Momenti di poesia. Presentimenti, di Maria Bartolucci

Momenti di poesia. Presentimenti, di Maria Bartolucci

Presentimenti.jpg

Presentimenti.

Certi presentimenti
li senti quando la solitudine
comincia a pesare
nella casa
dove tutto, dopo la
morte di mia madre,
era diventato –
un simulacro-
la poltrona turchino
e azzurra,quadri di nature morte e di cigni
ormai ingialliti,
lasciati lì
dalle mie compagne! !!!

Pensavo spesso a quella
signora- conosciuta
per strada – in città –
che si era piazzata,
arrossendo un po’,
sotto il mio ombrello,
per sfuggire a quella
pioggerellina fastidiosa.
Forse -un po’ turbata-
si era fatta riaccompagnare
a casa…

Così certi presentimenti
bastavano
a farmi credere
che poteva fra noi
nascere una sconvolgente storia
d’amore.

Una notte la sentii
parlare nel sonno,
come faceva mia madre con amerezza
quando avevo la febbre.
Erano parole senza senso, lievi come piume,
e sembravano andare
verso un’altra stanza-

Era buio,non riuscivo a
vederla in volto,
la bellezza tuttavia
si avverte dopo lunghi
amoreggiamenti…..
Accesi la luce-
e bastavano i pensieri
a illuminarla:
divenne bellissima e candida
-come il bianco di
quei gigli piangenti-
Intrecciammo ancora i nostri corpi ……..

Dopo quella notte
non tornò mai più –
11/3/2019.

Autore: alessandria today

Ex Dirigente, consulente e ora blogger

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...