Giunge la sera e,

ploporosso70

la stanchezza si sente tutta. Guardi fuori è buio pesto, accendi la tv e aspetti la messa in onda del grande Montalbano. Così è da me stasera, lieta del ritorno del grande Camilleri che adoro smisuratamente. Guardando i suoi film 🎥 assaporo da lontano i profumi della Sicilia terra che ho nel cuore da sempre. I suoi colori, le sue spiagge, i suoi piatti saporiti, la sua gente che a me ha sempre accolto con una ospitalità fuori dal comune.

Mi godo tutto questo sognando un pochino ad occhi aperti e augurando a tutti una buona serata.

Immagine Pinterest

View original post

VAMOS A BAILAR CON GLI STREGATTI! OLÈ VIVA LA CARMEN! a cura di Vicario Marina

Alessandria today @ Pier Carlo Lava

Locandina dell’evento facebook
https://www.facebook.com/events/396514897781568/?notif_t=event_calendar_create&notif_id=1549922870504553

Domenica 24 febbraio TEATRO SAN FRANCESCO ALESSANDRIA
Compagnia Teatrale Stregatti insieme a Flamenco Gitano di Sara Stanchi
LA CARMEN spiegata ai Bambini con Stage di Flamenco alla fine dello spettacolo ore 16 (spettacolo a pagamento 5 euro)

VENITE VESTITI DA SPAGNOLA, RIEMPIAMO IL TEATRO SAN FRANCESCO DI POIS ROSSI, BIANCHI, NERI OLE’!
Vamos a bailar …………….

View original post

VAMOS A BAILAR CON GLI STREGATTI! OLÈ VIVA LA CARMEN! a cura di Vicario Marina

Locandina dell’evento facebook
https://www.facebook.com/events/396514897781568/?notif_t=event_calendar_create&notif_id=1549922870504553

Domenica 24 febbraio TEATRO SAN FRANCESCO ALESSANDRIA
Compagnia Teatrale Stregatti insieme a Flamenco Gitano di Sara Stanchi
LA CARMEN spiegata ai Bambini con Stage di Flamenco alla fine dello spettacolo ore 16 (spettacolo a pagamento 5 euro)

VENITE VESTITI DA SPAGNOLA, RIEMPIAMO IL TEATRO SAN FRANCESCO DI POIS ROSSI, BIANCHI, NERI OLE’!
Vamos a bailar …………….

Kent Haruf, Vincoli. Alle origini di Holt

Blog di Pina Bertoli

Alla fine questo ebbe Edith Goodnough: sei anni di quello che si potrebbe chiamare divertimento. O bei momenti. O meglio, la semplice, intensa, magnifica bellezza del sentirsi vivi giorno dopo giorno, quando di sera vai a dormire nella calda oscurità, soddisfatto del tuo angolo di mondo, e poi ti svegli al mattino ancora soddisfatto e ne sei ben consapevole mentre resti sdraiato per un po’ ad ascoltare in pace il richiamo delle tortore dagli olmi e dai fili del telefono, finché al pensiero di un caffè nero finalmente decidi di alzarti dal letto, scendere le scale e andare in cucina, ai fornelli, per ricominciare tutto daccapo con piacere, addirittura con impazienza. Ebbene sì, questa per qualche tempo fu la situazione in cui si trovò Edith. In quel periodo glielo si leggeva in faccia. Per sei anni i suoi occhi bruni brillarono vivaci.

Vincoli, di Kent Haruf, NN Editore 2018…

View original post 1.189 altre parole

Dorfles consiglia – Terza puntata

Blog di Pina Bertoli

Sabato è andata in onda la terza puntata di Per un pugno di libri, la trasmissione di Rai 3 in cui due classi di liceo si sfidano su un libro. Nella puntata di sabato, il libro in lettura era “Nudi e crudi” di Alan Bennet. Vi ricordo che, se avete perso la trasmissione, potete rivederla su Rai Play.

I libri consigliati da Dorfles durante la puntata sono stati questi:

Dexter la morte mi è vicina

La morte mi è vicina, di Colin Dexter, Sellerio 2018, traduzione di Luisa Nera

Un nuovo mistero tra le mani dell’ispettore Morse, una giovane, attraente donna è morta, uccisa con un colpo di pistola esploso attraverso la finestra del soggiorno di casa sua. Due indizi lo instradano inizialmente: un criptico messaggio che cela data, ora e luogo di un appuntamento, e una foto con uno sconosciuto dai capelli grigi.

«“Non mi ha ancora detto che cosa…

View original post 802 altre parole

Ting-Kuo Wang, Il ciliegio del mio nemico

Blog di Pina Bertoli

Nella vita di un uomo possono esserci vari amori, ma io preferivo viverne uno soltanto, fino in fondo. Intendo dire che, sebbene quella fosse la prima volta che imboccavo la via dell’amore, sapevo già che sarebbe stata l’unica. (..) L’amore è difficile da afferrare come un’ispirazione ancora vaga: quando non c’è, il cervello è un mare morto; solo quando le onde cominciano ad alzarsi impetuose si capisce che la solitudine del mondo può essere rovesciata, basta cogliere l’attimo per spalancare uno spazio infinito. Terminata la tempesta, non resta che ancorarsi per bene alla riva cui si è approdati.

