Less, il libro di Andrew Sean Greer

Su “Less” di Andrew Sean Greer, libro vincitore del premio Pulitzer per la narrativa dell’edizione 20018, avevo letto di tutto e il contrario di tutto, critiche entusiastiche ed altre tranchant.

Sono stata, dunque, a lungo in dubbio sul leggerlo oppure no.

Mi sono convinta a farlo per due motivi: la motivazione della giuria che l’ha premiato e che l’ha descritto come “un libro generoso, musicale nella prosa e ampio in struttura e portata, sul diventare grandi e sulla natura essenziale dell’amore” e il fatto che sia stato amato od odiato, ma non abbia lasciato nessun lettore indifferente.

Arthur Less è uno scrittore che ha avuto in passato un discreto successo di pubblico e critica, con un unico libro.

Successo che non è più riuscito a replicare ed è, ormai, squattrinato e privo di speranze.

Per anni è vissuto nell’ombra del suo più celebre compagno Robert Brownburn, apprezzato scrittore di fama internazionale.

Sebbene siano passati oltre 10 anni dalla fine della loro storia, Less continua a vivere di ricordi nella casa che hanno condiviso e che li ha visti felici.

Nel frattempo, ha intrecciato con Freddy, molto più giovane di lui, una lunga relazione, che si è conclusa a causa della stessa immaturità che aveva condotto alla fine anche quella con Robert.

Ora è completamente solo a dover affrontare tre eventi che lo terrorizzano e ai quali vorrebbe sottrarsi: il suo ormai prossimo cinquantesimo compleanno, l’imminente matrimonio di Freddy col suo nuovo compagno e la malattia terminale di Robert.

Cosa resta da fare se non fuggire lontano?

Ed è quello che Less fa, approfittando di una serie di inviti ed occasioni che coglie al volo, imbarcandosi in uno sgangherato giro intorno al mondo, in cui si troverà in situazioni improbabili, imbarazzanti, a tratti esilaranti.
Less viaggia a Città del Messico, rischiando di incontrare l’ex moglie di Robert, a Parigi dove quasi s’innamora, ottiene una cattedra a Berlino, riceve un premio letterario a Torino, festeggia il compleanno nel deserto del Sahara sotto una tempesta di sabbia, arriva in Giappone troppo tardi per la fioritura dei ciliegi e giunge alla fine in India, in una comunità di ritiro cristiana, in cui incontra il suo acerrimo nemico.

Un viaggio con cui Less spera di fuggire dai problemi e si ritrova, invece, a confrontarsi con essi e, soprattutto, con se stesso, perdendo tappa dopo tappa tutte le maschere che indossa abitualmente.

Tornerà a casa un Less nudo e più autentico, finalmente adulto e consapevole che l’amore è l’essenziale.

Ironico e commovente allo stesso tempo, è una lettura che mi è piaciuta e mi ha emozionata, ma mi aspettavo qualcosa di più da un premio Pulitzer.

Piacevole, sì, ma non quel capolavoro che ci si aspetta da un libro insignito dal più prestigioso premio letterario al mondo.

Non ne sono di certo rimasta delusa, perché è uno dei migliori libri che abbia letto negli ultimi tempi, ma manca, secondo me, di quell’incisività, di quel pathos, che rende un libro eccellente.

Ogni minuto impiegato in questa lettura, è stato comunque ben speso.

Less” di Andrew Sean Greer, è stato pubblicato in Italia da La nave di Teseo e potete acquistarlo qui.

Seguimi su Storie di vita e amore

Autore: Marie Morel

Scrittrice per passione, amo ascoltare gli altri, leggere, il mare, i gatti, l'autenticità. Sognatrice caparbia, pratico la gentilezza e la gratitudine come stile di vita.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...