Momenti di poesia. Neve, di Mirella Ester Pennone Masi

Momenti di poesia. Neve, di Mirella Ester Pennone Masi

neve

Neve
sulle solitarie ginestre
già sbocciate,
un candido manto greve
le ha sepolte.

Neve
cade sui miei ricordi
che pensavo obliati:
l’antica nostalgia
più dolce mi percorre
e fiorisce.

Neve
era quell’abbraccio
quando mi hai detto:
” Ti offro il mio cuore
portalo sempre con te,
più lontano andrai
più vicino mi sentirai.”

Neve
come l’onda che frange
e riporta con sé le cose
che aveva rubato
ai miei giovani anni.

Neve
a coppa nelle mie mani
come miele di pesco,
se un giorno ti rivedrò
fra voli radi nel sole,
e non sarà mai meno
di questa tua passione
che oggi mi dai.

Mirella Ester Pennone Masi – febbraio 2019

foto web

I fiori di febbraio e marzo

Creando Idee

Gli anemoni sono bellissimi fiori perenni appartenenti alla famiglia dei ranuncoli, cominciano a fiorire a febbraio e si trovano di diverse varietà di colore: bianco, rosa, viola, azzurro e rosso. Molte leggende e scaramanzie sono legate a questo fiore tipico che, si dice, sia una pianta magica portafortuna. I tulipani sono un altro splendido tipo di fiore, famoso per la sua coltivazione in Olanda ma anche nel resto d’Europa. Fioriscono anch’essi a febbraio e simboleggiano l’amore, principalmente quelli rossi, bellissimi se tenuti in un vaso di vetro come centrotavola. La calendula, è conosciuta come pianta officinale dalle molte proprietà calmanti e lenitive. I suoi fiori sono giallo-arancio e assomigliano pressappoco alle gerbere. Dal profumo piacevole e delicato, la calendula rappresenta le pene d’amore. Molto simili alle margherite, ma più resistenti, le pratoline sono anch’esse fiori duraturi che fioriscono a febbraio. Davvero romantiche e d’effetto, soprattutto se regalate in grandi…

View original post 68 altre parole

LA LISCA E IL RICCIO, di Cipriano Gentilino

LA LISCA E IL RICCIO, di Cipriano Gentilino

# amore, umanità

la lisca e il riccio

LA LISCA E IL RICCIO
( con traduzione in spagnolo del poeta Vives Vincente )

mentre ancora dorme
con la solita moglie
l’uomo del faro
una lisca di pesce e
mezzo riccio di mare
di una onda fuori tono
risuonano curiosi mentre
insinuano ad ogni risacca
le spine nei vuoti,
e dormono insieme
dopo l’amore

Ⓒ cipriano gentilino


mientras sigo durmiendo

con la esposa habitual

el hombre del faro

una espina de pescado y

medio erizo de mar

de una onda fuera de tono

resuenan con curiosidad mientras

se insinúan con cada surf

las espinas en los vacíos,

y ellos duermen juntos

despues del amor

hptt://poesiaistante.wordpress.com

RITRATTI: CIPRIANO GENTILINO (psichiatra appassionato di poesia)

( by I.T.Kostka)

Navigando tra le onde dell’internet riesco, a volte, a scoprire qualche Terra Promessa. Stavolta, con grande gioia ed entusiasmo, sono rimasta affascinata dalla poetica di Cipriano Gentilino. I suoi versi privi di qualsiasi vuota retorica scorrono mai scontati, sono ben lontani dalla banalità mediatica di tante “produzioni poetiche” dei nostri tempi. La sua poesia segnata da un linguaggio schietto e diretto è compatta e immediata, trasmette le emozioni in maniera trasparente ed estroversa. Con piacere e a sorpresa ho scoperto nelle sue liriche alcuni elementi comuni con la stilistica del Realismo Terminale “… siamo geroglifici / sul quaderno a righe” e… mi sono sentita subito a mio agio. In seguito una brevissima bio dell’autore e alcune poesie scelte. Buona lettura!

GENTILINO CIPRIANO, nato a Erice, psichiatra e psicoterateuta a Mondovì, sin dagli studi liceali classici si interessa di poesia, blogger su:

https://ciprianogentilinonuccio.wordpress.com

ha pubbicato l’e-book ” Facciamo due passi incauti ” curato dal poeta Flavio Almerighi:

https://almerighi.files.wordpress.com/2018/09/libri-amargine-5-gentilino-cipriano1.pdf

Ha in corso di edizione un libro di poesie con Oedipus Editore.

