L’amore di una madre, di Sergio Pizio

” D’accordo forse avrei dovuto avvisarti ” sospirò il fratello.
” Si, avresti dovuto farlo ” mormorò lei incrociando nervosamente le braccia sul petto.
” Probabilmente ho sbagliato, ora però sei qui “
” Senti, non credo di potercela fare….io…io credo che me ne andrò e….”
” Stavolta no Aisha” asserì il fratello scuotendo il capo. ” Non puoi farlo, lo capisci?”
La ragazza abbassò lo sguardo, per poi risollevarlo facendolo scivolare sul volto teso del fratello.
” Non sono pronta, probabilmente non lo sono mai stata. Perché rovinare tutto, che senso ha? “
” Be, potrei elencarti una infinità di motivi per farti restare, quindi mi limiterò solo a ricordarti una cosa: dietro quella porta c’è Tommy, un meraviglioso bambino e qui davanti a me la sua splendida mamma. Credi che sia una valida motivazione? “
Gli occhi verdi della ragazza di riempirono improvvisamente di lacrime, sollevando e gesticolando le braccia a mezz’aria.
” Come…lui…lui e qui? ” balbettò asciugandosi di seguito le lacrime che le scendevano copiosamente sul viso teso e provato da una forte emozione, indietreggiando di qualche passo. “Io…io non posso farcela, lo capisci che tutto questo e pazzesco! “.
” Non c’è assolutamente nulla di pazzesco, sei sua madre dannazione, lo hai tenuto nove mesi in grembo.”
” Lo so maledizione, credi mi sia dimenticata quella sera all’ospedale quando sentì il suo primo vagito? “
Il fratello sollevò le spalle. ” Bene Aisha, allora dimmi cosa ti impedisce di stringerlo tra le tue braccia. “
La ragazza si afflosciò sulla poltrona, tenendosi la testa tra le mani, restando in silenzio cercando di racimolare tutte le forze necessarie dentro di se. Troppe volte lo specchio rifletteva l’immagine di una giovane donna dagli occhi tristi, consapevole che prima o poi avrebbe dovuto confrontarsi con la realtà. Lo sbaglio di una sera non poteva trasformare ogni stagione come un gelido inverno. Ricordava ancora l’odore di quel bastardo impregnato di tabacco e di maleodorante sudore mentre le palpava il seno e tutto il corpo con inaudita brutalità, penetrandola come un animale in calore. Bastava solo trovare l’umiltà diluita dentro al coraggio e plasmarla sul cuore, liberandolo da quella ferita ancora maledettamente dolente.
” Allora, che vuoi fare Aisha? ” le sussurrò il fratello posandole teneramente una mano sulla spalla, rispettando quella sua agognata sofferenza.
” Come mi devo comportare…si insomma, che cosa gli dico, e se lui…”
Il fratello fece un cenno con il capo.
” Rilassati sorellina e respira profondamente, per il resto ci penserà il tuo istinto di madre.Vedrai, andrà tutto bene”
Lei annuì dondolando il capo, disegnando un sorriso sulle labbra. ” Va bene, apri la porta “
” Sai una cosa sorellina ” pronunciò il fratello girando la maniglia. ” Tommy ti assomiglia molto, e non ha preso nulla da quel fottuto bastardo… “

Sergio Pizio

Spettacolo “Le Campionissimissime ” al Teatro Giacometti di Novi Ligure; di Lia Tommi

SPETTACOLO AL GIACOMETTI
“Le Campionissimissime”

Novi Ligure: Domenica 10 marzo, alle ore 21.00 al Teatro Giacometti, andrà in scena lo spettacolo teatrale “Le campionissime” scritto da e con Gianpaolo Ormezzano, che racconta la vita e le vicende sportive di alcune grandi donne dello sport.
Sul palco, insieme al noto giornalista e personaggio televisivo, ci saranno Marlene Pietropaoli, Manuela Massarenti e Chiara Pautasso.
Voce fuoricampo GianPaolo Ormezzano, regia Luca Busnengo.
Ingresso libero a offerta, a favore del fondo solidarietà dei dipendenti della “Pernigotti S.p.a”.

Assemblea di oltre 150 lavoratori venerdì ad Arquata Scrivia; di Lia Tommi

ASSEMBLEA DI OLTRE 150 LAVORATORI VENERDi’ AD ARQUATA SCRIVIA IN VISTA DELLO SCIOPERO GENERALE COSTRUZIONI DEL
15 MARZO A ROMA

Si moltiplicano proprio in questi giorni in tutte le regioni le iniziative dei sindacati delle costruzioni di Feneal Uil, Filca Cisl e Fillea Cgil per far conoscere le ragioni dello sciopero generale proclamato per il prossimo 15 marzo, con manifestazione nazionale a Roma, in Piazza del Popolo a partire dalle ore 9:30.
Anche nell’alessandrino si terrà una grandissima assemblea dei lavoratori, a partecipare saranno sia operai che impiegati nel cantiere del Terzo Valico.

Venerdì 8 marzo dalle 13 alle 15 ad Arquata Scrivia verranno radunati in assemblea oltre 150 lavoratori. A presenziare all’assemblea, che si svolgerà al campo base di Arquata Scrivia, sarà il Segretario nazionale Feneal, Francesco Sannino.
I segretari di Feneal Uil, Filca Cisl e Fillea Cgil da mesi hanno presentato una piattaforma contenente proposte concrete e fattibili per difendere il lavoro e per crearne di nuovo, per dare risposta agli oltre 600 mila lavoratori che hanno perso il posto di lavoro in questa crisi che dura da anni. Per queste ragioni il prossimo 15 marzo si svolgerà lo sciopero generale di tutte le lavoratrici e lavoratori dei settori delle costruzioni.
Paolo Tolu, Segretario Feneal Uil Alessandria: “L’obiettivo dello sciopero è concordare un tavolo con il Governo in modo da poter gettare le basi per rilanciare il settore delle costruzioni, in forte crisi ormai da 11 anni e determinante per la crescita del Paese, volano per l’economia e l’occupazione italiana”.

Un “Tè con i baffi “per i gatti delle colonie; di Lia Tommi

Domenica 3 marzo, nel pomeriggio, presso la sala danze Prime Viole (Mutuo Soccorso) si è tenuta l’edizione 2019 del “Tè con i baffi”, come ormai tradizione da vari anni. Anche questa volta c’è stata una grande partecipazione di simpatizzanti e sostenitori dell’Associazione di Volontariato NONSOLOGATTI.

Lo scopo è la raccolta di fondi per il sostegno, il nutrimento e la cura delle colonie feline casalesi e dei gatti senza casa.

La Presidente Patrizia Portalupi, approfittando di questo mezzo, ringrazia ancora tutti i partecipanti, fra cui anche quest’anno l’assessore Ornella Caprioglio, e tutti i numerosi esercenti sponsor .

Naturalmente non è mancato il tè, caldo e aromatico, servito con i Krumiri Rossi, i biscotti a forma di gatto della pasticceria Chilò e fette di crostata.

