Il mio cuore nudo

Viaggia e ancora viaggia

ad occhi chiusi attraverso il rumore

di sognanti germogli senza catene.

Il buio che desideri è l’oceano deserto,

che ti appartiene non per gioco,

nemmeno per dovere,

ma per l’ardente vizio della vita,

che ti veste addosso senza marchi e

cornici a diga del fiume che non trova più argini,

da far crollare ma per spingersi oltre ostacoli e

qualche centimetro più in là.

Una galassia dove l’essenza risplende e

l’apparenza si rifà il trucco e tu sorridi nello specchio

di occhi troppo simili hai tuoi.

Dove c’è chi porta il dolore,un inganno e un rifiuto,

ma tu figlio di te stesso cresci e non ti addormentare,

perché dove s’innalza la vita c’è un’altra vita, dopo la salita

e la caduta nell’abisso.

18/01/019

Thomas Amadei

View original post