Prenditi cura di te

Creando Idee

Questo è il momento buono per regalarti delle coccole depurative, che ti permetteranno di arrivare alla primavera in forma perfetta. Con  il freddo il tuo organismo ha avuto bisogno di aumentare le sue difese per combattere la spossatezza e la sonnolenza. Ecco perché serve mangiare i cibi giusti e bere le tisane migliori che ti ridiano vitalità ed energia. Anche sul fronte estetico bisogna creare una nuova beauty routine, fatta di piccoli rituali mirati. Dall’alimentazione alla bellezza, ecco alcuni i consigli per te.  Scrub Per rinnovare la pelle. Per preparare la tua pelle a giornate in riva al mare sotto un sole cuocente puoi usa esfolianti arricchiti con sostanze nutritive a effetto crema di bellezza. I migliori sono quelli che contengono latte, yogurt, olio di karité, di argan o di avocado: sono infatti ricchi di vitamine e di antiage. Ora non ti resta che massaggiare tutto il corpo sotto la…

View original post 198 altre parole

Un attaccapanni che arreda fatto da te

Creando Idee

Una scelta green ed ecologica per trasformare un ramo già caduto dall’albero, magari spezzato dal vento in un comodo appendiabiti per l’ingresso. Come materiale occorrente servono: ramo di legno; ganci; corde; trapano; seghetto; carta abrasiva. Pulite bene il ramo eliminando schegge, sporco e, se necessario, livellate le parti appuntite con la carta abrasiva. Regolate le estremità esagerate con un seghetto per ricavare un ramo pulito, lasciando i mini rami presenti lungo la superficie. A seconda che si voglia attaccare l’appendiabiti al soffitto o al muro, si potrà scegliere per esempio nel primo caso di fermare al plafone due ganci ad anello, da cui far scendere due corde robuste o due catenelle leggere a cui appendere poi il ramo sospeso; oppure, scegliendo per la soluzione a parete, si potranno fissare due ganci a L al muro, con uno spessore adatto a contenere il ramo. Per una maggiore stabilità, bloccate le parti…

View original post 71 altre parole

Women, la forza dell’impossibile, di Cristina Saracano

Alessandria: Giovedì 7 marzo 2019 alle ore 18, 30 presso CAFFÈ ALESSANDRINO
Piazza Garibaldi, 39 – Alessandria Tel. 0131-441903
Si terrà l’inaugurazione della mostra
“Women: la forza dell’impossibile ”
di SERENA Bruzzone – @heartlinesandeyes
Fabrizio PRIANO
Presidente dell’Associazione Culturale Libera Mente-Laboratorio di idee
commenta: “Nuovo appuntamento del Progetto ARTE DIFFUSA, eventi dedicati all’arte
presso alcuni locali della nostra Città, con la mostra di SERENA Bruzzone in arte
@heartlinesandeyes . L’Artista vuole rendere omaggio alle donne e alla loro
forza attraverso illustrazioni realizzate con tecnica mista, scegliendo soggetti
particolari di cui evidenzia i tratti forti del viso e le intense espressioni degli
occhi che custodiscono storie diverse ”.