Trattative della Cgil sulle Istituzioni Pubbliche di Assistenza e Beneficenza, di Lia Tommi

Alessandria: Proseguono le trattative sul tavolo regionale in merito alle I.p.a.b. (Istituti pubblici di assistenza e beneficenza), confronto fortemente voluto dalla Funzione Pubblica CGIL di Alessandria, dato il consistente numero di istituti ancora presenti nella Provincia, una trentina, e una realtà significativa anche nelle risorse umane impiegate che conta oltre 200 addetti, e circa 1700 a livello regionale.
La Legge Regionale n. 12 del 02 Agosto 2017 sul riordino del sistema delle Istituzioni Pubbliche di Assistenza e Beneficenza prevede infatti le modalità e i criteri in cui le I.p.a.b. devono, il base al valore medio della produzione, trasformarsi in aziende pubbliche di servizi alla persona, fondazioni o associazioni di diritto privato, creando così, in particolare per i dipendenti di quest’ultime, poche garanzie contrattuali, giuridiche e molte incertezze per il futuro.
Il danno più considerevole comporta a questi lavoratori la perdita dello “status quo” di dipendenti pubblici, data la trasformazione degli istituti in associazioni o fondazioni di diritto privato, modificando così da pubblica a privata la loro personalità giuridica.
Ma come può un dipendente pubblico a seguito di una legge regionale ritrovarsi dalla sera alla mattina dipendente di un soggetto privato? O addirittura ritrovarsi socio lavoratore di una Cooperativa che già gestiste dei servizi per conto dell’ente?
E’ un ingiustizia alla quale la Regione, tramite un confronto con le OO. SS. deve porre rimedio, deve trovare soluzioni.
Ed è per questo che il prossimo 14/03 p.v. la Funzione Pubblica CGIL unitamente alle altre sigle sindacali sarà nuovamente al tavolo regionale per cercare di dare una “priorità”, un diritto di precedenza al personale delle I.p.a.b. nelle procedure di mobilità avviate da tutte le pubbliche amministrazioni a livello regionale e di estendere almeno fino ai 36 mesi la tempistica che può permettere di realizzare questo progetto.
La Funzione Pubblica CGIL di Alessandria ha da sempre affermato che le I.p.a.b. debbano difendere la loro natura pubblica continuando ad offrire un servizio di qualità, investendo sul bisogno degli anziani e delle loro famiglie, senza sfruttare i lavoratori che con la “privatizzazione” degli enti non garantirebbe loro dal punto di vista contrattuale, normativo e contributivo gli stessi diritti di oggi;
Ma c’è ancora una speranza per questi lavoratori, che si sono conquistati tempo debito, attraverso concorsi e selezioni, un posto di lavoro pubblico e che nessuno, tantomeno una legge regionale, ha diritto di portargli via.

Parchi da Gustare a Casale Monferrato, di Lia Tommi

PARCHI DA GUSTARE – incontro con ristoratori e produttori agricoli del territorio a Casale Monferrato il 12 marzo 2019.

I ristoratori e i produttori agricoli dei Comuni delle Aree protette del Po vercellese-alessandrino, dell’Area Turistica del Parco Fluviale del Po e dei siti della Rete Natura 2000 in gestione all’Ente-Parco, sono invitati a un incontro di approfondimento sul progetto Parchi da Gustare.

Promosso dalla Regione Piemonte e avviato nel 2015, con un censimento dei prodotti tipici dei parchi piemontesi, proseguito con una raccolta di ricette tipiche pubblicate nel numero speciale “Parchi da gustare – Le Ricette”, il progetto è finalizzato alla salvaguardia della ricchezza di saperi e sapori dei vari territori coinvolti. Dal 2015 è stato organizzato, ogni anno, “Il Menu del Parco”, un appuntamento fisso che si inaugura ogni anno in corrispondenza della Giornata europea dei Parchi, il 24 maggio, ove tutti i ristoratori aderenti possono offrire piatti cucinati con i prodotti del territorio e in particolare con le specialità dei produttori aderenti al progetto.

L’adesione all’iniziativa aumenta la visibilità della singola azienda, sfruttando un progetto regionale che valorizza il territorio attraverso i suoi sapori e profumi, e consente di inserire i prodotti e i servizi in una comunicazione legata alla biodiversità e alla valorizzazione delle tradizioni locali.

Quest’anno il progetto è stato costruito per migliorare la collaborazione tra Ente-Parco, ristoratori e produttori.

L’incontro si terrà martedì 12 marzo, alle ore 14.00 presso la Sede operativa dell’Ente di gestione delle Aree protette del Po vercellese-alessandrino (viale Lungo Po Gramsci 10 – Casale Monferrato).

Con il supporto dei consulenti del consorzio COREP (Consorzio per la Ricerca e l’Educazione Permanente), cui la Regione Piemonte ha affidato l’incarico di assistere gli Enti-Parco nella programmazione della prossima edizione di Parchi da Gustare 2019, si presenterà la bozza del protocollo di adesione.

Durante la riunione, inoltre, saranno forniti gli strumenti necessari per aumentare la visibilità delle diverse aziende sul territorio. Ci sarà infatti un momento di formazione sull’utilizzo dei canali social Facebook e Instagram e saranno fornite indicazioni per la creazione di brevi video stories o dirette Facebook, ad oggi di grande immediatezza ed efficacia.

E per chi lo vorrà si potrà già firmare il protocollo di adesione al progetto Parchi da Gustare!

Per approfondimenti: http://www.piemonteparchi.it/cms/index.php/parchidagustare

Informazioni:
Aree protette del Po vercellese-alessandrino – e-mail sportello@parcodelpo-vcal.it, tel. 0142457861

Le registe tedesche sullo schermo all’Acit Film Forum, di Lia Tommi

Alessandria: La presenza femminile nel cinema tedesco, tradizionalmente legata alla recitazione e al fascino delle sue grandi attrici, registra un crescente numero di donne impegnate come registe, autrici di importanti film, spesso di grande successo, con una straordinaria originalità e diversità di temi e linguaggi. alla più recente produzione delle registe tedesche è quindi dedicato questo ciclo dell’Acit Film Forum.

Lunedì 11 marzo, ore 21,15, Kirschblüten – Hanami (Ciliegi in fiore), Doris Dörrie, 2008, 127 min, verrà  proiettato  all’Associazione Cultura e Sviluppo,  Piazza De André,  Alessandria .

Una coppia di anziani bavaresi intraprende un viaggio attraverso Germania e Giappone, rivedendo i figli ormai cresciuti e dando vita a un poetico interrogarsi sul senso dell’amore. Raccontato con grande leggerezza da Doris Dörrie, nota in Italia per la sua commedia brillante Uomini. Magistrale interpretazione di Elmar Wepper, recentemente visto all’Acit Film Forum in Dreviertelmond, che gli è valso anche in questo film il Deutscher Filmpreis come miglior attore protagonista.

Introduce la proiezione Barbara Rossi, docente di cinema e presidente dell’associazione La Voce della Luna. Tutti i film sono in versione originale con sottotitoli in italiano. Ingresso libero fino a esaurimento posti.

La giornata internazionale delle donne

Creando Idee

L’idea di una giornata internazionale della donna nasce nel febbraio del 1909 negli Stati Uniti. Dai documenti del congresso non sono chiare le motivazioni che spinsero alla scelta di quella data, l’8 marzo. Alcune tradizioni fanno anche riferimento a un episodio drammatico accaduto negli Stati Uniti, nel 1857, quando alcune operaie chiuse in fabbrica dal padrone perché non partecipassero a uno sciopero, persero la vita a causa di un incendio.In Italia e altri Paesi si è fatto spesso riferimento a un presunto episodio  avvenuto a New York l’8 marzo del 1911, quando nel rogo di una fabbrica di camicie persero la vita 134 donne. Sembra però che la fabbrica fosse inesistente e che un drammatico rogo avvenne effettivamente, ma in febbraio. La scelta dei fiori gialli della mimosa risale invece al 1946: le organizzatrici delle celebrazioni a Roma cercavano infatti un fiore che fosse di stagione e costasse poco: la

View original post 2 altre parole

“Women: la forza dell’impossibile” inaugurata oggi al Caffè Alessandrino, di Lia Tommi

Alessandria: Inaugurata al Caffè Alessandrino, nell’ambito della Rassegna “Arte diffusa”, dell’Associazione Libera Mente- Laboratorio di Idee, la mostra dell’artista Serena Bruzzone: ” Women: la forza dell’impossibile “.

