Giornata dedicata al tema dell’autismo con Gianluca Nicoletti, di Lia Tommi

Sabato 16 marzo giornata dedicata al tema dell’autismo con Gianluca Nicoletti

Casale Monferrato: Sabato 16 marzo sono in programma due diversi appuntamenti a partecipazione gratuita dedicati alla trattazione del tema dell’autismo con protagonista il giornalista, scrittore e conduttore Gianluca Nicoletti.

Alle ore 9, al Cinema Multisala Cinelandia, verrà proiettato il film “Tommy e gli altri”. La proiezione, riservata in via principale agli studenti delle scuole superiori della città, agli operatori sanitari e agli insegnanti di ogni ordine e grado, ma aperta fino ad esaurimento posti a tutti gli interessati, sarà seguita da un dibattito alla presenza dello stesso autore. Nel corso della mattinata inoltre verrà presentato il progetto dedicato all’autismo “Scuola di vita, scuola di lavoro”, coordinato dal Comune con la collaborazione di ASL-AL, ANGSA (Associazione Nazionale Genitori Soggetti Autistici), I Care Family Onlus, For.Al. (Consorzio per la Formazione Professionale dell’Alessandrino), Anffas Casale Monferrato ed Ente Trevisio.
Sempre sabato 16 alle ore 17, nella Cappella del Castello dei Paleologi, Gianluca Nicoletti presenterà il suo ultimo libro “Io figlio di mio figlio” pubblicato da Mondadori nel 2018.

Gianluca Nicoletti si occupa attivamente di diffondere cultura sull’autismo e la neuro diversità. Dal 2013 ha scritto tre libri sulla sua esperienza di padre del figlio autistico Tommy, ha realizzato il film “Tommy e gli Altri”, ha progettato e gestisce il portale d’informazione sull’autismo http://www.pernoiautistici.com con contributo del MIUR. È presidente della Onlus Insettopia che s’impegna per creare e sostenere progetti capaci di fornire servizi utili alle famiglie dei soggetti con autismo.

Le eccellenze piemontesi approdano al Parlamento Europeo ; di Lia Tommi

LE ECCELLENZE PIEMONTESI APPRODANO AL PARLAMENTO EUROPEO CON “MADE IN PIEMONTE”

L’evento, organizzato dall’eurodeputata del MoVimento 5 Stelle Tiziana Beghin, si è diviso tra una tavola rotonda in cui si è discusso di internazionalizzazione del brand “Piemonte”, e un cocktail con degustazione di prelibatezze locali ed esposizione di prodotti d’alto artigianato.

Il 6 marzo si è tenuto, a Bruxelles, “Made in Piemonte: Eccellenze in Movimento”, evento organizzato dall’eurodeputata del MoVimento 5 Stelle Tiziana Beghin.

La prima parte della giornata è stata dedicata a una tavola rotonda presso il Parlamento europeo, suddivisa in due panel: nel primo sono intervenuti Roberto Moncalvo, presidente di Coldiretti Piemonte, Tino Cornaglia, presidente di Banca d’Alba, e Roberto Berruti, responsabile delle politiche agricole della Rappresentanza Permanente d’Italia presso l’UE. La discussione si è sviluppata sul ruolo che istituzioni, enti e imprenditori possono recitare per la promozione e l’internazionalizzazione del brand “Piemonte”. Nella seconda sessione, invece, lo spazio è stato riservato a Roberta Ceretto, dell’omonima azienda vinicola, Mattia Fiorindo, di FIMA Carlo Frattini, e Sergio Capaldo, presidente del Consorzio di Allevatori “La Granda”: tre case history di successo che hanno fatto conoscere al mondo intero il nome del Piemonte, e che sono state supportate dai dati forniti dal Prof. Florindo Carniato dell’Università di Pavia.

“È da tempo che avevo in mente questa giornata – spiega Tiziana Beghin -, da un lato per raccontare agli operatori le azioni fatte dal Parlamento europeo per aiutare le eccellenze del nostro territorio e proteggerle da squilibri determinati da eccessive importazioni, come nel caso notissimo del riso; dall’altro per raccogliere informazioni da chi oggi sta già vivendo l’internazionalizzazione, e può essere da sprone per altri imprenditori. In un’era in cui la globalizzazione ha reso la concorrenza sempre più spietata, ritengo fondamentale arrivare a un lavoro di grande convergenza nelle filiere dei diversi settori per promuovere fuori dall’Italia un’identità forte del Piemonte, creando un brand che sia immediatamente riconoscibile nel mondo.”

A seguire, si è tenuto un cocktail presso la sede della Regione Piemonte con degustazione di prelibatezze locali ed esposizione di prodotti d’alto artigianato. Le aziende che hanno portato le loro eccellenze a Bruxelles sono: Ceretto, La Granda, Marenco Vini, Mezza – Diqui, By Bagnod e Mandrile Melis per il settore enogastronomico, e Manifattura Domodossola, Mediterraneo Jewels e FIMA Carlo Frattini per quello manifatturiero.

WebGirls: interviste a donne protagoniste che hanno trasformato una passione in attività lavorativa, di Lia Tommi

L’evento, organizzato dalla Camera Sindacale Territoriale UIL di Alessandria, intende promuovere un approfondimento sull’ affermazione di nuove carriere e sull’evoluzione delle professioni tradizionali anche grazie al web.

Verrà dato quindi spazio alle storie delle protagoniste che raccontano la nascita e lo sviluppo della propria attività lavorativa e che hanno sfruttato, in molti casi, le potenzialità del web.

Sciopero globale per il clima, di Cristina Saracano

Alessandria: Venerdì 15 marzo, a partire dalle ore 17, in piazza Santo Stefano ad Alessandria, sciopero globale per il clima.

I cambiamenti climatici, ci devono far riflettere: è importante dimezzare le emissioni di CO2, altrimenti, entro il 2030, la temperatura media di Milano sarà di 33 gradi, tanto come oggi a IlCairo.

Il clima è importante, esso condiziona la nostra salute e quella delle specie animali e vegetali, per dare un futuro migliore ai nostri figli, troviamoci venerdì, cerchiamo di trovare una soluzione ottimale per tutti.

Partecipazione e pianificazione di Protezione Civile, di Lia Tommi

Alessandria: L’associazione politico culturale Led organizza insieme all’associazione Aifov un momento di incontro e confronto per promuovere la cultura di protezione civile sul nostro territorio e per fare il punto sul nostro piano comunale di protezione civile, approvato nel 2004 e bisognoso di aggiornamento.

Desideriamo stimolare riflessioni, esperienze e , soprattutto, proposte volte a migliorare questo strumento, con il quale l’Amministrazione Comunale si prefigge di fronteggiare e gestire le emergenze che possono verificarsi nel territorio comunale al fine di fornire una risposta adeguata, tempestiva ed efficace.

Fondamentale è il suo rapporto con il territorio, la sua conoscenza e la sua gestione, l’individuazione dei rischi presenti e delle risorse disponibili in caso d’emergenza, l’organizzazione delle procedure di emergenza, delle attività di monitoraggio del territorio e dell’assistenza alla popolazione.

