioni improbabili facendo divertire ma anche riflettere.

Bruno Munari, invece, è stato un artista, designer e scrittore italiano. Definito “uno dei massimi protagonisti dell’arte, del design e della grafica del XX sec“, ha fatto della creatività il suo mestiere proponendo, ad esempio, mille modi per disegnare un albero o il sole e andando oltre stereotipi e convenzioni. Inoltre Munari affermava:

Conservare lo spirito dell’infanzia dentro di sé per tutta la vita vuol dire conservare la curiosità di conoscere, il piacere di capire, la voglia…

View original post 645 altre parole

Lo Hobbit. Un piccolo gigante.

La signorina a pois

Lo Hobbit, scritto da J. R. R. Tolkien, pubblicato per la prima volta nel 1937 e comunemente considerato il prequel de Il Signore degli Anelli racconta, appunto, l’avventura di uno hobbit.

“Lo hobbit di cui parliamo era uno hobbit alquanto agiato, e  il suo nome era Baggins. I Baggins vivevano nel circondario della Collina da tempi immemorabili, e la gente li considerava assai rispettabili, non solo perché molti di loro erano ricchi, ma anche perché non avevano avuto mai avventure né fatto niente di imprevedibile: si poteva presumere l’opinione di un Baggins su un argomento qualsiasi senza darsi la pena di chiedergliela. Questa è la storia di come un Baggins ebbe un’avventura e si trovò a fare e dire cose del tutto imprevedibili. Può anche aver perso il rispetto del vicinato, ma guadagnò…be’, vedrete voi stessi se alla fine guadagnò qualcosa.”

Queste sono le parole con cui Tolkien introduce il…

View original post 510 altre parole

Soluzione all’oggetto misterioso

Museo Casa di Zela

Buongiorno vi svelo come promesso la soluzione all’oggetto misterioso in questione visto che non mi avete risposto quando l’ho pubblicato una settimana fa .

Si tratta di uno svezzatoio per vitellini , veniva messo sul muso del vitellino stesso e quando si attaccava alle mammelle della madre per prendere il latte , lei si sentiva bucare e mandava via il vitellino .

Visto come soluzione all’indovinello non era difficile

A presto

DSCF9010

View original post

La sera giusta [Racconto su Reader For Blind]

T O R B A

Un mio “torbido” racconto è stato appena pubblicato dalla rivista Reader For Blind. Dateci un’occhiata…

«Per fare una bambola voodoo serve qualcosa della vittima designata. Un brandello di indumento, unghie, peli. Un po’ di capelli prelevati di nascosto dal cappello di Ale sono stati più che sufficienti. È bastato aspettare che se lo togliesse prima di andare a farsi una nuotata.»

Leggi qui

View original post

Mac e iPhone da aggiornare al più presto

Editoria Generale

Arrivano gliaggiornamenti di sicurezzaper Mac eiPhoneche risolvono diverse vulnerabilità in macOS (sistema operativo per i computer Mac), iOS (su iPhone, iPod touch e iPad) e Shortcuts per iOS (App che interagisce con Siri per creare comandi vocali personalizzati per le App). Si raccomanda di scaricare e applicare tali aggiornamenti messi a disposizione da Appleil più presto possibile.

“L’aggiornamento per macOS – fanno sapere gli esperti del CERT – contiene diversi fix di sicurezza che risolvono numerose vulnerabilità, di cui alcune di gravità elevata, in macOS High Sierra 10.13.6 e macOS Mojave 10.14.2”. Apple ha rilasciato anche un aggiornamento supplementare “che risolve alcuni problemi riscontrati in macOS Mojave 10.14.3”.

