A GAVI – La bisbetica domata – di Marina Vicario

di Marina Vicario

La stagione 2018-2019 del Teatro Civico di Gavi continua sabato 9 marzo, alle ore 21, con una delle commedie più belle di Shakespeare: LA BISBETICA DOMATA.

Protagonista della brillante rilettura, rivisitata con contaminazioni di Commedia Dell’Arte, sarà la Compagnia Teatro della Juta di Arquata Scrivia.

L’adattamento del regista alessandrino Luca Zilovich narra di un gruppo di attori stralunati e confusionari, decisi a mettere in scena proprio il classico di Shakespeare. Gli attori sono poco più che saltimbanchi, con pochi oggetti di scena, abbigliati con costumi improvvisati e con le maschere che li trasformano nei personaggi della commedia. Il passaggio dalla scena alla vita di compagnia è costante, ritorna ciclicamente, evidenziando i rapporti interni tra gli attori, e le dinamiche della loro compagnia. La Bisbetica Domata è riadattata a questa dimensione, ma mantiene i connotati del testo originario. C’è Battista, gentiluomo padovano, assediato dagli spasimanti della bella figlia Bianca, ma deciso a non darla in sposa finché la maggiore Caterina, la bisbetica, non troverà marito. Petruccio, uomo d’avventura e bisognoso di denaro, si lancia in un corteggiamento alternativo, sfrenato, combattivo, fatto di duelli con la spada e provocazioni senza possibilità di replica, suscitando in Caterina un misto di rabbia e interesse.

In qualche modo, Petruccio e Caterina sono due spiriti affini, legati da un rifiuto per le norme sociali e una stravaganza nel vivere che li fa apparire come due emarginati. L’educazione della bisbetica, diventa quindi reciproca, Petruccio doma Caterina, quanto Caterina doma Petruccio. Non solo i due protagonisti, ma anche tutti gli attori, comprendono come una vita passata a cercare di prevaricare sull’altro sia per lo più sprecata e inconcludente.

Gli attori in scena sono Giancarlo Adorno, Marta Brunelli, Erica Gigli, Simone Guarino, Francesca Pasino, Christian Primavera e Luca Zilovich.

L’adattamento del testo e la regia sono di Luca Zilovich.

La stagione teatrale del Civico di Gavi è organizzata dal COMUNE DI GAVI in collaborazione con l’Associazione Culturale Commedia Community (Teatro della Juta) e resa possibile grazie al prezioso sostegno della Fondazione Piemonte dal Vivo e della Fondazione CRT.

Stagione realizzata in collaborazione con il Distretto del Novese e l’Associazione Commercianti di Gavi.  

INIZIO SPETTACOLI ORE 21. Biglietto posto unico € 10.

Prenotazioni telefoniche al n. 345 0604219 oppure teatrodellajuta@gmail.com

VENDITA BIGLIETTI LA SERA STESSA DELLO SPETTACOLO A PARTIRE DALLE ORE 20 PRESSO IL TEATRO CIVICO DI GAVI.

(Prevendite presso il Comune Di Gavi al numero 0143-642913).

Perchè si festeggia il carnevale?

Creando Idee

Da Venezia a Rio De Janeiro, tra maschere, travestimenti, dolci e scherzi. Il termine Carnevale deriva dal altino «carnem levare»  «privarsi della carne» , con un riferimento all’ultimo banchetto che secondo la tradizione si teneva l’ultimo giorno prima di entrare nel periodo di Quaresima. La data è legata a quella della Pasqua: alla fine dei festeggiamenti, infatti, arriva il Mercoledì delle Ceneri che segna l’inizio della Quaresima, un periodo caratterizzato, invece, da un maggiore controllo, anche spirituale. Una piccola differenza è rappresentata dal Carnevale ambrosiano, la cui particolare durata finisce infatti con il «sabato grasso», quattro giorni dopo rispetto al tradizionale martedì  sembra risalire a un pellegrinaggio del vescovo Ambrogio che aveva annunciato il suo ritorno «in tempo per celebrare con i milanesi le ceneri». La popolazione posticipò il rito alla domenica successiva per aspettarlo. È nel Medioevo che ritroviamo molti aspetti della festa attuale. Nel 2019 la Pasqua

View original post 37 altre parole

Spezza la routine e vivrai meglio

Creando Idee

Lascia che sia il tuo istinto a guidarti. Quando esci per una passeggiata non pensare al sentiero che prenderai, lascia che siano i tuoi piedi a guidarti e magari scoprirai una nuova strada proprio vicino a casa tua, particolari che non avevi mai notato prima. É proprio questo il gusto della scoperta e dell’avventura. Ogni tanto approfitta dei weekend per una gita fuori porta, non serve andare dall’altra parte del mondo per cercare l’avventura. Conoscere nuovi posti assaggiare nuovi piatti tipici, ti farà apprezzare di più la gioia delle piccole cose, accessibili per tutti.Il posto in cui vivi è noioso e poco stimolante? Pensaci due volte! Prendi la macchina fotografica e cerca soggetti interessanti da fotografare: persone, animali, fiori, edifici; questo ti farà considerare le solite cose da una prospettiva diversa Invece di fare la solita strada per andare al lavoro, esci 10 minuti prima e prova percorsi…

