Avrei.

Memorabilia

Avrei bisogno di sognare

che esiste un universo a parte questo

Avrei bisogno di sentire

l’acqua scivolare sul mio corpo

Avrei bisogno di volere

che la vita non fosse solo questa

Avrei bisogno di sperare

che porte e porti fossero sempre aperti

Avrei bisogno che una donna

non fosse solo un culo

Avrei bisogno di più poeti

e meno esperti di economia

Avrei bisogno di uno spazio

per sentirmi sempre a posto

Avrei bisogno di meno tempo

per capire che ho più tempo

Avrei bisogno dell’amore

per non cedere mai al rancore

Avrei bisogno di viaggiare

per apprezzare le radici

Avrei bisogno di parlare

per smettere di dire

Avrei bisogno di ascoltarmi

per smettere di sentirmi

vittima o carnefice

dei miei stessi turbamenti.

View original post

Isn’t it romantic? || Recensione flash della nuova commedia Netflix

Il Lettore Curioso

Buongiorno lettori! Oggi voglio parlarvi di una commedia approdata ieri su Netflix Italia, e che negli Stati Uniti invece è uscita nelle sale cinematografiche: Isn’t it romantic? (Non è romantico?)

Rebel Wilson è Natalie, un architetto di New York, con una vita piuttosto ordinaria: un minuscolo appartamento con un letto a castello, poca considerazione sul lavoro e insuccesso nella vita amorosa.

Su insegnamento della madre, Natalie è cresciuta odiando i cliché tipici dei film romantici e molto lontani dalla vita vera. Ma quando viene derubata in metropolitana e prende una brutta botta in testa, la donna si risveglia all’improvviso proprio dentro una commedia romantica. Il suo lavoro va a gonfie vele, ha un appartamento enorme e tutti gli uomini sono interessati a lei: Un vero incubo!

Da grande appassionata di film romantici non potevo lasciarmi sfuggire anche questa pellicola, che prende in giro tutti i cliché che conosciamo, ma abbiamo…

View original post 330 altre parole

Momenti di poesia. Ho visto di Rossana Angeli

Momenti di poesia. Ho visto di Rossana Angeli

visto

Ho visto
di Rossana Angeli

Ho visto il tempo
portar via l’attimo
fra le dita e condurre
la sua partita
tra le scale della vita.

Ho visto maschere
appese sulle mura
di tanta falsitá.

Ho visto me stessa
in una pozzo di tanto dolore.

Ho imparato
a vedere la luce
del sole.

Non importa quello
che la gente dice
quando ho te nel cuore.

In fondo la vita é un salto
di qualita é c’é chi vuol
affogare nella sua oscuritá.

Mi dispiace signori,
non mi porterete
nel vostro buco
nero di tanta malignitá.

Quale ruolo è giocato dal corpo nella reazione emotiva?

Creando Idee

Esiste uno stretto rapporto tra quasi tutte le emozioni e la loro manifestazione corporea. Le emozioni si esprimono sempre anche con una particolare partecipazione del corpo che viene chiamata “attivazione fisiologica”.Tale reazione corporea provoca fenomeni come l’accelerazione o il rallentamento del battito cardiaco, la variazione degli atti respiratori, il pallore o il rossore del viso, la sensazione di secchezza in bocca, la dilatazione delle pupille, la sudorazione, ecc. Tutte queste manifestazioni del corpo possono accompagnare l’emozione; una volta cessata l’emozione il corpo torna al precedente equilibrio.Il nostro corpo, esprime emozioni anche attraverso le espressioni del viso, il tono della voce e la postura ad esempio, un modo di camminare dritto può esprimere soddisfazione e gioia, così come una posizione ripiegata in sé può esprimere tristezza e una posizione corporea molto contratta rimanda ad un’idea di forte ansia o di rabbia.I movimenti e le manifestazioni espressive del viso e del corpo…

View original post 155 altre parole

Le nuove tendenze green

Creando Idee

Come per moda e food, anche il giardinaggio ha le sue tendenze, eccovi quella dei micro giardini. Non confondeteli con i bonsai giapponesi, gli alberi in miniatura che con il loro mistero hanno conquistato tutto il mondo, i micro giardini sono veri e propri mini prati con diverse specie di fiori e piante, naturalmente di dimensioni ridotte. Dedicarsi alla esecuzione di micro giardini, è una medicina naturale per corpo e anima. Il contatto con la vegetazione infatti, riduce lo stress, aiuta i livelli di concentrazione e rende più felici. Dopo l’orto in casa, la tendenza che vedeva protagonisti gli ortaggi da auto produrre sui terrazzi, ecco che i micro giardini entrano nelle case degli appassionati di giardinaggio. I micro giardini, possono essere realizzati con qualsiasi tipo di pianta, dalle erbe aromatiche alle piante grasse, ma ovviamente le piante tropicali sono quelle più ambite. Per realizzare un micro giardino

View original post 102 altre parole

Momenti di poesia. Mai, di Vittorio Zingone

Momenti di poesia. Mai, di Vittorio Zingone

Mai

Mai si sara’ simpatici
A chiunque
In questo mondo.