I RISCHI– Nei casi più gravi di sfruttamento di queste vulnerabilità, un hacker potrebbe “accedere ad aree di memoria protette, ottenere privilegi elevati, eseguire codice arbitrario sul sistema o provocare condizioni di denial of service”…

View original post 82 altre parole

Snowboard, Moioli d’argento

Editoria Generale

Michela Moioli èsempre al vertice dello snowboardcross femminile. A Feldberg, dove è ripresa la Coppa del mondo dopo una pausa lunga un mese e mezzo,l’azzurra centra il podio numero 23 in carriera, chiudendo seconda alle spalle di una leggenda di questo sport come Lindsey Jacobellis. La statunitense riscatta la delusione mondiale, dove era rimasta fuori dalla finale, e dopo aver centrato il miglior tempo nelle qualificazioni conferma anche nelle finali di essere la numero uno conquistando il secondo successo stagionale e il 31esimo in carriera, restando in testa alla classifica generale.
La Moioli ha superato i quarti con uno scatto finale che le ha permesso di scavalcare Manon Petit Lenoir e Faye Gulini:nella stessa batteria c’era anche l’altra azzurra Francesca Gallina, che ha chiuso al quarto posto ed è stata eliminata. In semifinale la bergamasca ha utilizzato la stessa strategia, con il sorpasso ai…

View original post 86 altre parole

“Sete d’amore”, di Luca Debiti – Jolanda Multineddu – Lina Chiro

“Sete d’amore”, di Luca Debiti – Jolanda Multineddu – Lina Chiro

Ci sono sempre
così tante domande
e puntualmente
così poche risposte
a questa sete d’amore
che abbiamo.
Quando guardiamo
il cielo di notte
lasciando l’anima volare
in quel furtivo abbraccio
alle stelle.
Ho sete del tuo amore.
Amarti nel vento di un
temporale…
per dissetarmi di te…
oltre il tempo della tempesta
e darti quel bacio che
non hai mai assaggiato.
E’ difficile raggiungerti li’…
Dove nasce il sole.
Ma in ogni alba mi catturi…
In ogni tramonto ti appartengo.
L’amore non ha dimensioni…
Non ha forma
e non vuole costrizioni.
Non e’ saggezza l’amore…
E’ follia…
E tu…
Sei la mia follia.

Luca Debiti – Jolanda Multineddu – Lina Chiro

Momenti di poesia. “Un po’ com’era il cuore”, di Luca Debiti

“Un po’ com’era il cuore”, di Luca Debiti

Ci sono angoli sinistri
che il Sole della vita
non riesce a penetrare.
Pareti lisce e scivolose
dove l’unghia stride
andando giù, lasciando
segni in verticale

Un pò com’era il cuore
prima d’incontrare te,
che dando nuova luce
alla mia stanza
hai spalancato un mondo
di paesaggi e di colori
davanti agli occhi miei.

© Luca Debiti 2017

Momenti di poesia. “L’eco della notte”, di Luca Debiti

“L’eco della notte”, di Luca Debiti

Meraviglia d’un silenzio
inaspettato, eppure,
mai dimenticato
che m’invade l’animo

Tra queste file di palazzi
alberi a sprazzi
e carte gettate ovunque
ai bordi della strada

Finché mi coglierà
un barlume,
un primo cinguettio
al levar del Sole

Mentre ogni cosa
ancora giace
e si trastulla
avvolta nell’oscurità.

© Luca Debiti 2017

Libby missing

Anna & Camilla

Sabato notte della scorsa settimana è scomparsa Libby Squire, studentessa di 21 anni, qui vicino all’università di Hull. In tutti questi giorni siamo stati messi sotto assedio da elicotteri e polizia. Da alcuni giorni sono comparsi molti giornalisti di testate nazionali. L’università in molti comunicati ha sottolineato di non rilasciare interviste per nessun motivo.

Stamattina io sono uscita come al solito per prendere il pullman e andare al centro. Al mio ritorno, verso mezzogiorno, vedo la mia strada piena di poliziotti, macchine della polizia e giornalisti, l’altro giorno avevo notato una macchina con un signore dentro che beveva caffè e vicino un furgone con una grossa parabola sopra e l’elicottero fermo sulla mia testa. Sono un’appassionata di polizieschi e alcune cose non mi passano inosservate, soprattutto quando vado a correre, sono sempre vigile e attenta. Così è stato, stamattina in una strada vicina alla mia hanno arrestato un sospettato.

