La Donna nella Bibbia e nel Cattolicesimo ( seconda parte)

 

Difficile darle un contesto religioso, Giuditta esce dai canoni dei tempi e della visione Femminile.

Non è sottomessa, è libera anche se riservata, a differenza delle donne descritte in altri testi, è quasi una femme fatale dell’epoca, consapevole della sua bellezza, quella bellezza che le serve per circuire Oloferne che ne rimane affascinato. Ma la bellezza  non è tutta nell’aspetto fisico, e nella storia è come se fosse Dio a parlare per Lei, lei che esegue il suo compimento con ferrea disciplina, senza mai mettere in dubbio la volontà e capacità della sua missione per volere di Dio,  a differenza degli anziani. Mi soffermo su una domanda che mi sono posta, Giuditta manipolata o consapevole della sua intelligenza, esegue il suo destino? Sarebbe bello poter entrare nel contesto mentale dell’autore, comprendere se vedeva nel ruolo dell’eroina una DONNA COMPLETA, o solo una Donna da usare per lo scopo di Dio?

Anonimo Veronese XVI Secolo

22 E Oloferne le disse: «Bene ha fatto Dio a mandarti avanti al tuo popolo, perché resti nelle vostre mani la forza e coloro che hanno disprezzato il mio signore vadano in rovina.

23  Tu sei bella d’aspetto e saggia nelle parole; se farai come hai detto, il tuo Dio sarà mio Dio e tu siederai nel palazzo del re Nabucodònosor e sarai famosa in tutto il mondo. ( Sacra Bibbia Il libro di Giuditta)  

Una donna diversa forse dalle altre protagoniste della Bibbia e anche delle vicende successive

Non è questo che le Religioni tutte hanno mostrato delle Donne, anzi secoli dopo quando un’altra Donna: Artemisia Gentileschi la dipingerà eroina sensuale e dolce, molte erano considerate Streghe torturate e uccise, quasi sempre arse vive. Guardando la figura di Giuditta il mio pensiero mi riporta alle Monache di Clausura, in effetti quel vivere sola in ricordo di un marito defunto senza figli, ha quasi un aspetto monastico, e anche nel suo ritorno a Betulia, osannata e riverita persevererà il suo stato di vedova fino alla fine dei suoi anni; forse da qui l’accettazione del Libro di Giuditta nella Bibbia Latina.

Giuditta e Oloferne
Fede Galizia 1596

21Dopo quei giorni, ognuno tornò nella propria sede ereditaria; Giuditta tornò a Betulia e dimorò nella sua proprietà e divenne famosa in tutta la terra durante la sua vita.

22Molti ne erano anche invaghiti, ma nessun uomo potè avvicinarla per tutti i giorni della sua vita da quando suo marito Manàsse morì e fu riunito al suo popolo. ( Sacra Bibbia Il Libro di Giuditta )

Trovare raffronti è difficile, se ne parla poco perché nella Chiesa le donne hanno ruoli marginali, anche se nei secoli passati le Badesse dirigevano Conventi e Ospedali con maschile determinazione.

Giuditta e Oloferne
Artemisia Gentileschi 1614-1620
Galleria degli Uffizi

Vi aspetto mercoledì prossimo

Fioralba Focardi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...