• Poesie scelte

MEDITERRANEA

ti avrei amato
mediterranea
madre meticcia
di gelsomini
venere puttana
di imam
savoiardi e babbà
ti avrei amato
fossi stata
oriente di pretini
in camporella
e ti avrei tradito

CODICE BINARIO

siamo geroglifici
sul quaderno a righe
storte dall’umido
caduto alle palpebre
sul grembo incerto
senza madrasse,
candore tra tepori
di tagliole evanescenti
a caccia chiusa,
geroglifici ritagliati
senza sesso

“COSA BOLLE IN PENTOLA?” ed. Falco Editore (CS). di Maria Antonietta Bafile

“COSA BOLLE IN PENTOLA?” ed. Falco Editore (CS), di Maria Antonietta Bafile

In questa pentola “bollono” numeri…grafici…tabelle…statistiche…conditi da fiabe, favole, leggende, poesie…aventi come protagonista un argomento importante e sempre attuale: l’alimentazione e il cibo, precisamente i gusti alimentari dei nostri bambini della Scuola Primaria.

cosa bolle

Questo libro è nato dalla mia esperienza di referente della mensa scolastica, incarico ricoperto per circa quindici anni. tra i miei compiti quello di monitorare la qualità e la quantità dei pasti serviti a mensa, monitoraggio effettuato tramite questionario sottoposto periodicamente ad ogni singolo alunno, onde mettere in evidenza i punti forti e i punti deboli del servizio offerto, per correggere e migliorarne la qualità.

E’ stata un’esperienza molto positiva grazie alla collaborazione delle colleghe e colleghi che inserivano “la giornata del monitoraggio” nei loro progetti di Educazione Alimentare, nonchè alla disponibilità dell’azienda erogatrice del servizio a prendere con seria considerazione alcuni problemi evidenziati nei questionari e ad apportare le dovute modifiche, con la consulenza del medico addetto all’elaborazione del menù scolastico…. Continua a leggere ““COSA BOLLE IN PENTOLA?” ed. Falco Editore (CS). di Maria Antonietta Bafile”

Paesaggi Liberi: progetto contro la violenza sulle donne.

di Pasquale De Falco

 

La violenza contro le donne è una delle più vergognose violazioni dei diritti umani

(Kofi Annan)

 

Oggi vi parlo di Paesaggi Liberi: contro la violenza sulle donne. Progetto di cui sono l’ideatore e il responsabile.

1

 

Fin da adolescente ho avuto a cuore il problema della violenza sulla donna, un atto che ho sempre ritenuto uno dei peggiori che l’uomo possa compiere. Con il tempo questo problema è diventato una parte molto importante del mio pensare e del mio essere uomo e qualche anno fa ho deciso di scrivere qualcosa sul tema, Continua a leggere “Paesaggi Liberi: progetto contro la violenza sulle donne.”

Consumo di dolcificante per bevande e comportamenti bipolari

ORME SVELATE

Dall’introduzione dello sciroppo di mais ad alto contenuto di fruttosio (HFCS) negli anni ’70, è diventato il principale dolcificante calorico utilizzato in molte bevande analcoliche e alimenti trasformati. Sono stati fatti molti sforzi per caratterizzare le conseguenze cardiometaboliche del consumo di HFCS, come l’insulino-resistenza, il diabete mellito di tipo 2, la sindrome metabolica, l’obesità e gli eventi cardiovascolari prematuri. Tuttavia, si sa poco di come il consumo di HFCs influenzi i comportamenti legati all’umore, specialmente negli adolescenti, i principali consumatori di bevande e alimenti arricchiti da HFCS. Per rispondere a questa domanda, i ricercatori della Hacettepe University Medical School hanno alimentato topi adolescenti con soluzione HFCS, il cui contenuto è sorprendentemente simile al contenuto di HFCS delle bevande analcoliche zuccherate disponibili per il consumo umano. I ratti adolescenti alimentati con soluzione HFCS hanno mostrato resistenza all’insulina e più grasso corporeo rispetto ai ratti trattati con acqua di rubinetto. Inoltre, questi…

View original post 195 altre parole

Lucia Vigna. FIAIP DONNA MARCIA PER JUST THE WOMAN I AM

FIAIP DONNA MARCIA PER JUST THE WOMAN I AM

Lucia Vigna: : “Aggregazione e solidarietà sono al centro del nostro Welfare delle donne”

Sono 264 le donne che svolgono la professione di agente immobiliare sotto la sigla Fiaip (Federazione italiana degli agenti immobiliari professionali) in Piemonte. Di queste 118 esercitano a Torino.