Nel…

View original post 27 altre parole

La vellutata di zucca gialla

Creando Idee

La vellutata di zucca è un primo piatto vegetariano caldo e nutriente. Ideale da preparare in questo momento dell’anno, può essere servita dentro la zucca stessa, per un risultato scenografico e colorato. La vellutata di zucca è un primo piatto gustoso, che possiamo cucinare anche in versione light senza patate, per assaporare tutto il gusto di questo ortaggio tipicamente autunnale. La zucca fresca di stagione ha numerose qualità, è ricca di antiossidanti, favorisce la sazietà, è poverissima di calorie e contiene calcio, fosforo, pro-vitamina A e un buon contenuto di amminoacidi. Via libera anche a quella surgelata, che mantiene quasi del tutto i valori nutrizionali e si apprezza per la praticità, riducendo i tempi di preparazione della ricetta.Per aromatizzare la vostra vellutata di zucca potete aggiungere dello zafferano o del curry, grattugiare dello zenzero a fine cottura e guarnire con un filo d’olio extravergine di oliva e rosmarino. Per…

View original post 89 altre parole

Che sia un buongiorno

Diario di una Zingara

Sono ancora sul divano, sotto la coperta, che cerco la voglia di alzarmi.

A fine marzo, l’influenza, quella bastarda, ha morso anche me.

Sembra una bella giornata oggi. Il sole si sta alzando lentamente in questo cielo azzurro.

È un peccato che le foto non rendano mai piena giustizia alla bellezza del soggetto. O colori sono sempre meno profondi.

Le fotografie di tanti anni fa, poi! Sembrano sempre un po’ sgranate, anche se a colori.

Qual’è un momento della vostra infanzia che ricordate con piacere? Sono sempre quelli che non hanno foto, i migliori.

Buona settimana.

View original post

Il libro sull’Irlanda

Diario di una Zingara

Sono quelli più belli, no? I regali inaspettati, intendo.

Sono quelli che apprezziamo di più.
Al compleanno o a Natale lo sai che riceverai qualcosa. E si creano delle aspettative, è normale.
Il regalo inaspettato che mi è piaciuto più di tutti è stato un libro sull’Irlanda, me lo regalò mio marito pochi giorni prima che partissimo.
Una bella vacanza.

Un’avventura con una macchina a noleggio e due valigie.

Le colline verdissime.

Il whiskey.

La Guinness.

La città moderna e le campagne dimenticate.

La moquette nei bed and breakfast e le vetrate immense del Gibson Hotel .

Il mio primo Starbucks.

La miniera di carbone.

I gruppetti musicali alla sera.

I laghi.

Le guance rosse degli irlandesi.


Chissà se ci ritorneremo in tempi brevi.

VENERE - dscn0853

View original post

Regali

Diario di una Zingara

Se c’è un merito, più di uno in realtà ma non è questo il discorso, che devo riconoscere a mio marito è che sa sempre cosa regalarmi. O meglio, sa cogliere quei suggerimenti molto velati che arrivano in concomitanza di qualche ricorrenza come, in questi giorni, il mio compleanno che si avvicina minaccioso. Per lui, ovvio.

Fatto sta che non ho mai ricevuto un ferro da stiro, un set di pentole o delle pantofole, come proponeva la pubblicità controversa di quel famoso brand di gioielli a Natale. Pubblicità probabilmente pensata da una ragazza che, quando torna nella casa dei suoi genitori e nella sua cameretta, sul letto, trova ancora cicciobello moribondo. E’ così che si fa, un luogo comune così saldo che non crolla ancora: da bambina arriva la bambola piangente, il grembiulino spiritoso da cucina ed i mini set per le pulizie. Io li avevo tutti. Il gioco più…

View original post 29 altre parole

Opposti che si attraggono

Diario di una Zingara

Quel periodo di tempo che ci porta dai 25 ai 30 anni è estremamente complicato.

Cerchiamo di racimolare abbastanza esperienze per affrontare la vita considerata, anche in modo abbastanza goffo, “adulta”. Intanto, saltiamo da un ostacolo all’altro, abili giocolieri di questo slalom che è la vita, tra ansie, paure e qualche senso di inadeguatezza qua e là.

Ma io ho privilegio di poter contare su qualcuno che mi prende per mano in questa giungla.

Un po’ marito, un po’ compagno di banco.

Un po’ boss, un po’ anarchico.

Un po’ tempesta, un po’ quiete.

Io capelli chiari, lui scuri.

Io logorroica, lui sintetico.

Io so cucinare, lui sa fare una pasta in bianco buonissima.