SERENA Bruzzone – @heartlinesandeyes
Disegno e sono appassionata d’arte sin da quando ero molto piccola, nel tempo ho potuto sperimentare, completamente da autodidatta, le tecniche piu disparate in modo da apprendere il piu’ possibile anche il lavoro inteso come manualita’ e pratica, e poi capire quali mezzi fossero
piu’ congeniali a cio’ che voglio esprimere su carta. Il disegno a matita, preparatorio, a mano libera, resta la base fondamentale per costruire le
mie illustrazioni che possono definirsi come creazioni a tecnica mista, in quanto non mi pongo limiti nell’utilizzare qualsiasi mezzo a disposizione per ottenere gli effetti immaginati. Solitamente gioco molto nel creare contrasti tra elementi opposti tra loro come acquarelli, gessi, pastelli a olio, vernici traslucide o metalliche, glitter, e per ricreare alcuni dettagli
dei visi, anche prodotti per il make up. Realizzo prettamente illustrazioni o all’occorrenza quadri, ritratti femminili, volti a valorizzare non solo l’estetica ma anche l’espressivita’ e le caratteristiche peculiari del
soggetto. Nell’ultimo anno ho sviluppato una forte preferenza per le fashion o beauty, illustrations, ovvero le illustrazioni ispirate dal mondo
della moda e da tutto cio’ che ruota attorno (photo shoot, sfilate, servizi apparsi su riviste del settore, make up art). Del resto la moda e l’arte del
make up sono da sempre due enormi fonti di ispirazione per me, se intesi come tutto ciò che è connesso con la bellezza, i volti, I tratti particolari e il giocare con la propria personalità e i diversi stili, esaltando alcune caratteristiche, cambiando, osando, trasmettendo anche qualcosa in piu’. Non
cerco necessariamente un tipo di bellezza sterotipata, per le mie illustrazioni, ma sono ispirata principalmente dai colori, dai particolari e da ciò che mi
colpisce istintivamente e che posso filtrare poi, attraverso la mia immaginazione. Da qui il mio interesse per il ritratto, prettamente femminile,
perche’ credo fermamente che se si scava e analizza a fondo, molto di cio’ che esprimiamo esternamente nasce dall’interiorita’ e ritrarre, per me, non vuol dire solo realizzare qualcosa di fotografico ma piuttosto tradurre cio’ che ho
percepito della persona ritratta, interpretandolo nel mio stile. Nonostante, appunto, la ricerca estetica del mio stile, che predilige l’enfatizzazione degli
occhi, nei miei ritratti femminili cerco sempre di mantenere la particolarità e le caratteristiche reali delle persone, evidenziando le parti più belle e significative dei loro volti. Questa occasione mi ha permesso di andare moltooltre l’espressione estetica del ritratto, coniugando la cura nella realizzazione delle mie illustrazioni con un’equivalente attenzione alle scelta delle storie
interpretate. Ho voluto ritrarre 16 donne, 16 storie diverse accomunate da forza di volonta’, lmpegno, determinazione, ma anche da una forte componente umana e un’incredibile sensibilita’.
Potete trovare le mie illustrazioni principalmente sulla mia pagina Instagram.
https://www.instagram.com/heartlinesandeyes/

Compagnia Carabinieri di Novi Ligure: Pozzolo Formigaro, rissa all’interno di un bar, 5 persone denunciate.

Compagnia Carabinieri di Novi Ligure: Pozzolo Formigaro, rissa all’interno di un bar, 5 persone denunciate

Caeabinieri

Nel pomeriggio di sabato diverse pattuglie di militari dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia Carabinieri di Novi Ligure sono intervenute all’interno dell’esercizio commerciale denominato “L’Auto’S BAR” sito nell’area di servizio P&P di Pozzolo Formigaro ove era stata segnalata una violenta rissa in atto.

Al loro arrivo però gli animi si erano in parte calmati. Al termine della ricostruzione dei fatti sono stati identificate 5 persone, 3 uomini e 2 donne, denunciate in stato di libertà per il reato di rissa.

M’illumino di meno, di Cristina Saracano

Casale Monferrato: Venerdì il Museo si illumina di meno
Anche quest’anno, per la quinta volta consecutiva, il Museo Civico di Casale Monferrato
parteciperà a M’illumino di Meno, la campagna di sensibilizzazione nei confronti del tema del risparmio energetico promossa dai microfoni del programma radiofonico Caterpillar
di Rai Radio 2. Il programma si è impegnato negli ultimi anni, grazie a questa simbolica
iniziativa, a spegnere i principali monumenti italiani ed europei e a sensibilizzare nei confronti di una tematica importante ma spesso dimenticata come quella della cura del pianeta.
Quest’anno il tema generale è dedicato all’economia circolare: l’imperativo è riutilizzare i
materiali, ridurre gli sprechi, allontanare il “fine vita” delle cose.
Venerdì 1 marzo, alle ore 18,30, il Museo propone una visita accompagnata per famiglie
a luci spente, legata alla tematica proposta, della durata di 45 minuti circa e che si
svolgerà tra le sale della Pinacoteca. Sarà un’occasione per visitare le sale del Museo
immersi in un’atmosfera magica e inusuale.
Biglietto 5,00 (intero) e € 3,50 (ridotto). Gratuito per ragazzi fino a 16 anni, possessori di
Abbonamento Torino Musei e Tessera MoMu.
Per partecipare all’esperienza, coordinata dal Dipartimento Scientifico della
Cooperativa Solidarietà e Lavoro, è necessaria la prenotazione ai numeri 0142-
444.249 / 444.309 oppure alla mail cultura@comune.casale-monferrato.al.it. Si consiglia ai partecipanti di portare con sé una torcia elettrica. Durante l’esperienza saranno accese le sole luci di emergenza.