La partecipazione, il coinvolgimento dei cittadini nell’aggiornamento del piano, nel farlo conoscere e nell’attuarlo, organizzando momenti di approfondimento,
campagne di comunicazione mirate, esercitazioni, ecc., giocano un ruolo importante.

Desideriamo sollecitare, quindi, un percorso virtuoso, che metta insieme Istituzioni, volontari e cittadini, per la messa in sicurezza del territorio e per opere di prevenzione del rischio. Particolare attenzione, oltre agli interventi legati all’emergenza, deve essere dedicata alla prevenzione e alla manutenzione. E’ un’opportunità per fare Comunità e costruire futuro .

Vi aspettiamo lunedì 11 marzo, alle 21, alla circoscrizione Europista, in via Wagner 38, Alessandria .

All’Associazione Cultura e Sviluppo si discute di ecologia, tecnologia e diritto privato, di Lia Tommi

Alessandria: «È possibile che il diritto privato possa assumere un significato ecologico? Possiamo difendere la natura e i beni comuni tramite la proprietà privata e lo strumento del contratto? Disponiamo davvero di regole di responsabilità sufficienti a garantire e proteggere il diritto alla salute delle generazioni future? Il nostro ambiente, i nostri territori sono davvero al riparo di fronte alle impetuose trasformazioni tecnologiche dell’era in cui viviamo?». Così si legge nella presentazione del volume “Punto di svolta. Ecologia, tecnologia e diritto privato. Dal capitale ai beni comuni” [Aboca 2018].

Nel testo , che sarà presentato all’ Associazione Cultura e Sviluppo , in piazza De Andrè, 76, Alessandria, mercoledì 13 marzo , Ugo Mattei, giurista di fama internazionale, e Alessandra Quarta esplorano queste e molte altre questioni ad esse correlate, proponendo un’ampia riflessione sugli istituti fondamentali del diritto privato in una prospettiva ecologica e sulla tematica dei beni comuni.

Sarà anche l’occasione per il lancio in Alessandria (al pari di altre cento “piazze” nel Paese) della campagna di raccolta firme promossa dal Comitato Popolare di Difesa dei Beni Pubblici e Comuni “Stefano Rodotà” per una legge di iniziativa popolare sui Beni Comuni (proposta che si basa sul testo originario elaborato dieci anni fa dalla Commissione Rodotà).

MERCOLEDÌ 13 MARZO 2019, ORE 20.45 – 22.45, si terrà pertanto la conferenza dal titolo “PUNTO DI SVOLTA IL DIRITTO E I BENI COMUNI”. Ospite sarà UGO MATTEI, Professore Ordinario di Diritto Civile all’Università di Torino e di Diritto Internazionale e Comparato all’Università della California.

Un salto altrove: alla scoperta della fotografia emozionale, di Lia Tommi

MINICORSO DI FOTOGRAFIA EMOZIONALE GRATUITO UN SALTO ALTROVE

QUANDO 22 MARZO 2019 ORE 20.30

DOVE Teatro Parvum Via mazzini, 85 Alessandria – AL

COSTO MINICORSO GRATUITO

Perché le foto dei grandi del ‘900 emozionano ancora?

L´atteggiamento mentale che mettevano nei loro lavori era basato sui cinque principi fondamentali della fotografia emozionale

I 5 PILASTRI DELLA FOTOGRAFIA EMOZIONALE

Questo minicorso, (mi piace chiamarlo cosí), ti porterà ad apprendere gratuitamente uno dei 5 pilastri fondamentali della fotografia emozionale:

FORMA

Vieni a scoprie che cos’è e come trarne vantaggio per le tue fotografie!

!!! IN PIÚ UNA GRANDE SORPRESA NELLA SERATA !!!

UN SALTO ALTROVE: LA FOTOGRAFIA EMOZIONALE Continua a leggere “Un salto altrove: alla scoperta della fotografia emozionale, di Lia Tommi”

Il cervello degli anziani trae giovamento da ogni tipo di esercizio

ORME SVELATE

Risultati immagini per bicycle saatchi art

Gli anziani che praticano brevi periodi di attività fisica possono sperimentare un aumento della salute del cervello, anche se l’attività è svolta a intensità ragionevolmente bassa. I ricercatori della School of Kinesiology e del Graduate Program in Neuroscience hanno dimostrato che gli esercizi di esercizio aerobico, brevi fino a 10 minuti, migliorano la funzione cognitiva degli anziani. Hanno anche scoperto che questi benefici potrebbero essere realizzati da coloro precedentemente incoraggiati a non fare esercizi. Lo studio, che comprendeva 17 adulti anziani con un’età media di 73 anni, ha sottoposto i partecipanti a test aerobici a livelli moderati, pesanti e molto pesanti di intensità di esercizio, che dovevano completare un compito pre e post esercizio per misurare la funzione esecutiva. La scoperta chiave dello studio è stata che l’aumento della funzione esecutiva è stato sperimentato da soggetti a vari livelli di intensità di esercizio. Questi risultati suggeriscono che le persone che…

View original post 147 altre parole

libri e donne

Pensieri sparsi

In questa giornata , proprio in questa giornata , vi propongo la lettura di Le Beatrici , otto monologhi al femminile scritti da Stefano Benni .
La sua tragica –comicità , mi sembra essere , molto realistica.
W le donne , forze creatrici , anche di loro stesse e w gli uomini che le sanno “vedere”, nel bene e nel male .

“LA PRESIDENTESSA” IN “LE BEATRICI” DI STEFANO BENNI
(Parla al telefono) Sì, ciao… va bene dai, basta smancerie… ascoltami bene, devo chiederti il solito favore… Va bene, va bene… lo so che sei contento di farmi un favore… ma basta!… cos’è questo rumore, che fai scodinzoli? Allora, questo favore… sì, certo, è un onore per te ma… zitto!… Sì, va bene, sono la migliore di tutte.
Allora… ho qui una lista di nomi, di rompiballe che vogliono fare la televisione… Attori? Ma che ne so! Sono amici di…

View original post 386 altre parole

Non esiste l’anoressia, la bulimia o il binge eating. Esiste soltanto il disturbo alimentare

ORME SVELATE

Oggi ospitiamo una nuova amica di Orme Svelate: la dott.ssa Eleonora Vinci

Da un punto di vista nosologico (e cioè che attiene alla classificazione sistematica delle malattie) i più comuni Disturbi Alimentari vengono effettivamente distinti in Anoressia Nervosa, Bulimia Nervosa e Binge Eating Disorder. E come la medicina vuole – trattandosi di patologie – ognuno presenta dei precisi criteri che, se soddisfatti, conducono ad una diagnosi. Così funziona la Scienza. La Scienza necessita di precisione, accuratezza, di limiti e confini.
Purtroppo però quando l’oggetto della patologia è una combinazione di biologia e chimica, ma anche di cuore, emozioni e tratti di personalità la questione diviene più complessa.
Secondo la definizione più unanimemente condivisa dalla Comunità scientifica i Disturbi Alimentari vengono definiti come “persistenti disturbi del comportamento alimentare o di comportamenti finalizzati al controllo del peso corporeo, che danneggiano in modo significativo la salute fisica o il funzionamento psicologico e che…

View original post 606 altre parole

Il Re di Denari

Il Blog di Roberto Iovacchini

index

Titolo: Il Re di Denari

Autore: Sandrone Dazieri

Editore: Mondadori

Colomba Caselli è un ex vicequestore di 35 anni che è stata messa a riposo dopo che uno sconosciuto ha cercato di ucciderla ed ha rapito Dante Torre, il suo grande amico cacciatore di persone scomparse, di cui si sono perse le tracce e che molti danno per morto. Colomba vive in un casolare nelle Marche evitando contatti con il mondo esterno, che si tratti di familiari, colleghi o amici, cercando di curare le sue ferite fisiche e mentali con la solitudine, soffrendo per la mancanza del suo amico Dante. Colomba rifiuta di credere che Dante sia morto e confida sempre nel suo ritrovamento.