Fiaip Donna

Il comitato per l’imprenditoria femminile della Federazione, Fiaip Donna, partecipa alla corsa-camminata non competitiva di “Just the woman i am” del 3 marzo,  per sostenere la ricerca universitaria sul cancro, organizzata dal Sistema universitario torinese, in piazza San Carlo a Torino.

“Il principale sostegno alla donna sono le donne stesse”, dice Lucia Vigna, coordinatrice di Fiaip Donna Torino“E’importante fare rete e promuovere valori solidali e di condivisione – prosegue Vigna – per questo siamo orgogliosi di partecipare alla marcia a favore della ricerca”.

“Aggregazione, salvaguardia della salute e una cultura legata alla sostenibilità – aggiunge la delegata torinese – sono valori che Fiaip Donna condivide con la manifestazione, a cui parteciperà con una trentina di mediatrici immobiliari torinesi”. Continua a leggere “Lucia Vigna. FIAIP DONNA MARCIA PER JUST THE WOMAN I AM”

Commemorazione dell’eccidio al Castello di Tortona – 27 febbraio 1945

Commemorazione dell’eccidio al Castello di Tortona – 27 febbraio 1945

Il 27 febbraio 1945, alla “valletta” del Castello, dieci prigionieri politici furono fucilati dai nazifascisti per rappresaglia.

L’ANPI Sezione di Tortona, ricorda questo drammatico evento con una cerimonia domenica 17 marzo 2019.

Tortona.jpg

Il programma della commemorazione, patrocinata dal Comune di Tortona, prevede alle ore 9,30 presso lo Chalet Castello la celebrazione della Santa Messa, i saluti delle Autorità e gli interventi di alcuni studenti delle Scuole Secondarie di Primo Grado cittadine; alle ore 10,45 circa il corteo sino alla stele commemorativa per la deposizione della corona d’alloro.

La cittadinanza è invitata ad intervenire numerosa a questo momento di commemorazione, che rappresenta un’occasione per condividere i valori e gli ideali espressi nella Costituzione Repubblicana e per coinvolgere i giovani Tortonesi affinchè si custodisca e tramandi la memoria di tutti i sacrifici che hanno generato libertà e democrazia per il nostro Paese.

Il mio cortile; poesia di Lia Tommi

Il mio cortile

Il vecchio cortile
della mia infanzia
scrostato e polveroso
luogo dei miei giochi scatenati.

D’inverno
un sorriso dietro ai vetri
appannati da lacrime di cielo
e un cenno della mano
da lontano.

E poi d’estate
come un sussurro che prende vita
dalle finestre aperte
una musica che si diffonde
le voci che rimbombano
e diventano coro.

Al mattino
lo sventolio delle lenzuola stese
saluta il sole
e più tardi rumori di stoviglie,
stracci scrollati
suoni indistinti di vita quotidiana.

I bambini giocano
corrono
urlano
saltano
nel piccolo quadrato
per loro infinito
ebbri di spensieratezza
e gioia di muoversi.

A mezzogiorno respiri
l’odore del cibo
profumi diversi che si mescolano
fino a stordirti.

Pomeriggi festivi
assolati e silenziosi
di asfalto rovente
deserti.

E la sera armonia di voci basse e riposo
le stelle che cuciono
lembi di sogno
tra i ballatoi
e i vasi di ortensie e gerani.

Buonanotte
sale per le scale .
Filtra tra le persiane chiuse.
Entra in tutte le porte.
Ninna nanna
Gente mia.

Ecco, fresco di stampa, il nuovo romanzo di Angelo Marenzana, di Lia Tommi

Alessandria: È uscito il 27 febbraio il nuovo romanzo di Angelo Marenzana: ” il delitto del fascista Nuvola nera “, edito da Sergio Fanucci Editore

