Consumo di dolcificante per bevande e comportamenti bipolari

ORME SVELATE

Dall’introduzione dello sciroppo di mais ad alto contenuto di fruttosio (HFCS) negli anni ’70, è diventato il principale dolcificante calorico utilizzato in molte bevande analcoliche e alimenti trasformati. Sono stati fatti molti sforzi per caratterizzare le conseguenze cardiometaboliche del consumo di HFCS, come l’insulino-resistenza, il diabete mellito di tipo 2, la sindrome metabolica, l’obesità e gli eventi cardiovascolari prematuri. Tuttavia, si sa poco di come il consumo di HFCs influenzi i comportamenti legati all’umore, specialmente negli adolescenti, i principali consumatori di bevande e alimenti arricchiti da HFCS. Per rispondere a questa domanda, i ricercatori della Hacettepe University Medical School hanno alimentato topi adolescenti con soluzione HFCS, il cui contenuto è sorprendentemente simile al contenuto di HFCS delle bevande analcoliche zuccherate disponibili per il consumo umano. I ratti adolescenti alimentati con soluzione HFCS hanno mostrato resistenza all’insulina e più grasso corporeo rispetto ai ratti trattati con acqua di rubinetto. Inoltre, questi…

View original post 195 altre parole

Autore: alessandria today

Ex Dirigente, consulente e ora blogger

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...