Dopo una intensa nevicata, Colomba trova nel deposito della legna a fianco della sua abitazione un ragazzo autistico di nome Tommy, come indica il braccialetto che porta al polso, sconvolto dalla paura e sporco di sangue…

View original post 383 altre parole

E’ possibile recuperare il sonno nel weekend

Creando Idee

Convinti che dormire nel weekend possa compensare una settimana di notti insonni e recuperare il sonno arretrato? Non è così secondo una ricerca dell’Università del Colorado Pare infatti che cercare di recuperare il ‘gap’ di sonno per poi tornare a cattive abitudini possa peggiorare le cose, almeno per quanto riguarda alcuni indicatori di salute. “I nostri risultati consigliano che ‘bruciare la candela‘ durante la settimana e cercare di rimediare nel fine settimana non è una tattica efficace per la salute”, Il team ha arruolato un gruppo di adulti  volontari e sono stati divisi in gruppi. Al primo è stato concesso ampio tempo per dormire: 9 ore a notte per 9 notti. Al secondo è stato consentito di riposare solo 5 ore per notte. Il terzo gruppo dormiva non più di 5 ore a notte per 5 giorni, seguite da un fine settimana in cui potevano dormire quanto volevano, prima…

View original post 136 altre parole

Nascondino

https://bonvinifranco.wordpress.com/2019/03/09/nascondino/

 

Succede questo alla chiesa domestica,

ci si alza la mattina,

e magari dopo colazione giochiamo un po’ a nascondino eh?

Tu conti, io mi nascondo

tanto goffo come sono lascio segni ovunque e faccio rumore

e poi mi trovi sempre.

Se non mi trovi continua a cercare che mamma, l’ ultima volta,

s’è nascosta così bene che ancora cerco.

Anche tu continua a cercare.

WhatsApp Image 2019-03-09 at 08.28.37

Abbinamento con formaggi e frutta

Creando Idee

Servire un tagliere di formaggi appena prima del dessert è una buona idea per completare al meglio un pranzo o una cena in compagnia di amici o parenti. Accompagnare il formaggio con frutta di stagione, frutta secca o marmellata è ancora meglio. I grandi intenditori di formaggio lo sanno: il sapore acido e latteo del formaggio si sposa particolarmente bene con il gusto dolce della frutta, sia che si tratti di frutta fresca, secca o candita. Vediamone alcuni abbinamenti Formaggi di capra, deliziosi con la frutta fresca estiva formaggio di capra con melone o cocomero, caprino fresco pesche o nettarine, questi formaggi, affettati fini, amano anche il sapore della frutta fresca o del miele sia millefiori che più ricercato come quello di castagno. In autunno, si sposano bene con mele, pere, fichi, del miele e della menta tagliuzzata o uva fresca. Non esitate inoltre ad abbinarli con delle scorze d’arancia…

View original post 166 altre parole

Giorgio Gaber

Pensieri sparsi

Secondo me la donna, e l’uomo, sono destinati a diventare, uguali. In questa nostra epoca, la civiltà si è data un gran da fare, per attenuare certe differenze che erano causa di profonda ingiustizia. C’è stato un graduale avvicinamento, nel modo, di comportarsi, di sentire, di pensare. Insomma, di vivere. Fino alla tanto sospirata parità. Però, secondo me all’inizio di tutto, c’è sempre una donna.
Secondo me, la donna è donna da subito. Un uomo è uomo a volte prima, a volte dopo. A volte mai.
Secondo me una donna è coinvolta sessualmente, in tutte le vicende della vita. A volte persino nell’amore.
Secondo me, una donna innamorata imbellisce. Un uomo… rincoglionisce.
Secondo me in un salotto, quando non c’è neanche una donna, è come recitare in un teatro vuoto. Se invece non c’é neanche un uomo, tra le donne si crea una complice atmosfera di pace. Appena arriva un…

View original post 308 altre parole

L’esposizione ai pesticidi è correlata alla SLA

ORME SVELATE

Mentre le cause esatte della sclerosi laterale amiotrofica (SLA) rimangono sconosciute, una nuova ricerca mostra che i pesticidi e altri inquinanti ambientali fanno progredire l’andamento della malattia neurodegenerativa. L’ultimo studio del centro di eccellenza ALS dell’Università del Michigan, recentemente pubblicato sul Journal of Neurology, Neurosurgery Psychiatry, sostiene la ricerca del gruppo del 2016 che ha rilevato un aumento dei livelli di numerosi pesticidi negli esami del sangue delle persone affette da SLA. La loro ultima pubblicazione mostra che altre tossine come i policlorobifenili, note come PCB, sono anche elevate nei pazienti con SLA e correlano con una scarsa sopravvivenza. La ricerca mostra che l’inquinamento ambientale è un rischio per la salute pubblica che ritengono debba essere affrontato. La SLA, nota anche come malattia di Lou Gehrig, è una malattia rapidamente progressiva che causa alle persone la perdita della capacità di muovere arti e corpo. Per lo studio, ciascuno dei 167…

View original post 733 altre parole

Impiattare e gustare

Creando Idee

Che la preferiate al sangue o con una cottura più lunga, la tagliata è sempre un piatto forte in cucina e, come tale, deve essere presentato al meglio. Il nostro consiglio è di utilizzare sempre piatti quadrati invece che tondi, disponendo le fettine di carne tutte delle stesso spessore, possibilmente in fila su un lato del piatto. Accanto, sulla parte bianca della porcellana, potete creare delle linee parallele decorate con l’aceto balsamico, il pepe verde o la salsa con cui avete deciso di accompagnarla. Se non avete piatti quadrati, non cadete nella tentazione di disporre la carne al centro del piatto ma sistematela a spirale a partire dal bordo oppure disponete le fettine come petali intorno alla corolla di un fiore, lasciando il centro vuoto per un contorno originale come i funghi ripieni vegetariani. La vostra tagliata bella e gustosa è servita. Naturalmente non dimenticate di accompagnarla con un