L’Artista vuole rendere omaggio alle donne e alla loro forza attraverso illustrazioni realizzate con tecnica mista, scegliendo soggetti particolari di cui evidenzia i tratti forti del viso e le intense espressioni degli occhi che custodiscono storie diverse.

Realizza prettamente illustrazioni o all’occorrenza quadri, ritratti femminili, volti a valorizzare non solo l’estetica , ma anche l’espressivita’ e le caratteristiche peculiari del soggetto. Nell’ultimo anno ha sviluppato una forte preferenza per le fashion o beauty, illustrations, ovvero le illustrazioni ispirate dal mondo della moda e da tutto cio’ che ruota attorno (photo shoot, sfilate, servizi apparsi su riviste del settore, make up art). Del resto la moda e l’arte del make up sono da sempre due enormi fonti di ispirazione , se intesi come tutto ciò che è connesso con la bellezza, i volti, i tratti particolari , esaltando alcune caratteristiche, cambiando, osando, trasmettendo anche qualcosa in piu’.

La ricerca estetica predilige l’enfatizzazione degli occhi; nei ritratti femminili vengono mantenute le particolarità e le caratteristiche reali delle persone, evidenziando le parti più belle e significative dei loro volti.

Sono state ritrarre 16 donne, 16 storie diverse accomunate da forza di volonta’, impegno, determinazione, ma anche da una forte componente umana e un’incredibile sensibilita’.

Cinema Macallè: proiezioni 8-12 marzo

Castelceriolo (AL): QUESTA SETTIMANA AL CINEMA MACALLE’:

Domenica 10 Marzo 2019
MiniMaratona Macallè – Due Film e Piccolo Buffet € 15

Ore 16.00 SEDOTTA E ABBANDONATA (1964) con Stefania Sandrelli

Ore 18.00 Piccolo Buffet

Ore 18.30 A QUALCUNO PIACE CALDO (1959) con Marilyn Monroe

POSSIBILITA’ DI ASSISTERE A SINGOLA PROIEZIONE INGRESSO € 5

Domenica 10 marzo ore 21.00 IL PROFESSORE CAMBIA SCUOLA
TRAILER https://youtu.be/TkC6ABa9xSw

Lunedì 11 marzo ore 21.00 UN VALZER TRA GLI SCAFFALI

Martedì 12 marzo ore 21.00 UN VALZER TRA GLI SCAFFALI

INGRESSO 5 € – INFO 334 9488905
Cinema Macallè – Via Marsala 1/A – Castelceriolo, Alessandria
Info 0131 585001 / 334 9488905

Comunicato stampa

Giovani “over 60”: a Novi Ligure laboratori all’insegna della creatività

A Novi Ligure proseguono le iniziative rivolte alla terza età: la cooperativa sociale Azimut, nell’ambito del progetto Resto a Casa, realizzato in collaborazione con il Comune di Novi Ligure e finanziato dalla Unicredit Foundation, organizza degli incontri ricreativi di découpage, lavori con la lana, colori e tanto altro.

Continua a leggere “Giovani “over 60”: a Novi Ligure laboratori all’insegna della creatività”

Con i Lumi di Channukkah, Casale Monferrato a Matera e a Lecce

Dopo essere stata protagonista dell’offerta turistico-culturale della città in occasione di Expo 2015 ed essere stata esposta con successo alla Triennale di Milano e al Palazzo Ducale di Mantova in occasione di Mantova Capitale Italiana della Cultura, la prestigiosa collezione dei Lumi di Channukkah della Comunita Ebraica di Casale Monferrato sarà coinvolta con un nuovo ciclo di esposizioni in contesti di grande visibilità.

Continua a leggere “Con i Lumi di Channukkah, Casale Monferrato a Matera e a Lecce”

Come riconoscere la frutta fresca

Creando Idee

Al supermercato o dal fruttivendolo è impossibile resistere alla tentazione dei colori sgargianti e del profumo dolce della frutta. Spesso ci si trova a fare scorte di queste delizie. Il problema è che molte volte è difficile che la frutta duri a lungo, soprattutto se la acquistiamo non proprio fresca e ci si ritrova a dover buttare via alcuni prodotti che marciscono prima del tempo. Ecco alcuni consigli e segreti che permettono di riconoscere e conservare la frutta fresca nel miglior modo. Prima di tutto è indispensabile acquistare la frutta da commercianti di fiducia che siano in grado di garantire la freschezza del prodotto .E’ importante controllare sempre il tono della frutta: al tatto e alla vista la polpa deve essere soda e non devono essere presenti ammaccature o zone scure. Osservate bene il colore della buccia, potrete così rendervi conto se il frutto è abbastanza maturo oppure troppo…

View original post 45 altre parole

Coriandoli e diamanti

Diario di una Zingara

Siamo andati al carnevale, quello poco caotico adatto ai bambini.

Contro ogni aspettativa e contro ogni mia volontà.

Leone ha indossato un costume da clown che risale, più o meno, al 1998 ed ha iniziato a piangere. Bene, buon sangue non mente e possiamo tornarcene casa.

E invece no. Perché l’indole di mamma chioccia che si sta facendo strada da quanche parte nel mio io ha insistito per portarlo dagli altri bambini, che si sarebbe divertito.

Siamo arrivati e, da pignolo che è, ha iniziato a togliere i coriandoli dalle spalle degli altri bambini. Le pulizie sono durate più o meno 5 secondi: il tempo di capire che poteva anche lanciarli, oltre che spazzolarli.

Abbiamo passato quasi tre ore a lanciare coriandoli, raccogliere stelle filanti, ballare Baby Shark, lanciare coriandoli.

Quell’istinto aveva ragione: Leone si è divertito molto. Ma la parte più inaspettata è che mi sono divertita anche io.

View original post 25 altre parole

Omaggio a Lucio Dalla per l’ 8 marzo; di Lia Tommi

Futura – Omaggio a Lucio Dalla – Live@Calciotto Ven 08/03/2019
8 marzo , ore 21

Calciotto Vignagrande – Castelceriolo Alessandria
Via Vignagrande 25
Festa della Donna insieme alle canzoni di Lucio Dalla!!

La definizione di “omaggio” anziché il classico “tributo” è stata inserita perché la proposta non vuole essere un’imitazione di Lucio Dalla (che potrebbe anche risultare irriverente e fuori luogo); viene quindi proposto un omaggio, sono stati cioè presi i migliori e più famosi brani della produzione del cantante (con parecchi spunti anche dalle collaborazioni avute con altri artisti, quali Morandi, De Gregori, Stadio, Ron, Bersani), con una parziale rivisitazione in chiave un po’ più rock (non si può dire moderna, visto che Dalla era già più che moderno negli anni Sessanta…), ripresa sempre dagli arrangiamenti live di Dalla; non mancano comunque alcuni storici brani più lenti ed emozionali.

Lo spettacolo, della durata di un paio d’ore, è composto da una ventina di brani, accompagnati dalla proiezione continua di videoclip dei singoli di Lucio Dalla e soprattutto di estratti live (tra cui anche brani tratti dai famosi tour Banana Republic e Dallamorandi), in sincrono con la musica, il tutto intervallato da alcuni brevi momenti per spiegare l’origine di qualche pezzo o da aneddoti legati all’epoca di scrittura dei testi, illustrati dal cantante o da video dello stesso Lucio, in modo da rendere ancor più globale il coinvolgimento visivo del pubblico. Si tratta quindi di un concerto da ascoltare, da vedere, divertente e mai banale.