Il ciliegio del mio nemico, di Ting-Kuo Wang, Neri Pozza editore 2018, traduzione dal cinese di Maria Gottardo e Monica Morzenti, pagg 203

Su questo delicato romanzo – del tutto permeato dell’atmosfera orientale che ci si può aspettare da un autore cinese – aleggiano due grandi presenze: l’amore e il destino

View original post 599 altre parole

F.G. Lorca, Soneto gongorino en que el poeta manda a su amor una paloma

Blog di Pina Bertoli

All’interno del progetto dei “Sonetos del amor oscuro” troviamo anche questo:

Soneto gongorino en que el poeta manda a su amor una paloma

Este pichón del Turia que te mando,

de dulces ojos y de blanca pluma,

sobre laurel de Grecia vierte y suma

llama lenta de amor do estoy parando.

Su cándida virtud, su cuello blando,

en limo doble de caliente espuma,

con un temblor de escarcha, perla y bruma

la ausencia de tu boca está marcando.

Pasa la mano sobre su blancura

y verás qué nevada melodía

esparce en copos sobre tu hermosura.

Así mi corazón de noche y día,

preso en la cárcel del amor oscura,

llora sin verte su melancolía.

Sonetto gongorino con cui il poeta invia al suo amore una colomba

La colomba del Turia che ti mando

dai dolci occhi e dalla bianca piuma

su un lauro greco effonde e addensa a…

View original post 531 altre parole

Sorj Chalandon, La professione del padre. “Riparare la bellezza”

Blog di Pina Bertoli

Da sempre mi domandavo cosa non andasse nella nostra vita. A casa non veniva nessuno, mai. Mio padre lo vietava. Quando qualcuno suonava al campanello, alzava la mano per farci stare zitti. Aspettava che l’altro rinunciasse, ascoltava i suoi passi sulle scale. Poi andava alla finestra, nascosto dietro le tende, e lo guardava vittorioso allontanarsi per strada. Nessuno dei miei amici è mai stato autorizzato a varcare la soglia di casa. Nessuna delle colleghe della mamma. C’eravamo sempre e solo noi tre nel nostro appartamento. Neanche i miei nonni ci erano mai venuti.

La professione del padre, di Sorj Chalandon, Keller editore 2019, traduzione di Silvia Turato, pagg 266

Un romanzo sconvolgente: non saprei che altro termine usare. Dolorosamente bello, aggiungo.

 Sorj Chalandon scrive con le sue lacrime. Dopo quelle versate per il tradimento del suo amico irlandese (Il mio traditore), quelle del massacro di Sabra e Shatila in…

View original post 1.056 altre parole

Andrej Belyj, Il colombo d’argento.

Blog di Pina Bertoli

Quanti uomini sono segretamente arsi dal sogno dei campi; o campagna russa, campagna russa! Respiri la resina, il grano, l’aurora: tra le tue distese, campagna russa, c’è da soffocare e morire. (..) Quanti figli hai nutrito, campagna russa; i pensieri su di te hanno vissuto, come fiori, nelle menti dei tuoi figli inquieti: fuggono, Russia, i tuoi figli, e dimenticano la tua vastità nei paesi stranieri; quando tornano, poi, chi li riconosce più?

Il colombo d’argento, di Andrej Belyj, Fazi editore 2018, traduzione di Carmelo Cascone, pagg 378

Oggi vi parlo di un classico della letteratura russa, un romanzo che è stato scritto nel 1909 ma che si fa leggere ancora oggi con grande interesse. Naturalmente se si è affascinati da un certo tipo di letteratura. Per leggerlo, bisogna entrare in un’altra epoca e soprattutto in una realtà – geografica e culturale – piuttosto lontana da noi. E in…

View original post 781 altre parole

Elias Khoury, La porta del sole. “Cammino, cammino, cammino”

Blog di Pina Bertoli

Ma ti pare che possiamo costruire la nostra patria basandoci su queste storie enigmatiche? E perché noi dobbiamo costruirla? Gli esseri umani ereditano il loro paese così come ne ereditano la lingua. Perché soltanto noi, fra tutti i popoli della terra, per non perdere tutto e piombare in un eterno sonno, dobbiamo quotidianamente inventarci la nostra patria?

