Alda Merini, Fiore di poesia

Blog di Pina Bertoli

Il gobbo

Dalla solita sponda del mattino

io mi guadagno palmo a palmo il giorno:

il giorno dalle acque così grigie,

dall’espressione assente.

Il giorno io lo guadagno con fatica

tra le due sponde che non si risolvono,

insoluta io stessa per la vita

… e nessuno m’aiuta.

Ma viene a volte un gobbo sfaccendato,

un simbolo presago d’allegrezza

che ha il dono di una strana profezia.

E perché vada incontro alla promessa

lui mi traghetta sulle proprie spalle.

22 dicembre 1948

Fiore di poesia, di Alda Merini, a cura di Maria Corti, Einaudi editore 1998 (2014)

Alda Merini è poetessa più che nota, anzi, forse, un po’ troppo “abusata”, nel senso che è sicuramente una delle voci poetiche più citate in Italia (in tempi recenti..): il suo nome, i suoi versi e aforismi (ne ha scritti più di cinquecento), i suoi ritratti appaiono un po’ dovunque, spesso in…

View original post 265 altre parole

Autore: alessandria today

Ex Dirigente, consulente e ora blogger

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...