Un valzer tra gli scaffali. Recensione di Cristina Saracano

Christian ha solo ventisette anni e un passato alla spalle da dimenticare.

Grazie a un lavoro al supermercato come mulettista,non privo di difficoltà, riesce a scordare alcool e altri brutti vizi, entrando in un nuovo mondo.

Sempre tra gli scaffali del market, incontra anche la dolcezza di Marion, che gli fa provare brividi d’amore anche in un luogo non proprio romantico.

La dimostrazione di come, anche in una grigia città di provincia tedesca, si possano assaporare emozioni forte come l’amicizia e la passione.

Nonostante l’ambiente piatto, scialbo e molto crudo, una crisi economica che tutti cercano di affrontare, per non affogare, nonostante l’essere trattati, talvolta, come automi, o semplici anelli di una catena di montaggio che non si deve spezzare, si nota per tutta la proiezione una vena poetica che sempre dovrebbe accompagnare le nostre vite per non lasciarci con l’amaro in bocca.

Un bel film.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...