Momenti di poesia. Dicembre antico, di Antonio Meola

Dicembre antico

Dicembre antico

Umide e opache gocce
che tutto nascondono
rimandando indietro
i raggi del sole,
annullando la luce
che brillare non può.
La senti fredda
quando la pelle
delicatamente ti accarezza
mentre lo sguardo
diventa pesante
non percependo
il mondo che ha intorno.
Paesaggio ovattato
che più non riconosci,
persino il tempo
cambia dimensione
mentre l’andare
è lento e insicuro.
Ti perdi,
nel suo abbraccio
più nulla riconosci,
non sei più ombra
perché parte di te
si perde nel grigio
che è tutto intorno a te .

Melanto
( Antonio Meola )

poeta da quattro soldi

foto presa dal web