Sydney Ellis e Henry Carpaneto Quintet sabato al Macallè

Sabato 09 Marzo 2019

Sydney Ellis feat. Henry Carpaneto Quintet
Cinema Macallè – Alessandria, Castelceriolo
Apertura Porte ore 21,00
Inizio Concerto ore 22,00
Ingresso € 15
Info e Prenotazioni 389 422 61 72

Formazione:
Sydney Ellis voce
Henry Carpaneto piano, hammond
Pietro Martinelli basso
Marcello Borsano batteria
Andrea Pititto chitarra
Paolo Maffi sax

Note :
Sydney Ellis torna al Cinema Macallè dopo la sua partecipazione al “MacallèBluesFestival” del 2006. Da oltre 25 anni sui palchi di tutto il mondo la sua musica che deriva dalla eredità nativa afro-americana. Sydney Ellis propone un repertorio musicale che prende spunto dai suoi grandi maestri quali : Dinah Washington, Nina Simone, Muddy Waters, Louis Armstrong, Nat King Cole, Nancy Wilson, Mahalia Jackson e Bessie Smith oltre al suo repertorio originale.

La splendida voce di Sydney Ellis verrà accompagnata da Henry Carpaneto con il suo Quintetto.
Henry Carpaneto Nominato Best European Blues piano player dalla rivista specializzata “Blues feelings” è uno dei pianisti più interessanti nel settore. Ha partecipato e si è esibito in molti eventi in tutta Europa e negli Stati Uniti. Da quest’ultima tournè ne è nato “Voodo Boogie” un progetto discografico che vede come special guest Bryan Lee, istituzione di New Orleans, Tony TC Coleman, Otis Grand.

Moltissime le collaborazioni nazionali di Henry Carpaneto: Fabio Treves, Paolo Bonfanti, Max Lugli, Umberto Porcaro, ed internazionali, tra i quali Otis Grand, Jerry Portnoy (armonicista della Muddy Waters Band e di Eric Clapton) Bryan Lee, Tony “TC” Coleman (Batterista di BB King) Deitra Farr, Lea Gilmore, Big Pete Pearson, Keith Dunn, Sonny Rhodes, Paul Reddick.

Il Concerto fa parte di “Ad occhi aperti. Suoni, immagini, parole” , programma di manifestazioni per celebrare i 10 anni di me.dea Onlus – contro la violenza sulle donne.

Il Cinema Macallè ringrazia per la collaborazione e il sostegno alla stagione Alegas e Al51puntolab.

Comunicato stampa

Mario Bocchio Scelta Civica: Criminalizzare Fabbio a fatto comodo a molti

Alessandria: “Il dissesto del Comune di Alessandria non c’era? Noi lo sapevamo già, al di là del pronunciamentodella Corte dei Conti. Ma in fondo criminalizzare l’ex sindaco Fabbio ha fatto comodo a molti, non solo agli avversari come Rita Rossa, ma anche a un parte dei suoi presunti sostenitori”. Ad affermarlo è l’ex consigliere comunale Mario Bocchio, oggi esponente di Scelta Civica .

Mario Bpcchio

“Io rivendico senza se e senza ma la valenza dell’operato di Fabbio, non sono un ipocrita, visto che non mi sono mai tirato indietro allora in Consiglio comunale e poi successivamente, ma mi corre l’obbligo, in primo luogo per onestà intellettuale, rilevare come prima dell’affondo del Centrosinistra, Fabbio sia stato pugnalato alle spalle da una parte dei suoi, che non hanno fatto nulla per difenderlo, anzi gli hanno dato quella spintarella necessaria per farlo cadere, visto che per la sua statura politica faceva ombra a parecchi. Cosa hanno fatto i vertici di Forza Italia, Lega Nord e al tempo Alleanza Nazionale per affrontare la situazione di Alessandria? Nulla” aggiunge Bocchio.
Che conclude: “Anche dopo è stato comodo continuare a stare in silenzio, visto che in fondo il presunto colpevole era stato dato in pasto ai leoni.

Un silenzio che ha fatto comodo a molti anche per determinare scelte e strategie politiche. E lo posso dire con giusta causa, visto che proposi all’allora candidato sindaco Cuttica di Revigliasco di parlarne in campagna elettorale e lui mi rispose che sarebbe stato meglio soprassedere. Così pure successivamente, quando ho suggerito all’allora vicepresidente del Consiglio comunale Piervittorio Ciccaglioni di parlarne in occasione dell’intervento di insediamento: lui lo fece, ma poi l’assessora al Bilancio Cinzia Lumiera se ne risentì, dicendo di lasciar perdere.

Oggi è bene pretendere che il sindaco Cuttica, che ai tempi dell’Amministrazione-Fabbio era il presidente del Consiglio comunale, faccia pubblica chiarezza, assumendo anche delle opportune iniziative. Va preteso. Troppo comodo tirarsi indietro: la Lega allora faceva parte della maggioranza, anche se poi aveva tentato in maniera artistica – passatemi il termine – di tirarsi indietro. Fabbio lo aveva capito e l’aveva estromessa dalla Giunta. L’ambiente si avvelenò ulteriormente. Sfido chiunque a smentirmi.

foto: https://mazzetta.wordpress.com

Si chiamerà Futura, di Cristina Saracano

8 marzo Cisl AL Cristo8 marzo donne acqui scuola.jpgIn occasione della Giornata internazionale della Donna 2019  il Coordinamento Donne della Cisl e Fnp Alessandria-Asti organizza le iniziative:

 

– 8 marzo ore 9-12 ad Acqui Terme (AL) nell’ex piazzetta Forlini “Donna in fiore“; con il supporto della classe 4a dell’Istituto scolastico “S.DEFENDENTE” verranno realizzate attività grafico-pittoriche in aula sul tema “Parità/disparità di genere”
– 11 marzo ore 10-11 ad Alessandria presso la sede Cisl nel quartiere “Cristo” (Corso Acqui 103)  “I diritti della donna in un percorso storico, giuridico e sociale

 

con l’obiettivo sensibibilizzare la cittadinanza sulla lotta contro discriminazioni e violenza di genere dentro e fuori i luoghi di lavoro, una battaglia su cui tenere accesi i riflettori ogni singolo giorno.
Info e documentazione “Si chiamerà Futura”https://www.cislpiemonte.it/alessandria-asti/stop-discriminazioni-violenza/

L’NDEFINITO di Silvia Cozzi

L’INDEFINITO
Le nuvole minacciano il sereno.
Il giorno è opaco, spento e un nuovo sole
cerca di farsi varco in mezzo al cielo
ma ha perso nella nebbia il suo splendore.
Dal finestrino dello stesso treno,
osservo un po’ assonnata lo scenario;
sembra un mattino pallido e banale,
rinchiuso in una vita sempre uguale
di cui testarda cerco ancora il senso
scrutando con lo sguardo l’infinito.
Nel vago ora mi perdo
in un disegno astratto e indefinito.
SC

l'indefinito

 

RITORNANO L’8 MARZO! A Novi Ligure – di Marina Vicario

Che ne sapete voi che pensate che l’8 marzo sia solo la festa della donna? Una buona occasione invece è quella di infilarsi al teatro DAI LUCEDIO dove ne sentirete delle belle! Un’ esilarante proposta da non perdere! Un 8 marzo con il sorriso e ovviamente con un cast totalmente femminile!


