Cannabis Terapeutica

dimensioneC

Breve sintesi delle patologie in cui può, dovrebbe e potrebbe essere usata la Cannabis terapeutica, in base a quelle che sono ad oggi le evidenze scientifiche e in base alle evidenze constatate sui pazienti (risposta dell’organismo in termini di benefici e miglioramento della qualità della vita). In base, infine, a quelli che sono gli studi in progress che hanno avuto un riscontro positivo, ma ancora con pochi dati

#cannabis terapeutica,
#cannabisterapeutica, #sclerosi multipla, #sclerosimultipla, #fibromialgia, #epilessia,
#tumore, #atassia, #parkinson, #autismo, #alzheimer, #neuropatia, #terapiadeldolore,
#terapia del dolore, #associazione InFioreScienza, #associazioneInFioreScienza,
#io, #medico, #arrendersi mai, #con la cannabis mi curo,  #conlacannabismicuro, #cura, #dolore,
#malattia, #medicina, #medico, #reagire, #resilienza, #rispetto, #sanità,
#speranza, #vita, #prendersi cura, #prendersicura, #vicinanza, #assistenza,
#terapia, #disponibilità, #diagnosi

View original post

A te mi rivolgo

Isabella Scotti

Dovrei   essere   contenta   per   l’ arresto   dell’ ennesimo   infame ,  che   dopo   essere   fuggito   dai   domiciliari   ad   Ercolano,   ha   raggiunto   Reggio   Calabria   col   solo   scopo   di   dare   fuoco   all’ ex   moglie.   Dovrei   essere   contenta ,  se   fossi   certa   che   in   Italia   esiste   la   ”giusta”   giustizia.   Purtroppo   non   è   così.   Gli   episodi   di   questi   giorni,   riguardanti   uomini   arrestati   a   cui   vengono   ridotte   le   pene,   grazie   a   giudici   che    interpretano   il   loro   agire   o   come   persona   in   preda   a   ”   tempesta…

View original post 518 altre parole

I miserabili – #regia di Franco Però #teatro [#recensione]

Bricolage

Questo articolo esce con molto ritardo rispetto alla visione dello spettacolo. Mi sono resa conto di quanto nel mio 2018 fosse mancante la componente di spettacolo dal vivo rispetto alla fruizione di prodotti culturali audiovisivi.

I Miserabili arriva in città a gennaio, proprio agli inizi del 2019, mentre iniziano a manifestarsi i comitati per le elezioni politiche attesissime in tutta Italia. L’Abruzzo – con i suoi atteggiamenti discordanti – è un terreno di battaglia importante e vigoroso, sul quale si è venuto a sondare il valore dello scenario nazionale. Si può dire che questo momento equivale alla tappa numero zero di un concerto, quello di una prova generale che decreterà il successo di una performance sulla quale impiantare nuove dinamiche per assettare il tiro in vista degli accadimenti nazionali dei prossimi mesi.

L’opera di Victor Hugo arriva in questa condizione in modo profetico. La regia di Franco Però si…

View original post 653 altre parole

You #serietv #netflix [#recensione]

Bricolage

In questo blog si è parlato spesso di narcisismo, almeno nel periodo che ha attraversato la mia vita tra il 2015 e il 2017. Tanto è stato il tempo per riprendermi da una brutta ferita. Vedere questa serie mi ha permesso di capire ancora una volta che le vie delle forme manipolatorie sono infinite e assumono, in base al contesto, segmenti indefiniti per poterli ridurre a una chiacchiera da bar senza valore che prende forma, in questo caso, in un racconto a puntate.

You narra il punto di vista di uno stalker. Il suo intreccio è una relazione che lega amore, odio e amicizia, alla cui base esiste una idea di punizione.

You (serie tv), Netflix, 2019

Le vicende del protagonista sono quelle di un ragazzo che replica il suo comportamento: quello che ha subito da bambino quando veniva rinchiuso in un box di vetro per imparare alla perfezione la professione…

View original post 501 altre parole

Baby di Andrea De Sica #netflix #serietv [#recensioni]

Bricolage

Mi trovo ad aver visto una serie tv italiana che racconta i suoi tempi, capace di mostrare il senso di dispersione che provano gli adolescenti.

