La Poetessa Marinella Brandinali si presenta ad Alessandria Today

a cura di Marina Vicario

Ho chiesto alla Poetessa Marinella Brandinali di descriversi e parlare un po’ di sé. Nei giorni precedenti le ho proposto di candidarsi con alcune poesie a “Verseggiando” (organizzato dalla poliedrica e bellissima Izabella Teresa Kostka). Ebbene! Marinella Brandinali partirà alla volta di Biella per parteciparvi come finalista.

Buona lettura!

Colgo l’invito di Marina Vicario, direttrice Ufficio Stampa di Pluriversum Edizioni, per presentarmi ai lettori di Alessandria Today.

Preferisco le interviste ma cercherò di provare a raccontare un po’ di me e come sono arrivata alla poesia.

Sessant’anni fa in una sera d’inverno aprivo gli occhi Marinella Brandinali io, e il mio destino era tracciato, spensierata come un mattino d’aprile crescevo sotto gli occhi di un padre sole, fino all’età scolare dove cominciai a tracciare i miei scritti con tenera emozione.

Ma il destino era in agguato mi ha regalato un amore, un figlio sempre con fatica, come il duro inverno poche tracce di sole hanno illuminato il cammino e i miei scritti sempre più flebili hanno smesso di parlare.

Han taciuto per anni, come fiori avvizziti sono rimasti nel mio giardino sino a 5 anni fa, dove un onda in crescendo ha spezzato gli argini, portando nuove lacrime e parole.

Per gioco i miei scritti son tornati, a parlare di me, e del mondo circostante, han portato nuovo vigore e son nati 3 libri con altre voci e, pian piano, le mie flebili parole sono diventate realtà.

Due anni fa MARE VENTO E ANIMA è stato il mio primo libro in assolo, poi a seguire l’anno scorso 20 POSSIBILITA’ DI ESSERE DONNA  (edito da Pluriversum Edizioni) che festeggia il mio essere donna con le altre tanti concorsi dove il finale è stato emozione e puro scambio

Da pochi mesi l’ultima fatica SIMBIOSI DI UN RESPIRO (sempre edito da Pluriversum Edizioni) , che rimane nell’aria sospeso, come una dolce folata.

Resto qua, a parlare di me, di voi, della vita e del cuore, con certezza di entrare in punta di piedi ed emozionare.

Sono io un fiore di ghiaccio con il cuore caldo da donare, sono …respiro

Grazie per aver letto un po’ di me.

Marinella Brandinali


Pluriversum Edizioni

 

http://www.pluriversumedizioni.it/prodotto/simbiosi-di-un-respiro/

Pluriversum Edizioni

http://www.pluriversumedizioni.it/prodotto/20-possibilita-di-essere-donna/

 

Incontri in biblioteca – a cura di Vicario Marina

Continunano gli incontri invernali con l’autore 2019 presso l’area incontri-biblioteca comunale di Arquata Scrivia.

Venerdì 15 febbraio alle ore 21:00 presenterà il suo libro BARBARA FERRARI introdotto da PATRIZIA DEMICHELI.

Il lungo oblio dei sogni
di Barbara Ferrari

La trama

Quella di Maddalena è una storia vera, di una donna di cui si perdono le tracce per decenni. Nato dalla leggerezza della gioventù, la voglia di riscatto e il mito della fama nel mondo dello spettacolo, il sogno di affermarsi la porta a conoscere molto presto gioie e asperità della vita, passioni e delusioni. 

Ma tutto si perde in un lungo oblio dei sogni, che di lei cancella le tracce, per poi rivelarle, in maniera del tutto inaspettata, quando ormai è troppo tardi per essere ricordata, ma forse non troppo per essere riscattata.

Il personaggio di Maddalena è l’emblema del desiderio di riscatto. Una donna che cerca la rivalsa rincorrendo ricchezza e fama.
Saranno le peripezia della vita, l’amore sbagliato, l’orgolio a tratti distruttivo che la porteranno all’oblio come punizione e espiazione per avere avuto l’ambizione di realizzare un sogno.

il lungo oblio dei sogni

La storia passa attraverso il periodo storico italiano alla fine degli anni ’30 fino al termine degli anni ’40 del secolo scorso con accenni alle leggi razziali e alla guerra.
I personaggi che ruotano intorno a Maddalena, con la loro personalità ben definita, rendono formidabile l’intreccio della storia.

Il lungo oblio dei sogni è una fotografia, un fermo immagine di quel periodo storico della seconda guerra mondiale, dove le donne emancipate venivano viste come una minaccia e le ambizioni nel mondo dello spettacolo erano solo per le poco di buono.

Un romanzo avvincente e scritto con passione. Una lettura che vi farà vivere in prima persona le vicende di Maddalena; pagina dopo pagina l’amerete e inizierete a desiderare per lei la piena realizzazione dei suoi sogni.

L’autrice

Barbara Ferrari è nata nel 1972 ad Alessandria, dove ha frequentato il liceo classico Giovanni Plana. Vive da sempre in una frazione della città, con il marito e la figlia, la madre e il suo inseparabile beagle, Snoopy.

Laureata in lettere moderne e storia dell’arte a Pavia, insegna lettere, professione che adora, nella scuola secondaria. Ha una passione per l’arte e la fotografia, che coltiva con la figlia Noemi. Per un periodo scrive per la rivista di arte e cultura “Nuova Alexandria”, Ugo Boccassi editore, per il quale ha scritto un breve capitolo, da giovane ricercatrice universitaria, del testo “Alessandria è una comoda poltrona: ti siedi e ti addormenti” (cui ha collaborato, tra gli altri, Umberto Eco).

Ama nuotare, fare yoga, scrivere, leggere e…dormire. Crede fermamente nell’amicizia, cui dà tutta se stessa con questa filosofia: “Io mi dono, chi mi tradisce fa i conti con se stesso, io sono serena”.

Con Matteo Torre pubblica nel 2015 “Gulp! La scuola. Il fumetto tra letteratura e scienze”, ed. Photocity e nel 2016 scrive una serie di contributi poetici, accompagnati da fotografie proprie, in AA.VV., “Immagini e Parole”, ed. Pagine (Celeste, Cosa rechi con te donna? La città sul mare, La sombra messicana, Oro, Zahira).B

Il libro è dedicato a mia figlia Noemi, alla mia cara nonna, Angiolina, che non è più con me ma i cui racconti del passato, così nitidi e particolareggiati, mi sono entrati dentro, facendomi spesso desiderare di fare un tuffo negli anni, seppur difficili, in cui lei era una giovane donna. Ho dedicato il libro anche a mia madre, la mia anima, e a mio marito. Una dedica particolare è “a Lino”, l’uomo che è stato per me mio padre”. Barbara Ferrari

La fonduta di formaggio

Creando Idee

La fonduta di formaggio è un piatto tipicamente svizzero, conviviale, pensato per riunire le persone intorno ad una pietanza collettiva gustosa e molto stuzzicante. La fonduta prevede la fusione di due o più formaggi in un pentolino apposito chiamato caquelon, cioè un contenitore in ceramica, ghisa, rame o acciaio dal fondo molto spesso, per evitare che il contenuto bruci. Sul fondo della pentola infatti si forma sempre una crosta assai prelibata che viene gustata per ultima. Le ricette per la fonduta sono numerose anche se le due più classiche sono quella svizzera, appunto, con groviera, vino e liquore, oppure quella valdostana, con la fontina. 400 g di formaggio fontina doc.30 g di burro 4 tuorli d’uovo 25 cl di latte intero fresco. Pan carrè oppure verdure facoltativo: olio al tartufo bianco o tartufo bianco in scaglie. Tagliate a pezzetti la fontina, ponetela in una ciotola e unitela al latte: lasciatela…

View original post 115 altre parole

Incontri in biblioteca – a cura di Vicario Marina

Continuano gli incontri invernali con l’autore 2019 presso l’area incontri-biblioteca comunale di Arquata Scrivia.

Venerdì 15 febbraio alle ore 21:00 presenterà il suo libro BARBARA FERRARI introdotto da PATRIZIA DEMICHELI.

Il lungo oblio dei sogni
di Barbara Ferrari

La trama

Quella di Maddalena è una storia vera, di una donna di cui si perdono le tracce per decenni. Nato dalla leggerezza della gioventù, la voglia di riscatto e il mito della fama nel mondo dello spettacolo, il sogno di affermarsi la porta a conoscere molto presto gioie e asperità della vita, passioni e delusioni. 

Ma tutto si perde in un lungo oblio dei sogni, che di lei cancella le tracce, per poi rivelarle, in maniera del tutto inaspettata, quando ormai è troppo tardi per essere ricordata, ma forse non troppo per essere riscattata.