View original post 206 altre parole

” Disparità salariale: perché le donne guadagnano meno? ” Tavola rotonda l’8 marzo ; di Lia Tommi

Assessorato Comunale Pari Opportunità e Consulta Pari Opportunità del Comune di Alessandria promuovono per l ‘8 marzo una Tavola rotonda sul tema ” Disparità salariale: perché le donne guadagnano meno? ” , che si terrà alle ore 15 nell’aula 210 di Palazzo Borsalino, al Dipartimento di Giurisprudenza e Scienze Politiche, Economiche e Sociali , Università del Piemonte Orientale, via Cavour,84, Alessandria.

Modera la Tavola rotonda il dr. Marco Caramagna, giornalista, Presidente del Circolo della Stampa Alessandria.

Casale Città Aperta: a marzo doppia edizione, di Lia Tommi

Torna nel fine settimana del 9 e 10 marzo Casale Città Aperta, la tradizionale iniziativa per far conoscere i monumenti e i musei cittadini organizzata dall’Assessorato alla Cultura – Museo Civico e in programma abitualmente durante il Mercatino dell’Antiquariato: seconda domenica del mese e sabato precedente.

Monumenti aperti nel fine settimana:

– Cattedrale di Sant’Evasio e chiesa di San Domenico dalle 15,00 alle 17,30;

– Chiesa di Santa Caterina, Teatro Municipale, Torre Civica, chiesa di San Michele e Palazzo Vitta tutti con i seguenti orari: sabato 15,00-17,30 e domenica 10,00-12,30 e 15,00-17,30;

– Castello del Monferrato con un ventaglio di mostre ad ingresso libero: sabato e domenica 10,00-13,00 e 15,00-19,00.

Domenica 10 marzo, con partenza dal Chiosco Informazioni Turistiche in piazza Castello alle ore 15,00, si potrà anche partecipare a una passeggiata gratuita con l’accompagnamento dei volontari dell’Associazione Orizzonte Casale alla scoperta dei principali monumenti.

Continua l’offerta dell’ingresso gratuito al Museo Civico solo nel secondo fine settimana di ogni mese (sabato e domenica dalle 10,30 alle 13,00 e dalle 15,00 alle 18,30). Situato nell’ex Convento di Santa Croce, include la Pinacoteca (con l’esposizione di circa 250 opere tra dipinti e sculture) e la Gipsoteca Leonardo Bistolfi (una delle poche collezioni italiane in grado di illustrare l’intero percorso creativo di uno scultore nella sua completezza; sono esposte 170 sculture del maestro simbolista, di origine casalese, che raggiunse fama internazionale).

Da dicembre è aperta la mostra “Carlo Vidua una vita in viaggio. Dal Monferrato all’estremo Oriente” con l’esposizione degli straordinari oggetti, libri e documenti raccolti dal viaggiatore monferrino all’inizio dell’Ottocento.

Altri musei cittadini visitabili e riaperti dopo la pausa invernale:

– la Sinagoga e i Musei Ebraici (domenica 10,00-12,00/15,00-17,00): edificata nel 1595, monumento di grande interesse storico e artistico, oggi si presenta nel suo splendore barocco rococò piemontese (1700-1800). Sono annessi il Museo Ebraico, che espone numerosi argenti, tessuti e oggetti di culto e il Museo dei Lumi.

– il percorso museale “Sacrestia Aperta” (Tesoro del Duomo), con ingresso a pagamento da via Liutprando, aperto al pubblico sabato dalle 9,00 alle 12,00 e dalle 15,00 alle 18,00 e domenica dalle 15,00 alle 18,00; permette di ammirare preziosi reliquiari, splendidi tessuti e importanti mosaici.

Come da tradizione, in occasione della Mostra Regionale di San Giuseppe, Casale Città Aperta raddoppierà e si svolgerà anche nel fine settimana del 23 e 24 marzo, in concomitanza con le Giornate di Primavera del Fai. Tutti i dettagli con i monumenti aperti saranno comunicati prossimamente.

