GORA, romanzo autobiografico, di Miriam Maria Santucci

49135422_1359694307500810_3160686284465242112_n

#GORA#stralci_qua_e_là

[…] “Una sera la fecero andare a dormire a casa di una vicina, che aveva due figlie poco più grandi di lei e con le quali Gora giocava spesso. Dovette però dormire nel loro stesso letto a due piazze, perché non ne avevano nessun altro a disposizione.
Gora notò subito che il loro materasso era come quelli usati a casa sua: un grosso sacco a due piazze, ripieno di foglie di granturco, con due aperture a forma di tasca da entrambi i lati, in cui venivano infilate le braccia per sistemare le foglie quando al mattino rifacevano il letto.” […]

Primavera

https://bonvinifranco.wordpress.com/2019/03/22/primavera-2/

La strada per i monti mostra primavere antiche sempre nuove

I rossi sfacciati

e i bianchi purissimi

i rosa timidi

e gli allegri gialli delle Ginestre.

I monti sono profili di giovinezza,

e primule tante,

i soliti due merletti neri saltellano

sulle gambette esili, tra l’ erba.

Sembra dicano alle betulle tutt’ attorno

ancora nude

è primavera!

Sì, adesso è primavera

fuori e dentro

anche le betulle si vestiranno presto

con l’ abito nuovo

e danzeranno, braccia al cielo,

se il vento vorrà.

 

 

TIROMANCINO (feat Tiziano Ferro) – Per me è importante

Gabriele ROMANO 📎 bLOG

Una Hit del momento

Una stupenda versione di un storico brano  (e tra i più belli) dei Tiromancino con la partecipazione straordinaria di Tiziano Ferro.

TESTO

Le incomprensioni sono così strane
Sarebbe meglio evitarle sempre
Per non rischiare di aver ragione
Che la ragione non sempre serve
Domani invece devo ripartire
Mi aspetta un altro viaggio
E sembrerà come senza fine
Guarderò il paesaggio
Sono lontano e mi torni in mente
T’immagino parlare con la gente
Il mio pensiero vola verso te
Per raggiungere le immagini
Scolpite ormai nella coscienza
Come indelebili emozioni
Che non posso più scordare
Il pensiero andrà a cercare
Tutte le volte che ti sentirò distante
Tutte le volte che ti vorrei parlare
Per dirti ancora che sei solo tu la cosa che per me importante
Che per me è importante
Mi piace raccontarti sempre
Quello che mi succede
Le mie parole diventano nelle tue mani

View original post 134 altre parole

Farfalline in dispensa

Creando Idee

Capita, a tutti, di aprire la dispensa dove riponiamo il cibo e di trovarvi quelle noiosissime farfalline. Si tratta di piccoli insetti che attaccano principalmente le confezioni di farina, riso, pasta, biscotti, cereali e cacao. A volte non ci si accorge della loro presenza, ma ci sono. Per individuarli è necessario controllare se, tra gli scaffali della dispensa, vi sono formazioni filamentose molto simili alle ragnatele. Se ci sono significa che sono state depositate le uova e che si sono trasformate in larve.A quel punto la prima azione da svolgere è quella di pulire a fondo tutti i ripiani e buttare via le confezioni aperte. Inoltre non bisogna mai mescolare gli alimenti vecchi con quelli acquistati  da poco, e inoltre è necessario pulire a fondo i recipienti in plastica prima di riutilizzarli. I rimedi naturali per eliminare dalla dispensa piccoli insetti e parassiti ed evitare sprechi di cibo sono semplici…

View original post 87 altre parole

Cos’è la pseudo scienza?

DIALOGHI APERTI

Immagine correlata

Per inquadrare la pseudoscienza, bisognerebbe definire la scienza. La scienza è la materia che ha trovato degli indicatori di misurazione uguali oppure simili, in un nr determinato di  risultati ( Pensiamo ai farmaci, vaccini, antibiotici, leggi della fisica, matematica  ecc ecc ). Questi risultati intuibili, attraverso la posizione della scienza sono stati scoperti dagli scienziati, ossia persone riconosciute da uno stato come tali.

I pseudo scienziati, sono scienziati che portano avanti  ricerche  in determinate materie, ma come i loro lavori non stano all’interno dei rigidi parametri imposti dalla scienza, sono chiamati pseudo scienziati e le loro ricerche non sono riconosciute a livello istituzionale. Cos’è l’omeopatia, la cartomanzia, l’astrologia, la politica  . . .  sono delle pseudo scienze, ossia ci sono persone / opinioni  a favore, e persone / opinioni  contrari. Lo strumento di misurazione dell’efficacia del metodo è soggettivo e non oggettivo. Quando si affronta discorsi importanti come la certezza…

View original post 110 altre parole

Dimagrire consapevolmente

di Marie Morel

meditation-1837347_960_720

L’ argomento alimentazione e dieta è sempre difficile da affrontare, perché ci sono moltissime cose da dire e il web è letteralmente invaso da spot sensazionalistici, del tipo “perdi 10 kg” in un mese, da informazioni scorrette, da persone che si improvvisano consulenti.

Ora, partendo dalla premessa che non sono un medico, né una biologa nutrizionista, non è mia intenzione fornire diete, ma semplicemente raccontare la mia esperienza.

Un’esperienza sia personale, perché , ahimè, ho sempre avuto un rapporto conflittuale con peso e alimentazione, sia maturata come counselor.

La prima cosa che ho imparato è che chi è in sovrappeso non è quasi mai ( per non dire mai) una persona a cui semplicemente piace mangiare molto, per il gusto di farlo.

E’ una persona che, spesso, ha un rapporto disfunzionale con il cibo. Il che non significa soffrire di disturbi del comportamento alimentare, che sono delle vere e proprie patologie, la cui cura richiede l’intervento di specialisti,come psichiatri e psicologi.

Vuol dire che chi è in sovrappeso ha un rapporto molto difficile e complicato con il cibo, che usa non per soddisfare un bisogno primario, ossia la fame, ma per colmare altri vuoti, non certo quelli dello stomaco.

Spesso chi è in sovrappeso non mangia perché ha fame, ma perché è triste, arrabbiato, si annoia, non vuole sentirsi escluso e una lunghissima serie di motivazioni che con la fame non hanno nulla a che vedere.

Di conseguenza, non prova neppure piacere nel mangiare, che diventa un automatismo.

Quasi sempre finisce in una spirale infernale: sono triste-mangio-ingrasso-mi sento in colpa per essere ingrassato-sono triste-mangio.

