I dipendenti vittime di maltrattamenti subiscono anche i pregiudizi

ORME SVELATE

Aggiungendo la beffa al danno, le vittime potrebbero persino essere viste dai supervisori come dipendenti peggiori, nonostante le prestazioni esemplari. I bulli, d’altra parte, possono ricevere un lasciapassare se sono graditi dal loro supervisore. Uno studio su questo pregiudizio nei confronti delle vittime è stato recentemente pubblicato sul Journal of Applied Psychology. I risultati stanno aprendo gli occhi e sono utili perché, dato che spesso ci si chiede come possiamo incolpare le vittime, e perché coloro che vessano rimangono impuniti. Il pregiudizio decisionale potrebbe essere associato ai pregiudizi cognitivi, come l’effetto alone, in cui gli attributi positivi mascherano i tratti negativi, o l’effetto dei corni, in cui un attributo negativo proietta una persona in una luce completamente negativa. È opportuno che i supervisori ricevano un allenamento all’imparzialità. Il primo passo è la consapevolezza di questi pregiudizi. Ci si augura che questo studio possa almeno sensibilizzare al potenziale di inclinazione delle…

View original post 276 altre parole

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...