Giornata dedicata al tema dell’autismo con Gianluca Nicoletti, di Lia Tommi

Sabato 16 marzo giornata dedicata al tema dell’autismo con Gianluca Nicoletti

Casale Monferrato: Sabato 16 marzo sono in programma due diversi appuntamenti a partecipazione gratuita dedicati alla trattazione del tema dell’autismo con protagonista il giornalista, scrittore e conduttore Gianluca Nicoletti.

Alle ore 9, al Cinema Multisala Cinelandia, verrà proiettato il film “Tommy e gli altri”. La proiezione, riservata in via principale agli studenti delle scuole superiori della città, agli operatori sanitari e agli insegnanti di ogni ordine e grado, ma aperta fino ad esaurimento posti a tutti gli interessati, sarà seguita da un dibattito alla presenza dello stesso autore. Nel corso della mattinata inoltre verrà presentato il progetto dedicato all’autismo “Scuola di vita, scuola di lavoro”, coordinato dal Comune con la collaborazione di ASL-AL, ANGSA (Associazione Nazionale Genitori Soggetti Autistici), I Care Family Onlus, For.Al. (Consorzio per la Formazione Professionale dell’Alessandrino), Anffas Casale Monferrato ed Ente Trevisio.
Sempre sabato 16 alle ore 17, nella Cappella del Castello dei Paleologi, Gianluca Nicoletti presenterà il suo ultimo libro “Io figlio di mio figlio” pubblicato da Mondadori nel 2018.

Gianluca Nicoletti si occupa attivamente di diffondere cultura sull’autismo e la neuro diversità. Dal 2013 ha scritto tre libri sulla sua esperienza di padre del figlio autistico Tommy, ha realizzato il film “Tommy e gli Altri”, ha progettato e gestisce il portale d’informazione sull’autismo http://www.pernoiautistici.com con contributo del MIUR. È presidente della Onlus Insettopia che s’impegna per creare e sostenere progetti capaci di fornire servizi utili alle famiglie dei soggetti con autismo.

Le eccellenze piemontesi approdano al Parlamento Europeo ; di Lia Tommi

LE ECCELLENZE PIEMONTESI APPRODANO AL PARLAMENTO EUROPEO CON “MADE IN PIEMONTE”

L’evento, organizzato dall’eurodeputata del MoVimento 5 Stelle Tiziana Beghin, si è diviso tra una tavola rotonda in cui si è discusso di internazionalizzazione del brand “Piemonte”, e un cocktail con degustazione di prelibatezze locali ed esposizione di prodotti d’alto artigianato.

Il 6 marzo si è tenuto, a Bruxelles, “Made in Piemonte: Eccellenze in Movimento”, evento organizzato dall’eurodeputata del MoVimento 5 Stelle Tiziana Beghin.

La prima parte della giornata è stata dedicata a una tavola rotonda presso il Parlamento europeo, suddivisa in due panel: nel primo sono intervenuti Roberto Moncalvo, presidente di Coldiretti Piemonte, Tino Cornaglia, presidente di Banca d’Alba, e Roberto Berruti, responsabile delle politiche agricole della Rappresentanza Permanente d’Italia presso l’UE. La discussione si è sviluppata sul ruolo che istituzioni, enti e imprenditori possono recitare per la promozione e l’internazionalizzazione del brand “Piemonte”. Nella seconda sessione, invece, lo spazio è stato riservato a Roberta Ceretto, dell’omonima azienda vinicola, Mattia Fiorindo, di FIMA Carlo Frattini, e Sergio Capaldo, presidente del Consorzio di Allevatori “La Granda”: tre case history di successo che hanno fatto conoscere al mondo intero il nome del Piemonte, e che sono state supportate dai dati forniti dal Prof. Florindo Carniato dell’Università di Pavia.

“È da tempo che avevo in mente questa giornata – spiega Tiziana Beghin -, da un lato per raccontare agli operatori le azioni fatte dal Parlamento europeo per aiutare le eccellenze del nostro territorio e proteggerle da squilibri determinati da eccessive importazioni, come nel caso notissimo del riso; dall’altro per raccogliere informazioni da chi oggi sta già vivendo l’internazionalizzazione, e può essere da sprone per altri imprenditori. In un’era in cui la globalizzazione ha reso la concorrenza sempre più spietata, ritengo fondamentale arrivare a un lavoro di grande convergenza nelle filiere dei diversi settori per promuovere fuori dall’Italia un’identità forte del Piemonte, creando un brand che sia immediatamente riconoscibile nel mondo.”

