GORA, romanzo autobiografico, di Miriam Maria Santucci

49135422_1359694307500810_3160686284465242112_n

#GORA#stralci_qua_e_là

[…] “Una sera la fecero andare a dormire a casa di una vicina, che aveva due figlie poco più grandi di lei e con le quali Gora giocava spesso. Dovette però dormire nel loro stesso letto a due piazze, perché non ne avevano nessun altro a disposizione.
Gora notò subito che il loro materasso era come quelli usati a casa sua: un grosso sacco a due piazze, ripieno di foglie di granturco, con due aperture a forma di tasca da entrambi i lati, in cui venivano infilate le braccia per sistemare le foglie quando al mattino rifacevano il letto.” […]

Primavera

https://bonvinifranco.wordpress.com/2019/03/22/primavera-2/

La strada per i monti mostra primavere antiche sempre nuove

I rossi sfacciati

e i bianchi purissimi

i rosa timidi

e gli allegri gialli delle Ginestre.

I monti sono profili di giovinezza,

e primule tante,

i soliti due merletti neri saltellano

sulle gambette esili, tra l’ erba.

Sembra dicano alle betulle tutt’ attorno

ancora nude

è primavera!

Sì, adesso è primavera

fuori e dentro

anche le betulle si vestiranno presto

con l’ abito nuovo

e danzeranno, braccia al cielo,

se il vento vorrà.

 

 

TIROMANCINO (feat Tiziano Ferro) – Per me è importante

Gabriele ROMANO 📎 bLOG

Una Hit del momento

Una stupenda versione di un storico brano  (e tra i più belli) dei Tiromancino con la partecipazione straordinaria di Tiziano Ferro.

TESTO

Le incomprensioni sono così strane
Sarebbe meglio evitarle sempre
Per non rischiare di aver ragione
Che la ragione non sempre serve
Domani invece devo ripartire
Mi aspetta un altro viaggio
E sembrerà come senza fine
Guarderò il paesaggio
Sono lontano e mi torni in mente
T’immagino parlare con la gente
Il mio pensiero vola verso te
Per raggiungere le immagini
Scolpite ormai nella coscienza
Come indelebili emozioni
Che non posso più scordare
Il pensiero andrà a cercare
Tutte le volte che ti sentirò distante
Tutte le volte che ti vorrei parlare
Per dirti ancora che sei solo tu la cosa che per me importante
Che per me è importante
Mi piace raccontarti sempre
Quello che mi succede
Le mie parole diventano nelle tue mani

View original post 134 altre parole

Farfalline in dispensa

Creando Idee

Capita, a tutti, di aprire la dispensa dove riponiamo il cibo e di trovarvi quelle noiosissime farfalline. Si tratta di piccoli insetti che attaccano principalmente le confezioni di farina, riso, pasta, biscotti, cereali e cacao. A volte non ci si accorge della loro presenza, ma ci sono. Per individuarli è necessario controllare se, tra gli scaffali della dispensa, vi sono formazioni filamentose molto simili alle ragnatele. Se ci sono significa che sono state depositate le uova e che si sono trasformate in larve.A quel punto la prima azione da svolgere è quella di pulire a fondo tutti i ripiani e buttare via le confezioni aperte. Inoltre non bisogna mai mescolare gli alimenti vecchi con quelli acquistati  da poco, e inoltre è necessario pulire a fondo i recipienti in plastica prima di riutilizzarli. I rimedi naturali per eliminare dalla dispensa piccoli insetti e parassiti ed evitare sprechi di cibo sono semplici…

View original post 87 altre parole

Cos’è la pseudo scienza?

DIALOGHI APERTI

Immagine correlata

Per inquadrare la pseudoscienza, bisognerebbe definire la scienza. La scienza è la materia che ha trovato degli indicatori di misurazione uguali oppure simili, in un nr determinato di  risultati ( Pensiamo ai farmaci, vaccini, antibiotici, leggi della fisica, matematica  ecc ecc ). Questi risultati intuibili, attraverso la posizione della scienza sono stati scoperti dagli scienziati, ossia persone riconosciute da uno stato come tali.