Siamo nell’aprile del 1945. La città è stremata dai bombardamenti anglo americani dell’ultimo anno. A pochi giorni dalla liberazione viene scoperto il cadavere di Egidio Visconti detto Nuvola Nera, fascista della prima ora stroncato sulla porta di casa da un colpo inferto nel cuore. Tutto fa pensare a un primo regolamento di conti in vista dell’imminente liberazione. Ma qualcosa stona per Lorenzo Maida, ex poliziotto e commerciante di tessuti coinvolto nelle indagini per fare un favore al commissario Vito Todisco, cognato e amico di sempre. Soprattutto quando si scopre un secondo cadavere, quello dell’amico fraterno di Visconti, Osvaldo Mantelli. Due omicidio dalle caratteristiche simili, sabbia in bocca di entrambi, forse un rito. O un legame di sangue inscindibile. Maida entra sulla scena del delitto in maniera prepotente e incomincia a muoversi con i modi dell’uomo d’azione a lui più congeniali. Così, tra le rovine della città, in mezzo a fame, donne affascinanti, fantasmi del passato, appassionati di auto e incubi notturni, Maida (sempre sostenuto dall’ironia dell’amico Curcio) è costretto a farsi largo tra le pieghe di una città che nulla ha a che spartire con la tanto decantata tranquillità di provincia.”

Mariangela Ottonello, poetessa, si presenta ai lettori di Alessandria today

Mariangela Ottonello, poetessa, si presenta ai lettori di Alessandria today

di Pier Carlo Lava

Alessandria today è lieta di presentare ai lettori la biografia della poetessaMariangela Ottonello, della quale in seguito pubblicheremo anche un intervista in esclusiva per il blog.

mariangela-ottonello-033-copia

Sono nata a Campo Ligure (GE) il 10 maggio 1961.

Ho iniziato a scrivere poesie nel gennaio del 1972. Mi trovavo a letto a causa di un’ingessatura. I miei primi soggetti sono stati il Natale e il mio fratellino di appena tre mesi. Ho frequentato l’Istituto Magistrale “Santa Caterina” di Ovada (AL). Mi sono sposata nel 1983 e da allora risiedo a Masone (GE). Ho quattro figlie e tre nipotine.

Sono una persona semplice e tranquilla, amante della natura, che è sempre stata fonte di ispirazione. Mi piace molto la musica e amo cantare. Ho l’hobby della fotografia. Detesto la falsità, la superbia, l’invidia. Adoro il silenzio e la solitudine, che mi permettono di concentrarmi nella scrittura.

La natura, l’amore e la vita sono i cardini della mia poetica.

Attraverso la contemplazione interiorizzo le mie emozioni, per poi manifestarle nei miei versi. Generalmente scrivo in versi sciolti, molto raramente in rima. Quello che conta per me sono la scorrevolezza e la musicalità. La mia prima silloge dal titolo “Un breve preludio d’eternità” è stata pubblicata dalla casa editrice Pluriversum Edizioni di Ferrara il 15 dicembre 2017. Il libro contiene 50 poesie, attraverso le quali desidero trasmettere emozioni e contenuti comprensibili da tutti. Ritengo che la poesia, per essere amata davvero, debba avere un impatto semplice ed immediato.

Provvedimenti viabili

Provvedimenti viabili
Gara di campionato nazionale Lega Italiana calcio professionistico serie C allo stadio comunale
“G.Moccagatta” – 2 marzo 2019
Per permettere lo svolgimento della partita di calcio di Campionato Nazionale Lega Italiana Calcio Professionistico Serie C Stagione Sportiva 2018/2019 tra U.S. ALESSANDRIA CALCIO 1912 srl – US
PISTOIESE 1921 srl in programma il giorno 2 marzo 2019 con inizio alle ore 16.30, saranno adottati i seguenti provvedimenti viabili:  dalle ore 11 alle ore 20 del giorno 2 marzo sarà istituito il divieto di fermata con rimozione forzata e
dalle ore 13 alle ore 20 sarà istituito il divieto di transito in:
– SPALTO ROVERETO, semicarreggiata nord, ambo i lati
– VIA BELLINI, nel tratto compreso fra spalto Rovereto e via Santorre di Santarosa, ambo i lati
– VIA ROSSINI, nel tratto compreso fra spalto Rovereto e via Santorre di Santarosa, ambo i lati
– VIA SANTORRE DI SANTAROSA, nel tratto compreso tra via Bellini a via Rossini, ambo i lati
dalle ore 13 alle ore 20 del 2 marzo sarà istituito il divieto di fermata con rimozione forzata
e di transito in una porzione di PIAZZALE BERLINGUER, a delimitare un’area posta a nord ovest, per la riserva di 25 stalli di sosta (da tale divieto sono esclusi i mezzi dei supporters della squadra ospite PISTOIESE 1921)  dalle ore 13 alle ore 20 del giorno 2 marzo sarà istituito il divieto di transito nelle seguenti vie:
– SPALTO MARENGO, semicarreggiata nord, nel tratto compreso fra viale Milite Ignoto e via Donizetti,
– VIA PORTA, (ai veicoli in sosta sarà consentito il transito in direzione verso via Donizetti),
– VIA DAL POZZO (ai veicoli in sosta sarà consentito il transito in direzione verso via Rapisardi)
Si evidenzia che i parcheggi individuati per la tifoseria locale e per la tifoseria ospite sono i seguenti:
PIAZZA PEROSI, destinata al parcheggio della tifoseria LOCALE,
PIAZZA BERLINGUER, destinata al parcheggio della tifoseria OSPITE.

