ACROSTICO DI “TRE METRI SOPRA IL CIELO “, di Loredana Mariniello

ACROSTICO DI “TRE METRI SOPRA IL CIELO “, di Loredana Mariniello

Acrostico.jpg

ACROSTICO DI “TRE METRI SOPRA IL CIELO “

Tu, un pò angelo e un pò demone, sai scuotermi e sottraendomi
R apidamente alla routine della vita qutidiana, sai
E levarmi oltre l’etereo tetto del mondo,

M olto più in alto delle nuvole e delle stelle
E molto più vicino al Paradiso che al sole e alla luna,
T u, tu, sei la mia tortura,
R agazzo dal cuore impavido e privo di paura,
I nvadi della tua essenza ogni lembo della mia sacra innocenza e

S’offre solo a te completamente integra la mia purezza,
O gni dversità, ogni distanza è superata,
P erchè proprio nell’ora in cui ti giaccio nuda accanto, ogni
R adioso mio attimo ti ho donato e ti
A mo e giuro che sarà fino all’ultimo respiro,

I nebriata di luce, se mi sorridi, son salva anche se appesa ad un filo.
L asciami vivere, per sempre, così, accoccolata tra le tue braccia

C arezzami la guancia della tristezza sul mio volto di bimba non lasciar traccia,
I nsieme cominciamo a scoprire la vita
E voliamocene via dalla mediocrità infinita,
L ibriamoci nell’aria come poetici aironi, siano gli
O cchi tuoi nuovi orizzonti per i miei baci infantili.

Autore: alessandria today

Ex Dirigente, consulente e ora blogger

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...