IL SESSO COME NON L’AVETE MAI SENTITO è un “triologo” in scena per l’ennesima volta in occasione della festa della donna lvenerdì 8 marzo (h.21,00), presso il Salone Teatro DAI LUCEDIO in Via Verdi 138 a Novi Ligure.
Si tratta di una vera lezione di educazione sessuale affrontata, però, in maniera ironica e spesso paradossale. Il testo affronta le consuetudini e i luoghi comuni che riguardano gli approcci sessuali fra maschi e femmine.
Il punto di vista è soprattutto quello femminile a discapito della credibilità sessuale che hanno gli uomini.

In scena le attrici (by I Pochi) Katia Sparnacci, Olga Pezzan e Concetta Inneo.
Elaborazione drammaturgica e regia di Francesco Parise.

I posti disponibili nel Salone Teatro DAI LUCEDIO sono pochi, pertanto è consigliabile prenotare subito telefonando al numero 3391155457, oppure inviando una mail all’indirizzo dailucedio@hotmail.it. Per le signore il costo del biglietto è di soli 5 euro

EVENTO FACEBOOK:
https://www.facebook.com/events/433167230756759/

Intervista a Valentina Bonanno, di Cristina Saracano

Valentina Bonanno, appassionata di storia dell’arte, dopo aver pubblicato un volume tutto dedicato all’arte alessandrina, si è nuovamente presentata al pubblico con un libro intitolato “Musei e luoghi d’arte in Monferrato”.

Come si capisce dal titolo, questa volta si spazia in una zona un po’ più ampia: il Monferrato. Per scrivere tutto ciò, Valentina si è documentata con l’aiuto di alcuni amici: Stefano Poncino, per la zona di Asti e Maria Luisa Pirrone e David Turri per l’alessandrino.

La sua passione nasce lavorando nei musei, per soddisfare la sua curiosità, Valentina effettua una ricerca capillare attraverso le biblioteche, e anche qui, incontra persone molto disponibili ad accompagnarla in quest’avventura.

Le domando “A chi potrebbe interessare un libro del genere”

La sua risposta è: ” A chi vuole avere una conoscenza generale del territorio, immediata rispetto a tanti libri meno specifici.”

” E per attirare altri lettori?” Lei risponde che si dovrebbe fare alfabetizzazione con l’arte, troppo spesso le persone osservano, ma non capiscono, non distinguono le differenze stilistiche, non sanno classificare le opere in base alle epoche storiche, sarebbe bello poter insegnare a leggere tutta la bellezza che abbiamo intorno.

Parlando di bellezza, Valentina cita la gipsoteca Monteverde di Bistagno, non molto conosciuta, ma ricca di statue a grandezza naturale di grande impatto sul visitatore, inoltre la cattedrale di Asti, bella e immensa, la più grande del Piemonte.

Monteverde, vissuto in un’epoca in cui le statue venivano meno apprezzate, merita più conoscenza, è possibile informarsi tramite internet per poter vedere quanto sia stato bravo.

Valentina è grata, ancora una volta a tutti quelli che l’hanno aiutata in questo percorso: è stato bello viaggiare attraverso l’arte, anche grazie alla disponibilità di moltissime persone.

Fare rete per allargare e diffondere la cultura, è fondamentale.

Allora è primavera

https://bonvinifranco.wordpress.com/2019/03/07/allora-e-primavera/

Gia proposta, ma visto che Primavera torna sempre ripropongo, vestita di nuovo

Allora è Primavera.

Quando ci prende il vento.
e ci porta con sè come aquiloni.
Nel cielo.
Quando il cielo si fa lago.
e il lago si fa specchio.
E dentro lo specchio i monti, e le colline,
e tu.
Quando le onde ti accarezzano
e, nascosti tra i monti, fioriscono i desideri.
Come boccioli.
Come primule.
Quando lei li guarda,
i miei desideri più nascosti.
Quando anche lei si guarda, in quel lago,
vestita dei miei desideri,
e si piace.
Quando le onde non son più acqua ma grano al vento.
e quando quel vento gira e gira
eporta i desideri a sbocciare e fiorire.

Quando anche lei si vede fiorire,
colma di quei desideri
e sboccia nel suo fiore più intimo e bello.
E si piace.

Allora sì che è Primavera.

2

Laboratorio operativo sui rifiuti per richiedenti asilo ; di Lia Tommi

AMAG Ambiente: venerdì laboratorio operativo sui rifiuti per richiedenti asilo

Sono 14 i partecipanti al Laboratorio che si terrà venerdì 8 marzo in AMAG Ambiente, nella sede di Viale Michel 44 ad Alessandria, gestito dalla cooperativa Semi di senape, e che si inserisce nel progetto Skill me UP!, promosso dalla cooperativa Cambalache, con il contributo della Fondazione Social.

Il progetto è rivolto ai un gruppo di richiedenti asilo e titolari di protezione internazionale, e intende far conoscere ai beneficiari i servizi e le opportunità del territorio. Il ‘filo conduttore’ è la cura del sé e dell’ambiente.

Interviene Fiorenzo Borlasta amministratore unico di Amag Ambiente: “L’iniziativa volta a sensibilizzare ulteriormente le tecniche di riutilizzo e riuso dei rifiuti, si inserisce nel quadro delle proprietà dettate dalla normativa europea e che spesso vengono dimenticate sia dagli operatori del settore che dalla collettività”.

L’intervento del Gruppo AMAG (che sostiene il progetto) consiste in un laboratorio di 3 ore (dalle ore 9 alle ore 12) presso la sede operativa di AMAG Ambiente. Il laboratorio prevede due momenti legati al tema dei rifiuti e della cura dell’ambiente:

– visita del centro di raccolta di viale Teresa Michel 44 (spiegazione del funzionamento del centro di raccolta, riflessione sull’importanza del riciclo dei rifiuti e della possibilità di ricreare oggetti grazie a questi tipi di lavorazioni, riflessione sullo spreco di oggetti e materiali e sull’abbandono di questi per strada)

– laboratorio pratico. con oggetti di riciclo si costruiranno delle piccole fioriere e dei vasi portafiori, da terra e da appendere.

Il progetto Skill me UP! stimola l’accesso dei richiedenti asilo e titolari di protezione internazionale a percorsi riabilitativi veicolando le opportunità mappate sul territorio e tramite l’attivazione di percorsi sperimentali di gruppo.

Questi percorsi sono volti a implementare specifiche skill, quali la comunicazione verbale e non, l’accesso e l’espressione delle proprie emozioni, l’interazione con altri, la cura di sé e dei propri spazi, le competenze professionali e la progettualità relativa al proprio futuro.

Nello specifico, il laboratorio Cura di Sé ha come obiettivo la promozione del benessere e del sapere prendersi cura della propria persona e dei propri spazi attraverso la metodologia proposta dalla riabilitazione psicosociale. Il percorso consta di cinque moduli, sia teorici sia esperienziali, sui seguenti argomenti: alimentazione, salute, ambiente, spazi personali, sport.

Per informazioni:

Ufficio Comunicazione Amag Ambiente
Tel. 0131 223215
E-mail: comunicazione@amagambiente.it

Un incontro per un settore agricolo più dinamico e in grado di crescere; di Lia Tommi

Coldiretti Alessandria

Un incontro per capire cosa cambierà per le nostre imprese:
“Quale futuro per la nuova Pac 2021-2027: proposte legislative e richieste del mercato”, si è svolto il 6 marzo all’Associazione Cultura e Sviluppo di Alessandria.