Il personaggio di Maddalena è l’emblema del desiderio di riscatto. Una donna che cerca la rivalsa rincorrendo ricchezza e fama.
Saranno le peripezia della vita, l’amore sbagliato, l’orgolio a tratti distruttivo che la porteranno all’oblio come punizione e espiazione per avere avuto l’ambizione di realizzare un sogno.

La storia passa attraverso il periodo storico italiano alla fine degli anni ’30 fino al termine degli anni ’40 del secolo scorso con accenni alle leggi antirazziali e alla guerra.
I personaggi che ruotano intorno a Maddalena, con la loro personalità ben definita, rendono formidabile l’intreccio della storia.

Il lungo oblio dei sogni è una fotografia, un fermo immagine di quel periodo storico della seconda guerra mondiale, dove le donne emancipate venivano viste come una minaccia e le ambizioni nel mondo dello spettacolo erano solo per le poco di buono.

Un romanzo avvincente e scritto con passione. Una lettura che vi farà vivere in prima persona le vicende di Maddalena; pagina dopo pagina l’amerete e inizierete a desiderare per lei la piena realizzazione dei suoi sogni.

Barbara Ferrari è nata nel 1972 ad Alessandria, dove ha frequentato il liceo classico Giovanni Plana. Vive da sempre in una frazione della città, con il marito e la figlia, la madre e il suo inseparabile beagle, Snoopy.

Laureata in lettere moderne e storia dell’arte a Pavia, insegna lettere, professione che adora, nella scuola secondaria. Ha una passione per l’arte e la fotografia, che coltiva con la figlia Noemi. Per un periodo scrive per la rivista di arte e cultura “Nuova Alexandria”, Ugo Boccassi editore, per il quale ha scritto un breve capitolo, da giovane ricercatrice universitaria, del testo “Alessandria è una comoda poltrona: ti siedi e ti addormenti” (cui ha collaborato, tra gli altri, Umberto Eco). Continua a leggere “Incontri in biblioteca – a cura di Vicario Marina”

ANIMA VIOLATA, di Miriam Maria Santucci

ANIMA VIOLATA
di Miriam Maria Santucci

Sorriso colmo d’amore.
Occhi lucenti e puri.
I sogni ti volteggiano
nell’anima e nel cuore.
All’improvviso un grido
si perde tra le ombre,
nel vortice pauroso
di un cielo trasparente.
Poi il silenzio e il nulla.
Svaniscono i tuoi sogni.
Si spegne il tuo sorriso.
L’anima si schianta!

Poesia tratta dalla raccolta “Il Sentiero del Destino”.
© Copyright 2016 – Miriam Maria Santucci

La città degli innamorati

Creando Idee

La città degli innamorati? Più che a Verona, città natale di Romeo e Giulietta, il titolo di capitale dell’amore spetta a Terni, dove tra il II e III secolo nacque Valentino, vescovo e martire, che a furor di popolo, nel corso dei secoli, si è guadagnato l’appellativo di patrono, non solo di tutte le coppie che si amano sul serio ma anche difensore, dei matrimoni “misti”, oggi di grande attualità, perchè celebrò il matrimonio fra il soldato romano Sabino ed la giovane cristiana, Serapia.A Valentino toccò la palma del martirio il 14 febbraio 273 d.C. per ordine del prefetto Furio durante le persecuzioni accese dall’imperatore Aurelio. Era stato accusato di aver sostituito con un rito cristiano l’antica ricorrenza pagana dei Lupercalia, dedicati al dio Lupercus, protettore della fertilità. Ma la notorietà internazionale di San Valentino si deve alla leggenda, nata secondo alcune fonti nei paesi anglosassoni, per cui il…

View original post 66 altre parole

In fuga – Francesca Noschese

In fuga dal reale
in cerca del vero
sussulto di vita.
Non trovo spazio.
Fuggire ancora.
Riempire il vuoto.

Mi sento perduta
nel mondo vero.
Tutti ammalati.
Sazi del nulla
che offre la normalità.
Placidi.
Gotta dello spirito.
Innocui.

Io leggera
cerco la magia nascosta
nelle strade strette,
quelle meno battute,
negli edifici vuoti.

Spazi verdi selvaggi.
Fotografo con gli occhi.
Stampo nell’ anima.
Vivere liberi…
Che ne sanno?

20180818_112252.jpg

Giornata mondiale della radio, di Lia Tommi

Oggi è la Giornata Mondiale della Radio.

La Radio informa, trasforma ed unisce, mette insieme persone e comunità di tutte le provenienze e promuove cambiamenti positivi. In particolare, la radio è lo strumento perfetto per contrastare i richiami della violenza e la diffusione di conflitti.

Il tema dell’ottava edizione della Giornata Mondiale della Radio ha come tema: Dialogo, Tolleranza e Pace.

Tutte le stazioni radio di tutto il mondo sono invitate dall’Unesco oggi ad evidenziare l’importanza della radio per la partecipazione civica e lo sviluppo, così come per la celebrazione dell’umanità nella sua diversità.

Inoltre la Giornata Mondiale della Radio 2019 è focalizzata sui seguenti sotto-temi:

Promuovere il dialogo e la partecipazione
La radio può essere un’eccellente piattaforma per il dialogo e la partecipazione civica che permette la condivisione di prospettive differenti su temi controversi per accrescere la consapevolezza, ispirare la comprensione e aprire la strada per un’azione positiva. Continua a leggere “Giornata mondiale della radio, di Lia Tommi”

Nei campi il lavoro cresce e cambia: dal convegno di Confagricoltura, di Lia Tommi

Nei campi il lavoro cresce e cambia

Confagricoltura: mille aziende impiegano più di un terzo della manodopera totale, ma manca quella specializzata

L’agricoltura è l’unico settore economico che, negli ultimi 10 anni, nonostante la crisi, è riuscito a mantenere stabili i livelli occupazionali, con oltre un milione di lavoratori, assorbendo anche manodopera da altri comparti. E’ emerso oggi al convegno “Le esternalizzazioni dei processi produttivi in agricoltura. L’appalto di servizi e la somministrazione”, organizzato da Confagricoltura a Palazzo della Valle a Roma.

Confagricoltura ha evidenziato i cambiamenti del tessuto produttivo, a partire dall’evoluzione delle figure professionali e dal miglioramento degli indicatori di qualità, come quello relativo alla diminuzione degli infortuni sul lavoro, negli ultimi 8 anni, di quasi il 29%. Il calo è più marcato nelle aziende più grandi e strutturate.

Si va verso un’agricoltura più professionale, capace di assicurare occupazione più stabile, con iniziative di welfare aziendale e un’organizzazione del lavoro attenta alla salute e alla sicurezza dei lavoratori. Diminuisce il numero delle aziende, s’ingrandisce la dimensione media, aumentano gli imprenditori agricoli professionali e le società agricole di persone e di capitali. Anche l’occupazione, mette in evidenza Confagricoltura, si concentra sempre più: 1.000 aziende occupano un terzo della manodopera totale e le prime 17 mila ne assorbono i due terzi.

Accanto al contoterzismo, complice la mancanza di manodopera specializzata, si sta anche affermando il fenomeno delle esternalizzazioni, ossia l’affidamento ad altre imprese di alcune fasi del processo produttivo. Tra le sole aziende associate all’Organizzazione agricola dal 2016 al 2018 il numero di quelle che si sono rivolte ad agenzie di somministrazione per la fornitura di manodopera è cresciuto del 120% e le giornate di lavoro somministrate sono aumentate del 46%.

“Occorre un quadro normativo chiaro – ha commentato il presidente Luca Brondelli di Brondello, presente all’evento – in grado di accompagnare l’evoluzione del settore con adeguate politiche capaci di favorire un’occupazione più stabile e di qualità. Bisogna ancora rimuovere ostacoli come l’elevata pressione fiscale e contributiva sul lavoro e la complessità degli adempimenti. Gli incentivi per l’assunzione devono essere effettivamente fruibili, migliorando anche l’incontro tra domanda e offerta di lavoro”.

Alcuni dati nazionali
Operai a tempo determinato: 965.000 (59% al sud)
Operai a tempo indeterminato 103.000 (56% al nord)
Impiegati 37.000
Lavoratori stranieri 275.000
Datori di lavoro 188.000 (60% imprese, 35% coltivatori diretti, 4% cooperative)

Tu lo dici #18

Le Notti di Agarthi

L’America è un grosso paese aldilà dell’Atlantico che ha raggiunto una potenza senza paragone, e io ritengo che ci siano lì delle persone che immaginano di essere sulla strada di diventare i padroni del mondo e fare del mondo un impero tutto loro. Non hanno imparato la lezione dalla loro guerra in Vietnam? L’occidente era solito sostenere l’idea che il comunismo mondiale e il blocco sovietico minacciassero i suoi interessi e anche la sicurezza di tutto l’occidente, ma nonostante tale tesi si trattava solo di una copertura sottile. E nondimeno gli americani l’hanno usata e se ne sono avviluppati finché l’eroico popolo vietnamita non li ha espulsi con la forza.