A seguire, si è tenuto un cocktail presso la sede della Regione Piemonte con degustazione di prelibatezze locali ed esposizione di prodotti d’alto artigianato. Le aziende che hanno portato le loro eccellenze a Bruxelles sono: Ceretto, La Granda, Marenco Vini, Mezza – Diqui, By Bagnod e Mandrile Melis per il settore enogastronomico, e Manifattura Domodossola, Mediterraneo Jewels e FIMA Carlo Frattini per quello manifatturiero.

WebGirls: interviste a donne protagoniste che hanno trasformato una passione in attività lavorativa, di Lia Tommi

L’evento, organizzato dalla Camera Sindacale Territoriale UIL di Alessandria, intende promuovere un approfondimento sull’ affermazione di nuove carriere e sull’evoluzione delle professioni tradizionali anche grazie al web.

Verrà dato quindi spazio alle storie delle protagoniste che raccontano la nascita e lo sviluppo della propria attività lavorativa e che hanno sfruttato, in molti casi, le potenzialità del web.

Sciopero globale per il clima, di Cristina Saracano

Alessandria: Venerdì 15 marzo, a partire dalle ore 17, in piazza Santo Stefano ad Alessandria, sciopero globale per il clima.

I cambiamenti climatici, ci devono far riflettere: è importante dimezzare le emissioni di CO2, altrimenti, entro il 2030, la temperatura media di Milano sarà di 33 gradi, tanto come oggi a IlCairo.

Il clima è importante, esso condiziona la nostra salute e quella delle specie animali e vegetali, per dare un futuro migliore ai nostri figli, troviamoci venerdì, cerchiamo di trovare una soluzione ottimale per tutti.

Partecipazione e pianificazione di Protezione Civile, di Lia Tommi

Alessandria: L’associazione politico culturale Led organizza insieme all’associazione Aifov un momento di incontro e confronto per promuovere la cultura di protezione civile sul nostro territorio e per fare il punto sul nostro piano comunale di protezione civile, approvato nel 2004 e bisognoso di aggiornamento.

Desideriamo stimolare riflessioni, esperienze e , soprattutto, proposte volte a migliorare questo strumento, con il quale l’Amministrazione Comunale si prefigge di fronteggiare e gestire le emergenze che possono verificarsi nel territorio comunale al fine di fornire una risposta adeguata, tempestiva ed efficace.

Fondamentale è il suo rapporto con il territorio, la sua conoscenza e la sua gestione, l’individuazione dei rischi presenti e delle risorse disponibili in caso d’emergenza, l’organizzazione delle procedure di emergenza, delle attività di monitoraggio del territorio e dell’assistenza alla popolazione.

La partecipazione, il coinvolgimento dei cittadini nell’aggiornamento del piano, nel farlo conoscere e nell’attuarlo, organizzando momenti di approfondimento,
campagne di comunicazione mirate, esercitazioni, ecc., giocano un ruolo importante.

Desideriamo sollecitare, quindi, un percorso virtuoso, che metta insieme Istituzioni, volontari e cittadini, per la messa in sicurezza del territorio e per opere di prevenzione del rischio. Particolare attenzione, oltre agli interventi legati all’emergenza, deve essere dedicata alla prevenzione e alla manutenzione. E’ un’opportunità per fare Comunità e costruire futuro .

Vi aspettiamo lunedì 11 marzo, alle 21, alla circoscrizione Europista, in via Wagner 38, Alessandria .

All’Associazione Cultura e Sviluppo si discute di ecologia, tecnologia e diritto privato, di Lia Tommi

Alessandria: «È possibile che il diritto privato possa assumere un significato ecologico? Possiamo difendere la natura e i beni comuni tramite la proprietà privata e lo strumento del contratto? Disponiamo davvero di regole di responsabilità sufficienti a garantire e proteggere il diritto alla salute delle generazioni future? Il nostro ambiente, i nostri territori sono davvero al riparo di fronte alle impetuose trasformazioni tecnologiche dell’era in cui viviamo?». Così si legge nella presentazione del volume “Punto di svolta. Ecologia, tecnologia e diritto privato. Dal capitale ai beni comuni” [Aboca 2018].