Io tengo il broncio per due giorni, lui fa pace due minuti dopo.

Lui risolve, io combino guai.

Lui si orienta, io mi perdo.

Lui tiramisù, io crostata.

Opposti.

View original post

Dunque

Il suono della parola

Ondeggi su me come un ricordo antico, un pensiero da nutrire per l’eternità. Arrivi all’improvviso, mi culli come un feto e mi riscaldi. Tutto sembra possibile, anche sciogliere il ghiaccio che da secoli ha incrostato la mia anima ibernata in una sicurezza gelida, come chi resta immobile ma respira tranquillo e sicuro, dormiente in uno sterile letargo. Arrivi all’improvviso e all’improvviso te ne vai senza un apparente motivo, nemmeno una scusa, mi squarci il petto nudo, mi baci e mi strappi il cuore.
Davvero questo rito primitivo, come primitivi possono essere i sentimenti e gli istinti, mi sconcerta e mi lascia attonito e stordito; davvero mi è sembrato possibile tutto questo, l’averti incontrato, sfiorato e condiviso, confidando in una pazienza che non hai, in quel sapere attendere e seguire i tempi sincopati del mio sentire, le aritmie della mia anima; così la ruota gira e noi come palle da…

View original post 179 altre parole

Emozioni e amicizia all’OPEN MIC, di Lia Tommi

Alessandria: Anche le luci sull’Open mic di febbraio, il primo del 2019, si sono spente.

L’Open mic, l’appuntamento periodico che si tiene alla SOMS del Cristo, condotto in modo impareggiabile da Fabio Gagliardi e Franco Galliani, che con la loro carica umana e simpatica disponibilità, accolgono e introducono gli ospiti, per mettere loro a disposizione il microfono aperto per 3 minuti.

In quei tre minuti si può declamare a memoria, leggere testi di propria produzione, leggere testi di autore che ci hanno particolarmente emozionato e desideriamo condividere con il pubblico presente in sala.

Ciò che avviene poi è facile immaginarlo: con fiducia si donano emozioni, con fiducia si ricevono e si accolgono, in un ascolto reciproco che è esso stesso fondamento dell’ atmosfera di amicizia che si crea. Perché cos’altro è amicizia , se non ascolto reciproco e rispetto?

Le emozioni fluiscono, circolano nei cuori, sono palpabile e intense: chi racconta dell’infanzia, di affetti perduti, chi racconta la crisi della coppia in un dialogo esilarante, chi parla di storia, di donne, o semplicemente d’amore…

Allegria, commozione, riflessioni sul senso della vita: tutto esiste e coesiste all’ OPEN MIC.

Ed essendo l ‘Open mic fatto da persone, sento di dover ringraziare tutti, ma in particolare modo Angelo Panelli e Zahida Stenghel, che da sempre accompagnano queste serate, preparando ed eseguendo mirabilmente dei brani musicali molto suggestivi, che di emozioni ne regalano , eccome……..

Dedicato a mio padre, di Sergio Pizio

Alessandria: A volte penso che padre sarei stato. Sarei stato un padre apprensivo, geloso, possessivo, divertente, noioso? Oppure un padre superficiale, quelli che pensano solo a se stessi. Non lo so, e credo non lo saprò mai. Quello che so, e che ho avuto un padre fantastico, sempre presente nella mia vita, senza tuttavia saturarla invadendola con sermoni o condizioni inappellabili da padre/padrone.

Sergo Pizio

Lui c’era sempre: con le sue espressioni marcate e stropicciate, con la fronte corrugata e sguardo bieco quando doveva rimproverami di qualcosa, oppure solare e distesa, con gli occhi lucidi per l’orgoglio che provava in determinate situazioni.

Come alla prima presentazione del mio secondo libro, ” I paesaggi dell’anima”, lui, mio padre, (spaparanzato sopra ad una sedia che sembrava piccina a fronte di una notevole stazza), osservava con occhi lucidi la gente radunata all’interno della libreria, ascoltando i loro mormorii e vari commenti, sorridendo nell’incrociare i loro sguardi in maniera complice, gustandosi quel lasso di tempo, attingendo tutta la felicità, emozione e orgoglio di ogni singolo secondo.