Compagnia Carabinieri di Novi Ligure: Serravalle Scrivia, controlli ai pubblici esercizi. Denunce e sanzioni amministrative

Compagnia Carabinieri di Novi Ligure: Serravalle Scrivia, controlli ai pubblici esercizi. Denunce e sanzioni amministrative

Durante il fine settimana, nell’ambito di un servizio di controllo straordinario del territorio disposto dalla Compagnia di Novi Ligure, i militari della Stazione di Serravalle Scrivia, unitamente a quelli del Nucleo Ispettorato del Lavoro delle province di Alessandria ed Asti, del personale della ASL di Novi Ligure e con l’ausilio di due unità cinofile della Polizia Municipale di Alessandria, hanno controllato un locale pubblico di Serravalle, frequentato in tarda serata da numerosissimi avventori.

Caeabinieri

Al termine dei controlli i militari hanno proceduto al deferimento in stato di libertà del titolare dell’esercizio per la violazione inerente all’obbligo del datore di lavoro di sottoporre a visite mediche i propri dipendenti. Inoltre:

data la presenza di 6 lavoratori di cui 3 irregolari rispetto alla normativa vigente e 2 “in nero”, sono stati emessi due distinti provvedimenti di sospensione: uno per il superamento del 20% dei lavoratori irregolari; l’altro, condizionato al pagamento della somma di euro 2000,00 entro 4 giorni e, al contempo, all’assunzione dei lavoratori c.d. “in nero”;

il personale della ASL ha sanzionato l’esercizio per violazioni della normativa attinente la sicurezza alimentare. Continua a leggere “Compagnia Carabinieri di Novi Ligure: Serravalle Scrivia, controlli ai pubblici esercizi. Denunce e sanzioni amministrative”

Compagnia Carabinieri di Novi Ligure: Serravalle Scrivia, rubano all’interno dell’Outlet, arrestati.

Compagnia Carabinieri di Novi Ligure: Serravalle Scrivia, rubano all’interno dell’Outlet, arrestati.

Nel fine settimana i Carabinieri di Cassano Spinola (AL), unitamente a personale della S.O.S. del 1° Reggimento Carabinieri Piemonte di Moncalieri ed ai colleghi di Serravalle Scrivia hanno tratto in arresto due giovani rumeni, ALEXIE Ionut Daniel, 19enne e  ANGHEL Marin Bercea, 20enne, entrambi già noti alle Forze dell’Ordine.

Caeabinieri

I due sono stati fermati  all’interno dell’“OUTLET” di Serravalle Scrivia e trovati in possesso di capi di vestiario  risultati rubati, poco prima, presso i punti vendita “PUMA” e  “ADIDAS”. I giovani, fermati dai militari su indicazione del personale preposto alla vigilanza, avevano rimosso le placche antitaccheggio con degli appositi arnesi trovati loro addosso e posti sotto sequestro.

Accompagnati presso la Stazione Carabinieri di Serravalle Scrivia, alla luce dei loro precedenti, sono stati dichiarati in arresto ed espletate le formalità di rito, sono stati rinchiusi presso quelle camere di sicurezza. Condotti in mattinata dinanzi all’A.G. alessandrina, sono stati condannati entrambi alla pena di mesi 6 di reclusione e 200 euro di multa. Grazie alla sospensione condizionale della pena accordatagli, sono stati successivamente rimessi in libertà.

Momenti di poesia. ULISSE, di Maria Bartolucci

Momenti di poesia. ULISSE, di Maria Bartolucci

Le Poesie di Mariella

ulisse

ULISSE

In gioventù, si sa,
si studiano
le trame omeriche
con allibito stupore!
Ma poi le vie della
fantasia
ti portano a sogni
soavi,
con immagini esili,
come foglie
al vento…
Una musica ossessiva
uguale all’impeto
di un moto ondoso,
mi aiutava a
costruire
sogni strani….
Continua a leggere “Momenti di poesia. ULISSE, di Maria Bartolucci”

Il cavolo nero riccio di Toscana

Creando Idee

Il cavolo nero riccio di Toscana, detto anche braschetta, è una pianta con lunghe foglie di colore verde scuro con una superficie molto frastagliata per la presenza di “bolle” alquanto grosse. La pianta può arrivare fino ad un metro di altezza, resiste molto bene al freddo, anzi dà proprio il suo meglio dopo le gelate. Per molto tempo il cavolo nero riccio di Toscana è stato l’ingrediente fondamentale della cucina contadina, principalmente della ribollita che un tempo era considerata un piatto povero mentre oggi è fra le pietanze più ricercate della gastronomia toscana. Ideale per un antipasto ma anche come piatto unico, oggi è anche molto apprezzato come ingrediente di altre zuppe tipiche toscane o saltato in padella, procedete così, per gustarlo al meglio, preparate qualche fetta di pane toscano, il migliore è quello  raffermo, abbrustolendolo su un piastra. Scolate il cavolo, strizzatelo e sminuzzatelo di modo che le foglie…