Ecco questa sono io.

Continua a leggere su Storie di vita e amore

Dieci poesie di Lina Cattermole (Contessa Lara), di Donatella Pezzino

Di notte

Luna, un tuo raggio bianco
Ricama, argenteo filo, il mio giaciglio,
Dove inquieto volgesi
Di dolore in dolore il corpo stanco
E cerca sogni il ciglio.

Un buio folto e nero
Ingombra il resto de la stanza: ed io
Qui medito e fantastico
Su questo fil di luce e quel mistero;
Luna, è il costume mio.

D’ogni cosa le forme
La notte avvolge, in terra, in ciel, ne’l core;
E se un raggio ne illumina
Non bacia che le coltri ove si dorme,
Dove s’ama e si muore.

*

Impressione

Nella sala da pranzo ampia e fiorita
D’antichi arazzi, il sol s’indugia un poco
In una lista d’oro scolorita,
Mentre scoppietta nel camin il fuoco.
E’ un tramonto d’inverno. Ecco la vita.
Ecco quale vorrei che a poco a poco
Mi fuggisse dagli occhi, scolorita;
Mentre in una quiete ampia e fiorita
Gli ultimi sprazzi ancòr mandasse il fuoco.

*

Desiderio

O povere mie carte, e resterete
Con secchi fiori e ciocche di capelli,
Rinchiuse entro uno stipo, in fra segrete
Ricordanze de’ miei giorni più belli!

Non è per voi di gloria avida sete
Il duol che fa che in pianto io vi favelli,
Io che sol chiedo a l’arte intime e liete
Larve onde il ver per poco si cancelli.

Ma egli è il desio d’una manaccia bianca
Che vi scompigli un dì, ne la parola
Cercando questa offesa anima stanca:

La man che chiude gli occhi e che consola
Quando la vita ne la madre manca.
Voi, carte, ingiallirete, io morrò sola.

*

Alba

Apro i vetri e respiro. Appar l’aurora
Tremolando de’ monti in su la cresta;
Cupo è il verde de i boschi, e non ancora
De’l sole a’l bacio la natura è desta.

Fu lunga e tetra la mia notte, ed ora
Che l’alba sorge vaporosa e mesta,
Co’l tedio che in me vive e mi divora,
Chiedo qual nuova lotta il dì m’appresta.

Ahi, non gioie d’amor né sogni d’arte
Che m’assentano l’estasi o l’oblio,
Che m’infiammino il sangue od il pensiero!

Ma quando il sol da i nostri occhi si parte,
Verrò pace chiamando, angelo mio,
Là dove dormi tu ne’l cimitero. Continua a leggere “Dieci poesie di Lina Cattermole (Contessa Lara), di Donatella Pezzino”

COSE COSI’

Pensieri sparsi

Accorgersi dei cambiamenti.
Sapendo che non sono traguardi.
Guardarli con stupore.
E capire di stare sempre meglio.

La consapevolezza di certi sorrisi non aspetta conferme esterne.
Diventa gioia se condivisa.
Ma non tristezza o amarezza se completamente fraintesa.
Non si puo’ essere responsabili a meta’.
Lo si e’ di tutto.
Anche quando non lo capiamo.
E allora il sorriso si allarga.
Anche quando ti dicono che quel sorriso nasce dalla certezza di essere amata.
Perche’ sai che nasce dall’essere riuscita ad amare l’incertezza.

View original post

COSE COSI’

Pensieri sparsi

Morselli ha scritto un ( meraviglioso) romanzo in cui si era immaginato di essere rimasto solo sul pianeta.
Io e’ tutto il giorno che mi immagino di svegliarmi domattina senza memoria alcuna.
Senza nome, senza passato, senza nozioni di alcun genere.
E tutti gli abitanti del pianeta pure.
Tutto intorno a noi rimarrebbe tale.
Le case, i telefoni, i pc. Le auto, gli areoporti. Le intelligenze artificiali.
Cosi’ a occhio, mi sembra che potrebbe andare meglio tutto.

View original post

L’amore è sempre in ritardo [RECENSIONE]

Il Lettore Curioso

Risultati immagini per l'amore è sempre in ritardo

L’Amore è sempre in ritardo” è un libro che parla della solita storiella tra due ragazzi che non si vogliono ma si vogliono. Un romanzo rosa dal quale ti aspetti già un finale come quello di “Colazione da Tiffany”. Potremmo dire scontato.
Ma…. nonostante una storia trita e ritrita, Anna Premoli ha un modus scribendi che mi tieni incollata a quelle pagine: è come se mandasse messaggi minatori al mio cervello! Risultato: bang!!

La sua scrittura così lineare permette a ciascun lettore, anche a chi non mastica libri come pane quotidiano, di divorare un libro in pochi giorni (io ci ho messo 3 giorni perchè nel mio tempo libero ho anche lavorato).
Ha uno stile ironico, tutto suo, che colpisce e affonda!
Alexandra Tyler, una ragazza innamorata di Norman Morrison da quando era una bambina, finalmente decide di mettere una fine all’odio, o a quel sentimento negativo che…

View original post 254 altre parole

Il centro della paura nel cervello protegge dalle illusioni

ORME SVELATE

Se la funzionalità dell’amigdala cerebrale è compromessa, le percezioni illusorie si presentano molto più velocemente e più pronunciate. Questo è stato scoperto da un team di ricercatori guidati dall’Università di Bonn, che ha studiato gemelli identici in cui entrambe le amigdale sono danneggiate. Ulteriori esperimenti con i volontari hanno dimostrato che questa struttura cerebrale, ampiamente nota per il suo ruolo eminente nell’elaborazione della paura, sembra fornire una protezione efficace contro i disturbi della percezione corporea. Questa intuizione dalla ricerca di base può anche consentire una migliore comprensione delle malattie mentali. I risultati sono pubblicati online sul Journal of Neuroscience. La “illusione della mano di gomma” è una classica illusione sensoriale basata su esperimenti pubblicati nel 1998 da Matthew Botvinick e Jonathan D. Cohen. Il soggetto mette entrambe le mani su un tavolo. Una delle mani è coperta e accanto ad essa viene posizionata una mano di gomma apparentemente realistica. Quindi…

View original post 517 altre parole

CALIXIAN // Fishing for the Truth

unbolt me

“Look at this bloody thing…”

Calix didn’t look.