(Hussein S.)

View original post

Storia: Agosto 1914 – parte prima

Le Notti di Agarthi

Il risultato degli ultimatum fu evidente il 1 Agosto: sia la Francia che la Germaniadichiararono la mobilitazione generale. Era il disastro della diplomazia. Quello stesso giorno verso sera l’ambasciatore tedesco a San Pietroburgo consegnò (in lacrime) la dichiarazione di guerra al ministro degli esteri russo Sazonov.

Mentre la Germania muoveva i primi passi occupando militarmente il Lussemburgoil 2 Agosto e contestualmente inviando un ultimatum al Belgio chiedendo di concedere alle proprie truppe di passare attraverso i suoi territori, gli Inglesi non restavano a guardare. E neppure i Turchi. Gli Inglesi rassicurarono i Francesi su un loro sicuro intervento in chiave anti-tedesca in caso di conflitto e dichiararono la mobilitazione generale della loro imponente flotta. I Turchi invece strinsero una solida alleanza segreta con gli Imperi Centrali.

Il 3 Agosto la Germania dichiarò guerra alla Francia e il Belgio rigettò l’ultimatum di Berlino preparandosi quindi allo scontro con…

View original post 681 altre parole

“NOI DUE” in scena a Sale – a cura di Marina Vicario

NOI DUE Con Yasmin Sabatini e Alessandro Baldi, regia di Davide Sannia.

Lui è uno scrittore, lei sua moglie. Li vediamo rientrare in casa dall’ospedale con lei che cerca di mettere a proprio agio colui che non ricorda d’essere suo marito e d’aver abitato in quell’appartamento. Ma è proprio così? A chi e a cosa bisognerà credere?

QUANDO
– Giovedì 14 febbraio –
Ore 21 – Evento S.Valentino, festeggeremo con un dolce e un bicchiere di spumante, ingresso € 14 – SOLD OUT;
– Sabato 16 febbraio – Ore 21 – Ingresso € 10;
– Domenica 17 febbraio – Ore 17. – Ingresso € 10

DOVE
Teatro Sociale – SOMS – Via Piave 4 – Sale (AL) INFO e PREVENDITE Posti limitati – Prenotazione obbligatoria granidisale@gmail.com Prevendite presso Edicola 63 – P.zza Verdi 63 – Sale (AL) THANKS

L’evento è organizzato in collaborazione con Associazione Impegno Culturale Onlus e rientra ne “Ra Carsèra” che gode del patrocinio di Regione Piemonte, Provincia di Alessandria e del patrocinio e contributo del Comune di Sale.
Collaborano con noi anche la SOMS di Sale e l’Associazione Culturale Karkadè di Novi Ligure .

La plastica ‘verde’ di Ecoplasteam piace: entrano in società nuovi partner da Torino, Alessandria e Casale Monferrato

La plastica ‘verde’ di Ecoplasteam piace: entrano in società nuovi partner da Torino, Alessandria e Casale Monferrato

di Enrico Sozzetti  https://160caratteri.wordpress.com

Nuovi soci per Ecoplasteam, start up innovativa che ha aperto ad Alessandria il primo impianto al mondo per la produzione di EcoAllene, polimero plastico ecosostenibile, totalmente riciclabile, frutto del recupero dei film di plastica e di alluminio che compongono, insieme alla carta, i contenitori in tetrapak.

unnamed

La società ha recentemente aumentato il capitale sociale, raccogliendo 750.000 euro di equity, che è stato sottoscritto in parte da quattro nuovi soci e in parte da Swiss Merchant Corporation che ha arrotondato la quota. I nuovi ingressi arrivano da Torino, Alessandria e Casale Monferrato.

La prima è la Training 4U Srl, società che opera nel campo della information technology (la sede è a Torino) e della consulenza aziendale orientata allo sviluppo di soluzioni applicative e infrastrutturali ‘chiavi in mano’. Il secondo ingresso è alessandrino con Bartolomeo Prigione, amministratore delegato di Italcom di Alessandria, azienda attiva nello sviluppo di progetti software per la digital transformation.

Infine i due casalesi: Edoardo Deregibus, imprenditore del settore Ict e amministratore delegato di Nexto Group (progetti e servizi integrati dedicati all’automazione industriale), e Giacomo Alberghina, commercialista, partner dello Studio Scagliotti-Alberghina (progetti imprenditoriali in settori ad elevata innovazione, biotech medicale e software Industria 4.0, e ambientale, energia da fonti rinnovabili e servizi ambientali). Continua a leggere “La plastica ‘verde’ di Ecoplasteam piace: entrano in società nuovi partner da Torino, Alessandria e Casale Monferrato”

Kintsugi

ORME SVELATE

Il kintsugi è l’arte giapponese di riparare un oggetto rotto riempiendo le fratture con oro o argento. Letteralmente la parola “kin” significa oro, mentre “tsugi” riparare, ricongiungere: riparare con l’oro.
L’oro, che risplende, ripercorre e sottolinea le fratture dell’oggetto, con linee dettate dal caso delll’ imprevedibile e irregolare rottura.
La pratica nasce dall’idea che dall’imperfezione e da una ferita possa nascere una forma ancora maggiore di perfezione estetica e interiore.
A noi tutti è capitato di sentirci come quel vaso rotto.
Più volte mi è successo. Se chiudo gli occhi mi sembra di vedere una fitta rete dorata e lucente delinearsi nel mio volto.
Penso ad una seconda, terza, quarta, possibilità per rinascere più forte, unica e brillante di prima.
Quando soffro so che posso farcela.
In che modo? Cercando l’oro dentro di me, cercando condivisioni non del dolore ma in nuovi progetti che mi facciano sentire viva!

Giada

View original post

Foraging

Creando Idee

Ultimamente il foraging va molto di moda e proliferano anche corsi amatoriali sull’utilizzo di erbe e fiori in cucina. Diverse specie però appaiono anche nei menu di ristoranti, gastronomie e bar senza cognizione di causa. Di recente ho visto delle foto pubblicate sui social network di una gastronomia che descriveva i piatti con nomi botanici di specie in realtà non presenti nel piatto stesso: questa si chiama truffa e può essere davvero fuorviante.Il foraging dà dignità a ingredienti che hanno caratteristiche organolettiche così interessanti da poter sconvolgere un piatto. Non deve essere visto come un trend passeggero o un brillantino da buttare nel concetto dei piatti perché “fa figo”. Quando si utilizzano ingredienti di questo tipo bisognerebbe comunicare anche la vera missione di questa disciplina che è la connessione con l’ambiente che ci circonda.Le tue ricette preferite? Adoro i sapori veri, forti che all’inizio sembrano ostili.  Serviamo un brodo con fiori

View original post 118 altre parole

I Beatles e le giornate storte.

Memorabilia

Quando il caffè, gli integratori e le sigarette non bastano a farti trovare la voglia di fare quello che dovresti fare, tutto sembra ricordarti che, al di là degli impegni, c’è qualcuno che richiede la tua attenzione e le tue cure.

Non è la casa, né tantomeno il lavoro oppure i libri che a volte pesano come macigni. E non è neppure il tuo uomo che speri ti abbia accettato con tutte le tue stranezze, i tuoi disordini e le tue divagazioni.

E’ semplicemente te stessa che richiede la tua attenzione. Ti chiede di non vestirti di corsa, di non mangiare di fretta, di non pensare che se ti fermi un secondo non c’è più tempo.

Ti dice di rallentare, anche se tutto intorno sembra andare ad un ritmo che non riesci a tenere. Ma non importa, tu siediti, ascolta pure Norwegian Wood e se poi non ti basta ascolta…

View original post 36 altre parole

Darcy Ribeiro e il romanzo utopico: la prefazione di Giancorrado Barozzi del romanzo Utopia selvaggia

giuseppecartablog

Terzo dei quattro romanzi pubblicati in vita da Darcy Ribeiro, poliedrico autore (per un 30% antropologo evoluzionista, per un altro 30% politico riformatore, per un 20% intellettuale cosmopolita e per il restante 20% boccaccesco affabulatore), Utopia selvagem, che si presenta qui in una nuova traduzione, fonde assieme, come in una tropicale sarabanda di Carnevale, elementi tra loro eterogenei, in apparenza inconciliabili.

