Connessioni cerebrali che svantaggiano i nottambuli

ORME SVELATE

I “nottambuli” – quelli che vanno a letto tardi e si alzano tardi – hanno differenze fondamentali nella loro funzione cerebrale rispetto alle “allodole del mattino”, il che significa che potrebbero essere svantaggiati dai vincoli di una normale giornata di lavoro.

Two Owls (Michele West)

La ricerca condotta dall’Università di Birmingham ha rilevato che le persone il cui orologio biologico interno impone di andare a letto e svegliarsi molto tardi (con un orario di riposo medio di 2:30 e un’ora di sveglia alle 10:15) hanno una connettività cerebrale inferiore a riposo in molte delle regioni del cervello che sono collegate al mantenimento della coscienza. È importante sottolineare che questa bassa connettività cerebrale è stata associata a minore attenzione, reazioni più lente e maggiore sonnolenza durante le ore di una tipica giornata di lavoro. Secondo l’Office for National Statistics, circa il 12% degli impiegati lavora a turni notturni. Sappiamo già che…

View original post 534 altre parole

Autore: alessandria today

Ex Dirigente, consulente e ora blogger

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...