Momenti di poesia. Macerie di nulla, di Sabry

Momenti di poesia. Macerie di nulla, di Sabry

La musa folle

Macerie

Macerie di nulla

Una farfalla nella mente
nel suo volo di pensieri
rimane schiacciata
sotto il peso di finte piume.
L’inganno per una falena
è una lingua di fuoco,
la seduzione della luce
che non salva, immola.
La pianta carnivora
apre la sua bocca di miele,
all’ignara mosca golosa
Dolce , fino al tempo
del morso fatale.
Le trappole hanno architetti
capaci e ingegnosi.
Astute strategie.
Mirano al punto debole,
o a nude esigenze.
Il ragno tesse con pazienza
le sue mortali geometrie.
Pallide difese.
Improbabili sopravvivenze.
Il cuore di un uomo
può restare maciullato
dalla leggerezza
solo apparente dell’amore
O da un solo grammo d’odio puro.
E noi illusi di saper misurare
il peso specifico delle cose,
restiamo sepolti
sotto macerie di nulla.

Sabyr

Foto Pixabay

Autore: alessandria today

Ex Dirigente, consulente e ora blogger

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...