La fabula del romanzo consiste in un’incredibile, quanto involontaria, incursione picaresca nel mondo selvaggio della quale sostiene di essere stato protagonista un patriottico disertore che, nei suoi esilaranti incontri-scontri col potere di ogni sorta (politico, militare, religioso e sessuale), ricorda molto da vicino il buon soldato Švejk di Hašek.

L’intreccio segue, passo per passo, senza ricorrere ad alcun artificio estetico, gli assurdi eventi capitati al protagonista. Eppure, al di là della sua assoluta semplicità compositiva, questo romanzo risulta gravido di riferimenti culturali di notevole interesse e spessore. Innanzi…

View original post 1.850 altre parole

E’ uscito il 7 febbraio il singolo “Io sono il vento”, personale rilettura del baritono Marco Vratogna

E’ uscito il 7 febbraio il singolo “Io sono il vento”, personale rilettura del baritono Marco Vratogna

m DSC_0001 copia

E’ uscito il 7 febbraio il singolo “Io sono il vento”, personale rilettura del baritono Marco Vratogna dell’indimenticabile canzone interpretata da un altro baritono, Arturo Testa, prima voce lirica data in prestito alla musica leggera, che si classifica secondo al Festival di Sanremo nel 1959.

m 2007protello3m 5784eeeaa1a0c

Marco Vratogna, nato alla Spezia nel 1972, ha iniziato gli studi musicali nella sua città presso il Conservatorio “Puccini” e si è  perfezionato sotto la guida di Leone Magiera.

Ha debuttato nel dicembre 2000 nel ruolo di Stankar in Stiffelio al Teatro Verdi di Trieste, ottenendo grandi consensi di pubblico e di critica.

Da protagonista debutta invece nel prestigioso ruolo di Macbeth al Teatro Comunale di Modena, dove successivamente torna per un recital e per il concerto dedicato ai 40 anni di carriera di Luciano Pavarotti.

L’inizio di una brillante carriera che nell’arco di breve tempo lo porta a calcare le scene dei pi√π importanti teatri del mondo, dalla Fenice di Venezia al Metropolitan di New York, dall’Arena di Verona al Wiener Staatsoper, solo per citarne alcuni, dando voce ad oltre 30 ruoli.

M5S: “Pride” iniziativa che fa bene alla città, ora serve un Piano Antidiscriminazione

M5S: “Pride” iniziativa che fa bene alla città, ora serve un Piano Antidiscriminazione

“Abbiamo appreso con molto favore la notizia del primo “Pride” per la città di Alessandria, promosso dall’associazione Tessere le identità, da anni in prima linea nella lotta contro le discriminazioni.

M5S

E’ errato pensare che la manifestazione riguardi solo la comunità LGBT, ogni evento che metta al centro le libertà sociali e culturali riguarda tutti i cittadini, nessuno escluso.

Per questo si tratta di un’iniziativa che fa bene alla città e per una volta dobbiamo complimentarci con il sindaco Cuttica per averla sostenuta”, questo il commento dei consiglieri comunali Michelangelo Serra e Francesco Gentiluomo e dei candidati alla Regione, espressione del gruppo cittadino, Sean Sacco e Sonia Fogagnolo.

“C’è ancora molto da fare in tema di diritti e libertà e i fatti di cronaca ce lo confermano tutti i giorni. Per questo riteniamo importante che la città faccia ancora un passo in questa direzione e si doti di un “Piano antidiscriminazione”, un progetto che declini il tema a 360 gradi, volto a diffondere la cultura del rispetto e dell’inclusione sociale, anche con uno specifico sportello per monitorare il fenomeno ed offrire assistenza”.

“E’ altresì necessario – proseguono gli esponenti del Movimento 5 Stelle – potenziare la legge regionale contro le discriminazioni approvata nel 2016, che ha visto la luce anche grazie al sostegno del Movimento 5 stelle, ma che può contare su risorse economiche insufficienti per offrire un supporto adeguato alle vittime di discriminazioni”.

Il gruppo consiliare M5S Alessandria,

Sonia Fogagnolo e Sean Sacco, candidati al consiglio regionale

FORNARO E OTTRIA PER UNA NUOVA AGRICOLTURA MOTORE DI UNO SVILUPPO ECO-SOSTENIBILE.

FORNARO E OTTRIA PER UNA NUOVA AGRICOLTURA MOTORE DI UNO SVILUPPO ECO-SOSTENIBILE.

Acqui Terme: Venerdì 15 febbraio alle ore 21 ad Acqui Terme nella sala di Palazzo Robellini, il consigliere regionale Walter Ottria e l’on. Federico Fornaro dialogheranno con operatori del settore agricoli, dell’enogastronomia, del turismo e gli amministratori locali del territorio sul tema “ Agricoltura.Motore di un nuovo sviluppo eco-sostenibile”.

federico-fornaro

Walter ottria

L’incontro arriva dopo la recente approvazione della nuova legge regionale sull’agricoltura, a cui ha contributo Walter Ottria.

Fornaro che oltre ad essere capogruppo di Liberi e Uguali alla Camera è anche componente della Commissione Agricoltura, illustrerà tra gli altri temi, quello della nuova legge quadro sull’agricoltura biologica, approvato alla Camera è attualmente in discussione al Senato.

“L’iniziativa vuol essere una occasione di confronto sulle prospettive della nostra agricoltura – dicono Ottria e Fornaro – che può essere il motore di un modello di crescita e di sviluppo rispettoso delle compatibilità ambientali. Nell’era della globalizzazione, bisogna ricordarsi che le nostre colline e i nostri prodotti non sono delocalizzabili come può essere purtroppo una fabbrica e l’agricoltura deve quindi riprendersi una centralità perduta in raccordo con una politica di promozione turistica del nostro territorio a 360 gradi.

Speriamo ci possa essere anche la possibilità di sentir raccontare esperienze positive e innovative nate anche qui da noi, perché ci sono segnali incoraggianti di ritorno di giovani in agricoltura” concludono i due esponenti di Liberi e Uguali, che per l’organizzazione di questo incontri hanno avuto il sostegno del gruppo parlamentare alla Camera.

Interventi sul territorio dei Carabinieri del NOR di Acqui Terme

Interventi sul territorio dei Carabinieri del NOR di Acqui Terme

Compagnia Carabinieri di Acqui Terme

Acqui Terme.

Nella giornata di sabato, i Carabinieri del NOR di Acqui Terme hanno tratto in arresto, in flagranza di reato di rapina impropria, S.M. (16enne) e contestualmente deferito in stato di libertà C.H. (15enne) entrambi marocchini e già noti alle forze di polizia.

I Carabinieri dell’Aliquota Operativa sono intervenuti a seguito di una chiamata sul 112 di un giovane che riferiva di essere stato appena rapinato. Nella fattispecie, mentre si trovava nella sua autovettura, fermo a bordo strada, era stato affiancato dai due ragazzi, che conosceva di vista.

Il 16enne, dopo una breve chiacchierata, aveva aperto di colpo la portiera del passeggero e si era impossessato, nonostante la resistenza effettuata dalla vittima, del portafoglio poggiato sul sedile. Entrambi i giovani si erano poi dati alla fuga.

La vittima, vistasi rapinata, era poi uscita dalla macchina e aveva iniziato a inseguire i due rapinatori, chiamando nel contempo il 112.

Il tempestivo arrivo della pattuglia dell’aliquota operativa, in servizio di controllo preventivo del territorio, permetteva di rintracciare a poche decine di metri il 16enne, trovato in possesso di 40 euro in contanti, metà della somma contenuta nel portafoglio. Il minore veniva quindi condotto presso gli uffici della Compagnia Carabinieri, dove veniva dichiarato in stato di arresto con l’accusa di rapina impropria e, su disposizione del P.M. presso la Procura dei Minorenni, tradotto presso il “Ferrante Aporti” di Torino. Per l’altro minore, non rintracciato nell’immediatezza – e pertanto “sfumata” la flagranza di reato –, è scattato il deferimento in stato di libertà.

13 Fotografia Visone

Visone.

I Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile del NOR di Acqui Terme, unitamente ai colleghi della Stazione Carabinieri Forestali di Acqui Terme, hanno deferito in stato di libertà K.Y, 63enne camerunense residente nell’alto savonese, con l’accusa di recupero di rifiuti in assenza di autorizzazioni. Durante il normale controllo del territorio, la pattuglia dell’Aliquota Radiomobile del NOR notava a bordo strada un furgone bianco con a fianco una persona di colore. Quest’ultima, alla vista della pattuglia, cercava di nascondersi dietro al furgone per non farsi notare.