“Amazing. The way it uses its foot to get the garbage into its trunk, then from its trunk into the bin…”

“Darwin, I get it. You’re quite able to find one million and one reasons for procrastinating. I’ve asked you to take out the garbage at least…” she counted in her head “…four times in the last hour. It stinks like hell in here! Or are you too busy watching ‘Taking Out Trash for Dummies’ to notice?”

“What can I say?” shrugged Darwin. “Instagram’s so damned addictive. And this elephant video…”

He held up his smartphone for Calix to see. She, of course, made no attempt to engage. Maybe she could get him to drop dead of boredom. That way, he’d finally leave her alone.

“Seriously, it’s funny!” Darwin was trying to wave it beneath her nose now. “Don’t you like funny?”

View original post 941 altre parole

Giornata mondiale dell’acqua

Creando Idee

Oggi è la Giornata mondiale dell’Acqua 2019. Un buon modo di festeggiare è metterci alla prova sapete quanta acqua ci vuole per fare…… un chilogrammo di pomodori, di banane o di mele? Di mele. 822 litri, contro i 790 delle banane e i 214 dei pomodori, e ci vuole più acqua per fare una tazza (125 ml) di caffè, una tazza (250 ml) di , un bicchiere (125 ml) di vino o un boccale (250 ml) di birra? Per un bicchiere di vino (109 litri). Seguono il caffè (132), la birra (74) e il tè (27). Se il vino, però, viene prodotto in Italia o in Francia, Stati virtuosi, i litri dell’acqua consumata scendono a 90…Ci vuole più acqua per fare una T-shirt di cotone (250 grammi), un chilogrammo di pizza Margherita, o di datteri? Una T-shirt con di cotone (2.495 litri). A seguire, i datteri (2.277)…

View original post 69 altre parole

I Lumi di Chanukkah dal Monferrato a Matera; di Lia Tommi

I Lumi di Chanukkah dal Monferrato a Matera

La collezione dei Lumi di Chanukkah si appresta a ricoprire nuovamente il ruolo di ambasciatrice di Casale e del Monferrato nel mondo.

Dopo essere stata esposta e ammirata in contesti di grande visibilità (il Castello di Casale Monferrato in occasione di Expo 2015, il Palazzo Ducale di Mantova, la Biennale Internazionale di Arte Contemporanea Transnazionale Sacra delle Religioni e dell’Umanità di Palermo, la Triennale di Milano, il Palazzo della Luce di Torino), la collezione della Comunità Ebraica di Casale Monferrato sarà protagonista di una mostra organizzata dalla Fondazione Sassi a Matera in occasione degli eventi legati a Matera Capitale Europea della Cultura 2019.
Dal 31 marzo al 1 maggio, 31 opere della collezione (che ne annovera circa 250) saranno esposte nella mostra “Lumi di Chanukkah – Una collezione tra storia, arte e design” negli ambienti della Fondazione Sassi (via s. Giovanni Vecchio 24 – Matera); l’esposizione, a ingresso gratuito, sarà visitabile dal martedì alla domenica dalle 10 alle 13 e dalle 16 alle 19.
Parteciperanno con i loro “Lumi” gli artisti Amendola, Arman, Assmann, Barni, Bobba, Bonaldi, Canova, Carroll,Colin, Fallini, Fioroni, Francia, Fusari, Gerstein, Hassoun, Isgrò, Levy, Lodola, Luzzati, Mondino, Osgnach, Palterer, Pili, Pomodoro, Porta, Ravà, Recalcati, Ronda, Topor, Wolf e Xerra.

I Lumi di Chanukkah: prima Matera quindi Lecce
La mostra I Lumi di Chanukkah – Una collezione fra arte storia e design è un progetto innovativo in grado di generare dialogo fra artisti, luoghi, religioni e sensibilità diverse attraverso la produzione materiale di un’opera d’arte dedicata alla luce, destinata ad una collezione che trae origine, sia concettuale che rituale, dalla storia per reinterpretarla in ottica contemporanea, diventando simbolo di incontro, scambio, fiducia dell’arte come agente attivo nel sociale. Continua a leggere “I Lumi di Chanukkah dal Monferrato a Matera; di Lia Tommi”

Gli agrichef del Piemonte a una due giorni di aggiornamento; di Lia Tommi

Il territorio alessandrino ha ospitato il gruppo dei “cuochi contadini”,
espressione dell’impresa agricola, territorio e cibo .

E’ stata scelta la zona di Acqui Terme, provincia di Alessandria, per il corso di aggiornamento degli agrichef del Piemonte.
Le lezioni si sono svolte lunedì e martedì scorso all’agriturismo di Campagna Amica “Orto dei Nonni”, a Cavatore: presenti Diego Scaramuzza, primo agrichef d’Italia e presidente nazionale di Terranostra Campagna Amica, ed Elisabetta Montesissa, vice direttore Fondazione Campagna Amica.
Al centro della due giorni la cucina contadina di Campagna Amica, il food fotography con la foodblogger Germana Busca (Mammagy), il servizio web Piemonte dati turismo e tanti altri temi
“Dopo i due corsi dello scorso anno che hanno formato in totale circa 40 agrichef, quest’anno la progettualità è stata quella di fermarsi per due giorni per un aggiornamento congiunto che dia nuovi stimoli, consigli e linee guida per l’ospitalità”, ha affermato Stefania Grandinetti presidente degli Agriturismi di Campagna Amica del Piemonte e della provincia di Alessandria. Continua a leggere “Gli agrichef del Piemonte a una due giorni di aggiornamento; di Lia Tommi”

Compagnia Carabinieri di Acqui Terme: Terzo, arrestata una “banda” di albanesi responsabili del furto in un appartamento del luogo

Compagnia Carabinieri di Acqui Terme: Terzo, arrestata una “banda” di albanesi responsabili del furto in un appartamento del luogo

Ten. Col. Giuseppe Di Fonzo

Comandante Reparto Operativo Alessandria

Duro colpo inferto dai Carabinieri di Acqui Terme, impegnati nel contrasto ai reati contro il patrimonio, agli autori di furti in abitazione. Sono quattro gli arresti in flagranza operati nella notte dai militari dell’Aliquota Radiomobile del Nucleo Operativo e Radiomobile di Acqui nei confronti di una banda di cittadini albanesi che aveva appena svaligiato un’abitazione di Terzo (AL).

dav

Nella serata di ieri un abitante di Terzo aveva chiamato il “112” segnalando di aver appena subito un furto in abitazione. Aveva visto scappare due ladri che, per entrare, avevano forzato una porta finestra e, dopo aver messo a soqquadro la casa, avevano rubato gioielli e monili preziosi del valore stimato in circa 10mila euro.