View original post 5 altre parole

Due terzi delle donne in gravidanza con meno di 25 anni a Londra hanno un problema di salute mentale

ORME SVELATE

Una nuova ricerca suggerisce che due terzi (67%) delle donne incinte a Londra tra i 16 ei 24 anni hanno problemi di salute mentale tra cui depressione, disturbi d’ansia, disturbo da stress post-traumatico e disturbo ossessivo-compulsivo, secondo una nuova ricerca finanziata dall’Istituto Nazionale per la ricerca sanitaria (NIHR). I disturbi d’ansia, in particolare la fobia sociale, sono particolarmente alti. A titolo di confronto, la ricerca suggerisce che all’incirca una su cinque (il 21%) delle donne incinte di Londra di età pari o superiore a 25 anni ha problemi di salute mentale. I ricercatori dell’Istituto di Psichiatria, Psicologia e Neuroscienze del King’s College di Londra hanno reclutato 575 donne durante il loro primo appuntamento prenatale con un servizio di maternità nel centro di Londra. Di questo gruppo, 57 donne avevano un’età compresa tra i 16 ei 24 anni. Tutte le donne sono state intervistate utilizzando un colloquio diagnostico psichiatrico standard per…

View original post 436 altre parole

Racconti: ADELINA, di Donatella Barbieri

Racconti: ADELINA, di Donatella Barbieri

ADELINA

Adelina era una ragazza di 17 anni, con una massa di capelli rossi,ed occhi azzurro cielo, abitava a Saponara un paesino in provincia di Messina, in Sicilia, andava al liceo scientifico a Messina tutte le mattine alle ore sette lei saliva sul bus che dal suo paesino la portava in città, ma prima doveva aiutare i genitori, la madre voleva tutte le mattine le uova dal pollaio, ed il padre invece che lo aiutasse a dare da mangiare agli animali che avevano nella stalla,la mucca, e le due pecore.

53396394_333518890843564_3842367155630768128_n

Era una ragazza molto allegra e gentile,ma aveva un sogno nel cassetto,lei amava cantare, cantava sempre. Quella mattina fece tutto come al solito ed arrivo a scuola in anticipo, così si mise a ripassare matematica,che non era la sua materia preferita.
Ad un certo punto si sentì chiamare da Anna,una compagna che le disse, devi assolutamente sapere che fra due settimane ci sono le audizioni per XFactor a Taormina, tu ci devi andare. Adelina la guardò e le disse come faccio con i miei genitori,lo sai che non vogliono. Anna le disse non ti preoccupare, abbiamo due settimane, troveremo una soluzione. Adelina smise di studiare ed iniziò a pensare a quale canzone poter cantare alle audizioni.

Le ore di scuola finirono e lei ormai non pensava ad altro che alle audizioni, torno a casa,per cena mangio poco e parlo anche poco, la madre Maria la guardava perché si accorse che era come assente faceva le faccende domestiche come un automa, penso che non stesse bene,e quando Adelina disse che andava a letto,le chiese se stava bene, Adelina, guardò la madre e le disse si perché, niente rispose la madre. Continua a leggere “Racconti: ADELINA, di Donatella Barbieri”

Momenti di poesie. PERDONATECI DONNE, di Giuliano Saba

Momenti di poesie. PERDONATECI DONNE, di Giuliano Saba

Giuliano Saba

PERDONATECI DONNE .
( Forgive Women).

In piedi signori
davanti a chi vi ha dato vita!
In piedi signori
davanti a chi sta al vostro fianco,
che vi accudisce, che piange in silenzio,
che lotta con le realtà quotidiane,
che partorisce anche per vostro egoismo..
lei che ama,
e resta chiusa in una mansarda,
cercando amore e sentimento
in quattro scarabocchi.
Lei che tace
quando ha freddo
perchè le manca quell’abbraccio sincero.
Lei che brama
una vita migliore,
colma di fili di speranza
dove stendere i suoi dubbi,
e il futuro dei suoi cari.
In piedi signori
davanti a queste donne,
che si martoriano le carni,
senza allungare la mano verso il vostro viso
per non togliervi quel velo di catrame
che non vi lascia vedere.
In piedi signori
davanti a questa luce radiosa
che vi illumina il cammino
a quella voce calorosa
che vi saluta al mattino.
Inginocchiatevi signori,
prima ancora di vedere le lacrime di una donna.
Inginocchiatevi signori!
Io l’ho già fatto!
)( Giuliano Saba Sculture )Gonnosf. 2000

Momenti di poesia. Il peccato e l’inferno, di Andrea Patrone

Momenti di poesia. Il peccato e l’inferno, di Andrea Patrone

Il peccato e l’inferno

Non sei senza peccato ma sei
senza memoria!
Sono certo, lo scrivo, sono
certo, sono vivo, sono certo
del pensiero di essere sincero.
Nessuno ne è escluso, uomo
o donna, santo o santa, ne
la vergine madonna.
Ha mille facce e le mani mai
ferme, cerca il piacere e ruba
con furbizia anche l’avarizia,
cose materiali, soldi e animali.
È il reato che porta in prigione
solo chi vota un’altra diversa
opinione, così il politico che
si pensa servo, nemmeno con
il peccato….lui va all’inferno!

Andrea

Momenti di poesia. Amare delusioni, di Dario Menicucci

Momenti di poesia. Amare delusioni, di Dario Menicucci

amare

Amare delusioni

Amicizia
amore

parole troppo semplici
da dire

aprono il cuore
a un uomo come me
forse un po’ ingenuo
che un tempo ci credeva.

Quante illusioni
quante fantasie

sono sfumate
lungo questi viali

sogni e promesse
svaniti in un momento
ai primi cenni
di un vento di tempesta.

Volti e sorrisi
tenere carezze

di ognuno resta
un languido riflesso

sulla mia pelle
aspre cicatrici
profondi solchi
di amare delusioni

Dario Menicucci

Momenti di poesia. Vittorio Zingone

Momenti di poesia. Vittorio Zingone

Tutto falso

Tutto falso, tutto oppressione,
Tutto crassa invidia, falso decoro,
Tutto di tutto e di piu’ su questa terra,
Semplice meccanismo per irretirci
In una ragnatela di gratuita sofferenza,
Di gratuito sopruso dei piu’ superbi sui piu’ umili,
Tutta una palestra in cui subdolamente
Ti si lascia morir la volonta’ di vivere,
Ti si lascia veder quanto sarebbe meglio
Mutar aria, mutare ambiente
Per imprendere un nuovo percorso di dolore
Dapprima sopportabile in quanto ancor s’ignora
Su quali tasti, su quali ferite premere,
Quali altre ferite aprire, quali allargare a dismisura
Da chi ha un metro di pelo sullo stomaco
Per indurre ancora, ancora a patir dolore.

Quale entita’ mai inflessibile dall’alto
O dall’interno di noi medesimi innesca
Una cosi’ vasta palestra di dolore e pianto?

A che scopo mai si lascia
Che le creature patiscano
Tanto atroci sofferenze,
Oggi le une doman le altre,
Perche’ vi siano intanto
Dei buoni samaritani
Che si prendan cura di color
Che al momento soffrono?