Incontrerai sulla strada che percorri
Gente cui mancherai
Se te ne dovessi andare,
Poi, per sempre;
Altra per cui la tua vita
Sara’ niente.

Ma si deve vivere ugualmente
Nato che sei in questo sistema di cose
Caduco, contingente.

Sono uno che combatte,
Non si da’ per vinto;
Stringo i denti;
Nelle piu’ dure tempeste,
Costi quel che costi,
Vado avanti
Continua a leggere “Momenti di poesia. Mai, di Vittorio Zingone”

Acrostico. NOTE DI VITA, Loredana Mariniello

Acrostico. NOTE DI VITA Loredana Mariniello

note di vita.jpg

ACROSTICO DELLA FRASE : “NOTE DI VITA “

N obilitano l’anima nenie lontane,
O rchestrano l’ignota musica dell’avvenire,
T ripudio di gioia o dolente dolore,
E straggono dal cuore rose e spine,

D iscolpano errori, carezzano desideri,
I nneggiano poetici maestosi madrigali,

V olteggiano nell’aria, come gabbiani in volo,
I nfatuate del passato sì come del futuro.
T ratteggiano nel cielo un pentagramma di stelle
A ncelle dell’amore, del sogno pie damigelle.

Momenti di poesia. LE NUVOLE DI MARZO, di Mariangela Ottonello Matteo Vigo

Momenti di poesia. LE NUVOLE DI MARZO, di Mariangela Ottonello Matteo Vigo

LE NUVOLE DI MARZO.jpg

LE NUVOLE DI MARZO

Portano a spasso nel cielo
ariosi pensieri.
Soffici nuvole bianche
di primavera.
A naso in su mi perdo
nello spazio azzurro.
Bevo la luce come un’assetata.
Corolle candide fioriscono
tra i rami nudi.
Non sono fiori, ma sogni.
Vaporose nuvole che viaggiano
nel cielo di marzo.

Mariangela Ottonello 09/03/2017

Mi illumino di meno un iniziativa a favore dell’ambiente

Creando Idee

“M’illumino di meno”, ideato nel 2005 da Caterpillar, promuove dalle 20 alle 22 del primo marzo di spegnere le luci a favore dell’Ambiente. In particolare, l’edizione 2019 è dedicata all’economia circolare. L’imperativo è riutilizzare i materiali, ridurre gli sprechi, allontanare “il fine vita” delle cose Quest’anno, tra i luoghi che gireranno l’interruttore in favore del buio ci saranno,: il Palazzo del Quirinale, il Ministero per l’Ambiente, la Camera e il Senato a Roma; il Castello Sforzesco a Milano, Piazza San Marco a Venezia; il Teatro Massimo di Palermo; il Lungo mare ad Alghero; il Municipio in piazza Unità d’Italia a Trieste; e le Gallerie d’Italia di Milano, Napoli e Vicenza, quest’anno aderiranno anche i parchi nazionali e le aree marine protette. Un segnale di quanto sia importante spegnere lo spreco energetico e accendere l’attenzione sul mare, nostro patrimonio importantissimo.La parola d’ordine del 2019 inoltre è  “Ri-generare”, e può condurre in…

View original post 32 altre parole

Momenti di poesia. Rimirando la strada del sonno, di Roberta Calati

Momenti di poesia. Rimirando la strada del sonno, di Roberta Calati

Rimirando la strada del sonno

Rimirando la strada del sonno
che ho percorso resto
fermamente
convinta che rifarei tutto
i miei mille errori e le mie cento cose giuste
ammirando quest’alba ricucita sull’ultima mia incertezza

Non m’importa se svengono le mie sicurezze nella notte fonda
ne faro’ bagaglio chiuso nella stiva di una nave che naviga cambiando destinazione
sfumando al tramontare delle ore se pur
Impaurita
saro’ protagonista di un gesto perfetto ad un passo dal mare
Stendero’ frasi di una canzone al vento
cantata ad alta voce
per svegliare un giorno in piu’… sopravvivendo
con la stessa risata
tenendo in mano una canzone intitolata …

Sara’ la voce del mare

Roberta Calati

Momenti di poesia. FLOWER, di Giuliano Saba

Momenti di poesia. FLOWER, di Giuliano Saba

FLOWER.
(Fiore).