La porta del sole, di Elias Khoury, Feltrinelli universale economica 2014, edizione originale 1998, traduzione dall’arabo di Elisabetta Bartuli, pagg 537

Avevo letto questo romanzo molti anni fa; mi aveva commossa e anche fatto provare rabbia, quel sentimento che ci prende di fronte alle ingiustizie e alle sofferenze. In questi giorni mi è tornato in mente e vorrei consigliarlo perché offre un punto di vista molto umano sulla tormentata storia del popolo palestinese. Lontano da ogni retorica militante, il romanzo di Khoury racconta le vicende delle persone, degli esseri umani costretti a…

View original post 381 altre parole

Dorfles consiglia – Quarta puntata

Blog di Pina Bertoli

Sabato è andata in onda la quarta puntata di Per un pugno di libri, la trasmissione di Rai 3 in cui due classi di liceo si sfidano su un libro. Nella puntata di sabato, il libro in lettura era “La giornata d’ uno scrutatore” di Italo Calvino.

I libri consigliati sabato da Piero Dorfles sono:

Turone italia occultaItalia occulta, di Giuliano Turone, Chiarelettere editore 2019, pagg 480

Prefazione di Corrado Stajano
«Una storia nera. Una storia purtroppo vera. Italia occulta è un libro importante. Documenta con nettezza un passato torbido ancora non del tutto conosciuto.» Corrado Stajano

Moro, Pecorelli, Sindona, Ambrosoli, Mattarella, Amato, la strage di Bologna, la P2, Andreotti. Una sequenza impressionante di stragi, assassinii, complotti, tentativi di colpi di Stato nella ricostruzione inedita del magistrato che ha scoperto la P2, arrestato Liggio e rinviato a giudizio Michele Sindona.
Un cumulo di fatti atroci maturati in un arco di…

View original post 763 altre parole

Alda Merini, Fiore di poesia

Blog di Pina Bertoli

Il gobbo

Dalla solita sponda del mattino

io mi guadagno palmo a palmo il giorno:

il giorno dalle acque così grigie,

dall’espressione assente.

Il giorno io lo guadagno con fatica

tra le due sponde che non si risolvono,

insoluta io stessa per la vita

… e nessuno m’aiuta.

Ma viene a volte un gobbo sfaccendato,

un simbolo presago d’allegrezza

che ha il dono di una strana profezia.

E perché vada incontro alla promessa

lui mi traghetta sulle proprie spalle.

22 dicembre 1948

Fiore di poesia, di Alda Merini, a cura di Maria Corti, Einaudi editore 1998 (2014)

Alda Merini è poetessa più che nota, anzi, forse, un po’ troppo “abusata”, nel senso che è sicuramente una delle voci poetiche più citate in Italia (in tempi recenti..): il suo nome, i suoi versi e aforismi (ne ha scritti più di cinquecento), i suoi ritratti appaiono un po’ dovunque, spesso in…

View original post 265 altre parole

La forza dell’amicizia, di Sergio Pizio

La vera amicizia non ha confini. Non conosce squallide ipocrisie per ottenere dei favori, oppure perfidie mascherate da falsi sorrisetti corredate da altrettanti frasi ipocrite.

Non si pone in stupide e infantili competizioni mettendo in cattive luce altre persone. L’amicizia e la poesia di un sentimento limpido, spalmato e miscelato in ogni secondo scandito dal tempo nella sua essenza più pura e cristallina.

L’amicizia e la linfa che nutre e disseta il nostro cuore. Credo che la penna stilografica sia lo strumento più vero leale e complice per valorizzare tali concetti, imprimendo con forza e vigore ogni singola parola sopra a un foglio di carta.

Il 15 febbraio lo spazio essenziale è in scena a NOVI LIGURE – a cura di Marina Vicario

Uomo vs Uomo – Locandina dell’evento facebook

Un venerdì a teatro potrebbe essere una buona alternativa al vostro divano o al solito locale con gli amici.
Una proposta di Alessandria Today è
UOMO VS UOMO scritto e diretto da Francesco Parise. Si tratta di uno spettacolo “dinamico”, una novità nel panorama teatrale piemontese.

Venerdì 15 febbraio alle ore 21 ritorna in scena UOMO VS UOMO, uno spettacolo di Teatro da Camera progettato per essere rappresentato in uno spazio essenziale con strutture di base, piccolo e confortevole come il Salone Teatro DAI LUCEDIO a NOVI LIGURE in Via Verdi 138 (zona Scuola Elementare Zucca). E’ obbligatoria la prenotazione.

UOMO VS UOMO drammaturgicamente è costituito da 5 scene; in ognuna di esse si esplica un conflitto tra due “esseri umani maschili”, grotteschi e paradossali taluni, esistenzialisti e sarcastici gli altri. In ogni scena “i duellanti” si sfidano senza esclusione di colpi. Alla fine risulteranno un vincente ed un perdente. Nessuno dei due però potrà insignirsi della “ragione”.

Nello spettacolo recitano: Andrea Bartolo, Luca Cacciabue, Manuela Cattaneo e Chantal Corti Principe. Testi, elaborazione drammaturgica e regia di Francesco Parise.

Per prenotare: 329 11 55 457 (anche whatsapp), o con posta elettronica all’indirizzo dailucedio@hotmail.it

Evento facebook: https://www.facebook.com/events/298848010828351/