Ci s’illude che tali sofferenze
Si tradurranno in altre vite in premio,
Ma chi ci sacramenta che tal portento
Non sia gratuito prodotto della mente
Per darci un senso del circolar soffrire
In questo sistema di cose contingente?

In un abisso da cui non v’e’ scampo,
Un abisso in cui s’e’ condannati a trascorrere
Senza luce i giorni, noi viviamo inesorabilmente.

Momenti di poesia. Scusate… posso… Cesare Moceo

Momenti di poesia. Scusate… posso… Cesare Moceo

53591933_1934792916646612_891009081727254528_n.jpg

Scusate…posso…

Illusorie consolazioni
costrette in un’unico soffio

divengono Verità
al continuo pensarle

Cammino
dentro il pormi mille domande

senza fidarmi delle risposte

e la mia anima vola
con il suo sguardo

a spaziare tra i piccoli cirri

che puntellano come nei
il bel cielo azzurro e intrigante

accompagnato
da una lieve brezza

che rinfresca i miei passi
e i miei pensieri

E in questo sentire
arrivano i ricordi

a struggere cosparsi di nostalgie
e di disilluse speranze

mentre le mie labbra

rinsecchite dai silenzi

disegnano involontari
e finti sorrisi

E torna la voglia d’amare
.
Cesare Moceo poeta di Cefalù
Destrierodoc @ Tutti i diritti riservati
Foto di Antonina Cannici

Coltivare la gratitudine per essere felici

di Marie Morel

5552f8d8568d1.jpg

La gratitudine è quella sensazione che ci fa sentire in armonia con il mondo, che ci fa provare uno slancio positivo verso la vita e verso gli altri, che ci scalda il cuore.

Certo, nella vita di chiunque possono esserci momenti in cui sentirsi grati può risultare difficile, eppure quella della gratitudine può diventare una pratica quotidiana, che può farci vedere le cose in una prospettiva diversa.

Se ci sembra, infatti, di non avere nulla per cui essere grati è perché ci siamo abituati, assuefatti alle cose belle e buone che ci circondano.

Un po’ come accade quando compriamo qualcosa che ci piace tanto e inizialmente ci sembra bellissima. Dopo qualche tempo diventa semplicemente una delle tante cose che possediamo.

Praticando la gratitudine, invece, facciamo tre cose: impariamo ad apprezzare quello che abbiamo già e diamo per scontato, focalizziamo l’attenzione sulle cose positive, diamo valore a quello che riceviamo dagli altri e che spesso sottovalutiamo.

Coltivare la gratitudine, anche quando la vita non va come vorremmo, può farci scoprire che, in realtà siamo più fortunati di quello che pensiamo.

Continua a leggere “Coltivare la gratitudine per essere felici”

Tirannia o libertà dei ruoli ?

Pensieri sparsi

Sartre, ne “L’essere e il nulla”, sostiene che l’unidimensionalità della gente nei ruoli sociali è sintomo di una più ampia alienazione della condizione moderna.

Riferendosi ai commercianti scrive:

“La loro condizione è tipica della cerimonia. Il pubblico chiede loro che la concepiscano come una cerimonia. C’è il balletto del bottegaio, del sarto, del banditore d’asta, con il quale cercano di convincere la loro clientela che non sono nient’altro che bottegai, sarti, banditori d’asta. Un bottegaio che sogni è un ‘offesa per il compratore, perché un bottegaio del genere non è un vero bottegaio. La società gli chiede che si limiti alle sue funzioni di bottegaio, come il soldato sull’attenti si trasforma in soldato- oggetto con uno sguardo fisso che non vede proprio nulla perché non è suo compito vedere, dato che è ciò che gli viene comandato il punto sul quale i suoi occhi si debbono fissare e non ciò…

View original post 174 altre parole

Prometto di amare [RECENSIONE]

Il Lettore Curioso

Risultati immagini per prometto di amarePremetto che sono rimasta delusa dal fatto che, leggendo la parola romanzo, mi aspettavo una storia con dei protagonisti fisici e concreti e ci sono rimasta male quando ho capito che, sfogliando le pagine, di tali personaggi non ne avrei visto nemmeno l’ombra.
Detta questa premessa… il nostro autore Pedro Chargas Freitas ha voluto parlare dell’Amore, con la A maiuscola e di tutte le sue forme.
Un uomo, seduto su una panchina, annota ogni sfumatura d’amore; documenta quell’amore puro tra uomo e donna, quello incondizionato tra genitori e figli, dell’amore unico tra fratelli, mai finito, nonostante si fossero persi di vista.
Stralci di vita, di un amore irripetibile.
Se devo essere sincera, la mia prima impressione è stata associare l’uomo seduto su quella panchina che osserva quanto amore c’è attorno a sè, all’immagine dell’anziano signore che spia, controlla e, a modo suo, dirige i lavori dei cantieri in corso.Risultati immagini per amore di un padre verso il figlio
Come…

View original post 403 altre parole

Come conservare la mimosa

Creando Idee

Se avete ricevuto il tradizionale mazzolino di mimosa per la Festa della Donna, vorrete certo farlo durare il più a lungo possibile. Saper conservare la mimosa recisa non è scontato. Se la si mette semplicemente in acqua tenderà a seccarsi in pochissime ore. Inoltre, i rametti tendono velocemente a marcire. Ecco alcuni consigli per conservare la mimosa più a lungo.I fiori recisi spesso trovano beneficio dalla presenza di vodka e zucchero nell’acqua. Il fiore della Festa della Donna è molto più delicato di altri, e tende a esaurirsi velocemente. Per conservare la mimosa recisa in vaso, occorre prima di tutto pulire il ramo da foglioline rovinate e anzitutto da quelle che spuntano alla base del gambo. Altrimenti, inserendole in acqua, creeranno marciume. Mettete i gambi nell’acqua immergendoli solo per un paio di centimetri: non serve che siano sommersi! Un trucco per conservare la mimosa è quello di mettere qualche goccia…

View original post 116 altre parole

I nostri cervelli rivelano le nostre scelte prima ancora che ne siamo consapevoli

ORME SVELATE

Ci piace pensare di essere al posto di comando quando si tratta della scelta e della forza dei nostri pensieri quotidiani, ma una nuova ricerca dell’UNSW suggerisce che potrebbero essere più automatici e inconsci di quanto pensiamo. Un nuovo studio UNSW suggerisce che abbiamo meno controllo sulle nostre scelte personali di quanto pensiamo, e che l’attività cerebrale inconscia sembra determinare le nostre scelte molto prima che ne siamo consapevoli. Pubblicato nella prestigiosa rivista Nature , un esperimento condotto nel Future Minds Lab della UNSW School of Psychology ha mostrato che le scelte libere su cosa pensare possono essere previste da schemi di attività cerebrale 11 secondi prima che le persone scegliessero consapevolmente cosa pensare. L’esperimento consisteva nel chiedere alle persone di scegliere liberamente tra due modelli visivi di strisce rosse e verdi – una delle quali scorre orizzontalmente, l’altra verticalmente – prima di immaginarle coscientemente mentre venivano osservate in una…

View original post 477 altre parole

Carabinieri. Acqui Terme: rintracciato e sottoposto a fermo l’autore della rapina di S. Valentino

Carabinieri. Acqui Terme: rintracciato e sottoposto a fermo l’autore della rapina di S. Valentino

Ha un nome ed un volto il presunto autore della rapina commessa nel giorno di San Valentino ai danni dell’ufficio postale di Via Ermenegildo Trucco ad Acqui Terme.