Sul posto venivano immediatamente inviate le pattuglie disponibili. Una di queste, nel tragitto tra Acqui Terme e Terzo incrociava una Volkswagen Golf con quattro persone a bordo e che a forte velocità si dirigeva verso Castel Boglione. Intuendo potessero essere i ladri, la pattuglia si metteva all’inseguimento della Golf e dopo alcune centinaia di metri riusciva a raggiungerla e ad obbligare il conducente a fermarsi. A bordo, quattro cittadini albanesi e, sui sedili posteriori, un borsone all’interno del quale si notavano diversi oggetti d’oro. I militari procedevano immediatamente al fermo dei quattro, che venivano condotti in Caserma ove, nel frattempo, era sopraggiunta anche la vittima del furto, proprietaria dell’abitazione depredata. Continua a leggere “Compagnia Carabinieri di Acqui Terme: Terzo, arrestata una “banda” di albanesi responsabili del furto in un appartamento del luogo”

Giornata Mondiale dell’Acqua: “Clima, acqua, ambiente e energia sono le sfide del futuro”. Luca Mercalli ospite di Amag Reti Idriche incontra gli studenti alessandrini

Giornata Mondiale dell’Acqua: “Clima, acqua, ambiente e energia sono le sfide del futuro”. Luca Mercalli ospite di Amag Reti Idriche incontra gli studenti alessandrini

Alessandria: Un momento di festa, ma anche di riflessione consapevole sul valore dell’acqua, “bene comune e universale, diritto di tutti, che deve essere gestito con una logica d’impresa, proprio per poterne garantire una fruizione ottimale: perché l’acqua non è un bene infinito”, come sottolineato da Mauro Bressan, Amministratore unico di Amag Reti Idriche.

L’azienda del Gruppo Amag che si occupa del ciclo integrato dell’acqua venerdì mattina ha cominciato ‘col botto’, in occasione della Giornata Mondiale dell’Acqua, l’intenso percorso di eventi rivolti ai cittadini e agli studenti in particolare.

IMG_1489-minIMG_1411-minIMG_1522-min

Questo primo appuntamento ha visto come ospite d’onore il climatologo Luca Mercalli che, nella conferenza LE VERE SFIDE DEL NOSTRO FUTURO: clima, acqua, ambiente, energia, ha affrontato argomenti cruciali, al centro della riflessione di tutto il mondo occidentale.

La conferenza è stata organizzata da AMAG Reti Idriche in collaborazione con il Comune di Alessandria e con il patrocinio dell’Ufficio Scolastico-MIUR.

Sul palco del Teatro Ambra, hanno portato il loro saluto Gianfranco Baldi, Presidente della Provincia di Alessandria e di Egato 6, Davide Buzzi Langhi, Vice Sindaco di Alessandria e Assessore alle Partecipate, Paolo Borasio, Assessore all’Ambiente del Comune di Alessandria, e Paolo Arrobbio, Presidente di AMAG spa. Ognuno di loro ha ribadito come la tutela del ‘capitale naturale’ del pianeta rappresenti la vera sfida de futuro. E’ stata inoltre sottolineata la centralità dell’ ‘acqua bene comune’, e l’impegno assoluto, sia in termini di investimenti in infrastrutture, sia di sensibilizzazione culturale, per rendere il servizio di potabilizzazione, distribuzione e depurazione dell’acqua sempre più efficiente, e con standard qualitativi sempre più elevati. Scongiurando anche, per quanto possibile, ‘criticità’ come quelle che, anche in anni recenti, hanno caratterizzato alcune aree del nostro territorio. Continua a leggere “Giornata Mondiale dell’Acqua: “Clima, acqua, ambiente e energia sono le sfide del futuro”. Luca Mercalli ospite di Amag Reti Idriche incontra gli studenti alessandrini”

La Giunta Regionale adotta la delibera per riconoscere alla nostra provincia l’IRCCS (Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico)

La Giunta Regionale adotta la delibera per riconoscere alla nostra provincia l’IRCCS (Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico)

Domenico Ravetti, Capogruppo PD: Per la salute e l’ambiente questa è una scelta storica.

A leggere il rapporto, dell’Agenzia Europea dell’ambiente, sulla qualità dell’aria, l’inquinamento continua a superare i limiti e rappresenta un pericolo per la salute: aumenta le spese mediche e riduce la produttività in tutti i settori dell’economia.

Domenico Ravetti ok.jpg

Secondo il rapporto annuale 2019 di Legambiente “Mal aria” in ben 55 capoluoghi di provincia si sono superati i limiti giornalieri previsti per le polveri sottili. La città che, lo scorso anno, ha superato il maggior numero di giornate fuori legge è Brescia, poi Lodi, Monza e Venezia; al quinto posto c’è Alessandria, prima di Milano e Torino.

Le principali cause sono: il riscaldamento domestico, le industrie, le pratiche agricole e l’uso dell’auto.

A questi dati, che determinano un quadro epidemiologico non rassicurante per la nostra provincia, va affiancato il dato sull’incidenza dei tumori connessi a fattori ambientali e in  particolare i dati sul mesotelioma, con picchi nel casalese, di 50 nuovi casi ogni anno contro i 30 della media piemontese e i 3 della media nazionale. Continua a leggere “La Giunta Regionale adotta la delibera per riconoscere alla nostra provincia l’IRCCS (Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico)”

Il silenzio degli insipienti

10402460_592795770857821_5159373160708740985_n
Paola ritratta da Angela Caldarulo

Avrei potuto essere diversa da me stessa
magari così sì che mi avresti scordata
la forza di rimuovere è salvezza
e tu non vuoi cancellarmi
ché si ignorano soltanto le amarezze
_contengo moltitudini
non oscure tristezze_
è il bello dell’animo che mi definisce
di me che non sarò mai insignificante.

Non mi hai toccata e neanche sei in fuga
entri in un silenzio assordante
una sorta di letargo tutto tuo
è il silenzio degli insipienti
poi ritorni come l’ombra del passato
_corsi e ricorsi isterici
non certamente storici_
è la dolce eloquenza della nostalgia
di te che non mi hai mai dimenticata.

Ti sono grata di ogni singola piccola cosa
_che tu sia speciale l’ho sempre detto_
ti vedo oltre gli schemi dell’ordinario
sapere di abitarti un po’ di cuore
mi ripaga appieno
mi colma distanze
mi rende giustizia
e ti rende dignità
_il bene di noi esseri umani
è mutevole ma non stanziale_
se c’è non scompare
anche se non mi basta
viverti nella memoria
non mi bastava allora
né mai mi basterà.