Baby di Andrea De Sica e Anna Negri narra la storia di un gruppo di ragazzi benestanti. Modelli che sembrano essere ispirati ai protagonisti dei film di Sofia Coppola. Un mondo americano ambientato a Roma nord – tra gli upper class – in famiglie dove figli e genitori esistono come comunità, ma appaiono come individui slegati e sgretolati l’un l’altro nella realtà.

Il racconto è una fuga, rappresenta una rottura da uno schema differente rispetto al mondo anni Novanta, quando era ancora possibile scappare da parenti opprimenti, per un’ideale, un amore, il bisogno di indipendenza; mostra una esasperazione che arriva dall’assenza, un vuoto insopportabile tra le pareti domestiche riempito dalla spettacolarizzazione del proprio vissuto.

Quello che si vede in questa serie è uno spaccato…

View original post 444 altre parole

The Rain #serietv [#netflix]

Bricolage

In mezza domenica pomeriggio, quando fuori piove e si ha poca voglia di uscire, ho deciso di seguire e finire, come una ameba incatenata alla poltrona, una serie uscita lo scorso anno e distribuita da Netflix.

The Rain è racconto ambientato in una Danimarca post-apocalittica, ha come protagonisti due ragazzi a cui viene dato l’ordine di trasferirsi in un bunker a seguito di una epidemia che si dirama attraverso la pioggia. Sei anni nascosti sottoterra per vivere come topi, senza sapere cosa accade fuori, all’aria aperta, in un territorio che ha di suo un clima sfortunato che accentua il rischio di spostamento da un punto all’altro tra città, per trovare forme di vita incontaminate e rispondere a quel comando che coincide all’essere fedeli alla regola del padre.

Nella sua prima fase la visione sembra noiosa, ma con l’aumentare degli agenti ansiogeni, sale in modo notevole l’interesse. Di base la…

View original post 517 altre parole

Itinerario alle isole Faroe | 7 giorni tra paesaggi incontaminati e natura

Viaggiare con Serendipità

Galeotto fu Instagram che più di due anni fa mi mostrò la fotografia di una magnifica cascata che si gettava a picco nel mare. Mese dopo mese, fotografia dopo fotografia, il mio interesse per le Isole Faroe aumentava inesorabilmente e nasceva un desiderio di viaggio ormai ingestibile. E così che a gennaio 2018, con sette mesi d’anticipo io e la mia compagna di viaggio, prese da un raptus di follia, abbiamo comprato i voli e prenotato uno splendido basement in quel piccolo arcipelago di diciotto isole nel bel mezzo del mare del Nord. Proprio in quel momento il nostro desiderio di fare un viaggio nelle Isole Far Oer si è trasformato in qualcosa di reale! 

View original post 2.049 altre parole

Messer Tulipano al Castello di Pralormo, per non perdere il risveglio della primavera

Viaggiare con Serendipità

L’avvento della primavera in Piemonte ha un nome: Messer Tulipano, che per la sua XX Edizione avrà ancora come sede il bellissimo Castello di Pralormo. Non conosco amici o parenti che almeno una volta non siano andati a vedere la meravigliosa fioritura dei bulbi di tulipani, famosa manifestazione floreale dal 1999, apprezzatissima dai piemontesi. Quando andare?

View original post 550 altre parole

Erika Fatland, Sovietistan. Un viaggio in Asia centrale

Blog di Pina Bertoli

Negli otto mesi successivi avrei visitato cinque fra i paesi più nuovi del mondo: il Turkmenistan, il Kazakistan, il Tagikistan, il Kirghizistan e l’Uzbekistan. Nel 1991, quando crollò l’Unione Sovietica, per la prima volta nella storia questi paesi divennero stati indipendenti. (..) «Stan» deriva dal persiano e significa «luogo» o «paese». (..) Nonostante il suffisso comune, i cinque Stan quasi non potrebbero essere più diversi gli uni dagli altri. (..) Tuttavia, anche se differiscono tra loro sotto molti aspetti, questi cinque paesi condividono lo stesso destino e la stessa origine. Per quasi settant’anni, dal 1922 al 1991, hanno fatto parte dell’Unione Sovietica, un immenso esperimento sociale senza precedenti nella storia.

