EFAL MCL, ANMIC e Museo della Gambarina insieme per raccontare Maria Bensi e tante altre storie…

EFAL MCL, ANMIC e Museo della Gambarina insieme per raccontare Maria Bensi e tante altre storie…

Alessandria: Entrare nell’epoca di Maria Bensi (1896-1974) significa occuparsi di un periodo di intensi stravolgimenti sociali, economici, culturali, politici, bellici. “Insieme a Maria – afferma il Presidente di EFAL MCL, Alfonso Conteaffronteremo eventi di cui lei stessa è protagonista: l’emancipazione delle donne alessandrine tra campagna, fabbrica, città, la Resistenza, la ripresa democratica, l’assistenza ai più deboli, l’esperienza di fede, l’impegno dei cattolici nella prima metà del Novecento.

marzo donna Invito Bensi

Ad occuparsi di tenere insieme tutti i tasselli di questo mosaico complesso e articolato tra personalità del calibro di Carlo Torriani, Giuseppe Brusasca, Giovanni Sisto, Adelina Cosola Martino, Carolina Beltrami, Teresa Michel, Edmondo Ferrari, Ernesto Torre, Teresio Borsalino (ma ancora ne mancherebbero) e fatti incessanti che vanno dalla Grande Guerra, al fascismo, alla Resistenza, al ruolo del CLN, all’Amministrazione Comunale di Alessandria, alla Costituente, alla Ricostruzione post bellica, ci penserà Piercarlo Fabbio, nella sua veste di divulgatore, coadiuvato da Simona Robotti che leggerà alcuni testi scritti da Maria Bensi.

Ci sarà un’altra protagonista: la musica, che scandirà con le sue composizioni il tempo in divenire dei fatti del periodo.

Ma c’è un altro tema al quale occorrerà collegarsi: quello dell’assistenza a chi meno ha: “una lezione che Maria Bensi – dice Maria Luisa Cotroneo, Presidente provinciale ANMIC (Associazione Nazionale Mutilati e Invalidi Civili) di Alessandria – impara direttamente da grandi eroine del tempo come Carolina Beltrami e Teresa Grillo Michel, ritirandosi dalla vita mondana per accudire le sorelle invalide fino alla morte. Un esempio di come ci si possa sacrificare per gli altri”.

Infine, in omaggio alla devozione di Maria Bensi, nata a San Salvatore a poca distanza dal luogo ove nel 1616 appare la Madonna e a cui la Nostra rimarrà sempre legata. Un altro racconto tra storia e leggenda?

L’incontro si terrà Mercoledì 20 marzo alle ore 18 presso il Museo della Gambarina, piazza della Gambarina, Alessandria.

Figuranti in costume da “Borsaline” accoglieranno le persone.

L’iniziativa è promossa d’intesa con l’Assessorato Comunale alle Pari Opportunità, nell’ambito del programma Marzo Donna 2019.

Autore: alessandria today

Ex Dirigente, consulente e ora blogger

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...