“Ciò che serve è costruire una nuova PAC più vicina all’agricoltura italiana che poggi su quattro pilastri: semplificazione, sburocratizzazione, gestione dei rischi di mercato in grado di implementare gli strumenti per rafforzare il ruolo degli agricoltori nella filiera. La PAC post 2020 dovrà promuovere un settore agricolo dinamico, capace di sostenere la cura per l’ambiente e l’azione per il clima, di stimolare la crescita e l’occupazione nelle aree rurali”.

Queste le parole del presidente Coldiretti Alessandria Mauro Bianco al termine dell’incontro che si è svolto questa mattina nei locali dell’Associazione Cultura e Sviluppo dal titolo “Quale futuro per la nuova Pac 2021-2027? Cosa cambia per le nostre imprese.”

A rappresentare le istituzioni l’assessore all’agricoltura del Comune di Alessandria Mattia Roggero che ha ribadito la disponibilità ad appoggiare iniziative in grado di portare crescita e beneficio al territorio.
Felice Adinolfi, docente all’Università degli Studi di Bologna e Stefano Leporati responsabile nazionale Politiche Economiche della Confederazione hanno tracciato gli obiettivi della nuova PAC, per un’agricoltura capace di resistere ai cambiamenti, soprattutto quelli del mercato, sostenibile e in grado di garantire la vitalità delle zone rurali.
Uno dei compiti della nuova Politica dovrà essere quello di incrementare l’utilizzo di nuove tecnologie in agricoltura, ancora poco diffuso in tutta la UE, soprattutto da parte delle piccole e medie imprese. Perché ciò avvenga è necessario avviare azioni finalizzate a sostenere l’innovazione e diffondere la conoscenza, rafforzando le iniziative di consulenza in campo che aiutano le imprese a creare sinergie e a condividere esperienze e competenze.
“La PAC dovrà svolgere un ruolo maggiore nell’orientare gli agricoltori verso le più evidenti richieste del mercato. – ha aggiunto il presidente Bianco – Per questo, c’è la necessità di rafforzare gli investimenti nella ristrutturazione, modernizzazione, diversificazione delle aziende agricole e nella diffusione di nuove tecnologie, come ad esempio l’agricoltura di precisione e il conseguente utilizzo intelligente dei big data, al fine di migliorare la loro competitività e dinamicità”.
La PAC post 2020 dovrà anche affrontare in maniera efficace alcuni problemi strutturali che affliggono le aree rurali, in primis quello della carenza di lavoro e del conseguente abbandono dei territori da parte dei giovani. Per la crescita dell’occupazione si propone di intensificare gli investimenti per migliorare la connettività e i servizi di base, di supportare la crescita di nuove filiere rurali, di esperienze di bioeconomia ed economica circolare, dell’utilizzo dei sottoprodotti del settore agroalimentare e della silvicoltura per le bioindustrie e di contribuire al mantenimento dei servizi sociali essenziali nei territori rurali attraverso forme innovative di gestione dell’azienda agricola.
Ma quali le principali novità? “Le proposte per la riforma della PAC 2021-2027 introducono numerosi e rilevanti cambiamenti che riguardano la natura degli interventi ma soprattutto definiscono nuove funzioni per le istituzioni nazionali e regionali deputate al disegno e all’attuazione delle misure. – ha sottolineato il Direttore Coldiretti Alessandria Roberto Rampazzo che ha moderato l’incontro – Nello specifico le proposte indicano i nuovi strumenti della PAC: pagamenti diretti, sviluppo rurale e misure di mercato. Ovviamente non si può essere contenti della diminuzione costante delle risorse. Quando in Europa è stata pensata la Politica agricola comune, era la prima voce in termini di bilancio di cui impegnava circa l’80 per cento. Perché oggi ci dovremmo accontentare? Siamo appena sopra il 30 per cento del bilancio comunitario. L’agricoltura è l’unico settore produttivo rispetto ad altri che non può avere finanziamenti di carattere nazionale. Tutti gli altri sì, noi no. Ecco perché la Pac va rivista e ripensata”.
Dall’incontro, che è stato l’occasione anche per spaziare su tematiche di stretta attualità agricola, è emersa una certezza: prima del 2022 non avremo una nuova proposta, nel frattempo i 2.500 emendamenti presentati attendono parere dalla Commissione Comagri.

Sensitive Portrait Box di Ando al Di Noi Tre; di Lia Tommi

Sabato 9 marzo , dalle ore 20

SPB di Ando (Sensitive Portrait Box) al Di Noi Tre
Via Plana 15, 15121 Alessandria

Henri Cartier-Bresson disse che “Le fotografie possono raggiungere l’eternità attraverso il momento” Anais Nin scrisse che “la musica fonde insieme tutte le singole parti del nostro corpo” Con la SPB (Sensitive Portrait Box) si uniscono le due definizioni delle due arti: la fotografia e la musica. La SPB è una grande scatola nera in cui chi entra si isola dal mondo esterno per poter poi sentire solo la musica e liberare le proprie sensazioni che prova ascoltando una canzone. Tutti noi, quando ascoltiamo una musica, una canzone, proviamo delle emozioni, e il nostro viso subisce delle mutazioni, abbiamo inconsciamente dei cambi di espressione che possono essere impercettibili o evidenti. La SPB catturerà proprio questi cambiamenti. Il soggetto viene fotografato due volte, una prima volta appena si posiziona nella scatola, il secondo scatto cattura la reazione a una canzone. La scelta della canzone sarà casuale, perché l’importante è la reazione, potrà essere quindi una reazione nostalgica, allegra, di sorpresa o anche di disapprovazione nel caso in cui la canzone non sia gradita. (c) tutti i diritti riservati

ANDO free street music photographer

Il cervello delle donne mostra più empatia verso il dolore altrui

ORME SVELATE

“Sento il tuo dolore”: è una frase che molti di noi hanno pronunciato una volta o l’altra. Tuttavia, il grado in cui percepisci effettivamente il dolore di un’altra persona può dipendere dal tuo sesso. Questo è stato un risultato chiave di uno studio recente dell’UCLA che ha studiato l’attività del cervello delle persone mentre reagivano alle immagini del dolore negli altri. I ricercatori, la cui ricerca è stata pubblicata sulla rivista Brain Structure and Function, discutono i risultati e le implicazioni dello studio. Hanno pubblicato un articolo alcuni anni fa rivedendo tutte le prove scientifiche sulle differenze sessuali nell’empatia, persino entrando nel regno animale, ed è stato un seguito naturale a quello studio. Nel rivedere la letteratura, una cosa che mancava davvero era un ampio studio che utilizzava l’imaging cerebrale per guardare all’empatia. I partecipanti si sono concentrati sullo scanner della risonanza magnetica e hanno visto un video clip di…

View original post 520 altre parole

La cittadina dei libri scozzese: Wigtown

Il Lettore Curioso

Buongiorno lettori! Oggi vi porto in uno delle mie mete preferite in assoluto, la meravigliosa Scozia!

Wigtown si trova nella regione di Dumfries & Galloway ed è una cittadina diventata famosa per le sue numerose librerie e una popolazione di appena mille abitanti. Spesso viene paragonata alla più famosa Hay-on-Wye, in Galles. A differenza di quest’ultima, Wigtown è però diventata città dei libri per risollevare la cadente cittadina, dopo la chiusura di due importanti stabilimenti che offrivano lavoro.

[foto wigtownbookfestival.com]

Oggi ospita il secondo più importante festival letterario della Scozia, che si tiene ogni autunno dal 1999. Il festival ha una durata di dieci giorni e ospita più di 200 eventi per adulti e bambini nel campo della letteratura, musica, cinema e arte.