Io lo guardavo, contento di renderlo felice, regalandogli qualcosa di speciale: quello di essere padre.
Ho due nipoti stupendi, e come zio (sinceramente) non so darmi un voto…

Sergio Pizio

Adesione alle prossime manifestazioni commerciali del Comune di Alessandria, di Lia Tommi

Alessandria: Manifestazione di interesse attività di gestione e promozione delle manifestazioni commerciali

Fino al prossimo 4 marzo c’è tempo per presentare la candidatura per la gestione e la promozione degli eventi e delle manifestazioni commerciali in Alessandria (“415^ Fiera di S. Giorgio – edizione Floreale”, “Gagliaudo tra i Mercanti”, “Dolce week end”e “Fiera di S. Baudolino) per il triennio 2019/2021.
L’avviso con le indicazioni per la partecipazione è consultabile sul sito del Comune di Alessandria (www.comune.alessandria.it) al seguente link: https://alessandria.acquistitelematici.it

“Con il cuore” di Fabio Gagliardi: la mostra per AIDO, inaugurata all’Ospedale Civile, di Lia Tommi

Alessandria: Inaugurata, alla presenza di molte autorità dell’Amministrazione Comunale e Sanitaria, la mostra “Con il cuore”, che l’artista Fabio Gagliardi ha realizzato nell’ambito delle celebrazioni per i 40 anni di AIDO Alessandria.

Si tratta di 22 opere esposte fino al 20 febbraio nel corridoio principale dell’Ospedale Civile di Alessandria .

In mostra anche l’opera che il 20 marzo verrà portata in dono a Papa Francesco, durante l’udienza del mercoledì mattina, a cui parteciperanno numerosi volontari e amici di AIDO Alessandria.

Racconto: FRANCO, di Donatella Barbieri

Racconto: FRANCO, di Donatella Barbieri

Racconto breve

FRANCO

Franco, stava ancora lavando i bicchieri, quando entro Aldo, che gli disse sarebbe ora che vai in cabina a riposare ci vediamo stasera alle nove. Franco non se lo fece ripetere due volte si asciugo le mani,si tolse il grembiule che aveva e uscì dalla sala salutando con la mano Aldo.
Arrivo a fatica nella sua cabina,si buttò sul letto e si addormento.
La nave nel frattempo,si riempiva di turisti e viaggiatori,che dal porto di Genova, volevano andare in Grecia. In mezzo ad un gruppetto molto unito c’era una bella donna,con addosso un semplice vestitino giallo,e sandali color oro, aveva i capelli biondo platino, lunghi e lisci ed un paio di occhi azzurro cielo, con il trolley camminava in mezzo alla folla di persone, tranquilla e serena, ma non vedeva come gli uomini si voltavano a guardarla,poi sali la scaletta che portava sulla nave, un hostess pronta ad accogliere i passeggeri le diede il bagdet della sua cabina e la fece scortare da un cameriere.

Cristina entro nella piccola cabina ed andò a guardare il mare,era tanti anni che non andava in Grecia a trovare la zia, ed aveva approfittato delle vacanze estive,
perché erano almeno tre anni che non andava in vacanza,sistemo i suoi vestiti in un piccolo armadio, poi decise di fare un giro.
Continua a leggere “Racconto: FRANCO, di Donatella Barbieri”

Racconto: Una giornata non particolare, di Susan Moore

Racconto: Una giornata non particolare, di Susan Moore

51795524_1117730591719311_1930779917734117376_n

Una giornata non particolare.

Pomeriggio. Luce soffusa. L’atmosfera digestiva era avvolgente, ma non si spiegava perché. Aveva consumato un pranzo frugale, un pranzo di lavoro: alcool bandito dalla tavola imbandita. Commensali internazionali che dovrebbero fraternizzare: il solito rito squallido e ripetitivo che vede appartarsi etnie linguistiche tra loro.

Le era toccato un esame di Francese: non ne aveva voglia, ma non aveva voglia neanche di scappare. Squallore multinazionale.

Si accorse di essere scivolata nel sogno quando, guardando fisso davanti a sé, vide un pesce con la pipa. In realtà, lo vide al suo secondo passaggio: al primo non aveva fatto troppa attenzione. L’esemplare ittico di tutto rispetto non voleva deriderla, ma solo risvegliarla.