Sovietistan, di Erika Fatland, Marsilio editore 2017, traduzione di Eva Kampmann, pagg. 534

Fatland autografoHo divorato l’interessantissimo libro di Erika Fatland in pochi giorni: un volume che è il suo diario di viaggio risalente al 2014, nonché un reportage…

View original post 923 altre parole

Hadieh Shafie, “Passion”

Blog di Pina Bertoli

Un paio di giorni fa, ho iniziato a leggere il romanzo “Io non sono un albero” di Maryam Madjidi, scrittrice nata in Iran ma vissuta fin da bambina in Francia. Come spesso mi accade, sono rimasta colpita dall’immagine in copertina e sono quindi andata a cercare informazioni in merito all’opera riprodotta e all’artista che l’ha realizzata.

Hadieh Shafie Saayeha10-SideDetail dettaglio

Si tratta di Hadieh Shafie, artista nata a Teheran, Iran, nel 1969 ed emigrata all’età di tredici anni negli Stati Uniti, dove ha compiuto i suoi studi artistici.

Shafie usa accuratamente la carta tinta a mano e arrotolata per formare superfici dense. In alcune opere, ogni gruppo di cerchi concentrici ha una profondità uguale, creando piccoli piani nella topografia del pezzo finito. La sua serie “Spike” presenta coni a spirale affilati che sporgono verso lo spettatore. Oltre al bordo colorato, la calligrafia è incorporata anche sui rotoli di carta…

View original post 368 altre parole

Book Pride 2019. Ogni desiderio

Blog di Pina Bertoli

Si è aperta ieri a Milano, presso la Fabbrica del Vapore, la Fiera Nazionale dell’Editoria Indipendente. Proseguirà anche domani. Una kermesse ricca di proposte libresche, incontri, dibattiti. Una bellissima occasione per parlare con gli editori, pronti ad elargire consigli per acquistare libri che soddisfino ogni tipo di lettore, per assistere a presentazioni e per trovarsi vis a vis con gli autori che amiamo.

Questa mattina l’ho dedicata a fare un giro per gli stand e scegliere le mie prossime letture. Ecco il risultato di queste fantastiche ore!

Bookpride edicola

Stand di Edicola Edizioni, in compagnia degli editori Alice e Paolo. Di questa casa editrice che si muove su due continenti amo tutto. Qui sul blog trovate recensioni di loro libri e la storia della CE.

Questi i libri che Alice mi ha consigliato e di cui presto vi parlerò:

bookpride edicola acquistibookpride safara

Stand di Safarà Editore, un’altra casa editrice di cui ho…

View original post 153 altre parole

Verso l’Udienza Papale con AIDO : le mie emozioni ; di Lia Tommi

Sono donatrice, una donatrice consapevole e convinta della necessità di rendersi disponibile a salvare vite umane. Sono orgogliosa del tesserino di AIDO che porto sempre con me.

Sono convinta dell’importanza dei progetti di AIDO, primo tra tutti quello che insegna a mantenere sani stili di vita, se desideriamo che un giorno il nostro corpo possa essere utile per un trapianto .

Come insegnante, ho frequentato un corso di formazione realizzato da AIDO , su donazione e solidarietà , due concetti molto importanti da diffondere nelle scuole, e abbiamo sviscerato il tema sotto l’aspetto sociale, psicologico e legislativo.

Ora, con grande gioia, mi appresto a vivere uno dei momenti culmine delle celebrazioni per i 40 anni di AIDO Alessandria: mercoledì 20 marzo una nostra delegazione parteciperà all’Udienza Generale di Papa Francesco in Vaticano , e io sarò con loro.

Porteremo in dono al Papa l’opera ” Con il cuore ” dell’ artista Fabio Gagliardi, mio caro amico, un’opera che è stata recentemente in mostra, sempre per AIDO, all’Ospedale civile di Alessandria , insieme ad altre opere dedicate ai cuori , di questo artista.