Paola Cingolani
21/03/2019

Crociate, templari e massoni di Cristina Saracano

Alessandria: Il giorno 27 marzo 2019 alle ore 21,15 presso il Museo Etnografico Gambarina si
terrà la conferenza “Le crociate” a cura del dott. Ferdinando Caputi direttore del
C.I.S.R.E.I
Il reale motivo che spinse la chiesa ad organizzare questa Guerre Sante contro i
Musulmani è il volere a tutti i costi la città di Gerusalemme.
Difesa del Credo, assolutamente no piuttosto interessi politici e commerciali, accordi sommersi tra il potere temporale e la chiesa di Cristo e la paura del sopravvento dell’Islam
che già aveva interessato l’Europa.
Si tratterà dei Templari dalla storia al mito: la nascita, l’apogeo ed il crollo del più potente
Ordine monastico cavalleresco del Medioevo; le accuse, il processo, il rogo; i tesori ed i
presunti segreti, le leggende create dall’immaginario popolare; il recupero attuato e
proclamato dall’esoterismo moderno, a partire dalla Massoneria.
Un accenno alla nostra città toccata da questi argomenti storici in particolare quello
relativo alla Massoneria che è attuale ancora oggi.

La poetessa Paola Cingolani è una nuova autrice del blog

La poetessa Paola Cingolani è una nuova autrice del blog

di Pier Carlo Lava

Siamo lieti di presentare una breve biografia della poetessa Paola Cingolani che da oggi è una nuova autrice della redazione di Alessandria today e presto i lettori che ci seguono avranno il piacere di leggere anche i suoi post.

Paola Cingolani PaUnaeTrina

“Paola Cingolani ha la peculiarità di scrivere con forza e chiarezza il suo mondo interiore.

Nei suoi testi affiora l’autenticità di chi la poesia l’ha assimilata e amata, l’ha fatta propria e riversata nella scrittura come un retaggio di pensiero che tutto abbraccia.

Un “ermo colle” dal quale osserva tutto ciò che accade e lo trasforma in versi di grande impatto emotivo.

C’è un senso epico della vita, quasi una richiesta di spiegazione divina all’esistenza, pur sapendo che le domande non saranno evase.

Vive il suo essere donna e poeta con fierezza, con la consapevolezza di chi sa che, oltre la bellezza, esiste anche il lato oscuro in ogni cosa, ma lo disvela, trasformandolo in un lirismo vitale, privo di formalismi, essenziale nella sua espressività.

La sua poesia assomiglia talvolta a un dialogare tra più anime, menti che annotano se stesse nella costante necessità di approfondire il senso della vita. E l’oltre.”

(By Cristina Bove)

Stages “U’ ballettu” e la “Spada del popolo” alla Gambarina; di Lia Tommi

Alessandria: Il giorno 23.03.2019 dalle ore 10.00, presso il Museo Etnografico della Gambarina, verranno presentati gli stages:

“U’ BALLETTU” E LA “SPADA DEL POPOLO”

Il ballo, oggi come in passato, è una forma di espressione artistica comune a tutte le culture del mondo e capace sempre di coinvolgere persone di ogni età ed estrazione sociale.
In Italia sono giunti fino ai giorni nostri diversi balli popolari, ognuno con differenti caratteristiche legate alle tradizioni delle regioni di provenienza, sempre accompagnati da musici che utilizzano molto spesso strumenti anche artigianali e tipici del luogo.
Allo stesso modo in molte regioni sono state tramandate, spessissimo nell’ombra e solo in ambiti inaccessibili, tecniche di duello di varia tipologia e con caratteristiche diverse in base agli strumenti a disposizione (coltelli, bastoni, forconi…), alle condizioni ambientali (caldo, freddo, pioggia, neve, ecc.), al tipo di abbigliamento (più o meno ingombrante) nonché alle caratteristiche fisiche della popolazione stessa (statura, peso, massa muscolare) e alle rispettive capacità motorie.
Consorterili

Nella storia delle danze troviamo spesso riferimenti guerreschi per lo più con caratteristiche ereditate dall’antica danza pirrica della civiltà greca , ripresa poi dai romani con la medesima rilevanza. Si evidenzia che le danze guerresche, come realtà o come rituale evocativo, appartengono alla tradizione di molti popoli europei ed extraeuropei, con differenti retaggi culturali.
Limitandoci all’Italia, alcune danze sono preminenti e ancora attuali grazie anche a studi demoantropologici, manifestazioni folkloristiche o rivisitazioni turistiche.
Sinteticamente è possibile fare una distinzione fra “danze in armi” “danze che simulano un combattimento, senza uso di armi”. Continua a leggere “Stages “U’ ballettu” e la “Spada del popolo” alla Gambarina; di Lia Tommi”

Incontri d’autore all’Associazione Cultura e Sviluppo; di Lia Tommi

All ‘Associazione Cultura e Sviluppo, Piazza De Andrè, 76, Alessandria , sarà presentato nel ciclo Incontri d’autore, MARTEDI 26 MARZO , ore 18-19,30, “UNA VOLTA ERA UN PAESE. Come bambini nella ex Jugoslavia”, di Stefano Tallia.

Un libro che è la storia di molti viaggi nella ex Jugoslavia divisa dalla guerra di inizio anni ’90.” Una volta era un Paese. Come bambini nella ex Jugoslavia ” (Edizioni Effedì, 2018), attraverso l’esperienza del volontariato all’interno delle scuole, racconta una comunità che cerca di superare le divisioni del passato per trovare una nuova identità. Percorso non facile in un’Europa nella quale torna a soffiare il vento del nazionalismo. Il libro scritto da Stefano Tallia è arricchito dai disegni e da una testimonianza di Tamara Garčevič, illustratrice e grafica, che rievoca l’arrivo in Italia del padre dalla Sarajevo assediata. Stefano Tallia, giornalista professionista, lavora alla Tgr Rai del Piemonte ed è segretario dell’Associazione Stampa Subalpina.

L’autore dialogherà con la professoressa Maria Perino, docente dell’Università del Piemonte Orientale e vicepresidente dell’Associazione Ambasciata della Democrazia Locale a Zavidovići (Bosnia Erzegovina).

Introduce l’incontro Mimma Caligaris, giornalista .