Portava sul capo anche una buffa bombetta, che levò appena in cenno di saluto. Definitivamente, si stava addormentando. Davanti all’ennesima presentazione PowerPoint dal valore aggiunto pari al sale sullo zucchero filato, il sonno stava avendo la meglio sull’apparenza. Indugiò per un po’ tra il sonno indotto dalla voce stereotipata in una lingua stentata e le sue gambe nervose.

Chiuse gli occhi, rivide il pesce con la pipa che ripassando risalutava cortese. Ebbe un brivido. Si alzo’ di scatto . “prendo un caffe’” . Non lo offrì a nessuno: gli altri dormivano da tempo, ormai
S.M. tdr06/02/19

L’apnea notturna crea lacune nei ricordi della vita

ORME SVELATE

Una ricerca ha dimostrato che le persone con apnea del sonno lottano per ricordare i dettagli dei ricordi delle loro vite, rendendoli potenzialmente vulnerabili alla depressione.

Let Me Sleep (Maria Teresa Crawford Cabral)

Si stima che colpisca più di 936 milioni di persone in tutto il mondo, l’apnea ostruttiva del sonno (OSA) è una condizione grave che si verifica quando il respiro di una persona viene interrotto durante il sonno. Le persone con OSA sono noti per soffrire di problemi di memoria e hanno anche più alti tassi di depressione, ma non è ben chiaro come questi problemi siano collegati allo sviluppo della malattia. Il nuovo studio condotto dalla RMIT University di Melbourne, in Australia, ha esaminato in che modo la condizione ha colpito la memoria autobiografica e ha trovato persone con OSA non trattata che hanno avuto problemi a ricordare dettagli specifici sulla loro vita. La ricerca si basa…

View original post 479 altre parole

Momenti di poesia. … il pomeriggio racconta… di Cesare Moceo

Momenti di poesia. …il pomeriggio racconta… di Cesare Moceo

il pomeriggio.jpg

…il pomeriggio racconta…

…a Voi io scrivo…

Assaporo lentamente
i miei sogni ad occhi aperti

cercando di dar loro
gusto e colore

Rido impacciato
di piacere spiaciuto

al pensiero di conciliare
presente e futuro

a discapito delle crude Verità
a cui ho sempre creduto

e nelle quali ho riposto
indolenze e ambizioni

E do nutrimento all’anima in pena

al ricordo d’angustie
che mi sono state sui nervi

nella volontà di scioglierne i nodi
che vi stanno aggrovigliati dentro

E mi ascolto da solo
in quello che penso

perchè non mi aspetto
che qualcun mi capisca

mi godo soltanto
gli sguardi al mio mare

che mi sta davanti
mentre a Voi io scrivo
.
Cesare Moceo poeta di Cefalù
Destrierodoc @ Tutti i diritti riservati

Momenti di poesia. DAVVERO BELLA, di Vittorio Zingone

Momenti di poesia. DAVVERO BELLA, di Vittorio Zingone

DAVVERO BELLA

Davvero bella oggi
con quell’eterea magliettina,
la gonna di jeans a mezza gamba,
gli occhi risplendenti come soli,
il roseo delle braccia vincente abbaglio
per le mie pupille,
il viso soffuso d’un timido rossore.

Non volevo scrivere di te, cara, stasera,
per non soffrire invan di nostalgia;
ma il cuore vinse; ed eccomi qui
dinanzi al mio diario
ad esaltarti nella mia memoria.

Mi manchi, cara, mi manchi così tanto
che quasi m’avvio verso casa tua,
busso alla porta, umile t’imploro:
– Fammi entrare, fatti guardare,
fammi un po’ sognare;
poi me ne andrò, forse tornerò
a casa mia con la tua bella immagine
nel cuore.

The Gratitude List

A Barbarian in Gentlemen's Clothing

“Cultivate the habit of being grateful for every good thing that comes to you, and to give thanks continuously. And because all things have contributed to your advancement, you should include all things in your gratitude.”
― Ralph Waldo Emerson

What is it that you are truly grateful for in life? Thanksgiving never was a Philippine holiday, but that should not stop me from expressing my genuine gratitude towards those, whom should I say, gave this speck of dust existence of mine a little bit more meaning.

