Immagini della Giornata della memoria e dell’impegno in ricordo delle vittime della mafia a Novara e ad Alessandria; di Lia Tommi

Migliaia di persone per le strade di Novara questa mattina, giovedì 21 marzo, per la Giornata della Memoria e dell’impegno in ricordo di tutte le vittime innocenti delle mafie organizzata da Libera.

Quest’anno Novara è stata scelta come capoluogo piemontese per ospitare la manifestazione, che ha visto la partecipazione di studenti, associazioni, politici e comuni cittadini per ricordare le vittime innocenti di tutte le mafie.

Il corteo è partito dal piazzale dello stadio Silvio Piola ed è arrivato fino in piazza Martiri, dove è stato allestito un palco. Da quel palco sono stati letti i nomi di 1011 innocenti assassinati in Italia dalle organizzazioni mafiose. Servitori dello Stato, giornalisti, magistrati, sindacalisti, sacerdoti, ma anche uomini, donne e bambini, assassinati dalle organizzazioni mafiose per la loro opera di contrasto, o vittime collaterali della loro violenza. In questa edizione, rispetto a quella passata, sono stati inseriti oltre 40 nomi, e due di questi sono piemontesi: Roberto Rizzi e Walter Briatore, vite spezzate dalla mafia negli anni ’80.

“Le mafie ci sono al Nord perché hanno trovato un terreno fertile – ha detto Ryan Jessie Coretta, referente di Libera Novara – dobbiamo renderlo inospitale alla criminalità organizzata”. “Non dobbiamo abbassare la guardia anche nel nostro territorio” ha detto il sindaco di Novara Alessandro Canelli.

Dalla provincia di Alessandria erano presenti 250 studenti , di cui dal capoluogo 90 dagli Istituti Fermi, Saluzzo, Manzoni e un numeroso gruppo di scout.

Per chi è rimasto ad Alessandria, il Presidio Anna Pace di Alessandria ha organizzato una lettura pubblica dei nomi delle vittime innocenti delle mafie, in piazza Santa Maria di Castello, dalle 10,45, anche questa eseguita da studenti delle scuole alessandrine.

One thought on “Immagini della Giornata della memoria e dell’impegno in ricordo delle vittime della mafia a Novara e ad Alessandria; di Lia Tommi”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...