I pseudo scienziati, sono scienziati che portano avanti  ricerche  in determinate materie, ma come i loro lavori non stano all’interno dei rigidi parametri imposti dalla scienza, sono chiamati pseudo scienziati e le loro ricerche non sono riconosciute a livello istituzionale. Cos’è l’omeopatia, la cartomanzia, l’astrologia, la politica  . . .  sono delle pseudo scienze, ossia ci sono persone / opinioni  a favore, e persone / opinioni  contrari. Lo strumento di misurazione dell’efficacia del metodo è soggettivo e non oggettivo. Quando si affronta discorsi importanti come la certezza…

View original post 110 altre parole

Dimagrire consapevolmente

di Marie Morel

meditation-1837347_960_720

L’ argomento alimentazione e dieta è sempre difficile da affrontare, perché ci sono moltissime cose da dire e il web è letteralmente invaso da spot sensazionalistici, del tipo “perdi 10 kg” in un mese, da informazioni scorrette, da persone che si improvvisano consulenti.

Ora, partendo dalla premessa che non sono un medico, né una biologa nutrizionista, non è mia intenzione fornire diete, ma semplicemente raccontare la mia esperienza.

Un’esperienza sia personale, perché , ahimè, ho sempre avuto un rapporto conflittuale con peso e alimentazione, sia maturata come counselor.

La prima cosa che ho imparato è che chi è in sovrappeso non è quasi mai ( per non dire mai) una persona a cui semplicemente piace mangiare molto, per il gusto di farlo.

E’ una persona che, spesso, ha un rapporto disfunzionale con il cibo. Il che non significa soffrire di disturbi del comportamento alimentare, che sono delle vere e proprie patologie, la cui cura richiede l’intervento di specialisti,come psichiatri e psicologi.

Vuol dire che chi è in sovrappeso ha un rapporto molto difficile e complicato con il cibo, che usa non per soddisfare un bisogno primario, ossia la fame, ma per colmare altri vuoti, non certo quelli dello stomaco.

Spesso chi è in sovrappeso non mangia perché ha fame, ma perché è triste, arrabbiato, si annoia, non vuole sentirsi escluso e una lunghissima serie di motivazioni che con la fame non hanno nulla a che vedere.

Di conseguenza, non prova neppure piacere nel mangiare, che diventa un automatismo.

Quasi sempre finisce in una spirale infernale: sono triste-mangio-ingrasso-mi sento in colpa per essere ingrassato-sono triste-mangio.

Ecco questa sono io.

Continua a leggere su Storie di vita e amore

Dieci poesie di Lina Cattermole (Contessa Lara), di Donatella Pezzino

Di notte

Luna, un tuo raggio bianco
Ricama, argenteo filo, il mio giaciglio,
Dove inquieto volgesi
Di dolore in dolore il corpo stanco
E cerca sogni il ciglio.

Un buio folto e nero
Ingombra il resto de la stanza: ed io
Qui medito e fantastico
Su questo fil di luce e quel mistero;
Luna, è il costume mio.

D’ogni cosa le forme
La notte avvolge, in terra, in ciel, ne’l core;
E se un raggio ne illumina
Non bacia che le coltri ove si dorme,
Dove s’ama e si muore.

*

Impressione

Nella sala da pranzo ampia e fiorita
D’antichi arazzi, il sol s’indugia un poco
In una lista d’oro scolorita,
Mentre scoppietta nel camin il fuoco.
E’ un tramonto d’inverno. Ecco la vita.
Ecco quale vorrei che a poco a poco
Mi fuggisse dagli occhi, scolorita;
Mentre in una quiete ampia e fiorita
Gli ultimi sprazzi ancòr mandasse il fuoco.

*

Desiderio

O povere mie carte, e resterete
Con secchi fiori e ciocche di capelli,
Rinchiuse entro uno stipo, in fra segrete
Ricordanze de’ miei giorni più belli!