Nel testo , che sarà presentato all’ Associazione Cultura e Sviluppo , in piazza De Andrè, 76, Alessandria, mercoledì 13 marzo , Ugo Mattei, giurista di fama internazionale, e Alessandra Quarta esplorano queste e molte altre questioni ad esse correlate, proponendo un’ampia riflessione sugli istituti fondamentali del diritto privato in una prospettiva ecologica e sulla tematica dei beni comuni.

Sarà anche l’occasione per il lancio in Alessandria (al pari di altre cento “piazze” nel Paese) della campagna di raccolta firme promossa dal Comitato Popolare di Difesa dei Beni Pubblici e Comuni “Stefano Rodotà” per una legge di iniziativa popolare sui Beni Comuni (proposta che si basa sul testo originario elaborato dieci anni fa dalla Commissione Rodotà).

MERCOLEDÌ 13 MARZO 2019, ORE 20.45 – 22.45, si terrà pertanto la conferenza dal titolo “PUNTO DI SVOLTA IL DIRITTO E I BENI COMUNI”. Ospite sarà UGO MATTEI, Professore Ordinario di Diritto Civile all’Università di Torino e di Diritto Internazionale e Comparato all’Università della California.

Un salto altrove: alla scoperta della fotografia emozionale, di Lia Tommi

MINICORSO DI FOTOGRAFIA EMOZIONALE GRATUITO UN SALTO ALTROVE

QUANDO 22 MARZO 2019 ORE 20.30

DOVE Teatro Parvum Via mazzini, 85 Alessandria – AL

COSTO MINICORSO GRATUITO

Perché le foto dei grandi del ‘900 emozionano ancora?

L´atteggiamento mentale che mettevano nei loro lavori era basato sui cinque principi fondamentali della fotografia emozionale

I 5 PILASTRI DELLA FOTOGRAFIA EMOZIONALE

Questo minicorso, (mi piace chiamarlo cosí), ti porterà ad apprendere gratuitamente uno dei 5 pilastri fondamentali della fotografia emozionale:

FORMA

Vieni a scoprie che cos’è e come trarne vantaggio per le tue fotografie!

!!! IN PIÚ UNA GRANDE SORPRESA NELLA SERATA !!!

UN SALTO ALTROVE: LA FOTOGRAFIA EMOZIONALE Continua a leggere “Un salto altrove: alla scoperta della fotografia emozionale, di Lia Tommi”

Il cervello degli anziani trae giovamento da ogni tipo di esercizio

ORME SVELATE

Risultati immagini per bicycle saatchi art

Gli anziani che praticano brevi periodi di attività fisica possono sperimentare un aumento della salute del cervello, anche se l’attività è svolta a intensità ragionevolmente bassa. I ricercatori della School of Kinesiology e del Graduate Program in Neuroscience hanno dimostrato che gli esercizi di esercizio aerobico, brevi fino a 10 minuti, migliorano la funzione cognitiva degli anziani. Hanno anche scoperto che questi benefici potrebbero essere realizzati da coloro precedentemente incoraggiati a non fare esercizi. Lo studio, che comprendeva 17 adulti anziani con un’età media di 73 anni, ha sottoposto i partecipanti a test aerobici a livelli moderati, pesanti e molto pesanti di intensità di esercizio, che dovevano completare un compito pre e post esercizio per misurare la funzione esecutiva. La scoperta chiave dello studio è stata che l’aumento della funzione esecutiva è stato sperimentato da soggetti a vari livelli di intensità di esercizio. Questi risultati suggeriscono che le persone che…

View original post 147 altre parole

libri e donne

Pensieri sparsi

In questa giornata , proprio in questa giornata , vi propongo la lettura di Le Beatrici , otto monologhi al femminile scritti da Stefano Benni .
La sua tragica –comicità , mi sembra essere , molto realistica.
W le donne , forze creatrici , anche di loro stesse e w gli uomini che le sanno “vedere”, nel bene e nel male .

