Grandi opere, Massimo Berutti (FI): “dalla Asti-Cuneo alla TAV i Cinque Stelle non possono bloccare il futuro del Paese”

Grandi opere, Massimo Berutti (FI): “dalla Asti-Cuneo alla TAV i Cinque Stelle non possono bloccare il futuro del Paese”

Roma, 20 febbraio 2019 – “Completare l’autostrada Asti-Cuneo, un’infrastruttura che darà un contributo fondamentale a supporto della competitività dell’intero Piemonte, e collegare l’Italia alla Francia con l’Alta velocità a vantaggio delle persone, di chi lavora e di chi crea lavoro sono due obiettivi imprescindibili per il Paese.

Massimo Berutti

Ora che siamo prossimi alla possibilità di completare le due opere, così da rafforzare la rete infrastrutturale piemontese e inserire l’Italia nei principali corridoi europei, è assurdo pensare di fermare le prosecuzioni come vogliono fare i Cinque Stelle”.

Lo dichiara il Senatore di Forza Italia Massimo Berutti in relazione alla mozione sulla TAV presentata da Forza Italia in Senato per impegnare il Governo a dare piena attuazione all’Accordo ratificato dal Parlamento italiano che ha riconosciuto all’opera una valenza strategica; a garantire un adeguato piano finanziario con programmazione pluriennale nella più ampia trasparenza, rispetto dei territori coinvolti e dell’ambiente; ad assumere iniziative per garantire gli stanziamenti per la realizzazione delle opere previste dal piano strategico e a coinvolgere la Commissione europea nella programmazione di ulteriori risorse.

“La Torino-Lione – prosegue Berutti – grava sul territorio italiano per soli 12,5 chilometri sui 57 totali e la disponibilità della Commissione europea a finanziare anche il 50% delle tratte nazionali di avvicinamento, dimezzando per l’Italia il costo su quelle parte dell’opera da 1,7 miliardi a 850 milioni, non può che spingerci a proseguire con un’opera dall’importanza strategica fondamentale, che peraltro costerebbe di più se venisse bloccata e che come dimostrato dal documento presentato da 18 Professori universitari che smontano l’analisi sbagliata di Toninelli ha molti più benefici che costi. Un discorso che può essere esteso alla Asti-Cuneo, che va completata al più presto e senza ulteriori indugi, con un iter coerente e in modo da massimizzare i vantaggi per il territorio”.

Autore: alessandria today

Ex Dirigente, consulente e ora blogger

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...