Proceduto quindi al controllo del mezzo, esso risultava carico di 95 pneumatici usati, per un peso complessivo di oltre 700 kg. Intervenivano pertanto in supporto i colleghi della Stazione Carabinieri Forestali poiché gli pneumatici sono da considerarsi a tutti gli effetti rifiuti che necessitano per il trasporto e lo smaltimento di autorizzazioni e formulari ben precisi, di cui il 63enne era privo.

I Carabinieri procedevano pertanto al sequestro del furgone e degli pneumatici e al deferimento in stato di libertà dell’uomo.

Ambiente, Bergesio (Lega), commissioni ricevono Anpci su consumo suolo, ascoltare voce piccoli comuni

Ambiente, Bergesio (Lega), commissioni ricevono Anpci su consumo suolo, ascoltare voce piccoli comuni

Roma, 13 feb – “La voce dei piccoli comuni, per troppo tempo ignorata dalle istituzioni centrali, va ascoltata con attenzione.

Per questo abbiamo incontrato, nelle Commissioni Ambiente e Agricoltura del Senato in seduta congiunta, la presidente dell’Associazione Nazionale Piccoli Comuni d’Italia (Anpci) Franca Biglio e il consulente Franco Drocco, in merito ai disegni di legge sul consumo del suolo.

amb Anpci Senato.jpeg

I comuni fino a 5000 abitanti sono una realtà importante del nostro Paese, che svolge un ruolo essenziale di presidio su oltre il 62% del territorio.

Si tratta di 5544 Comuni, tra cui 29 comuni di Langhe e Roero patrimonio dell’Unesco, il 72% dei comuni italiani, che si trova ad affrontare difficoltà legate ai tagli alle risorse subiti negli ultimi anni dai governi precedenti e all’eccesso di carico burocratico.

Accogliamo e facciamo nostri i loro suggerimenti circa il miglioramento della pianificazione del territorio italiano e l’agevolazione al riutilizzo del patrimonio edilizio esistente, ai quali affianchiamo grande attenzione per le loro indicazioni tecniche.

Massimo impegno, da parte nostra, affinché le loro esigenze, in passato inascoltate o trascurate, possano finalmente trovare risposte concrete”.

Lo dichiara Giorgio Maria Bergesio, senatore della Lega, capogruppo Lega in Commissione Agricoltura al Senato, a margine dell’audizione congiunta dei rappresentanti Anpci da parte delle commissioni Agricoltura e Ambiente di Palazzo Madama.

Ufficio Stampa Lega Senato

Lilium Clef alla Rotonda di Acqui Terme, di Lia Tommi

Lilium Clef in concerto a La Rotonda di Acqui Terme sabato 16 febbraio

Sabato 16 febbraio (inizio alle ore 22,30) i Lilium Clef (Elisabetta Stango – voce – e Giorgio Pagnotta – chitarra) si esibiranno al La Rotonda di Acqui Terme (Via Acquedotto Romano 98). Per info e prenotazione tavoli si può chiamare al numero 0144356550.

I Lilium Clef sono un duo musicale costituitosi quattro anni fa e composto da Elisabetta Stango (voce) e da Giorgio Pagnotta (chitarra).
Il nome del duo deriva dal tatuaggio che Elisabetta porta sulla sua schiena, un Lilium, unito alla chiave di violino, Clef, e il loro logo li riprende entrambi.
I Lilium Clef spaziano in vari generi musicali: rock, pop, melodico italiano e straniero, acustico interpretando cantanti del calibro di Tina Turner, Kiss, Elisa, Scorpions Pink, Laura Pausini e molti altri esibendosi in feste di piazza, notti bianche, pub, ristoranti, bar, feste private e in ogni luogo dove è richiesta buona musica.
Inoltre organizzano anche eventi tra cui MUSIC Vinci il tuo Sogno! e Sanremo Story insieme a Giorgio Mengato.
E la musica fu galeotta, tanto è vero che ha fatto innamorare Elisabetta e Giorgio: pertanto oltre ad essere coppia musical-canora sono coppia anche nella vita essendosi sposati.

I Lilium Clef si possono trovare su
Facebook: https://www.facebook.com/Lilium-Clef-164757293864750/
YouTube: https://www.youtube.com/channel/UC_FLJ08-8ocsF37PJmjp8mg
e si possono contattare alla mail liliumclef@gmail.com

Le prossime date:
sabato 23 febbraio – San Michele Alessandria – Sala Polifunzionale (Music.Vinci il tuo sogno!)
venerdì 8 marzo – Novi Ligure – ristorante Grotta Azzurra
sabato 9 marzo – San Michele Alessandria – Sala Polifunzionale (Carrozzone Alessandrino)
sabato 16 marzo – Prasco – Station Pub
sabato 6 aprile – Acqui Terme – Enigma Cafè

Torta caprese, la mia ricetta del cuore

di Marie Morel

Non sono una food blogger, per cui parlo raramente di cibo. Quando lo faccio, è perché mi piace condividere quelle ricette che fanno parte della mia vita, della mia cultura, della tradizione.

Questo è uno di quei casi, perché la torta caprese è un dolce che ha un posto speciale nel mio cuore.

A casa mia si prepara ogni anno per il giorno di San valentino, perché con il suo gusto soave si sposa a meraviglia con l’idea di amore.

Appena croccante fuori e morbida dentro, la torta caprese si scioglie in bocca in tripudio di cioccolato e mandorle. Estasi!

Ne esistono, ormai, decine di versioni e reinterpretazioni, ma io sono dell’idea che le ricette tradizionali vadano preservate dall’estro e la fantasia degli chef e tramandate ai posteri come delle reliquie, così com’è avvenuto per la mia.

Non so se quella che possiedo risalga davvero al 1920, quando lo chef Carmine Di Fiore la inventò per un caso fortuito, nel suo suo laboratorio di pasticceria a Capri, dimenticando di mettere la farina nell’impasto.

Ma sono certa che, già oltre 80 anni fa, la zia di mia madre la faceva per i suoi nipoti, poi per me quand’ero bambina, esattamente come io oggi la preparo per i miei figli.

Anche per questo associo la torta caprese all’amore, perché come accadde a Proust con la sua madeleine, ogni boccone per me è un tuffo nei più dolci ricordi della mia infanzia.

Ecco a la mia ricetta

Continua a leggere “Torta caprese, la mia ricetta del cuore”

La dieta sana può aiutare a calmare i sintomi della depressione

ORME SVELATE

Un’analisi dei dati di quasi 46.000 persone ha rilevato che la perdita di peso, l’aumento dei nutrienti e le diete per la riduzione del grasso possono ridurre i sintomi della depressione.

The Past is Depression (Tom Bennett)

La ricerca esistente non è stata in grado di stabilire definitivamente se il miglioramento della dieta potesse giovare alla salute mentale. Ma in un nuovo studio pubblicato in Psychosomatic Medicine, i ricercatori hanno riunito tutti i dati esistenti da studi clinici di diete per condizioni di salute mentale. E lo studio fornisce prove convincenti che il miglioramento della dieta riduce significativamente i sintomi della depressione, anche nelle persone senza disturbi depressivi diagnosticati. La prova generale degli effetti della dieta sull’umore e sul benessere mentale non è stata ancora valutata. Ma la nostra recente meta-analisi ha fatto proprio questo; dimostrando che l’adozione di una dieta più sana può aumentare l’umore delle persone. Tuttavia…

View original post 433 altre parole

Ovada: Open day presso il Centro “Unduetre”

Ovada: Open day presso il Centro “Unduetre”

Sabato 23 febbraio 2019, dalle ore 10 alle ore 12, si svolgerà l’Open day presso il Centro “Unduetre” di Via Novi 21, Ovada.

Le famiglie con i loro bimbi residenti nei Comuni di Ovada, Belforte Monferrato, Castelletto D’Orba, Rocca Grimalda, Silvano D’Orba, Tagliolo Monferrato e Trisobbio, sono invitate a conoscere i GLI SPAZI, LE OPERATRICI E LA PROGRAMMAZIONE del Baby Parking per l’Ovadese “Unduetre”.

Ovada

Il Progetto si rivolge ai bambini di età compresa tra i 13 mesi ed i 3 anni residenti in Ovada o in uno dei Comuni convenzionati; eccezionalmente possono essere inseriti fino a n. 3 bambini di età inferiore ai 13 mesi.

Le richieste di iscrizione possono essere presentate in qualsiasi momento dell’anno una volta che il bambino ha compiuto 6 mesi di età.