Non è per voi di gloria avida sete
Il duol che fa che in pianto io vi favelli,
Io che sol chiedo a l’arte intime e liete
Larve onde il ver per poco si cancelli.

Ma egli è il desio d’una manaccia bianca
Che vi scompigli un dì, ne la parola
Cercando questa offesa anima stanca:

La man che chiude gli occhi e che consola
Quando la vita ne la madre manca.
Voi, carte, ingiallirete, io morrò sola.

*

Alba

Apro i vetri e respiro. Appar l’aurora
Tremolando de’ monti in su la cresta;
Cupo è il verde de i boschi, e non ancora
De’l sole a’l bacio la natura è desta.

Fu lunga e tetra la mia notte, ed ora
Che l’alba sorge vaporosa e mesta,
Co’l tedio che in me vive e mi divora,
Chiedo qual nuova lotta il dì m’appresta.

Ahi, non gioie d’amor né sogni d’arte
Che m’assentano l’estasi o l’oblio,
Che m’infiammino il sangue od il pensiero!

Ma quando il sol da i nostri occhi si parte,
Verrò pace chiamando, angelo mio,
Là dove dormi tu ne’l cimitero. Continua a leggere “Dieci poesie di Lina Cattermole (Contessa Lara), di Donatella Pezzino”

COSE COSI’

Pensieri sparsi

Accorgersi dei cambiamenti.
Sapendo che non sono traguardi.
Guardarli con stupore.
E capire di stare sempre meglio.

La consapevolezza di certi sorrisi non aspetta conferme esterne.
Diventa gioia se condivisa.
Ma non tristezza o amarezza se completamente fraintesa.
Non si puo’ essere responsabili a meta’.
Lo si e’ di tutto.
Anche quando non lo capiamo.
E allora il sorriso si allarga.
Anche quando ti dicono che quel sorriso nasce dalla certezza di essere amata.
Perche’ sai che nasce dall’essere riuscita ad amare l’incertezza.

View original post

COSE COSI’

Pensieri sparsi

Morselli ha scritto un ( meraviglioso) romanzo in cui si era immaginato di essere rimasto solo sul pianeta.
Io e’ tutto il giorno che mi immagino di svegliarmi domattina senza memoria alcuna.
Senza nome, senza passato, senza nozioni di alcun genere.
E tutti gli abitanti del pianeta pure.
Tutto intorno a noi rimarrebbe tale.
Le case, i telefoni, i pc. Le auto, gli areoporti. Le intelligenze artificiali.
Cosi’ a occhio, mi sembra che potrebbe andare meglio tutto.

View original post

L’amore è sempre in ritardo [RECENSIONE]

Il Lettore Curioso

Risultati immagini per l'amore è sempre in ritardo

L’Amore è sempre in ritardo” è un libro che parla della solita storiella tra due ragazzi che non si vogliono ma si vogliono. Un romanzo rosa dal quale ti aspetti già un finale come quello di “Colazione da Tiffany”. Potremmo dire scontato.
Ma…. nonostante una storia trita e ritrita, Anna Premoli ha un modus scribendi che mi tieni incollata a quelle pagine: è come se mandasse messaggi minatori al mio cervello! Risultato: bang!!

La sua scrittura così lineare permette a ciascun lettore, anche a chi non mastica libri come pane quotidiano, di divorare un libro in pochi giorni (io ci ho messo 3 giorni perchè nel mio tempo libero ho anche lavorato).
Ha uno stile ironico, tutto suo, che colpisce e affonda!
Alexandra Tyler, una ragazza innamorata di Norman Morrison da quando era una bambina, finalmente decide di mettere una fine all’odio, o a quel sentimento negativo che…