If I may recall, how many of my relatives have distanced themselves because of my ungratefulness? How many lovers have I disappointed because I was not grateful enough? How many friends have I cut ties with because I think so very little of them? Too much, and I am surprised how much it broke me more than it hurt them.

Sometimes I blame…

View original post 983 altre parole

49 Posts Later…

A Barbarian in Gentlemen's Clothing

“Any fool can be happy. It takes a man with real heart to make beauty out of the stuff that makes us weep.”
― Clive Barker

What drives me to write? What makes me open my notebooks and try to scribble down the first words of what could possibly a lengthy post? What makes me write week after week about anything I have in mind? Maybe I am just indulging the exhibitionist in me through my writing, being naked and vulnerable in the form of words. Maybe I am just gutsy just like my friends describe me, or maybe I am just bored or maybe I am just seeking attention…

I started writing just this year and I wrote my very first post on the 11th of April; I remember my first post as sort of an introduction of myself attached with a photo of my handy notebook and pen…

View original post 488 altre parole

The Rebel Without a Cause (5 Ways to Wear a T-shirt)

A Barbarian in Gentlemen's Clothing

“I don’t want any trouble.” – Jim Stark (Rebel Without a Cause)

Hey you! Yes, you. The one in front of the screen right now. I got a question for you if I ask you to take a picture of your closet or your wardrobe and send it to me; would you? If I ask you to take me for a tour of your closet, would you allow me to? If your answer is “no way!”, can I ask why? Is it full of clutter? Filled with stuff you have not worn for over a year or so? If so, then this post for you.

I remember the time when my closet is filled with dozens of t-shirts of every size and every color. Band shirts, slogan shirts, brand name shirts, oversized shirts; I got it all. My closet is a complete mess and having a hard time minimizing the…

View original post 845 altre parole

6 Ways To Overcome Social Awkwardness

A Barbarian in Gentlemen's Clothing

“You can make more friends in two months by becoming interested in other people than you can in two years by trying to get other people interested in you.”
Dale Carnegie

Greeting fellow barbarians! I hope you are enjoying life as it is, and if not you get your butt out there. There are better things to do than to play video games! Nah, I am just kidding. Video games are awesome! But seriously, today I wanted to talk about social awkwardness and what I did to overcome it to be exact. Social awkwardness is a pretty normal thing especially to young men who are just starting out on their journey to be full-fledged men. I know it is scary and sometimes intimidating, but it is not an excuse to live under a rock. We as men must be capable in navigating various social situation life has to offer…

View original post 860 altre parole

The Art of War: Attack By Stratagem

A Barbarian in Gentlemen's Clothing

“Hence the saying: If you know the enemy and know yourself, you need not fear the result of a hundred battles. If you know yourself but not the enemy, for every victory gained you will also suffer a defeat. If you know neither the enemy nor yourself, you will succumb in every battle.” – Sun Tzu

Greeting fellow Barbarians! So I was streaming the web a few weeks ago, and I came across the controversial Gillette ad. For me, it was just an advertising ploy to sell razor blades but for some, it was something else. But what surprised me more was the number of men triggered by the ad, even to the point of throwing their razor blades in the toilet. Why are there so many men today who are too vocal about their opinions about things that do not matter? And vice versa, why do the opinions of…

View original post 1.377 altre parole

“1^ tappa del Circuito Csen Karate Piemonte” parcheggio di Lungo Tanaro San Martino – Alessandria

“1^ tappa del Circuito Csen Karate Piemonte” parcheggio di Lungo Tanaro San Martino – Alessandria

Alessandria_Panorama

17 febbraio 2019

Per  permettere di riservare la sosta ai partecipanti all’evento denominato “1^ Tappa del Circuito Csen Karate Piemonte” in programma al Palacima di Alessandria in data 17 febbraio 2019, dalle ore 00:00 alle ore 24:00 del giorno 17 febbraio 2019 è vietata la fermata con rimozione forzata nell’area destinata a parcheggio in lungo Tanaro San Martino (area antistante al Palacima).

Da tale divieto sono esclusi i veicoli dei partecipanti alla manifestazione citata in oggetto.