Al termine di articolate indagini, i Carabinieri dell’Aliquota Operativa di Acqui Terme sono riusciti dapprima a identificarlo e, successivamente, a rintracciarlo a bordo di un treno che, dalla Stazione ferroviaria di Alessandria, lo avrebbe portato a Torino e da lì chissà dove.

car foto due rapina acquicar foto quattro rapina acquiùcar foto tre rapina acquicar foto uno rapina acqui

L’uomo, Pasquale TULLO, 41enne foggiano, residente a Torino ma di fatto senza una fissa dimora, noto alle Forze dell’Ordine per i suoi trascorsi che lo hanno visto peraltro coinvolto in analoghi reati, è stato sottoposto a fermo di indiziato di delitto: molteplici gli indizi a suo carico; concreto il rischio che potesse rendersi irreperibile ed anche reiterare la condotta criminosa.

I Carabinieri di Acqui Terme sono giunti a lui a seguito di una certosina attività info – investigativa che li ha visti impegnati sin dai momenti immediatamente successivi al fatto.

Le telecamere di videosorveglianza dell’ufficio postale e le testimonianze raccolte dai dipendenti e da altri testimoni, nell’evidenziare come il rapinatore avesse agito a volto scoperto, avevano subito fatto ritenere che non si trattasse di un criminale del luogo, facilmente riconoscibile sia da eventuali acquesi che dagli stessi Carabinieri, ma di una persona di proveniente da fuori. Inoltre la velocità del colpo e la “tranquillità” del malvivente ripresa dai filmati facevano ritenere altresì che l’uomo fosse verosimilmente uno “avvezzo” a tali condotte e, in tal senso, molto probabilmente già noto in ambito criminale. Continua a leggere “Carabinieri. Acqui Terme: rintracciato e sottoposto a fermo l’autore della rapina di S. Valentino”

M5S: LE ECCELLENZE PIEMONTESI APPRODANO AL PARLAMENTO EUROPEO CON “MADE IN PIEMONTE”

M5S: LE ECCELLENZE PIEMONTESI APPRODANO AL PARLAMENTO EUROPEO CON “MADE IN PIEMONTE”

L’evento, organizzato dall’eurodeputata del MoVimento 5 Stelle Tiziana Beghin, si è diviso tra una tavola rotonda in cui si è discusso di internazionalizzazione del brand “Piemonte”, e un cocktail con degustazione di prelibatezze locali ed esposizione di prodotti d’alto artigianato.

Il 6 marzo si è tenuto, a Bruxelles, “Made in Piemonte: Eccellenze in Movimento”, evento organizzato dall’eurodeputata del MoVimento 5 Stelle Tiziana Beghin.

m5s 1m5s 2m5s 3m5s 4m5s 5

La prima parte della giornata è stata dedicata a una tavola rotonda presso il Parlamento europeo, suddivisa in due panel: nel primo sono intervenuti Roberto Moncalvo, presidente di Coldiretti Piemonte, Tino Cornaglia, presidente di Banca d’Alba, e Roberto Berruti, responsabile delle politiche agricole della Rappresentanza Permanente d’Italia presso l’UE. La discussione si è sviluppata sul ruolo che istituzioni, enti e imprenditori possono recitare per la promozione e l’internazionalizzazione del brand “Piemonte”. Nella seconda sessione, invece, lo spazio è stato riservato a Roberta Ceretto, dell’omonima azienda vinicola, Mattia Fiorindo, di FIMA Carlo Frattini, e Sergio Capaldo, presidente del Consorzio di Allevatori “La Granda”: tre case history di successo che hanno fatto conoscere al mondo intero il nome del Piemonte, e che sono state supportate dai dati forniti dal Prof. Florindo Carniato dell’Università di Pavia Continua a leggere “M5S: LE ECCELLENZE PIEMONTESI APPRODANO AL PARLAMENTO EUROPEO CON “MADE IN PIEMONTE””

La scrittrice Simona Bertocchi si presenta ai lettori di Alessandria today

La scrittrice Simona Bertocchi si presenta ai lettori di Alessandria today

di Pier Carlo Lava

Alessandria today è lieta di presentare ai lettori la biografia della scrittrice Simona Bertocchi, della quale in seguito verrà pubblicata anche un intervista in esclusiva per il blog a cura del poeta Marcello Comitini.

Simona Bertocchi

Mi chiamo Simona Bertocchi, sono nata a Torino, toscana di adozione, vivo attualmente a Montignoso, provincia di Massa Carrara. Lavoro nel settore del turismo da oltre vent’anni, ma l’altro mestiere è scrivere e nel 2016 sono ricorsi 10 anni di attività letteraria.

Delle mie due terre ho preso l’elegante rigore sabaudo e la creatività istintiva toscana.

Al momento ho 7 libri editi tra romanzi, romanzi storici, raccolta di racconti e silloge di poesie.

I miei testi sono stati presentati e premiati in tutta Italia; sono stata invitata ad intervenire ad eventi letterari importanti come il Salone Internazionale del libro di Torino, lo storico caffè Le Giubbe Rosse di Firenze, l’Isola del Cinema Tiberina a Roma, il festival della letteratura femminile di Narni, il piccolo festival del romanzo storico a Ischia, il Palazzo Cassano degli Studi Filosofici di Napoli, il Castello della Gherardesca in Toscana e altri ancora.

Ho avuto l’onore di presentare i miei romanzi storici nel palazzo del consiglio della Regione a Firenze con l’intervento del presidente del consiglio regionale Eugenio Giani.

Tanti i media che si sono occupati della promozione e recensione delle mie pubblicazione dalle testate giornalistiche, alle radio, alle televisioni nazionali e locali.

http://simonabertocchi.it/

AMAG Ambiente: richiedenti asilo in visita al centro raccolta rifiuti

AMAG Ambiente: richiedenti asilo in visita al centro raccolta rifiuti

Alessandria:  “E’ stata una mattinata interessante, e spero utile: abbiamo cercato di sensibilizzare un gruppo di persone, richiedenti asilo, su tecniche di riutilizzo e riuso dei rifiuti, e in senso più ampio su come funziona ad Alessandria la raccolta e lo smaltimento dei rifiuti.

amag-ambiente

Anche per i nostri operatori è stato un momento di confronto importante, e l’occasione per aggiornarsi sulle indicazioni dettate dalla normativa europea”. Fiorenzo Borlasta, amministratore unico di Amag Ambiente, commenta così il Laboratorio che, venerdì mattina, si è tenuto nella sede dell’azienda, in viale Michel ad Alessandria, e ha visto la partecipazione di un gruppo di richiedenti asilo e titolari di protezione internazionale, accompagnati da addetti dela cooperativa Semi di senape.