Dalle tue labbra ho bevuto :
Eccitazione,amore ,
dolore, rabbia
e delicate emozioni.
Le fantasie delle mie mani
hanno ucciso le tue paure.
hanno cercato i tuoi occhi
carichi di sensualità.
Le dita
hanno giocato a nascondino
nel tuo monte di Venere
cercando la sorgente
dove potersi dissetare
per poterti appagare.
Ho poi vagabondato
e baciato
le pareti della tua serratura,
l’ho inumidita,
e dopo ho inserito la chiave.
E nell’intimo ti sei ritrovata
in nuovi orizzonti,
Tornando ad amare,
a sognare
ma soprattutto
ad essere te stessa.
Quella che da tempo avevi smarrito.
)( Giuliano Saba )( Gonnosf .2000

La Fattoria Degli Animali (parlando di libri) di Fioralba Focardi

Chissà quanti di voi hanno letto ” La Fattoria degli Animali” di George Orwell, un libro che a oggi potrebbe essere considerato attualissimo, per le varie vicende politiche mondiali.

La storia si svolge in una fattoria dell’Inghilterra , dove gli animali vengono sfruttati dagli uomini, fino al giorno in cui gli animali dopo una riunione notturna, decidono di fare la rivoluzione, riprendere possesso della terra e della loro natura, liberi da ogni costrizione. La rivoluzione viene portata avanti da tre maiali che a unanimità vengono eletti rappresentanti dei loro diritti. Così sconvolgono e sovvertono l’andamento della Fattoria. Sembrerebbe andare tutto bene ma gli animali fedeli alla lotta sono tenuti all’oscuro dei piani dei tre maiali. L’inizio della rivoluzione è idilliaco, ma poi si rivelerà alla fine una schiavitù peggiore di quella dell’uomo. I maiali piano piano diventeranno sempre più simili agli uomini, creando quella diseguaglianza che l’egoismo e la supremazia sugli altri sa creare. Il potere ha cambiato padrone, ma non ha partorito ciò per cui la rivoluzione era nata.

Il libro finito di scrivere da Orwell ai primi del 1944, fu stampato nel 1945, dopo la fine della seconda guerra mondiale, rifiutato da molti editori per la trama troppo simile alle vicende dell’Unione Sovietica. Ma la Fattoria degli Animali ha una sua logica attualissima: la dove non esiste cultura e libero scambio culturale, la schiavitù è a portata di mano dei fautori dell’ignoranza.

Il cereale alessandrino si tinge di “Oro”, di Lia Tommi

E’ partito da Coldiretti nel 2014 l’innovativo progetto di filiera cerealicola “Harmony – il patto del grano buono” per il biscotto più amato dagli italiani
Il cereale alessandrino si tinge di “Oro”
Numeri importanti per un territorio dalla forte vocazione a “grano biscottiero”

Era il 2014 quando Coldiretti capì che dal campo alla tavola la prima colazione degli italiani poteva avere un sapore decisamente alessandrino.
E nel 2015, dopo incontri e confronti con il colosso Mondelez, il progetto di filiera “Harmony” divenne realtà.
Le indiscusse qualità del frumento tenero prodotto in provincia, conosciuto anche come “biscottiero”, oggi porta numeri importanti destinati a crescere.
Un progetto di filiera che si inserisce nell’ampia progettualità economica di Coldiretti, in grado di offrire alle aziende più reddito e competitività sul mercato per trasferire i valori dell’agricoltura al prodotto, generare valore per le imprese, produrre vantaggi per il consumatore.
Ieri come oggi gli attori che hanno visto nel “patto del grano buono” una carta vincente sono Coldiretti, Consorzio Agrario delle province del Nord Ovest, CadirLab, Molino Nova e, ovviamente, Mondelez.
“Harmony – il patto del grano buono” si basa su quattro pilastri fondamentali: collaborazione, agricoltura sostenibile, biodiversità e tracciabilità.
Sono queste le basi sulle quali poggia questo progetto di filiera europeo, sostenuto in Italia da Coldiretti Alessandria con gli altri partner, un accordo che prevede per l’industria la sicurezza di “lavorare” un prodotto completamente tracciato.
“Un grande obiettivo raggiunto e una grande opportunità per la cerealicoltura della provincia. I contratti di filiera prevedono la messa a dimora di specifiche varietà, in modo da soddisfare le esigenze del territorio. Sono questi gli aspetti rilevanti dell’accordo che trova nel Consorzio Agrario del Nord Ovest la risposta ad un concetto di sviluppo integrato del territorio e delle sue risorse che mettono al centro la persona, prima ancora dell’azienda”: queste le parole di Mauro Bianco presidente Coldiretti Alessandria commentando il ritorno della notizia sui media.
“Circa dieci le cultivar che sono state scelte, il meglio del mercato per le nostre finalità e per i terreni alessandrini. – ha aggiunto il direttore Coldiretti Alessandria Roberto Rampazzo – I contratti di filiera rappresentano la carta vincente per una gestione diretta del prodotto dopo il raccolto, per sottrarlo alle speculazioni che si sono spostate dai mercati finanziari a quello dei prodotti agricoli con ripercussioni sui prezzi e sulla programmazione dell’offerta. Harmony è un progetto di respiro europeo in continuo sviluppo che risponde in pieno alle esigenze del consumatore”.
Un passo in avanti per offrire nuove prospettive di mercato, nonché una partnership importante che evidenzia ancor di più il ruolo della provincia di Alessandria quale riferimento nazionale in ambito cerealicolo, in modo particolare quando di parla di frumento tenero biscottiero.
Una sfida ambiziosa e concreta con l’obiettivo di saldare sempre di più il legame del prodotto con il territorio in grado di trasferire le esigenze del trasformatore su tutta la filiera, dall’agricoltore al consumatore finale, rendendoli visibili e riconoscibili.
Ci siamo riusciti? “Pensiamo proprio di sì”, ha concluso il presidente Bianco.