Momenti di poesia. Sono quel sole, di Rossana Angeli

Momenti di poesia. Sono quel sole, di Rossana Angeli

Sono quel sole
di Rossana Angeli

Sono quel sole

Sono quel sole
che si rispecchia
in ogni fiore
e si nutre di linfa
della terra,
che accoglie
il grido struggente
del cuore, accanto
si siede quella parte
di me in mille vicissitudini
della vita.
Mi aggrappo al filo
d’oro della speranza,
per coltivare me stessa
in una poesia nata
da un’ emozione provata
e dimenticata da tutti.
Un sorriso sincero
raccoglie l’immenso
e l’immenso raccoglie
la mia anima per farmi
figlia delle stelle.
Fra attimi di vita eterna
io vivo ed amo.

Foto di Antonio Sculli
con Daniela Pavese

Fotografando, di Fioralba Focardi

Eccoci alla terza parte che riguarda le fotografie di Lucia Palmiotto (Luz), come in precedenza abbinerò le immagini ad alcuni versi che sono venuti alla mente osservandole.

Iniziamo con la prima fotografia: uno sguardo semplice e intenso al tempo stesso.


Tra cielo e mare

E’ sottile il confine tra il cielo e il mare. 
Talmente sottile che a volte l’orizzonte scompare e la materia sembra mescolarsi in un corpo soltanto. 
E proprio dove mare e cielo si fondono, 
 proprio lì tra quel blu che non so se è acqua o se è aria, 
i miei pensieri ritrovano un senso, 
le mie domande le loro risposte, ed il silenzio ha di nuovo una voce.                                                           Liberamente 

La seconda fotografia mi ricorda un ricamo in controluce.



Mediterraneo 
esser vasto e diverso
e svuotarsi cosi d’ogni lordura
come tu fai che sbatti sulle sponde
tra sugheri alghe asterie
le inutili macerie del tuo abisso.

Eugenio Montale 


La terza Fotografia la natura si spoglia e s’immagina pittore di vite appese.


Si sta come
d’autunno
sugli alberi
le foglie.
Giuseppe Ungaretti

La quarta fotografia sa di antico, si può sentire l’odore del mare. Continua a leggere “Fotografando, di Fioralba Focardi”

Provvedimenti per il carnevale alessandrino, di Cristina Saracano

Alessandria: Carnevale alessandrino 2019 – Grande sfilata per le vie del centro
Provvedimenti a tutela pubblica incolumità e sicurezza urbana
Il prossimo 10 marzo, a partire dalle ore 14.30 alle ore 18.30, si svolgerà il “Carnevale Alessandrino 2019 che prevede un corteo di gruppi in maschera, bande musicali e associazioni, per le strade del centro cittadino lungo il seguente percorso: via Dante (partenza), piazza Libertà, via Dei Martiri, piazzetta della Lega, corso Roma, via Caniggia, piazza Marconi (arrivo).

Alessandria_Panorama

È programmata la presenza di molteplici attrazioni con il coinvolgimento degli esercizi commerciali e deipubblici esercizi ubicati nella zona, nonché la presenza di operatori commerciali itineranti posizionati sul suolo pubblico e si prevede una notevole affluenza di pubblico nella zona interessata dall’evento che
potrebbe comportare l’insorgere di problematiche di sicurezza meritevoli della massima attenzione sotto il profilo dell’incolumità pubblica, in particolare legate al consumo di bevande in vetro.
L’abbandono incontrollato al suolo di bottiglie e contenitori di vetro in genere, specialmente quelli frantumati, potrebbe creare un potenziale pericolo per i partecipanti causando lesioni personali, oltre a costituire un oggettivo e grave elemento di degrado rendendo difficoltosa la pulizia dell’area dopo la manifestazione. Continua a leggere “Provvedimenti per il carnevale alessandrino, di Cristina Saracano”

Poesie

Pensieri sparsi

L’invito al viaggio

Sorella mia, mio bene,
che dolce noi due insieme,
pensa, vivere là!
Amare a sazietà,
amare e morire
nel paese che tanto ti somiglia!
I soli infradiciati
di quei cieli imbronciati
hanno per il mio cuore
il misterioso incanto
dei tuoi occhi insidiosi
che brillano nel pianto.

Là non c’è nulla che non sia beltà,
ordine e lusso, calma e voluttà.

Mobili luccicanti
che gli anni han levigato
orneranno la stanza;
i più rari tra i fiori
che ai sentori dell’ambra
mischiano i loro odori,
i soffitti sontuosi,
le profonde specchiere, l’orientale
splendore, tutto là
con segreta dolcezza
al cuore parlerà
la sua lingua natale.

Là non c’è nulla che non sia beltà,
ordine e lusso, calma e voluttà.