“LA PRESIDENTESSA” IN “LE BEATRICI” DI STEFANO BENNI
(Parla al telefono) Sì, ciao… va bene dai, basta smancerie… ascoltami bene, devo chiederti il solito favore… Va bene, va bene… lo so che sei contento di farmi un favore… ma basta!… cos’è questo rumore, che fai scodinzoli? Allora, questo favore… sì, certo, è un onore per te ma… zitto!… Sì, va bene, sono la migliore di tutte.
Allora… ho qui una lista di nomi, di rompiballe che vogliono fare la televisione… Attori? Ma che ne so! Sono amici di…

View original post 386 altre parole

Non esiste l’anoressia, la bulimia o il binge eating. Esiste soltanto il disturbo alimentare

ORME SVELATE

Oggi ospitiamo una nuova amica di Orme Svelate: la dott.ssa Eleonora Vinci

Da un punto di vista nosologico (e cioè che attiene alla classificazione sistematica delle malattie) i più comuni Disturbi Alimentari vengono effettivamente distinti in Anoressia Nervosa, Bulimia Nervosa e Binge Eating Disorder. E come la medicina vuole – trattandosi di patologie – ognuno presenta dei precisi criteri che, se soddisfatti, conducono ad una diagnosi. Così funziona la Scienza. La Scienza necessita di precisione, accuratezza, di limiti e confini.
Purtroppo però quando l’oggetto della patologia è una combinazione di biologia e chimica, ma anche di cuore, emozioni e tratti di personalità la questione diviene più complessa.
Secondo la definizione più unanimemente condivisa dalla Comunità scientifica i Disturbi Alimentari vengono definiti come “persistenti disturbi del comportamento alimentare o di comportamenti finalizzati al controllo del peso corporeo, che danneggiano in modo significativo la salute fisica o il funzionamento psicologico e che…

View original post 606 altre parole

Il Re di Denari

Il Blog di Roberto Iovacchini

index

Titolo: Il Re di Denari

Autore: Sandrone Dazieri

Editore: Mondadori

Colomba Caselli è un ex vicequestore di 35 anni che è stata messa a riposo dopo che uno sconosciuto ha cercato di ucciderla ed ha rapito Dante Torre, il suo grande amico cacciatore di persone scomparse, di cui si sono perse le tracce e che molti danno per morto. Colomba vive in un casolare nelle Marche evitando contatti con il mondo esterno, che si tratti di familiari, colleghi o amici, cercando di curare le sue ferite fisiche e mentali con la solitudine, soffrendo per la mancanza del suo amico Dante. Colomba rifiuta di credere che Dante sia morto e confida sempre nel suo ritrovamento.

Dopo una intensa nevicata, Colomba trova nel deposito della legna a fianco della sua abitazione un ragazzo autistico di nome Tommy, come indica il braccialetto che porta al polso, sconvolto dalla paura e sporco di sangue…

View original post 383 altre parole

E’ possibile recuperare il sonno nel weekend

Creando Idee

Convinti che dormire nel weekend possa compensare una settimana di notti insonni e recuperare il sonno arretrato? Non è così secondo una ricerca dell’Università del Colorado Pare infatti che cercare di recuperare il ‘gap’ di sonno per poi tornare a cattive abitudini possa peggiorare le cose, almeno per quanto riguarda alcuni indicatori di salute. “I nostri risultati consigliano che ‘bruciare la candela‘ durante la settimana e cercare di rimediare nel fine settimana non è una tattica efficace per la salute”, Il team ha arruolato un gruppo di adulti  volontari e sono stati divisi in gruppi. Al primo è stato concesso ampio tempo per dormire: 9 ore a notte per 9 notti. Al secondo è stato consentito di riposare solo 5 ore per notte. Il terzo gruppo dormiva non più di 5 ore a notte per 5 giorni, seguite da un fine settimana in cui potevano dormire quanto volevano, prima…

View original post 136 altre parole

Nascondino

https://bonvinifranco.wordpress.com/2019/03/09/nascondino/

 

Succede questo alla chiesa domestica,

ci si alza la mattina,

e magari dopo colazione giochiamo un po’ a nascondino eh?

Tu conti, io mi nascondo

tanto goffo come sono lascio segni ovunque e faccio rumore

e poi mi trovi sempre.

Se non mi trovi continua a cercare che mamma, l’ ultima volta,

s’è nascosta così bene che ancora cerco.

Anche tu continua a cercare.

WhatsApp Image 2019-03-09 at 08.28.37