Trasloco in via Abba Cornaglia – 4 marzo 2019
Per permettere lo svolgimento dei lavori di trasloco per il nuovo Centro Famiglie in programma nei locali comunali di via Anna Cornaglia il 4 marzo 2019, dalle ore 13 alle ore 18, sarà vietata la fermata con rimozione forzata in via Abba Cornaglia, nel tratto compreso tra via Parnisetti e via Mensi, ambo i lati.
Da tale divieto sono esclusi i mezzi della ditta incaricata per i lavori.
Lavori edili del fabbricato in via Lombroso civ.36 – 9 marzo 2019
Per permettere lo svolgimento dei lavori di smontaggio di una gru a torre presso il fabbricato ubicato in via Cesare Lombroso civico 36, in programma il giorno 9 marzo , dalle ore 8 alle ore 12, saranno vietati
il transito e la fermata con rimozione forzata in via Cesare Lombroso, nel tratto compreso tra piazza Mentana e via Galileo Galilei .

Tortona: Manutenzione porfido strade e piazze cittadine

Tortona: Manutenzione porfido strade e piazze cittadine

image

Sono in corso interventi di manutenzione alla pavimentazione in porfido in diversi punti della Città.

In particolare in questi giorni si è provveduto alla sistemazione di tratti di Via Montemerlo, di piazza Julia Derthona e del cortile dell’ex convento dell’Annunziata.

foto di repertorio: brunasibille.it

Borlasta. Amag Ambiente, in un anno drastica riduzione dei rifiuti ‘fuori cassonetto’: “ecco come abbiamo fatto

Amag Ambiente, in un anno drastica riduzione dei rifiuti ‘fuori cassonetto’: “ecco come abbiamo fatto

Per una città più pulita è fondamentale la collaborazione degli alessandrini”

Alessandria: “In un anno abbiamo triplicato le risorse, in termini di persone e ore, dedicate al ‘fuori cassonetto’: e i risultati si vedono, in centro come in periferia”. Fiorenzo Borlasta, amministratore unico di Amag Ambiente, presenta il grafico che mostra la crescita nel corso del 2018, delle ‘ore uomo’ impiegate dall’azienda del Gruppo Amag per far fronte ad uno degli ‘effetti collaterali’ più sgradevoli (proprio perchè evidenti a tutti) della raccolta rifiuti stradale, ovvero l’abbandono degli oggetti più svariati (“dalla plastica al vetro, passando per l’indifferenziato, e ogni tipo di ingombranti”) nelle adiacenze dei cassonetti, o addirittura, nel caso dei sobborghi, nei fossi o nei piazzali dei cimiteri.

Amag Fuori cassonetto ore uomo 2018SONY DSCAmag Calendario raccolta fuori cassonetto

“Intervenire era ed è nostro preciso dovere – sottolinea l’ing. Borlasta -, poichè il contratto di servizio di Amag Ambiente con il comune di Alessandria prevede che siano tenute in ordine le immediate adiacenze dei cassonetti stradali e delle isole ecologiche. Certamente peraltro passare dalle 487 ore di lavoro di gennaio 2018 alle 1.293 di fine anno ha comportato un aggravio dei costi, ed è giusto che i cittadini sappiano che una comunità più civile e rispettosa delle regole è anche una comunità che, in prospettiva, risparmia, e può investire risorse nel miglioramento dei servizi”.

Ma come si genera il ‘fuori cassonetto’, e qual è l’entità del problema?

“Posso fornire un dato di massima, oggetto delle nostre rilevazioni nel corso di un intero anno: gli addetti al ‘fuori cassonetto’ si trovano a dover raccogliere circa il 10% dei rifiuti indifferenziati complessivi: il che significa inserirli manualmente nei loro contenitori, oppure portarli in sede, o farli recuperare da una squadra apposita, nel caso di ingombranti molto voluminosi”. Continua a leggere “Borlasta. Amag Ambiente, in un anno drastica riduzione dei rifiuti ‘fuori cassonetto’: “ecco come abbiamo fatto”