Vedi su quei canali
dormire bastimenti
d’animo vagabondo,
qui a soddisfare i minimi
tuoi desideri accorsi
dai confini del mondo.
– Nel giacinto e nell’oro
avvolgono i calanti

View original post 35 altre parole

Cose così

Pensieri sparsi

Oggi sono stata in un luogo mio.
Di quelli che quando ci vai forse ci porteresti solo due o tre persone. Ma forse neanche quelle.
Per me e’ un luogo sacro.
Ogni volta che ci vado ( non spesso) mi sento invasa da un’energia incredibile. I pensieri riescono a stare sotto. E mi invade un senso di gratitudine profonda verso la vita.
E poi sfugge. 
Al primo incontro ” umano”.

Ci vorrebbe una persona che sa parlare tacendo.
Almeno per un po’.
Mi sa che continuero’ ad andarci da sola.

52951188_10213997030975272_4664760612931239936_n

View original post

Cosa mettere a tavola

Creando Idee

Uno dei problemi che si ripresentano con maggior frequenza è il classico dilemma sul ‘cosa mettere a tavola’. Complice una quotidianità dai ritmi frenetici, il tempo per organizzare efficacemente la propria alimentazione è, sempre più scarso e tendenzialmente collocato a ridosso dalla ‘scadenza’. Tant’è vero che, in molti casi, si materializza la scena in cui si fissa il frigo semivuoto, cercando un modo per fronteggiare lo stomaco inquieto. È da queste situazioni che sono venute alla luce molte ricette ‘salvavita’, dove l’unica costante è un elemento base, cui viene via via affiancato ciò che sia a disposizione in quel preciso istante. Sono piatti figli del bisogno, in una sorta di riordino virtuoso, ricavano l’arte culinaria dal caos.A questa cerchia appartengono di diritto le torte salate, che abbinano facilità di preparazione, adattabilità agli ingredienti e soddisfazione del palato. Il punto fermo della ricetta è la pasta sfoglia, cui si può…

View original post 72 altre parole

LOREDANA BERTÈ – Cosa ti aspetti da me

Gabriele ROMANO 📎 bLOG

Musicalmente questa canzone è eccezionale… Non a caso tra i compositori figura Gaetano Curreri, front-man degli STADIO. La canzone proposta a Sanremo, sta scalando le posizioni delle hit…

TESTO
C’è qualcosa che non va
Per essere seduti qui
Per dirsi almeno
E dire almeno le cose inutili
Che ti sembra vero solo se
Doveva andare poi così
Che vuoi dare tutto
Vuoi dare tutto e resti lì
Ed io ci credevo
Ed io ci credevo, sì
Ci vuole soltanto una vita
Per essere un attimo
Perché ci credevi
Perché ci credevi, sì
Ti aspetti tutta una vita
Per essere un attimo
Che cosa vuoi da me
Che cosa vuoi da me
Cosa ti aspetti dentro te
Che tanto non lo sai
Tanto non lo vuoi
Quello che cerchi tu da me
Che cosa vuoi per me
Che cosa vuoi per te
Cosa ti aspetti in fondo a te
C’è qualcosa…

View original post 219 altre parole

Racconti

Anna & Camilla

Avevo iniziato a leggere un libro che era un insieme di racconti gialli dei migliori scrittori svedesi. Mi aveva incuriosito perché non conoscevo la maggior parte di essi. Ma non mi è piaciuto per due motivi, il primo: gli scrittori svedesi sono troppo intimisti e spaziano verso la depressione, cosa che per me non ci vuole proprio!

Il secondo motivo, invece, mi sono resa conto che il racconto non è il mio genere letterario. Non mi aprono la porta verso il mio mondo, fatto di immaginazione e immedesimazione. Troppo brevi per poterlo fare e poi passano subito ad un altro racconto e un altro autore.

No vabbè non comprerò più libri che raccolgono racconti di autori vari.

Passo.

View original post

Le Primarie 2019 del PD: vince Nicola Zingaretti…

Gabriele ROMANO 📎 bLOG

Le primarie 2019 del Partito Democratico danno la vittoria a NICOLA Zingaretti, attuale Presidente della Regione Lazio. Le votazioni del PD del 3 Marzo danno quindi il titolo di Segretario nonché leader del partito di Sinistra.

Se qualcuno avesse dei dubbi sulla possibile vittoria del politico romano, nonché fratello del famoso LUCA Zingaretti, attore di Montalbano, si deve rincredere non poco.

Gli altri due candidati sin da subito non sono apparsi all’altezza, sia per le proposte che per i ruoli ricoperti. Giacchetti era il candidato perdente delle amministrative comunali del 2016 mentre Martina è stato il “rimpiazzo” del dopo Renzi dopo il burrascoso periodo del referendum e sopratutto della sconfitta delle elezioni del 4 Marzo dello scorso anno.

Sebbene Nicola Zingaretti sia un possibile leader di rilancio della segreteria del Partito, la situazione per il partito di Sinistra appare piuttosto complicata, sopratutto in previsione delle elezioni europee del 2019…

View original post 120 altre parole