View original post 89 altre parole

Facciamo che ero morta, il libro d’esordio di Jen Beagin

di Marie Morel

facciamo che ero morta

Facciamo che ero morta” è il libro d’esordio della scrittrice statunitense Jen Beagin, tradotto da Federica Aceto ed edito in Italia da Einaudi. Si è aggiudicato il Whiting Award 2017 per la narrativa ed è attesa a giorni l’uscita negli Stati Uniti del seguito, “Vacuum in the dark

Mona ha ventitré anni e una vita difficile. Non è uscita integra da un’infanzia traumatica e non è ancora a riuscita a salvarsi dai fantasmi del suo passato.

Per guadagnarsi da vivere fa la donna delle pulizie, ma ha un’indole artistica e un grande talento per la fotografia, anche se non sa ancora come sfruttarlo.

Un’altra cosa che le riesce molto bene è cacciarsi in situazioni bizzarre, a causa della sua tendenza all’autolesionismo e alla mancanza di fiducia in se stessa.

Conduce un’esistenza piuttosto solitaria, tiene delle conversazioni con Dio chiamandolo Bob e ha un serio problema con le dipendenze.

Pagina dopo pagina la vedremo intrecciare relazioni sbagliate con personaggi strampalati, portare alla luce, tra una pulizia e l’altra, vizi e manie delle persone per cui lavora, confrontarsi con le proprie imperfezioni, affrontare quell’ingombrante figura paterna, così sbagliata da non riuscire a liberarsene.

L’esordiente Jen Beagin disegna a colori vividi scorci di realtà nuda e cruda,senza sconti e senza edulcoranti.

Mona è un personaggio fortemente drammatico: vorrebbe un cambiamento, ma non lo cerca davvero, perché è completamente disillusa e sfiduciata, tanto da prendere la notizia di una sua possibile morte precoce come una cosa positiva; mentre fa le pulizie, fruga nelle case degli altri e ogni piccola scoperta apre nel suo immaginario scenari di violenze, abusi e sofferenze; le sue fantasie sono sempre inquietanti e orrorifiche, così come le foto che si scatta.

Eppure in tanto dolore, delusione e umana imperfezione, con sottile e irresistibile ironia, emerge una Mona che è stanca di fingersi morta, è stanca di continuare a giustificare quel padre che l’ha ferita, di offrirgli ancora appigli. Vuole smettere di aspettarsi che qualcuno corra a salvarla, finalmente. E’ ora che si salvi da sola.

Leggi un estratto di “Facciamo che ero morta”di Jen Beagin qui

Seguimi su Storie di vita e amore

Momenti di poesia. UN POSTO MAGICO, di Mariangela Ottonello Matteo Vigo

Momenti di poesia. UN POSTO MAGICO, di Mariangela Ottonello Matteo Vigo

un posto

UN POSTO MAGICO

A guardarlo così mi sembra un prato
ancora brullo, in cima a una collina.
Eppure c’è qualcosa di speciale
che ancora non mi riesce di spiegare.
Sento una pace dentro che sconfina
in ogni dove come un lago immenso.
Un sentimento di dolcezza e amore,
qualche cosa di magico nel vento.
Sono sola, non c’è nessuno attorno,
eppure una presenza mi accompagna.
Vi ritorno ogni tanto per carpire
la chiave di un etereo mistero.
Un giorno una bellissima farfalla
su di me si posò per un istante.
Non la rividi più, ma come un sogno
mi rimase nell’anima sospesa.

Mariangela Ottonello 24/02/2019

Depressione adolescenziale legata all’incapacità di richiamare ricordi specifici

ORME SVELATE

Secondo una nuova ricerca dell’Università di Readin, gli adolescenti che soffrono di depressione possono avere delle difficoltà con i ricordi specifici. In un articolo pubblicato su Memory, un team della Scuola di Psicologia e Scienze Linguistiche Cliniche ha esaminato diversi meccanismi che si ritiene possano interferire con la capacità di recuperare specifici ricordi personali e ha scoperto che gli adolescenti con sintomi di depressione elevata hanno ruminato molto di più e si sono mostrati più poveri in memoria di lavoro nei test rispetto ai loro coetanei poco depressi. È essenziale cercare di capire perché gli adolescenti con la depressione lottano con le attività quotidiane come il lavoro scolastico. Questa ricerca mostra che aspetti importanti delle nostre capacità di pensiero sono interrotti nella depressione e che questi problemi interferiscono con il modo in cui ricordiamo ricordi importanti e con la nostra capacità di apprendere. Questo è molto importante…