Il Laboratorio si inserisce nel progetto Skill me UP!, promosso dalla APS Cambalache, con il contributo della Fondazione Social.

“Abbiamo cercato di spiegare a queste persone come funziona la nostra attività – spiega l’ing. Borlasta -, puntando su due momenti: la visita del centro di raccolta , e un laboratorio pratico, molto concreto”.

Durante la visita il gruppo ha avuto modo di capire come funziona il centro di raccolta rifiuti di Amag Ambiente, e quale sia l’importanza del riciclo dei rifiuti e della possibilità di ricreare oggetti grazie a questi tipi di lavorazioni. In particolare è stato ribadito dagli operatori che spesso gli oggetti e i rifiuti vengono abbandonati per strada, anziché seguire il percorso standard di smaltimento, e questo provoca danno a tutta la comunità. Continua a leggere “AMAG Ambiente: richiedenti asilo in visita al centro raccolta rifiuti”

AMAG Ambiente: richiedenti asilo in visita al centro raccolta rifiuti

AMAG Ambiente: richiedenti asilo in visita al centro raccolta rifiuti

Alessandria:  “E’ stata una mattinata interessante, e spero utile: abbiamo cercato di sensibilizzare un gruppo di persone, richiedenti asilo, su tecniche di riutilizzo e riuso dei rifiuti, e in senso più ampio su come funziona ad Alessandria la raccolta e lo smaltimento dei rifiuti.

IMG_0057_okIMG_0075_okIMG_0083_ok

Anche per i nostri operatori è stato un momento di confronto importante, e l’occasione per aggiornarsi sulle indicazioni dettate dalla normativa europea”. Fiorenzo Borlasta, amministratore unico di Amag Ambiente, commenta così il Laboratorio che, venerdì mattina, si è tenuto nella sede dell’azienda, in viale Michel ad Alessandria, e ha visto la partecipazione di un gruppo di richiedenti asilo e titolari di protezione internazionale, accompagnati da addetti della cooperativa Semi di senape.

Il Laboratorio si inserisce nel progetto Skill me UP!, promosso dalla APS Cambalache, con il contributo della Fondazione Social.

“Abbiamo cercato di spiegare a queste persone come funziona la nostra attività – spiega l’ing. Borlasta -, puntando su due momenti: la visita del centro di raccolta , e un laboratorio pratico, molto concreto”. Continua a leggere “AMAG Ambiente: richiedenti asilo in visita al centro raccolta rifiuti”

Agriturist Piemonte: l’alessandrino Lorenzo Morandi è il nuovo presidente, che succede alla stazzanese Rosanna Varese

Agriturist Piemonte: l’alessandrino Lorenzo Morandi è il nuovo presidente, che succede alla stazzanese Rosanna Varese

Un cambio al vertice tutto alessandrino quello di Agriturist Piemonte, l’associazione di Confagricoltura che si dedica all’accoglienza turistica.

L’alessandrino Lorenzo Morandi è il nuovo presidente di Agriturist Piemonte, che succede alla stazzanese Rosanna Varese, non più rieleggibile a termini di Statuto.

Varese Melacca Morandi.jpg

Lo ha nominato ieri a Torino l’Assemblea dei soci, alla quale ha partecipato anche il presidente nazionale Cosimo Melacca.

Il nuovo segretario regionale è Paolo Bertolotto, funzionario di Confagricoltura Piemonte.

Lorenzo Morandi, 65enne di Spinetta Marengo (AL), è titolare della Tenuta La Fiscala, storica azienda risalente al XVI° secolo.

Il centro aziendale è sito in un’area agricola irrigua di circa 40 ettari coltivati a cereali e foraggere con l’utilizzo di tecniche agronomiche a basso impatto ambientale. L’ospitalità è offerta in appartamenti disposti su due piani, situati nei locali un tempo adibiti all’allevamento del baco da seta, circondati da ampi giardini. La struttura è utilizzata anche per organizzare eventi. Continua a leggere “Agriturist Piemonte: l’alessandrino Lorenzo Morandi è il nuovo presidente, che succede alla stazzanese Rosanna Varese”

M5S.Beghin: LE ECCELLENZE PIEMONTESI APPRODANO AL PARLAMENTO EUROPEO CON “MADE IN PIEMONTE”

LE ECCELLENZE PIEMONTESI APPRODANO AL PARLAMENTO EUROPEO CON “MADE IN PIEMONTE”

L’evento, organizzato dall’eurodeputata del MoVimento 5 Stelle Tiziana Beghin, si è diviso tra una tavola rotonda in cui si è discusso di internazionalizzazione del brand “Piemonte”, e un cocktail con degustazione di prelibatezze locali ed esposizione di prodotti d’alto artigianato.

12345

Il 6 marzo si è tenuto, a Bruxelles, “Made in Piemonte: Eccellenze in Movimento”, evento organizzato dall’eurodeputata del MoVimento 5 Stelle Tiziana Beghin.

La prima parte della giornata è stata dedicata a una tavola rotonda presso il Parlamento europeo, suddivisa in due panel: nel primo sono intervenuti Roberto Moncalvo, presidente di Coldiretti Piemonte, Tino Cornaglia, presidente di Banca d’Alba, e Roberto Berruti, responsabile delle politiche agricole della Rappresentanza Permanente d’Italia presso l’UE. La discussione si è sviluppata sul ruolo che istituzioni, enti e imprenditori possono recitare per la promozione e l’internazionalizzazione del brand “Piemonte”. Nella seconda sessione, invece, lo spazio è stato riservato a Roberta Ceretto, dell’omonima azienda vinicola, Mattia Fiorindo, di FIMA Carlo Frattini, e Sergio Capaldo, presidente del Consorzio di Allevatori “La Granda”: tre case history di successo che hanno fatto conoscere al mondo intero il nome del Piemonte, e che sono state supportate dai dati forniti dal Prof. Florindo Carniato dell’Università di Pavia.

È da tempo che avevo in mente questa giornata – spiega Tiziana Beghin -, da un lato per raccontare agli operatori le azioni fatte dal Parlamento europeo per aiutare le eccellenze del nostro territorio e proteggerle da squilibri determinati da eccessive importazioni, come nel caso notissimo del riso; dall’altro per raccogliere informazioni da chi oggi sta già vivendo l’internazionalizzazione, e può essere da sprone per altri imprenditori. In un’era in cui la globalizzazione ha reso la concorrenza sempre più spietata, ritengo fondamentale arrivare a un lavoro di grande convergenza nelle filiere dei diversi settori per promuovere fuori dall’Italia un’identità forte del Piemonte, creando un brand che sia immediatamente riconoscibile nel mondo. Continua a leggere “M5S.Beghin: LE ECCELLENZE PIEMONTESI APPRODANO AL PARLAMENTO EUROPEO CON “MADE IN PIEMONTE””

SALARIO MINIMO, MATRISCIANO (M5S): COLMIAMO GAP CON ALTRI PAESI UE, CI ASPETTIAMO COLLABORAZIONE DA SINDACATI E ASSOCIAZIONI DATORIALI

SALARIO MINIMO, MATRISCIANO (M5S): COLMIAMO GAP CON ALTRI PAESI UE, CI ASPETTIAMO COLLABORAZIONE DA SINDACATI E ASSOCIAZIONI DATORIALI

 

ROMA, 6 MARZO 2019 – “La settimana prossima, con il ciclo di audizioni che coinvolgerà parti sociali e associazioni datoriali, in Commissione Lavoro al Senato cominceremo a discutere il disegno di legge a prima firma Nunzia Catalfo per l’istituzione del salario minimo orario.