View original post 254 altre parole

Il centro della paura nel cervello protegge dalle illusioni

ORME SVELATE

Se la funzionalità dell’amigdala cerebrale è compromessa, le percezioni illusorie si presentano molto più velocemente e più pronunciate. Questo è stato scoperto da un team di ricercatori guidati dall’Università di Bonn, che ha studiato gemelli identici in cui entrambe le amigdale sono danneggiate. Ulteriori esperimenti con i volontari hanno dimostrato che questa struttura cerebrale, ampiamente nota per il suo ruolo eminente nell’elaborazione della paura, sembra fornire una protezione efficace contro i disturbi della percezione corporea. Questa intuizione dalla ricerca di base può anche consentire una migliore comprensione delle malattie mentali. I risultati sono pubblicati online sul Journal of Neuroscience. La “illusione della mano di gomma” è una classica illusione sensoriale basata su esperimenti pubblicati nel 1998 da Matthew Botvinick e Jonathan D. Cohen. Il soggetto mette entrambe le mani su un tavolo. Una delle mani è coperta e accanto ad essa viene posizionata una mano di gomma apparentemente realistica. Quindi…

View original post 517 altre parole

CALIXIAN // Fishing for the Truth

unbolt me

“Look at this bloody thing…”

Calix didn’t look.

“Amazing. The way it uses its foot to get the garbage into its trunk, then from its trunk into the bin…”

“Darwin, I get it. You’re quite able to find one million and one reasons for procrastinating. I’ve asked you to take out the garbage at least…” she counted in her head “…four times in the last hour. It stinks like hell in here! Or are you too busy watching ‘Taking Out Trash for Dummies’ to notice?”

“What can I say?” shrugged Darwin. “Instagram’s so damned addictive. And this elephant video…”

He held up his smartphone for Calix to see. She, of course, made no attempt to engage. Maybe she could get him to drop dead of boredom. That way, he’d finally leave her alone.

“Seriously, it’s funny!” Darwin was trying to wave it beneath her nose now. “Don’t you like funny?”

View original post 941 altre parole

Il mio sorriso

la mia fotografia

"...e poi Letteratura e Politica"

La specie si odia. E mi permetto di aggiungere: "A volte di coppie non si può parlare, ma d'amore sì; altre volte di coppie sì, ma non d'amore, e è il caso un po' più ordinario". R. Musil, 'L'uomo senza qualità', Ed. Einaudi, 1996, p. 1386. Ah, a proposito di 'relazioni': SE APRI IL TUO CUORE SI TRATTA DI AMICIZIA. SE APRI LE GAMBE SI TRATTA DI SESSO. SE APRI ENTRAMBI E' AMORE

Quarchedundepegi's Blog

Just another WordPress.com weblog

VALENTINE MOONRISE

Parole di una sconosciuta

Una Valigia Per Quattro

Vivere, Viaggiare, Scoprire.

laulilla film blog

un sito per parlare di cinema liberamente, ma se volete anche d'altro

Poesie di Massimiliana

Benvenuti nel mondo della poesia di Massy!

danielastraccamore

Le Passioni non conoscono ostacoli

Writer's Choice

Blog filled with the Breathings of my heart

LOCANDA DELL'ARTE

DIMORA OSPITALE E MUSEO APERTO

Bricolage

Appunt'attenti di un'acuta osservatrice

it rains in my heart

Just another WordPress.com site

Ilblogdinucciavip

"...I consigli lo sai, non si ascoltano mai e puoi seguire solo il tuo istinto..." (S.B.)

lementelettriche

Just another WordPress.com site

Controvento

“La lettura della poesia è un atto anarchico” Hans M. Enzensberger

imrobertastone

La vita di una piccola espatriata in dolce attesa [Mamma dal 2016 ❤️ ]

dimensioneC

Se apro la porta al mondo, forse qualcuno entrerà

Farafina's Voice

"Non si può odiare le radici di un albero e non odiare l'albero. Non si può odiare l'Africa e non odiare se stessi"- Malcom X

alessandrasolina

il mondo non è tondo

Raggio di Sole

Io ti ho sentito che piangevi, Allora son tornato, Ma tanto già lo sapevi, Che tornavo da te, Senza niente da dire, Senza tante parole, Ma con in mano un raggio di sole, Per te, Che sei lunatica, Niente teorie con te, Soltanto pratica.