Il poeta che viaggia da solo

Anna & Camilla

poesie di una mente silenziosaUn poeta come Andrea Lepone è un artista finito a tutto tondo. Un uomo che viaggia ed osserva il movimento della vita intorno a se, senza interferire mai, ammirandola e donando spazi di libertà. Con il suo libro Poesie di una mente silenziosa, edito dalla Kimerik, ci concede momenti di introspezione ma anche liberatori per la nostra anima e per la nostra mente. Andrea Leponte è un poeta che continua a crescere costantemente , che non si sente per nulla arrivato, ma un uomo alla ricerca di bellezza, sensibilità e umanità. Essere protesi verso il proprio miglioramento è il miglior progetto che un essere umano possa avere. È quello a cui tende il nostro autore, sempre, tenacemente.

View original post 430 altre parole

L’amore è per tutti

Anna & Camilla

Fratello AmoreAngela Liturri è l’autrice di una serie di poesie racchiuse in un bel libro dal titolo Brother Love Fratello Amore, edito dalla Kimerik. Come chiarisce il titolo l’amore è la nostra essenza vitale, senza di esso non si vive, non si cresce, insomma è realmente il motore del mondo o perlomeno del nostro mondo personale. Senza questo sentimento saremmo delle persone aride e vuote – decisamente non siamo così – lo dimostrano ampiamente le bellissime poesie della Liturri, le sue frasi, i suoi aforismi, pieni di passione che fanno vibrare le corde sensibili a queste note. Leggete quest’intervista e dopo non resisterete un solo minuto senza le sue parole, senza i suoi scritti.

View original post 570 altre parole

L’assenza del tempo

Anna & Camilla

L'assenza del tempoMarilena Parente è autrice di una raccolta di poesie che prende il nome di L’assenza del tempo, edita dalla casa edirice Kimerik. La poetessa ci parla della condizione umana al tempo di internet che “se da un lato ci consente di essere costantemente connessi con ogni persona del pianeta dall’altro aumenta la solitudine dei singoli individui. La poesia vuole essere, per Marilena Parente, un modo di far rivivere e di portare in evidenza la nostra anima, il nostro mondo interiore. Il linguaggio deve poter rappresentare la porta di comunicazione tra noi stessi ed il mondo.

View original post 427 altre parole

Una passione chiamata Poesia

Anna & Camilla

Notazioni a marginePaolo Scrobogna è un medico pneumologo da sempre con la passione della poesia e della letteratura in genere. Notazioni a margine, pubblicato dalla casa editrice Kimerik, è l’unico libro di poesie pubblicato dall’autore nonostante la sua decennale esperienza ed amore verso essa. Cerco di scoprire come sia avvenuto questo ribaltamento di visione rispetto alle sue creature, che prima teneva tutte per se ed ora decide di farne beneficiare tutto un pubblico, gli pongo qualche domanda chiarificatrice per comprendere anche il suo estro, la sua vita, il suo mondo poetico.

View original post 311 altre parole

La parola magica

Anna & Camilla

La parolaAugusto Monterroso, come recita la stessa biografia, è stato uno scrittore guatemalteco di notevolissima produzione letteraria. I suoi scritti non si sottraggono mai alla sua inconfondibile ironia e  nella Parola Magica non sarà da meno, come pure la caratteristica di descrivere la realtà ed i personaggi in maniera veloce e fulminante. Questo libro, non appartiene al novero dei suoi racconti fantastici ma e’ un saggio, un omaggio agli scrittori mediante l’uso di questo bellissimo mezzo che è la parola.

View original post 419 altre parole

La nascita di uno scrittore

Anna & Camilla

MarquezSe vi doveste imbattere in questo libro, Come si scrive un racconto di Gabriel García Márquez (casa editrice Giunti) – su qualche bancarella o su siti che vendono libri usati, è quasi totalmente introvabile – non pensiate che state acquistando un libro su come stilisticamente e organicamente si scrive un romanzo, niente di più sbagliato!

View original post 369 altre parole

L’elefantino curioso

Anna & Camilla

lolettiI bambini amano ascoltare storie, fin dalla tenerissima età, in seguito amano leggerle. Maria Elisa Loletti questo lo sa perché è un’insegnante (metodo Montessori) e scrive racconti per bambini. I bambini sono curiosi, fanno domande, scoprono il mondo tramite gli adulti ma anche attraverso le loro esperienze scolastiche, sono delle spugne che raccolgono di tutto, ecco perché è importante dare del cibo sano per la loro mente che debba servire come sostegno per la vita.

L’elefantino curioso, pubblicato dalla Kimerik, è la prima uscita di una serie di racconti, parla di un piccolo cucciolo di elefante cicciottello che per la sua grande curiosità si mette in pericolo, ma a quel punto la mamma lo rimette sulla buona strada e le sue grandi potenzialità saranno riconosciute da tutti. Una storia bella, corredata da dei disegni meravigliosi.

I libri per bambini sono preziosi ma lo sono anche per gli adulti. Che…

View original post 17 altre parole

Donne

Anna & Camilla

LorenzettiLa società ha relegato noi donne a ruoli del tutto marginali, ma nonostante ciò è assolutamente lapalissiano il nostro coraggio. La durezza e la fermezza con cui affrontiamo il quotidiano, ma contemporaneamente sappiamo essere dolci e delicate, di questo parlano le storie narrate nel libro di Valentino Lorenzetti, La droga del coraggio. Donne piegate dall’inevitabile, dall’imprevisto, dalle difficoltà, dal divenire, ma mai asservite, risalgono la china piano piano, pezzo dopo pezzo, con dolore e rassegnazione, ma mai con pietismo. Laura, Camilla, Viola, Angelica, Veronica sono le protagoniste indiscusse di questo romanzo, vite che nella loro drammaticità si intrecciano fra loro. Il caso le fa conoscere, il caso le fa unire e sostenere a vicenda, rivivono. Laura un giorno inizia ad avere forti dolori al basso ventre si rivolge a Camilla, amica di vecchia data che fa il medico. Viola è la mamma di Laura, si erano allontanate qualche anno prima…

View original post 121 altre parole

La volontà e la forza

Anna & Camilla

In questo periodo mi sono resa sempre di più conto di come noi donne facciamo la differenza. Siamo disseminate ovunque con miliardi di cose da fare, il termine multitasking, l’hanno coniato per noi, ci calza a pennello. Donne volenterose d’imparare, studiare, avere una famiglia e dei figli, lavorare, migliorare e conoscere. Abbiamo una sete inesauribile, non ci fermiamo andiamo avanti verso il nostro obiettivo che ci siamo prefissate. Forza, determinazione e coraggio ci appartengono come una regina appartiene al suo regno.

