Come il cervello protegge i ricordi

ORME SVELATE

I ricercatori del Wellcome Center for Integrative Neuroimaging dell’Università di Oxford hanno fatto luce sugli esatti meccanismi neurali che rendono possibile un preciso ricordo.

Memory remains (Dumitrache Ciprian)

Il team di ricerca ha affidato ai partecipanti compiti di memoria da eseguire nello scanner MRI. In due giorni i partecipanti hanno imparato due ricordi sovrapposti ma dipendenti dal contesto. I ricercatori hanno quindi misurato l’interferenza tra le due memorie il terzo giorno nello scanner. I risultati suggeriscono che almeno due diverse regioni del cervello sono coinvolte nella mediazione dell’interferenza della memoria. Innanzitutto, l’ippocampo (una parte del cervello coinvolta nelle funzioni cerebrali di ordine superiore) separa i ricordi sovrapposti usando le informazioni contestuali. Secondo, a metà della scansione, i ricercatori hanno usato la stimolazione cerebrale per ridurre la concentrazione di GABA neocorticale (un neurotrasmettitore chimico nel cervello che riduce l’attività in altri neuroni, regolando la comunicazione tra le cellule cerebrali). I ricercatori…

View original post 187 altre parole

Autore: alessandria today

Ex Dirigente, consulente e ora blogger

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...