View original post 237 altre parole

Canone patrimoniale non ricognitorio: Precisazioni dell’assessore Lumiera

Canone patrimoniale non ricognitorio,

: Precisazioni dell’assessore Lumiera

Alessandria: La Giunta Comunale, in riferimento all’applicazione del canone patrimoniale non ricognitorio intende chiedere al Consiglio Comunale di Alessandria di fornire una interpretazione autentica relativamente ai dehor, in quanto la voce ‘dehor’ non è espressamente indicata nel regolamento approvato nell’aprile 2017.

cinzia-lumiera

Ci siamo avvalsi di un parere dell’Avvocatura comunale per favorire una pronuncia del Consiglio Comunale su questo tema – ha spiegato l’assessore al Bilancio, Cinzia Lumiera -. Riteniamo questa applicazione del canone ingiusta e vessatoria nei confronti dei cittadini, dal momento che sulle strutture esterne ai pubblici esercizi insistono già la TOSAP, la COSAP e altre importanti tasse tra cui la TARI, “dimenticata” dai precedenti Amministratori. Purtroppo questa Amministrazione è stata vincolata dal regolamento in vigore e, pertanto, non abbiamo potuto fare altro che metterne in atto l’applicazione, inviando gli avvisi di accertamento per l’anno 2018.”.

“Ricordo che – ha continuato l’assessore Lumierala delibera di approvazione delle tariffe relative a questo canone fu approvata nel Luglio 2015, mentre nell’aprile del 2017 fu approvato il “Regolamento per l’applicazione del canone patrimoniale non ricognitorio” con tariffe rimodulate e rialzate con previsione di applicazione dall’1/1/18. Abbiamo dovuto adempiere alle norme, pur non condividendole, ma stiamo lavorando per fare in modo che emerga con chiarezza che i dehor non devono essere ricompresi in questo computo per l’anno 2018, mentre per l’anno 2019 andremo, a breve, ad approvare una modifica del regolamento con la rimodulazione delle tariffe per il 2019 laddove sia già stata applicata la TOSAP O COSAP  e per valutare l’applicazione della stessa”. 

L’incredibile “Lachera” di Rocca Grimalda: dove il Carnevale è di casa

Di Maria Luisa Pirrone

Ieri ho scoperto che nella mia provincia esiste una festa di Carnevale incredibile e antichissima: la “Lachera” di Rocca Grimalda.

Più che una semplice “festa”, è più corretto definirla un insieme di veri e propri riti carnevaleschi che hanno, come protagoniste, maschere tradizionali del territorio, e la cui promozione e valorizzazione hanno ricevuto un forte impulso dal locale Museo della Maschera, inaugurato nel 2000 e aperto tutte le domeniche da Carnevale a ottobre.

I “rituali” sono iniziati già sabato 23 con la questua nelle campagne, terminata con il rogo sul Belvedere del paese, nei pressi della chiesa di S. Limbania, rogo attorno al quale sono, poi, esplose musiche e danze finali.

Nella giornata di ieri il corteo delle maschere ha attraversato le contrade del centro storico eseguendo varie danze della tradizione nelle diverse poste. Continua a leggere “L’incredibile “Lachera” di Rocca Grimalda: dove il Carnevale è di casa”

Momenti di poesia. SOGNI E REALTÀ, di Anna Nardelli

Momenti di poesia. SOGNI E REALTÀ, di Anna Nardelli

L’incantevole mondo di Luna by Anna Nardelli

sogni

SOGNI E REALTÀ
Affiora nelle mie rimembranze
un passato antico entrarmi
nel cuore e nell’animo
con veemenza destandole
dal torpore e da un tacito ardore.
Contemplo una dolce fanciulla
seduta davanti ad una secolare
finestra ove cuore e animo
nel mondo con gioia volavano.
Osservava con anima lieta
nel buio della notte ombre lontane
in un estasiante aleggiare
tra sogno e realtà. Dolcemente
quel suo mirare dalle stelle
si sentiva abbracciare con luce
che entrava da quella sua socchiusa
finestra e verso la vita si affacciava.
Verso il destino suo viaggiava
ma sempre celandosi nella sua stanza
vestita di speranza e chimera
e in ogni emozione cantava
con gioia la sua viva esistenza.
Anna Nardelli
24-02-2018
Dipinto di Ermanno Berardi