Aiutiamo ad aiutare con i braccialetti solidali, di Lia Tommi

Accordo tra l’azienda Keep Out Bracelets e Oda per la realizzazione di braccialetti solidali, impegno condiviso a favore del territorio e dell’inclusione sociale.

Casale Monferrato, 28 febbraio 2019 – Quando il mondo dell’imprenditoria e quello del sociale si trovano sul terreno comune della solidarietà, capita che si produca un effetto moltiplicatore che si diffonde nella comunità: concretamente. E’ su questa strada che si sono incontrate due realtà già fortemente ancorate, ognuna per la propria storia, nel casalese: Keep Out Bracelets, l’azienda divenuta famosa in pochissimi anni per la produzione di monili caratterizzati dalla presenza del ditale, segno distintivo del brand, a recupero di una tradizione delle anziane donne dell’America Latina, che tramandavano questo oggetto alle giovani della famiglia (come simbolo di protezione da tutto ciò che punge nella vita) e Oda (Opera Diocesana Assistenza), gruppo diocesano che opera da sessantacinque anni nel socio assistenziale, con strutture nella provincia di Alessandria e di Asti, al servizio delle categorie sociali più fragili: anziani, persone con disabilità psicofisica, persone con patologie psichiatriche, persone con necessità di degenza post ospedaliera e di assistenza domiciliare.

La partnership che si è concretizzata tra le due realtà riguarda soprattutto l’area Salute Mentale di Oda che, nell’ambito dei suoi progetti riabilitativi, attraverso la cooperativa L’Abbazia e in particolare con il contributo degli ospiti della comunità La Cappuccetta di Casale, per tutto il 2019, sarà il partner esclusivo di Keep Out nel confezionamento dei braccialetti di filo con ditale in zama (il materiale più povero esistente al mondo) che l’azienda metterà a disposizione di tutte le sue iniziative solidali nel territorio e a livello nazionale. La prima delle quali, a favore dell’ Associazione contro la violenza sulle donne Medea, in occasione della festa della donna, vede già da subito gli ospiti impegnati con bellissimi braccialetti in filo viola e fucsia.

In altre parole” dice Dario Governali, presidente della cooperativa, “aiutiamo ad aiutare! I nostri “ragazzi” scelgono, sotto la guida degli educatori, la parte del processo di confezionamento più consono alle loro capacità e attitudini. Chi prepara il filo nella lunghezza necessaria, ghi prepara il certificato di garanzia, chi imbusta, chi sigilla con l’etichetta. E intanto, intorno al tavolo, si ride, si conversa, si fa squadra. Insieme al Presidente di Oda Alberto Busto non possiamo che essere fieri di inserire nelle nostre attività un altro progetto a favore dell’ integrazione, dell’inclusione e dell’abbattimento di quello stigma sociale che ancora, spesso, permane per le persone con problemi di salute mentale.”

L’avvio ufficiale di questa collaborazione (dopo un esperimento pilota con la realizzazione da parte degli ospiti della Cappuccetta, dei braccialetti di filo per la Partita del Cuore della Nazionale Cantanti, a Vercelli il 28 ottobre, a favore del reparto pediatrico dell’ospedale), è stato consacrato nell’incontro di una rappresentanza degli ospiti della Cappuccetta, insieme alla responsabile Caterina Bacchiella, presso gli uffici, il laboratorio e lo show room di Keep out.

A fare gli onori di casa la sua creatrice, Stefania Gagliardone, creativa imprenditrice che fa dell’incontro tra le energie del volontariato e della solidarietà della comunità locale un elemento distintivo del suo stile aziendale e che insieme al suo staff ha creduto in questa esperienza. Dice Stefania “Siamo molto felici di aver intrapreso questo percorso solidale insieme a Oda e crediamo che questo progetto darà la possibilità agli ospiti della comunità La Cappuccetta di Casale di cimentarsi con attività in parte a loro sconosciute. In particolare, ci rende orgogliose il poter fare nel nostro piccolo qualcosa di concreto nei confronti di un Ente della nostra città!”

Al termine della impostazione del lavoro, che sarà diluito nell’arco dei mesi, secondo il calendario delle attività solidali di Keep Out da un lato, e quello dei tempi più consoni agli ospiti della Cappuccetta dall’altro, un brindisi accompagnato dalla torta di nocciole della Bottega dell’Oda, il laboratorio di pasticceria e oggettistica solidale, sempre a cura degli ospiti della disabilità psicofisica e utenza psichiatrica di Oda (in via Biblioteca a Casale), presso cui , ugualmente, si possono trovare i braccialetti Oda per Keep Out e il cui ricavato andrà alle attività a supporto degli ospiti delle nostre comunità. Così, anche chi acquisterà in Bottega, aiuterà Oda e Keep Out … ad aiutare ad aiutare!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...