I funerali del Presidente (o la divina Commedia del potere)

Hechìzo VP


Lo stuolo di necrofori pinguini

compagna il Presidente in bianchi guanti,

la bara pien d’ottoni e cherubini

non teme traversate d’ Acheronti.

Due spicci sulle palpebre la dote

Minosse inservilito e senza coda,

bandiere gonfaloni e sacre rote,

il pianto no ché non va più di moda.

L’inferno non sarà di contrappasso

per chi la buona sorte arrangia il fio,

se un papa ad altro impero cede il passo,

ha un altro paradiso o un altro Dio.

E s’anche l’aldilà è correr all’oro

c’ingegneremo ad astrattar metalli,

magistri e profetastri in patria loro

e noi alchemicando nei teocalli.

Commedia del poter senza risate

tanto gentile e disonesta pare,

endecasillabando a mo’ di vate

corono e mitrio quello che mi pare.

http://www.hechizovp.blogspot.com : “blog di parole e guerriglia semiologica.”

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...