Cadiamo, ci rialziamo, piangiamo ma non ci abbattiamo. Risorgiamo sempre, con le nostre ferite e cicatrici, ma non ce ne preoccupiamo, il nostro mondo deve essere conquistato.

Il nostro posto occupato definitivamente.

Gli uomini possono occupare i vertici di potere mondiali, forse noi non ci arriveremo mai, chissà, ma noi donne svettiamo al di sopra di tutto e tutti.

Orgogliosa di essere donna, duro, faticoso, doloroso…

MA SONO UNA…

View original post 1 altra parola

In atelier mangiando coco cake

Anna & Camilla

L'atelier dei miracoliL’atelier dei miracoli di Valérie Tong Cuong, edito da Salani, è uno di quei romanzi leggeri ma dal significato profondo. Ognuno di noi, in periodi diversi della nostra vita ci siamo sentiti persi,  nulla va come dovrebbe andare,  tutto sta prendendo una strada che noi non avremmo mai voluto. In questi momenti di infelicità, costatazione dei fatti e voglia di riscattarci non viene meno il grande desiderio di reimmetterci sulla strada maestra e di voler essere di nuovo sorridenti e felici. Questo è quello che accade a Mariette, Millie e Mike, le loro esistenze

View original post 206 altre parole

Il gioco crudele degli scacchi

Anna & Camilla

MauresingQuesto è il secondo romanzo di Paolo Mauresing che leggo e devo ammettere che ha talento e grande stile. La Teoria delle ombre, pubblicato nel settembre 2015, è un libro che parla degli scacchi come un’eterna lotta tra il bene e il male, ma soprattutto come un’arte per cui vivere e sopravvivere.

Il protagonista del romanzo è Alexandre Alekhine, campione del mondo di scacchi per circa un ventennio, è stato trovato morto la mattina del 24 marzo 1946 nella sua stanza dell’Hotel do Parque, a Estoril (Portogallo). Quella mattina il cameriere, incaricato per portargli la colazione, lo trova seduto sulla sua poltrona, gli scacchi davanti, indossando il suo cappotto. Le perizie mediche liquidano subito il tutto adducendo ad asfissia. Il mistero sulla sua morte aleggia ancora oggi, del come e del perché.

View original post 380 altre parole

Appartamento ad Atene…

Anna & Camilla

crisi grecaDomenica in Grecia (se non cambierà qualcosa all’ultim’ora) ci sarà un referendum di fondamentale importanza non solo per la democrazia del popolo greco  ma per quella di tutti i popoli europei. Il romanzo che vi propongo parla di quando i nazifascisti tentarono di ridurre questa nazione in schiavitù circa settant’anni fa. Oggi  le oligarchie europee tentano di perseguire lo stesso risultato, non con i carri armati ed i mitra, ma con lo strozzinaggio economico. Di seguito trovate la recensione del libro edito dalla casa editrice Adelphi.

View original post 555 altre parole

Il massacro di Tlatelolco

Anna & Camilla

AmuletoSettembre 1968 truppe d’assalto di Città del Messico entrano nell’Università ed arrestano tutti, dagli studenti ai professori e per finire ai bidelli.

Ottobre 1968 il governo Messicano in seguito alle manifestazioni e proteste studentesche che si stavano svolgendo nella capitale ordina e ottiene grazie all’esercito il massacro di oltre trecento studenti (agenzie governative smentiscono, naturalmente, affermando che erano solo circa cinquanta) a Tlatelolco (era presente anche la scrittrice/giornalista Oriana Fallaci, rimasta gravemente ferita durante gli scontri).

View original post 336 altre parole

La pace nel tormento

Anna & Camilla

Immaginate un dipinto con una bella casa in primo piano, tanto terreno ben curato intorno ed una famigliola di quattro persone felice e sorridente tutto sotto una giornata di sole. Bello vero? Ora a questo quadro la Nemirovsky, con la sua scrittura acuta e distruttrice, aggiunge un particolare che mirabilmente solo lei sa fare, con tocco leggero e al tempo stesso duro e di condanna, aggiunge dapprima una piccola nuvola da un lato e poi un temporale in arrivo dall’altro lato. Nei suoi racconti pochi si salvano, tutti sono colpevoli e soccombono alle loro stesse malefatte.

View original post 368 altre parole

Le tenebre nel cuore

Anna & Camilla

pauraQuesto piccolo romanzo, trovato per caso in libreria, mentre spulciavo un po’ di qua e un po’ di là, alla ricerca di qualcosa di interessante, ( questo avveniva molti anni fa), appartiene alla migliore letteratura mitteleuropea.

Irene, una donna trentenne, borghese, viennese, che per noia verso la vita e verso le cose che la circondano, non da meno verso i suoi figli,  si trova un amante. Irene è talmente piena di se e del suo stato sociale che ben presto si annoia anche del suo nuovo amico. Ma qualcosa si nasconde dietro l’angolo, un qualcosa che le modificherà completamente il modo di vedere e vivere la vita; le prospettive all’occasione mutano velocemente. Un cambiamento che più radicale non si potrebbe. Racconto incalzante, pieno di pathos, ricco di sentimento, ci trascina passo dopo passo, parola dopo parola verso l’abisso, l’oscurità. Impariamo a conoscere la paura di Irene, viviamo nella sua angoscia…

View original post 176 altre parole

Mildred Pierce

Anna & Camilla

Mildred Pierce 2James M. Caine pubblica Mildred Pierce nel 1941, ma era già noto al pubblico per aver scritto Il postino suona sempre due volte. Il romanzo in questione è ambientato in California nel 1931, gli americani stanno subendo gli effetti della grande recessione del ’29, cercano di andare avanti, ma molte aziende crollano, falliscono e sempre più famiglie si trovano sul lastrico. Mildred è una donna sposata con due figlie, il marito, imprenditore edile, fallisce e si ritrova senza lavoro, lei inizia a darsi da fare cucinando torte e rivendendole alle famiglie che ancora si possono permettere piccoli lussi. Certo è che Mildred è molto brava, portata per la cucina e questo fa si che il suo nome inizia a viaggiare di bocca in bocca e di conseguenza a far aumentare gli incassi.

View original post 415 altre parole

Quando leggere non da soddisfazione

Anna & Camilla

Questo romanzo era l’ultimo della serie di Elda Lanza, Il venditore di cappelli, che mi ero portata dall’Italia, praticamente li ho letti tutti, me ne rimangono solo due.