A Wigtown si trovano dodici librerie, alcune delle quali vendono anche prodotti locali o hanno al loro interno una caffetteria. I visitatori hanno anche la possibilità di…

View original post 57 altre parole

Comunità psichiatrica

DIALOGHI APERTI

Immagine correlataComunità psichiatrica? Quanta paura e ignoranza viaggia nella mente delle persone ” normodotate ” riguardo, spazi e luoghi che ospitano persone ” diverse “. Troppo spesso si associa la Pazzia, come unica diagnosi che gli caratterizzano e di conseguenza bisogna socialmente emarginargli. 

Queste righe troppo sintetiche invitano tutti a riflettere sulla questione ” psichiatrica ” e cosa significa nascere psichiatrici oppure diventarlo, dopo una dignitosa vita cui si è legati, improvvisamente una grave depressione ( questione ancora non riconosciuta a livello sociale, culturale, politico ) oppure altre vicissitudini tristi, portano persone sane a gravitare  in grave patologie di cui difficilmente si può uscire. 

Hanno la morfologia dei nostri volti, una storia nel bene nel male da raccontare, una famiglia, desideri, passioni, voglia di andare in vacanza, di viaggiare . . . . . . . . . . . . . . . . Eppure siamo disposti a consideragli…

View original post 245 altre parole

Momenti di poesia. La TENEREZZA, di Stefano Capasso

Momenti di poesia. La TENEREZZA, di Stefano Capasso

la tenerezza

La TENEREZZA
fa volare in alto.

Fermati, Amore mio,
non andare via
perché con Te
ho avuto momenti
di gran gioia.

Fermati, Amore mio,
non andare via,
perché a Te vicino
ancora mi emoziono.

Come Naufrago,
a Te mi aggrappo,
senza aver timore,
quando la tempesta ,attorno,
infuria.

Perciò ti dico :
se solo tu potessi
ben sapere
quanto forte per Te
mi batte il cuore,
già questo basterebbe
a lenire mal pensieri,
come un’ Ancora
per non finire
in fondo al mare .

Semmai dovessi
sol pensare
di andare via ,
allontana tal follia
dai tuoi pensieri
ancor prima che Tu possa
la mia Anima squarciare.

Tutti i diritti riservati
copyright @
Autore Stefano Capasso

Immagini dal Web
Foto di Maran – ata’

Carabinieri di Acqui Terme: 2 minori denunciati per danneggiamento aggravato

Carabinieri di Acqui Terme: 2 minori denunciati per danneggiamento aggravato

Acqui Terme: Prosegue la particolare attività di contrasto dei Carabinieri di Acqui Terme nei confronti di minori spesso trovati in giro per la città a commettere reati.

logo2

Dopo i due arresti delle scorse settimane, per rapina impropria e per furto aggravato di due minori, questa volta a essere denunciati sono stati un sedicenne e un diciassettenne, uno italiano e l’altro rumeno, entrambi residenti in Acqui Terme.

I due, già noti alle Forze di Polizia per altre vicende, sono stati notati nell’atto di danneggiare una porta del Liceo Classico Parodi di Acqui Terme.

I militari dell’Aliquota Radiomobile hanno fermato i ragazzi e hanno constatato che, con oggetti contundenti, verosimilmente pietre, stavano colpendo e danneggiando la porta posteriore dell’istituto.

Sottoposti a perquisizione, uno dei due è anche stato trovato in possesso di un coltello a serramanico posto sotto sequestro.

Per loro è scattato il deferimento con l’accusa di danneggiamento aggravato e porto abusivo di arma bianca.

Compagnia Carabinieri di Alessandria: maltrattava la moglie e i figli, arrestato

Compagnia Carabinieri di Alessandria: maltrattava la moglie e i figli, arrestato

Alessandria: Il 2 marzo u.s., i Carabinieri del Nucleo Radiomobile della Compagnia, in città hanno arrestato S.P., 40/enne cittadino albanese, pregiudicato, responsabile del reato di maltrattamento in famiglia nei confronti dei tre figli, due dei quali minori, nonché verso la  coniuge dalla quale è in fase di separazione. 

logo2

La donna già nel passato aveva presentato denunce contro il marito per ripetuti episodi di violenza fisica e psichica all’interno delle mura domestiche e l’ultimo epilogo è avvenuto nella serata del 2 u.s. allorquando l’uomo, dopo aver ripetutamente minacciato la donna di morte, cercava di entrare con la forza all’interno dell’abitazione della stessa.

Durante l’intervento dei Carabinieri, l’uomo manifestava inoltre evidenti segni di ubriachezza e forte alterazione, attuando nei loro riguardi una condotta violenta e minacciosa tale da ostacolarne  l’operato, motivo per il quale gli veniva contestato anche il reato di resistenza a pubblico ufficiale.

L’arrestato veniva pertanto associato presso la casa circondariale alessandrina in attesa dell’udienza di convalida celebrata in data 5 u.s., a seguito della quale l’A.G. alessandrina convalidava l’arresto e disponeva la misura cautelare personale dell’allontanamento dalla casa familiare ed il divieto di avvicinamento alla persona.

Questura di Alessandria: Show Cooking realizzato dalla Chef Stellato Jumpei Kuroda

Questura di Alessandria: Show Cooking realizzato dalla Chef Stellato Jumpei Kuroda

foto-jumpei-ristorante.jpg

Alessandria: In occasione del prossimo 8 Marzo è stata organizzata dalla Questura di Alessandria, per le donne della Polizia di Stato e  dell’Amministrazione Civile dell’Interno in servizio presso gli Uffici della Provincia, un particolare Show Cooking realizzato dalla Chef Stellato Jumpei Kuroda con la preziosa partecipazione della organizzazione Piero Pippo Event presso la splendida cornice dei saloni “Gino Amisano” di Alessandria.

L’incontro consentirà al sig. Questore di Alessandria, Dott. Michele Morelli, di evidenziare ancora una volta la passione e la dedizione di chi spesso opera sacrificando la sfera personale e familiare.

Gli organi di informazione sono invitati a partecipare all’iniziativa prevista per le ore 11,30.

Carabinieri Acqui Terme: smascherato dal cane Jackie, studente 20enne arrestato per detenzione ai fini di hashish e marijuana

Carabinieri Acqui Terme: smascherato dal cane Jackie, studente 20enne arrestato per detenzione ai fini di hashish e marijuana.

Acqui Terme: Nei giorni scorsi, i Carabinieri della Stazione di Acqui Terme, con l’ausilio dell’unità cinofila del Nucleo Cinofili di Volpiano, hanno tratto in arresto A. C., ventenne già noto alle Forze dell’Ordine, con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Acqui (droga e denaro)

L’evento si inserisce in un più ampio contesto di collaborazione tra l’Arma dei Carabinieri e l’istituto di formazione ENAIP della città della Bollente, caratterizzato da elementi iniziative volte sia alla prevenzione che alla repressione di ogni condotta illecita.

Diverse, infatti, gli incontri promossi dalla locale Compagnia Carabinieri volti a promuovere e diffondere la cultura della legalità.

Contrasto all’uso e allo spaccio di sostanze stupefacenti, al diffondersi del bullismo e/o del cyberbullismo, i temi trattati dal personale dell’Arma Acquese con i ragazzi delle diverse classi dell’istituto di formazione, al fine di renderli edotti sui rischi anche per quanto attiene ad aspetti di rilevanza penale.