Il Centro “Unduetre” di Via Novi 21, presso il quale si svolgono le attività, è aperto dal Lunedì al Venerdi’ dalle ore 7.30 alle ore 17.30, da settembre a luglio, e offre ai bambini l’opportunità di vivere esperienze ludiche e formative in un ambiente appositamente strutturato; inoltre, le famiglie hanno la possibilità di beneficiare di occasioni di scambio con gli educatori, finalizzate al confronto e all’orientamento. Continua a leggere “Ovada: Open day presso il Centro “Unduetre””

Gianluigi Repetto a Novi per “Un libro in galleria”, di Lia Tommi

Novi Ligure: Abbiamo il piacere di invitarvi all’incontro con Gianluigi Repetto, autore di due fortunatissimi libri: il racconto lungo “Una maratona lunga un chilometro ” e il recente thriller” Troppo bella per me”.

Sono due libri il cui successo di vendite è motivato dall’intensità delle storie, avvincenti dalla prima all’ultima pagina.

Giovedì 14 febbraio alle ore 18,00 a Novi Ligure, nella Galleria Pagetto, Via Girardengo : incontro con Gianluigi Repetto. Introduce Cristina Daglio, Editore http://www.puntoacapo-editrice.com. Grandi novità e progetti per il Decennale http://www.almanaccopunto.com l’Almanacco online – aggiornato 65 PRIMI PREMI – 19 nel 2018

Associazione Cultura e Sviluppo e UPO insieme per creare nuove opportunità di lavoro con il progetto “Ready to go!”, di Lia Tommi

Associazione Cultura e Sviluppo e UPO insieme per creare nuove opportunità di lavoro con il progetto “Ready to go!”

Percorsi di formazione e inserimento lavorativo nel settore turistico per giovani under 29

L’Associazione Cultura e Sviluppo di Alessandria, in collaborazione con l’Università del Piemonte Orientale, la Società di consulenza e formazione Io Volo, il Consorzio Co.Al.A e le associazioni di categoria Confesercenti, Confcommercio e Alexala, promuove 6 percorsi di inserimento lavorativo e di autoimprenditorialità sul tema dell’ accoglienza turistica locale grazie al sostegno della Fondazione CRT nell’ambito del bando Iniziativa Lavoro.

“ Ready to go! ” nasce dall’esigenza di favorire l’inserimento lavorativo e l’auto-imprenditorialità di giovani under 29 , con qualifica medio e medio-bassa in cerca di primo impiego. Il progetto prevede un percorso di formazione preliminare in ambito turistico a cui si aggiungono moduli dedicati alle competenze trasversali, utili in ambito professionale. Terminata la formazione i giovani coinvolti saranno inseriti in attività economiche del territorio attraverso la formula del tirocinio formativo retribuito. Partecipano al progetto diverse aziende del settore turistico alessandrino e astigiano come Il Chiostro Hostel & Hotel, la Società Agricola Gropella s.r.l., il Podere La Rossa, Hotel Albergo Etico, la Società Agricola San Martino, AstiRooms. Per tutto la durata del percorso i partecipanti saranno tutorati e saranno accompagnati nella creazione di impresa.

L’obiettivo dell’iniziativa è creare nuove figure professionali capaci di portare innovazione e sostenibilità nel settore turistico del nostro territorio, favorire la valorizzazione dell’auto-imprenditorialità giovanile e dei punti di forza del territorio alessandrino/astigiano, al fine
di connetterli alle filiere produttive esistenti e a quelle che si delineeranno in futuro. La selezione dei partecipanti avverrà da metà febbraio a marzo. Da aprile avrà inizio il percorso di formazione per sviluppare le competenze di base necessarie ad operare nel mondo dell’accoglienza turistica e le capacità imprenditoriali utili ad avviare forme di impresa compatibili con i bisogni del settore. A termine del percorso di selezione, formazione, tutoraggio tecnico e psicologico/metacognitivo, si prevede, infatti, che i giovani possano costituire
una nuova realtà economica in grado di erogare servizi mirati alle aziende operanti nel settore del turismo locale.

Il progetto ricerca giovani che:
● non abbiano ancora compiuto il 29° anno di età in data 1 ottobre 2018
● siano interessati al settore dell’accoglienza turistica
● non posseggano titoli di studio superiori al diploma di scuola superiore, il quale non costituisce requisito necessario
● siano in cerca di primo impiego
● dimostrino di possedere un atteggiamento proattivo e responsabile
● abbiano conoscenza base della lingua inglese e del pacchetto Office

Per info rivolgersi a: progettazione@culturaesviluppo.it

Università degli Studi del Piemonte Orientale “Amedeo Avogadro” – Rettorato, via Duomo, 6 – 13100 Vercelli – Partita I.V.A. 01943490027 – C.F. 94021400026

Primi patentini fitosanitari della Cia a due detenuti della Casa di Reclusione “Cantiello e Gaeta”, di Lia Tommi

Alessandria: Nell’ambito del progetto di Agricoltura sociale proposto da Cia Alessandria agli Istituti Penitenziari, sono stati consegnati i primi “patentini fitosanitari” ai due partecipanti al corso.

Hanno conseguito l’esame a pieni voti, i due corsisti del corso Cipa-at della Cia di Alessandria di “Utilizzo dei prodotti fitosanitari in agricoltura” detenuti alla Casa di reclusione “Cantiello G. e Gaeta S.” di San Michele (AL) ed è avvenuta la consegna degli attestati certificati dalla Regione Piemonte, nell’ambito del progetto di Agricoltura Sociale proposto dalla Cia, prima esperienza del genere nella Casa di Reclusione.

L’incontro si è svolto nella sala riunioni dell’Istituto penitenziario; a consegnare i cosiddetti “patentini fitosanitari” è stato il docente formatore Cipa-at della Cia di Alessandria Fabrizio Bullano, insieme al direttore Istituti Penitenziari Elena Lombardi Vallauri. Presente anche la responsabile dell’area educativa dell’Istituto, Simona Di Mauro.

I due detenuti, in regime di semilibertà, hanno frequentato le lezioni svolte nella sede Cia di Casale Monferrato, mentre è in avvio un corso strutturato all’interno dell’Istituto (al momento sono in corso le pratiche burocratiche previste per formare la classe di 20 partecipanti).

Uno dei due partecipanti, prossimo all’uscita dall’Istituto dove ha scontato la pena, non è nuovo al lavoro agricolo: ha lavorato per molti anni in un’azienda del Modenese, dove tornerà a prestare la sua attività, dedita all’allevamento di cavalli e maiali; l’altro frequentante ha conseguito altri attestati, durante lo sconto della pena, di ortofrutticoltura, giardinaggio e forestazione.

Commentano i due corsisti: “Le lezioni sono state interessanti e utili, abbiamo trascorso tempo molto gradevole e la cosa più bella è stata sentirsi parte di un gruppo, in mezzo a gente comune”. Spiega Bullano: “I due allievi sono stati molto diligenti e attenti al corso, hanno appreso molto e aumentato le loro competenze nell’ambito dell’utilizzo dei prodotti fitosanitari. Il progetto Cia di Agricoltura Sociale intende perseguire questa strada e dare la possibilità ai detenuti di acquisire strumenti professionalizzanti e riconosciuti da spendere sul mercato del lavoro, una volta scontata la pena”. Conclude il direttore Lombardi Vallauri: “Queste opportunità di acquisire e certificare le proprie competenze costituiscono un contributo fondamentale per coloro che responsabilmente decidono di impiegare il tempo della detenzione per il proprio costruttivo rientro nella società. Il protocollo che la Cia ha voluto stipulare con gli Istituti Penitenziari di Alessandria è un esempio virtuoso di partecipazione alla crescita della comunità attraverso l’integrazione delle Istituzioni e la condivisione dei principi, dei valori e degli obiettivi della Costituzione. Sono questi percorsi che rendono possibile per l’Amministrazione Penitenziaria assolvere il proprio mandato in termini di sicurezza e di reinserimento.”

ANGOLO DI POESIA: Izabella Teresa Kostka “TURBINA” (testo aderente al Realismo Terminale)

(by I.T.Kostka)

Carissimi Lettori!

Oggi, soffocata dallo smog e dalla realtà quotidiana, vorrei proporre alla Vostra attenzione un mio testo appartenente al Realismo Terminale: la corrente artistica fondata dal poeta melegnanese di fama internazionale Guido Oldani. Il mio primo incontro col M° Oldani è avvenuto nel lontanissimo 2004. Dopo la nascita ufficiale del RT nel 2010, mi sono avvicinata molto alla sua stilistica e ho deciso di abbracciarla nel 2015. Ovviamente è una delle sfumature della mia scrittura ma, lo affermo onestamente, il suo manifesto considero in piena simbiosi col mio modo di vedere il Mondo. Siamo come marionette soppresse dal sistema, sottomesse alla supremazia degli oggetti.