Matrisciano

storica battaglia del MoVimento 5 Stelle, che per primo nel 2013 ha messo sul tavolo questo tema completamente dimenticato dai vecchi governi, in primis quelli di sinistra. Basta con stipendi da 3 o 4 euro all’ora, ridiamo dignità al lavoro e ai lavoratori e contemporaneamente riduciamo il cuneo fiscale”.

Così in una nota Susy Matrisciano, senatrice del MoVimento 5 Stelle membro della Commissione Lavoro, relatrice del provvedimento. “L’Italia è uno dei pochi Paesi europei a non avere un salario minimo fissato per legge – ricorda la parlamentare pentastellata – non a caso quasi il 12% dei lavoratori dipendenti riceve una retribuzione inferiore ai minimi contrattuali. Perciò non c’è più tempo da perdere. Continua a leggere “SALARIO MINIMO, MATRISCIANO (M5S): COLMIAMO GAP CON ALTRI PAESI UE, CI ASPETTIAMO COLLABORAZIONE DA SINDACATI E ASSOCIAZIONI DATORIALI”

M5S Alessandria – No-tax area per il piccolo commercio: Fallimento totale

M5S Alessandria – No-tax area per il piccolo commercio: Fallimento totale

Alessandria: Pare che le adesioni alla No-Tax area di Molinari per le riaperture dei negozi in centro siano state pochissime così come è stato negativo il saldo aperture/chiusure dei negozi di prossimità nel 2018.

m5s-2

E’ evidente che le misure dell’ex-assessore al commercio si siano dimostrate insufficienti ad invertire una tendenza dannosissima per il tessuto urbano e sociale della nostra città: la desertificazione del centro e delle vie commerciali a vantaggio di una crescita costante dei nuovi contenitori della grande distribuzione in periferia.

Nel frattempo, nei paesi avanzati si chiudono i centri commerciali, cresce il commercio online ed il merchandising consiste sempre piu’ in esposizioni di prodotti che il cliente comprerà online.

È triste constatare come la nostra città si muova sempre con 30 anni di ritardo: quando la popolazione è in calo noi costruiamo residenze, quando i centri commerciali periferici chiudono noi ne costruiamo dei nuovi. Quando tutte le città pedonalizzano i centri noi riapriamo alle auto l’anello di Piazza Libertà e ci facciamo scrivere il piano del traffico dal gestore privato del trasporto pubblico a suo uso e consumo. Continua a leggere “M5S Alessandria – No-tax area per il piccolo commercio: Fallimento totale”

Legittima difesa: Fornaro, no a trasformazione in legittima offesa

Legittima difesa: Fornaro, no a trasformazione in legittima offesa

(AGI) – Roma, 6 mar. – “La riforma della legittima difesa viene usata da Salvini e dalla Lega come un’arma di distrazione di massa. Il Parlamento e’ schiavo del contratto di governo nel silenzio assordante del gruppo M5s.

federico-fornaro-2

Quello che il Parlamento sta approvando e’ una legge manifesto della destra. Una legge che non risponde alle reali esigenze di sicurezza dei cittadini ma che semplicemente veicola questo messaggio: lo Stato non ce la fa a garantire la vostra sicurezza, fatevi giustizia da soli”. Lo afferma il capogruppo LeU alla Camera, Federico

Fornaro. “I numeri – prosegue – ci dicono che il fenomeno dei processi per eccesso di legittima difesa e’ circoscritto a qualche decina di casi. 

La maggioranza per poche decine di casi prende a martellate a uno dei fondamenti della civilta’ giuridica, quello della legittima difesa, trasformandolo in legittima offesa.

Nel silenzio di un pezzo della maggioranza e nel silenzio piu’ assoluto del ministro della Giustizia che non ha neppure ritenuto di essere in Aula. Uno scempio che non avra’ mai il nostro voto”. (AGI)

Perosino Forza Italia. Debito pubblico convegno al Senato – 100 milioni di euro: ECCO QUANTO PERDONO GLI ITALIANI AL GIORNO.

Perosino Forza Italia. Debito pubblico convegno al Senato – 100 milioni di euro: ECCO QUANTO PERDONO GLI ITALIANI AL GIORNO.

Roma 07 marzo -Questa mattina si è svolto, presso la Sala del Senato di Piazza Capranica a Roma, il convegno dal titolo “Attacco al debito pubblico” organizzato dal Senatore Marco Perosino (FI) in collaborazione con l’Associazione La Forza Delle Idee.

PEROSINO MARCO

All’iniziativa sono intervenuti Giuseppe Pisauro, economista e presidente UPB (Ufficio Parlamentare di Bilancio) e Paolo Panerai, economista e direttore di Milano Finanza.

L’incontro era finalizzato alla presentazione di due proposte di risoluzione del grande problema italiano del debito pubblico. La situazione economico-finanziaria pubblica e privata è condizionata dal “macigno” del debito, che ha raggiunto numeri che hanno sforato tutti i parametri di riferimento e ha toccato quota 2 mila 300 miliardi di euro. C’è quindi grande timore per le sorti delle finanze italiane il cui debito è per un terzo in mani straniere. La maggioranza degli italiani non è consapevole dell’influenza che questo ha sull’economia reale. Non possiamo lasciare alle future generazioni i problemi pregressi che ci portiamo avanti da troppo tempo.

Pensate a questi numeri: il debito cresce di 70 mila euro al minuto, 4 milioni 200 mila euro all’ora, 100 milioni al giorno! Pertanto sul tavolo di oggi erano vagliate due soluzioni. La prima propone di costituire una società pubblica al quale affidare gli immobili dismissibili dello Stato e degli altri Enti pubblici da immettere sul mercato gradualmente e senza vincolo di destinazione gli edifici. Banche e privati dovrebbero acquistare quote della società pubblica e, con il capitale incassato, estinguere un lotto di debito. L’effetto prodotto sarebbe un rallentamento della speculazione e del costo degli interessi, una riduzione di 150/200 miliardi di euro, oltre a produrre 50 miliardi di investimenti in opere infrastrutturali, ricerca, sviluppo, settore sociale e scuola. Continua a leggere “Perosino Forza Italia. Debito pubblico convegno al Senato – 100 milioni di euro: ECCO QUANTO PERDONO GLI ITALIANI AL GIORNO.”