Nell’ambito di questo più ampio progetto educativo, concordemente con l’istituto, è stata fatta intervenire un’unità cinofila antidroga per verificare l’eventuale presenza di stupefacenti al suo interno. Continua a leggere “Carabinieri Acqui Terme: smascherato dal cane Jackie, studente 20enne arrestato per detenzione ai fini di hashish e marijuana”

Momenti di poesia. L’ INCERTEZZA, di Mirella Ester Pennone Masi

Momenti di poesia. L’ INCERTEZZA, di Mirella Ester Pennone Masi

L'incertezza

L’ INCERTEZZA

Tu sei come foglia nell’aria
di un’alba che nasce
ti disperdi sospesa
in nitida impalpabile luce,
morbida e avvolgente
riflessa sull’acqua,

osservo
i tuoi capelli, le labbra
la quiete negli occhi,
le movenze sensuali;
sciolgono i nodi ritorti
il gelo del vento mutevole
che placa solare.

No, non posso essere io
quella a me tale, riflessa
in questa polla fluttuante
di pathos e inquietudine
fra i bagliori della notte,

come un ignoto arcobaleno
entri nei miei sogni segreti,
nel gioco delle attese
di onde e spume ialine
vaghe e fuggitive;

sei vampa di lieta primavera,
il tenero caldo respiro
che arpeggia l’incertezza
nel verde splendente,
e deplori il vano limitare
della mia pensosa solitudine

Mirella Ester Pennone Masi

foto web

Sulle tracce dei fantasmi a Napoli: Giuditta Guastamacchia

di Marie Morel

castel capuano

Napoli è una città in cui esoterismo e occulto sono palpabili.

Tra i vicoli e nelle case si sussurrano leggende, dicerie e superstizioni.

In bilico perenne tra sacro e profano, le storie misteriose sono parte integrante del bagaglio culturale di ogni napoletano.

Racconti di fantasmi, di miracoli, di alchimia e magia, che si intrecciano alla storia di questa città e che hanno ispirato e continuano ad ispirare artisti e scrittori.

Da Matilde Serao a Maurizio de Giovanni con il suo commissario Ricciardi, dal teatro di Eduardo De Filippo al cinema di Ferzan Ozpetek, si può attingere a piene mani al folklore partenopeo.

Una delle vicende in cui la storia diventa leggenda, è quella della bellissima e diabolica Giuditta Guastamacchia.

La donna si rese protagonista di uno dei più efferati delitti, riportati nelle cronache giudiziarie della fine del 1700.

Rimasta vedova giovanissima, con un figlio piccolo, Giuditta fu chiusa in convento dal padre, che non poteva mantenerla. Continua a leggere “Sulle tracce dei fantasmi a Napoli: Giuditta Guastamacchia”

Wi-Fi, cellulari e uso consapevole del Web

Wi-Fi, cellulari e uso consapevole del Web

Casale Monferrato: Lunedì 11 marzo alle ore 17, nella Sala Consiliare del Palazzo Municipale, si terrà “Wi-Fi Why? Cellulari, campi elettromagnetici e dintorni”, un incontro rivolto in maniera principale ai genitori e dedicato alla trattazione di vantaggi e rischi prodotti da wi-fi e campi elettromagnetici.

locandina_wifiWeb Indipendente Casale

Vi prenderanno parte il dottor Corrado Rendo (medico competente degli istituti scolastici cittadini), il dottor Giovanni d’Amore (ARPA), il dottor Gian Piero Godio (Responsabile Energia Legambiente Piemonte) e la professoressa Maria Assunta Prato (AFEVA).

All’incontro, a partecipazione gratuita, l’amministrazione sarà rappresentata dall’assessore all’istruzione Ornella Caprioglio e dall’assessore all’ambiente ed ecologia Cristina Fava.

Da lunedì 11 a giovedì 14 marzo, al Salone Tartara (piazza Castello), sarà inoltre allestita la mostra-laboratorio “Web (in)dipendente… Arriva a Casale” dedicata ai temi dell’uso scorretto del web e dei pericoli che ne conseguono. Continua a leggere “Wi-Fi, cellulari e uso consapevole del Web”

Momenti di poesia, di Cesare Moceo

Momenti di poesia, di Cesare Moceo

…in attesa del controllo di Noel…che faccio ?..scrivo…

Cesare Moceo

Tra versi d’uccellini festanti

Miscugli di sensazioni

mai immaginate

provo nel mio desiderare
una diversità di vita

che annulli ciò che mi da contro
nel piacere d’averlo incontro

Di viver finalmente
qualcosa di diverso e di vero

che non resti intorpidito

dalla solita monotonia
d’opachi raggi di vita

o dalla tenue brezza
che annuncia ancor l’inverno

spandendosi maligna

tra gl’inferni delle menti
di chi pensa solo

al suo rozzo e inutile fragore
.
Cesare Moceo poeta di Cefalù
Destrierodoc @ Tutti i diritti riservati

Momenti di poesia. Il SUSSURRO DELL’AUTUNNO,di Mirella Ester Pennone Masi

Momenti di poesia. Il SUSSURRO DELL’AUTUNNO,di Mirella Ester Pennone Masi

Il sussurro

Il SUSSURRO DELL’AUTUNNO

Sempre tenero è il mattino che mi desta.
Se guardo laggiù, vedo i verdi monti
e l’orizzonte mi appare più bello.

Nel campo d’autunno c’è un sussurro
dolce è la musica, più sublimi le note:
ah, che immagini io vo ancor mirando!

E che storditi echi e amati silenzi, sento,
e quel morir a me par agitarsi in petto;
mi rapisce l’eterna accesa primavera.

Se odo stormire le fronde al vento
che giunge dal mare e smussa l’onde:
che m’importa delle stagioni morte?

Il nuovo mi regala l’immensità più dolce!
È di novembre la mia voce, non ho età
sono solo la fretta nell’inverno che va.

Mirella Ester Pennone Masi

foto web

Momenti di poesia. PAROLE FORTI, di Mirko Bertelli

Momenti di poesia. PAROLE FORTI, di Mirko Bertelli

Parole forti

PAROLE FORTI

Sei forte
Le tue parole vincono ma possono anche perdere
Accettale come vengono
Prendile per mano
Ti porteranno lontano
Usale con prudenza
Ti distinguerai
Le scrivi con amore
Le dipingi per vederle meglio
Ti fanno entrare in posti sconosciuti
Misteriose come i tuoi occhi
Sei fragile se non le pronunci
Ti sussurrano dolcemente le notti
Sognale
Loro ti toccheranno la pelle
Ti serviranno per colorare il sole
Ti aiuteranno se non sai vestirle
Chiamale cortesemente
Gradiranno la tua onesta’
Loro sono abbracci immensi
Giorni sereni
Lasciale parlare
Ti ameranno

M.Bertelli

Dipinto mio Parole forti

Momenti di poesia. Le regole della croce, di Rosanna Gazzaniga

Momenti di poesia. Le regole della croce, di Rosanna Gazzaniga

Le regole della croce
conoscono il vento dell’infanzia
gli odori teneri dei bambini
il buio secco della dispensa sicura
e quello strano del pozzo
che custodisce la luna.

Ti ho sognata sai, tu eri l’angelo
che porgeva il fiele per farmi guarire
me lo mettevi sugli occhi, nelle orecchie
ovunque.

I tuoi esempi erano gesti teneri
e parole dure non raffinate
erano semi in un sacco
grano da sbriciolare per saperne cogliere
nutrimento ed energia.

Da bimba vi tuffavo le mani
alcuni li assaggiavo, incollavano la lingua
suggerivano prudenze, parole sottili
silenzi da inghiottire. Poi strada facendo
li ho tutti dimenticati.
5/3/19
https://elisafalciori.wordpress.com/…/le-regole-della-croce/