Buona lettura!

Testo “Turbina” in versione bilingue in italiano (originale) e in polacco (traduzione).

TURBINA

Nei labirinti mentali
scaviamo come ruspe,
spostando i grumi di dogmi
che pesano sul fertile suolo.

Ci impregnano di leggi
– solvente della resistenza
messa nello sgabuzzino
dei tempi migliori.

Siamo sostituibili rotori
nella spietata turbina
creata per alimentare
i Mai Sazi di questo Mondo.

Generatore della sofferenza.

TURBINA

W labiryntach umysłu
zagłębiamy się jak koparki
przesuwając grudy dogmatów
obciążające urodzajną glebę.

Nasycają nas przepisami
– rozpuszczalnikiem każdego oporu
umieszczonego w poczekalni
lepszego czasu.

Jesteśmy wymiennymi wirnikami
w bezlitosnej turbinie
stworzonej by wykarmić
Nienasyconych tego Świata.

Generator cierpienia.

Izabella Teresa Kostka

2018, edita

Fauna selvatica: la protesta degli agricoltori Cia in Regione

Fauna selvatica: la protesta degli agricoltori Cia in Regione

Lunedì 18 febbraio davanti a Palazzo Lascaris

Il fenomeno dei danni provocati dalla fauna selvatica, ormai fuori controllo, alle produzioni agricole e zootecniche ha ormai assunto i connotati di una vera e propria emergenza. Alcune aziende agricole sono addirittura a rischio chiusura per cinghiali e caprioli. Oltre a questo, insiste anche il rischio all’incolumità pubblica e alla sicurezza stradale, data la presenza dei selvatici a ridosso dei centri abitati.

Per questo, una delegazione di agricoltori Cia provenienti da tutto il Piemonte (con un numeroso gruppo alessandrino) si troverà per manifestare il problema davanti a Palazzo Lascaris, lunedì 18 febbraio alle ore 10; loro rappresentanti e i dirigenti Cia incontreranno poi nella sala del Consiglio regionale l’assessore Giorgio Ferrero e alcuni rappresentanti politici. Continua a leggere “Fauna selvatica: la protesta degli agricoltori Cia in Regione”

Gianfranco Cuttica di Revigliasco: La Delegazione ufficiale russa di Ryazan in visita ad Alessandria per la firma dell’Accordo tra la Città di Ryazan e Alessandria

La Delegazione ufficiale russa di Ryazan in visita ad Alessandria per la firma dell’Accordo tra la Città di Ryazan e Alessandria

Giovedì 14 febbraio 2019 alle ore 12.15 presso Palatium Vetus sede (g.c.) della Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria piazza della Libertà 28 – Alessandria

Alessandria_Panorama.jpg

La Delegazione russa sarà composta da Yulia Rokotyanskaya, Presidentessa della Duma di Ryazan (Capo delegazione), Igor Tishin, Vice capo dell’Amministrazione di Ryazan, Sergey Gomozov, Capo dell’ Ufficio Relazioni Internazionali dell’Amministrazione di Ryazan, e Feodor Michajlovic Poletaev, Nipote di Feodor Poletaev.

La Città di Alessandria da molti anni è legata a Ryazan nel ricordo del sacrificio dell’eroe russo Fedor Andrianovič Poletaev alla cui memoria ha reso omaggio attraverso il conferimento della cittadinanza onoraria al nipote Fedor Michajlovic Poletaev nel 2006.

Dallo scorso anno le Amministrazioni Municipali delle due Città hanno rinsaldato le loro relazioni attraverso la visita di una delegazione di Ryazan ad Alessandria nel mese di febbraio 2018, in occasione delle celebrazioni in onore di Poletaev, e la visita di una delegazione di Alessandria a Ryazan nel mese di agosto 2018. Continua a leggere “Gianfranco Cuttica di Revigliasco: La Delegazione ufficiale russa di Ryazan in visita ad Alessandria per la firma dell’Accordo tra la Città di Ryazan e Alessandria”

The Troop That Told Tell-Tales

Celluloid Trances

Grey lady, her spaceman darling, and their blue flower child, falling over the darkened days of November, dancing circles around the cruel sphere, taking the second exit to Tijuana for it’s the psychedelic hours around the Hollywood Hills. They’ve got decorated foreheads, skin colors that were coming off, a poised recline, smoky fame smoking off the orifices, lying about dying over the only wish of being a fashion, living on Venus hotel on Jupiter Boulevard, orbiting the roads, inspiring hurricanes in supermarkets, feeling birth, frazzling the air.

But when telephones discuss the obscene click of their tongues on the day of naked rain, it’s all under a bridge of setting. Disease, friends, frizzed hair, sadness, interludes of drunkenness over meditation, sweat, moans, spit – all in the sleep of their spirit.

Happiness knows when to electrify and when to keep up all night, for when they’re coasting away to the…

View original post 191 altre parole

An Exhibition of Trials

Celluloid Trances

“Warnings take hell and high water. Eyes race to the sick of the stomach. All the losses I’ve started to watch, all the urges I’ve tried make me want to rush while I’m still alive off the blood. Meet me somewhere where the hearses go to heaven, in the twelfth hour of closing verve, in the middle of the effervescing haze as the sun shines whitely and decorates the neck of the sky. I wouldn’t lie, I won’t make a sound. Take the fault from me and I’ll fix myself till eternity. I’ll remember it well, like the rain of my reasons and the pump of my problems, if I have a memory of occurring left to my head it’s getting dim, too dim to look at the brightness, if I keep dreaming then I’ll find a day that stands still, a day that doesn’t subtract the happy times. My…

View original post 77 altre parole

Bugaloo arriviamo …. la dove il sogno ha preso coraggio

Il Pikaciccio

Ci hanno appena confermato che lavoreremo con la nostra Cara-Vane al Bugaloo e siamo veramente ma proprio veramente al settimo cielo.

Maggio 2018 la nostra luna di miele alternativa … raduno internazionale di Volkswagen. Tre giorni indimenticabili …. tre giorni romantici e pazzi

img_9098

.. tra persone diverse unite da in unica passione.

Li dove abbiamo incontrato persone che non hanno avuto paura di realizzare il proprio sogno…. che non hanno paura di ridere vivere e amare

La dove abbiamo conosciuto Glauco e Hilda che abbiamo riempito di domande sull’attività di street food …..

20edfaa8-0b8d-4bad-80b8-e9e87d733f31

e allora segnatevi la data 24-25-26 maggio 2019 Lago dell’Olmo Novara !

Noi ci saremo

View original post

Momenti di poesia. Mi scorron, di Vittorio Zingone

Momenti di poesia. Mi scorron, di Vittorio Zingone

Mi scorron

Mi scorron
nell’anima stanca,
ormai che da te sono via,
sepolto in umida landa,
memorie di pace perduta,
di nera malinconia.

Mi manca il monotono canto,
il dire segreto
la storia del mondo,
i conflittuali silenzi
con il dir concitato
degli uomini
che ti vivono dentro le viscere,
o ti vivono accanto a milioni
con le loro ridicole fisime,
mare infinito, paziente.

Vedi e taci;
a volte soltanto ti agiti
ma perche’ hai contrasti
col vento,
perche’ non hai altro da fare
che tacere od urlare,
incamerare tesori
che ti portano gli uomini
nei loro insicuri traboccoli
o i fiumi da lidi lontani
estorti alle alte montagne,
alle sgrossate colline,
ai vasti pianori silenti
e li depositan nel corso dei secoli
nei tuoi abissali fondali…

Eseguendo la Sentenza e Un atomo di verità

Il Blog di Roberto Iovacchini

indeximages.php

Titolo: Eseguendo la sentenza

Autore: Giovanni Bianconi

Editore: Corriere della Sera

Titolo: Un atomo di verità

Autore: Marco Damilano

Editore: Feltrinelli

Due libri sul caso Moro. Un rapimento iniziato con una strage (i cinque uomini della scorta) e concluso con l’omicidio dell’uomo politico più importante dell’Italia dell’epoca.

Un evento tanto crudele quanto misterioso che dopo 40 anni rimane avvolto dalla nebbia delle bugie, dei depistaggi, delle false ricostruzioni, delle strane presenze sul luogo del rapimento.

