Lo sguardo è là
e sopra il tetto 
il mio cielo è sempre azzurro.
Vecchie tegole 
ricordano
pensieri vecchi e nuovi.
Odori scavano l’aria
malinconia
riceve omaggi dalle lacrime
quando è notte 
e pensarti fa troppo male.
Tornami vicino
prenditi il tempo
e fanne casa
saprò aspettarti
come adesso
seduta a questa finestra
e i rumori sono schiamazzi
quando l’eco si distrae
e ripeto sottovoce
il tuo nome che so a memoria.

Fioralba Focardi 22/02/2019