ARAL: impianto di Castelceriolo libero dai rifiuti. Ripartono tutti i conferimenti

ARAL: impianto di Castelceriolo libero dai rifiuti. Ripartono tutti i conferimenti

Castelceriolo: La società Aral spa ha comunicato, questa mattina, al Comune di Alessandria di aver completato il piano di svuotamento concordato con gli Enti competenti e, pertanto, tutte le aree dell’impianto di  Castelceriolo, soggette a prescrizioni di Vigili del Fuoco, ARPA e Provincia di Alessandria, sono ora libere dai rifiuti. Lo svuotamento dell’impianto permette la ripresa del normale flusso di conferimenti.

ARAL 1ARAL 2ARAL 3ARAL 4ARAL 5

Dallo scorso 28 dicembre, inoltre, ha riaperto la sottovasca della discarica di Solero e dal 18 febbraio sono ripresi i conferimenti degli altri rifiuti ad eccezione degli ingombranti che riprenderanno fra pochi giorni.

Apprendiamo con grande soddisfazione l’esito del risultato del lavoro della nuova Governance di ARAL, che ringraziamo, in merito non solo al deposito del piano di concordato presso il Tribunale di Alessandria, ma anche per lo svuotamento complessivo di tutte le aree illegittimamente occupate dai rifiuti stoccati nel corso del tempo – hanno dichiarato, di concerto, il sindaco della Città di Alessandria, Gianfranco Cuttica di Revigliasco e l’assessore all’Ambiente, Paolo Borasio -. Finalmente ARAL può riprendere a lavorare a pieno regime senza causare ulteriori problematiche ad Amag Ambiente, ad AMV e, conseguentemente, ai cittadini dei comuni soci. Ora ci auguriamo un esito positivo della procedura concordataria, convinti come siamo che ARAL possa diventare una società in grado non solo di trattare e smaltire rifiuti, ma anche di produrre utili finalizzati sia al pagamento dei creditori concordatari, sia ad attuare un sostanzioso piano di investimenti a garanzia del futuro della società”.

Atp finals, Roberto Rosso (Fdi): “Non si capisce se sia maggiore l’odio dei 5stelle per Torino o l’irrilevanza politica di Appendino” 

Atp finals, Roberto Rosso (Fdi): “Non si capisce se sia maggiore l’odio dei 5stelle per Torino o l’irrilevanza politica di Appendino” 

Torino: “È paradossale che un governo che vede i 5stelle controllare i due terzi dei ministeri e dei sottosegretariati, non riesca a trovare quattro soldi per una delle due grandi città che amministrano. A questo punto viene da chiedersi se sia maggiore l’odio che provano per Torino, oppure l’irrilevanza politica di Appendino stessa”.

roberto_rosso_03

Roberto Rosso, capogruppo di Fratelli d’Italia in Consiglio comunale, interviene sulla mancata fideiussione per le finali Atp alle quali Torino si vorrebbe candidare.

“Settantuno milioni, per un Governo, equivalgono a 7 euro per un normale lavoratore. Se per i 5stelle la compagna di partito Chiara Appendino non vale nemmeno 7 euro, siamo ben messi”.

Continua il rappresentante di Fdi: “E’ chiaro che i 5stelle in qualche modo odino Torino. Non vogliono il Tav, si disinteressano della grave crisi sociale ed economica che sta vivendo la città, bocciano qualsiasi proposta arrivi dal nostro territorio, stanno abbandonando l’aeroporto che controllano attraverso Cassa depositi e prestiti: ora non trovano nemmeno i soldi che assicurerebbero comunque una vetrina quinquennale al capoluogo piemontese. Verrebbe da ridere, se la situazione non fosse così grave”.