Due libri abbastanza diversi tra loro, il primo è una cronaca dei 55 giorni del rapimento, iniziato il 16 marzo 1978 e concluso il 9 maggio 1978, il secondo è più un racconto di sentimenti e di emozioni legate ai personaggi e luoghi coinvolti nella storia. I due libri citati in questo post non fanno nuova luce sui misteri legati a quanto accaduto nel 1978, ma tengono accesa l’attenzione dell’opinione pubblica su un evento che…

View original post 100 altre parole

Il censimento dei radical chic

Il Blog di Roberto Iovacchini

shopping

Titolo: Il censimento dei radical chic

Autore: Giacomo Papi

Editore: Feltrinelli

Siamo nel futuro prossimo di una Italia che ha subito molti cambiamenti dovuti alla definitiva affermazione del populismo come metodo per conquistare il consenso adottato dagli ultimi governi. In questa nuova Italia è proibito parlare in modo forbito, esprimere pensieri complessi, la semplicità del linguaggio è ormai garantita dalle leggi dello stato. Gli intellettuali sono una scomoda eredità del passato, danno fastidio con la loro spocchia e presunzione, meritano una giusta lezione. La prima vittima del nuovo volere popolare è il professor Prospero, colpevole di aver citato Spinoza durante un dibattito televisivo. Il povero accademico viene ritrovato sul pianerottolo di casa sua, massacrato di botte da alcuni sconosciuti. Il ministro degli interni approfitta dell’omicidio per istituire il “Registro Naturale degli intellettuali e dei radical chic”, un censimento di coloro che per titoli accademici, studi e letture “si credono più…

View original post 472 altre parole

Ieri pioveva.

Memorabilia

Ho visto che pioveva ieri

o forse ero io

a cercare in una lacrima

potenza di tempesta,

che devasta e poi si placa

mentre l’anima si stanca.

Si svuota del dolore

che muove ogni sorriso

e allora mi ricordo

che io ho raccolto l’acqua

per versarmela sul volto

e togliere dagli occhi

il velo che nasconde

la nudità del cuore.

Io vestale silenziosa

proteggo il nostro fuoco

perché mai servano altre mani

a gettar legna sulla pira.

View original post

Cianfrusaglie. . .

DIALOGHI APERTI

Risultati immagini per quadri suggestivi

” Cercare di soffrire meno

non è concesso a nessuno,

cercare di sfuggire a un destino

giocato a una roulette russa

non è concesso a nessuno.

Cercare un piccolo nascondino

in mezzo a un folto bosco

si può provare , , , 

 boschi folti, abitati da nani e elfi buoni

non esistono,

esiste però un cuore e un’anima

per ciascun esserino.

Coltiveremo alberi robusti e maestosi

nel nostro bosco folto,

daremo forma e colore all’acqua incolore,

faremo cadere raggi di sole sul nostro corpo

a ogni nostro movimento,

 soffieremo vita nei nostri vicini di casa

quando e come avremo voglia.

Cercare la pace è una finta bolle di sapone,

correre, fermarsi, sedersi . . . passeggiare

è il gioco di un’eterna Terra

sfruttata e senza senso,

che urla amore e pietà per le sue ricche pietanze.

Terra e uomo sono la stessa cosa

usato e gettato nel consumo sentimentale

ucciso…

View original post 21 altre parole

Sta per arrivare San Valentino….ditelo con un viaggio

Creando Idee

Se Cupido, alla faccia della crisi economica, fa ancora scoccare le sue frecce, i fiorai incrociano le dita e fanno scongiuri sperando di vendere qualche rosa rossa in più dell’anno scorso. E se l’omaggio floreale, resta in cima alle preferenze degli innamorati di ogni età, le agenzie di viaggio offrono pacchetti low cost per tutte le tasche, a Parigi o Venezia, da sempre, classiche mete di “fughe d’amore”. Non mancano offerte per week end “roventi”, magari a Sharm El Sheik. Tra le proposte più sfiziose, mini soggiorni alle terme o in una spa, tra saune e massaggi profumati da condividere con l’amato .Pare che l’ultima tentazione sia il fine settimana in un agriturismo con annessa beauty farm che offre un trattamento a base di vino terapia, capace di regalare una pelle di velluto, per provare l’ebbrezza di un bacio durante un idromassaggio al vino doc. Come tradizione comanda molti…

View original post 63 altre parole

I giacinti

Creando Idee

Diffusissimo nei nostri giardini e all’interno delle nostre case, il giacinto è una delle bulbose più diffuse in commercio, anche grazie alla sua facilità di coltivazione.Di origine europea e asiatica, ne esistono tantissime specie differenti, tra le quali le più famose sono: il Giacinto Italiano, caratterizzato da fiori lilla o bianchi, il Giacinto Romano, il più precoce di tutti e il Giacinto Olandese, un ibrido che spicca per le sue varianti di colori che spaziano dal giallo al viola al blu.Come abbiamo detto, coltivare i bulbi di giacinto è davvero semplice, richiedono solo alcune regole per la buona riuscita della sua fioritura. Per prima cosa la buona notizia è che è possibile coltivare il giacinto sia in esterno che in interno, sia in aiuola che in vaso, e quindi, se abitate in zone climatiche non temperate, potrete benissimo arricchire i vostri ambienti domestici con appariscenti colori nei vasi

View original post 188 altre parole

Lingua nativa e memoria di lavoro

ORME SVELATE

Un gruppo di ricerca, che include psicologi, linguisti e biologi di cinque paesi diversi, ha viaggiato in tutto il mondo per eseguire test della memoria in otto diverse culture umane che parlano lingue diverse.

the word- memory (petros batsiaris)

La parte migliore di questo progetto è stata quella di attraversare deserti e mari per raggiungere persone straordinarie che parlano le lingue più meravigliose di sempre e sanno che queste lingue possono offrire loro una visione unica di il mondo. La relazione tra linguaggio e pensiero è controversa. Un’ipotesi è che il linguaggio promuova le abitudini di elaborazione delle informazioni che vengono mantenute anche in domini non linguistici. Le lingue, per esempio, variano nella loro direzione di ramificazione. Nei tipici linguaggi RB (right-branching), come in italiano, la testa della frase di solito viene prima, seguita da una sequenza di modificatori che forniscono informazioni aggiuntive sulla testa (ad esempio “l’uomo che era…

View original post 424 altre parole

I libri illustrati per ragazzi di Daniela Ballestra [SEGNALAZIONE]

Il Lettore Curioso

Buongiorno lettori, come state? Oggi voglio segnalarvi due libri illustrati per ragazzi, della scrittrice e illustratrice Daniela Ballestra, che ha già pubblicato con case editrici estere [Mascot Books (Usa),Oxford University Press (South Africa), Kyowon (Seoul)]

“ I Racconti di Verde Quiete – tra boschi e sentieri”

Pagine: 48

Illustrazioni a colori

Genere: animali, natura, ecologia

Pagina FacebookLink Amazon

51DA8eVCQmL.jpgSette racconti sapientemente illustrati per conoscere il poetico mondo di Verde quiete, un luogo magico e incontaminato, dove Nocciolina, una scoiattolina intraprendente, scrive le sue storie su fogli di foglia con l’inchiostro di more, per farne dono alla sua amica umana. Pagina dopo pagina impareremo a ritrovare gli occhi magici allungando lo sguardo in un piccolo mondo bucolico che merita di essere amato e rispettato, tra boschi, campi, radure e valli in compagnia di una bizzarra combriccola di animali sapienti.


“INSEPARABILI”

Illustrazioni a colori

Pagine: 36

Genere: animali,amicizia, rispetto, ricordi…

View original post 129 altre parole

Momenti di poesia. CERCAMI, di Ela Gentile

Momenti di poesia. CERCAMI, di Ela Gentile

51665013_10214044233604971_5620794906814447616_n

CERCAMI

Quando sentirai
la mia mancanza
cercami tra la folla,
in angoli sperduti,
in una voce lontana.
Cercami nell’aria,
nel vento che sibila
tra le stelle del cielo.

Cercami nei tuoi ricordi
nel buio della tua anima
forse…..
troverai una piccola luce
che ancora t’illumina
e ancora ti stende la mano.
eg

Momenti di poesia. Rinascita(trilogia2*) di Cesare Moceo

Momenti di poesia. Rinascita(trilogia2*) di Cesare Moceo

52389969_1899598066832764_498443371451252736_n.jpg

Rinascita(trilogia2*)

Sotto il cielo grigio
di un inverno cupo,
tra l’echeggiar di bocche
che parlano strano
su tracce ormai fredde
d’un sole lontano,
il mio passo affondava
tra ricordi sbiaditi
e lampi rugosi
di giorni passati a litigi
e sorrisi rabbiosi.
La mente distesa
su quegli scogli dolenti,
lo sguardo lontano,
al di là del mare,
il dolce invito dei tuoi occhi,
arrivò a dar provviste
alla fonte della mia
già arida sorgente. Continua a leggere “Momenti di poesia. Rinascita(trilogia2*) di Cesare Moceo”