Sarà un lungo viaggio notturno, in cui porterò nel cuore quello che ho espresso in quei pochi versi, che a mia volta donero’ al Papa: la speranza di un’umanità in cui i valori dell’amicizia , dell’amore, della comprensione e della solidarietà siano fondamentali , durante e oltre la vita. Sempre. Persone che si impegnano per le altre persone.

Con il cuore.

Cinzia Lumiera: Definizione agevolata delle controversie tributarie

Definizione agevolata delle controversie tributarie

Definizione agevolata delle controversie tributarie: dopo l’approvazione dell’estensione dell’applicazione, la pubblicazione  sul sito internet del Comune della modulistica per la presentazione delle domande

cinzia-lumiera

Recentemente il Consiglio Comunale di Alessandria – su proposta della Giunta – ha deliberato (con atto n. 29/13/19/18060 del 19/02/2019) l’estensione dell’applicazione della definizione agevolata delle controversie tributarie prevista dall’articolo 6 del D.L. 119/2018 (convertito dalla Legge 17 dicembre 2018 n. 136) alle controversie riguardanti i propri tributi.    

Questa norma riguardante le controversie in cui è parte l’Agenzia delle Entrate ha rimesso all’autonomia decisionale degli Enti territoriali la facoltà di estendere o meno tale definizione agevolata alle controversie riguardanti i tributi locali: facoltà da esercitare entro il 31 marzo 2019. Tale norma, tuttavia, non concede “spazi di manovra” agli Enti Locali, considerando che il comma 16 stabilisce solo che «Ciascun Ente territoriale può stabilire […] l’applicazione delle disposizioni di cui al presente articolo alle controversie attribuite alla giurisdizione tributaria in cui è parte il medesimo Ente o un suo Ente strumentale». Continua a leggere “Cinzia Lumiera: Definizione agevolata delle controversie tributarie”

Avvio e prospettive del Progetto Mesotelioma; di Lia Tommi

“Il progetto mesotelioma. Avvio e prospettive ” è il titolo del Convegno che si terrà il 23 marzo, dalle 9,30 alle 12,30, nella Sala d’Onore del Castello dei Paleologi, in Piazza Castello a Casale Monferrato .

PROGRAMMA

APERTURA LAVORI
Concetta Palazzetti, Sindaco di Casale Monferrato; Presidente del Comitato
strategico regionale Amianto
Giuliana Busto, Presidente AFeVA

INTRODUZIONE DEL PROGETTO Bruno Pesce, Referente sanità AFeVA

TAVOLA ROTONDA
Lo stato della ricerca oggi
modera: Daniela Degiovanni, Vitas
Giovanni Apolone, Direttore Scientifico Fondazione IRCCS Istituto Nazionale dei
Tumori Milano
Federica Grosso, Responsabile SSD Mesotelioma ASO AL
Maurizio D’Incalci, Dipartimento Oncologia IRCCS Mario Negri, Milano
Corrado Magnani, Professore Associato di Statistica Medica Dipartimento di
Medicina Traslazionale Università del Piemonte Orientale – Responsabile SSDipDU
Epidemiologia dei Tumori AOU Maggiore della Carità di Novara e CPO Piemonte
Irma Dianzani, Professore Ordinario di Patologia Generale Dipartimento di
Scienze della Salute Università del Piemonte Orientale
Luisella Righi, Professore Associato di Anatomia Patologica – Università di Torino
Dipartimento di Oncologia
Angelo Delmonte, Responsabile gruppo di Patologia Toracica – Istituto Scientifico
Romagnolo per lo Studio e la Cura dei Tumori (I.R.S.T.) Meldola
Roberta Volpini, Direttore Amministrativo ASO AL
Massimo D’Angelo, Responsabile Centro Sanitario Amianto
Antonio Brambilla, Direttore Generale ASL AL
Giacomo Centini, Direttore Generale ASO AL

CONCLUSIONI
Antonio Saitta, Assessore alla Sanità Regione Piemonte