Ma tranquillamente, dopo cinquecento pagine, posso affermare che è stata una lettura del tutto inutile. Analizziamo il perché:

  • Trama caotica.
  • Troppi personaggi
  • Tiene sottotono personaggi che avrebbero dovuto avere più risalto.
  • Sembra che la trama sia stata volontariamente e spregiudicatamente avvolta a favore dei desideri del protagonista.
  • Molto monocorde, senza emozioni.

Così è stata la mia avventura con questo libro, se voi l’avete letto e non siete d’accordo con me, fatemelo sapere sono aperta a qualsiasi nuova analisi.

View original post

Ladetto: Linfomi e leucemie, migliori prospettive con terapie moderne (Intervista del 1 dicembre 2014)

Ladetto: Linfomi e leucemie, migliori prospettive con terapie moderne

di Pier Carlo Lava

Riproponiamo ai nostri lettori questa intervista effettuata il 1 dicembre 2014, al Dott. Marco Ladetto, su un tema che riguarda la sanità, con la speranza che nel periodo di tempo intercorso, la ricerca abbia messo a disposizione della medicina, terapie ancora più avanzate, in grado di aumentare le probabilità di salvare la vita a chi si ammala di leucemia e linfomi.

 

Alessandria: Intervista al Dott. Marco Ladetto vice Presidente AIL (Associazione italiana Contro le Leucemie e i Linfomi) e Primario di Ematologia dell’Azienda Ospedaliera di Alessandria.

2014-2016 Direttore struttura complessa Ematologia Az Osp Santi Antonio e Biagio e Cesare Arrigo, Alessandria (Al), Italy, EU Continua a leggere “Ladetto: Linfomi e leucemie, migliori prospettive con terapie moderne (Intervista del 1 dicembre 2014)”

Industria, produzione in crescita. Ma nell’Alessandrino c’è poca capacità di fare ricerca e innovazione?

Industria, produzione in crescita. Ma nell’Alessandrino c’è poca capacità di fare ricerca e innovazione?

di Enrico Sozzetti  https://160caratteri.wordpress.com

Una analisi statistica per dire che Alessandria è «la migliore del Piemonte» e una considerazione conclusiva che dovrebbe preoccupare non poco, ma che quasi passa in secondo piano benché rappresenti la perfetta sintesi di in sistema imprenditoriale (e associativo perché le organizzazioni di rappresentanza hanno pesanti responsabilità) lontano dalla piena maturità, efficienza e capacità che periodiche indagini sembrano invece attribuire al territorio.

unnamed

A distanza di una decina di giorni dalla diffusione dei risultati dell’indagine congiunturale di Unioncamere Piemonte (frutto della collaborazione con Confindustria Piemonte, IntesaSanpaolo e Unicredit) è arrivata la nota provinciale elaborata dalla Camera di Commercio di Alessandria. In apertura del comunicato sembra andare tutto bene. «L’indice della produzione industriale nel quarto trimestre 2018 – si legge – segna più 2,8 per cento rispetto a un anno fa: il miglior dato del Piemonte (dove la media segna meno 0,4 per cento)».

Rispetto alla rilevazione che ha coinvolto 151 imprese industriali della provincia (pari a 5.724 addetti e un fatturato complessivo di 2,2 miliardi di euro) non mancano le parole positive di Gian Paolo Coscia, presidente dell’ente camerale, che parla del «migliore dato del Piemonte» e di un trend «che ha interessato tutto il 2018, con una punta di più 7 per cento nel primo trimestre 2018. Continua a leggere “Industria, produzione in crescita. Ma nell’Alessandrino c’è poca capacità di fare ricerca e innovazione?”

“TORINO E ALESSANDRIA: RUBATE DUE BICICLETTE DI VALORE LA POLIZIA DI STATO INDIVIDUA I LADRI”

“TORINO E ALESSANDRIA: RUBATE DUE BICICLETTE DI VALORE LA POLIZIA DI STATO INDIVIDUA I LADRI”

Questura di Alessandria: Alle 18,30 circa dello scorso 13 marzo personale qualificato del Nucleo Scorte della Polizia Ferroviaria di Torino ha rintracciato, a bordo del treno regionale Cuneo/Torino P.N., un uomo con una bicicletta di valore che alla vista degli Agenti tentava di scendere alla Stazione Ferroviaria di Torino Lingotto; personale operante, intuendo che l’uomo potesse aver compiuto qualche azione illegale, dopo averlo fermato, lo accompagnava presso i propri uffici, accertando in tal modo la provenienza illecita della bicicletta.

bici mtb

L’autore, quarantenne residente nel cuneese, veniva, pertanto, denunciato per il reato di ricettazione e la bicicletta veniva sequestrata.

Nel primo pomeriggio dello scorso 14 marzo personale della Sezione Polizia Ferroviaria di Alessandria e del Commissariato di P.S. di Casale Monferrato hanno rintracciato,  a bordo del treno regionale Casale Monferrato/Alessandria, un ventenne italiano residente nel varesotto resosi responsabile, nel comune di Alessandria, del furto di una mountain bike prodotta in edizione limitata. Il ragazzo anche in questo caso, veniva accompagnato presso gli Uffici di Polizia Ferroviaria dove dopo essere stato identificato, veniva deferito alla locale AG per il reato di ricettazione, e la bicicletta veniva sequestrata.

Carceri, Berutti (FI): “è necessario un piano strategico per tutto il sistema penitenziario”

Carceri, Berutti (FI): “è necessario un piano strategico per tutto il sistema penitenziario”

Roma, 21 marzo 2019 – Dopo una serie di episodi di violenza da parte dei detenuti a danno degli Agenti di Polizia penitenziaria avvenuti in diverse case di reclusione, il senatore di Forza Italia Massimo Berutti ha chiesto al Governo di illustrare in aula al Senato le azioni implementate a sostegno del personale di Polizia penitenziaria.

massmo-berutti.jpg

La risposta del Governo all’interrogazione del senatore Berutti ha evidenziato un sovraffollamento a livello nazionale del 124 per cento e un tasso di scopertura della dotazione organica della Polizia penitenziaria dell’11 per cento. Un insieme di criticità rispetto alle quali in Governo ha esplicitato la volontà di rafforzare gli organici.

“Quello che si coglie – dichiara il senatore Berutti – è il fatto che qualche piccolo sforzo è stato fatto. Le criticità in termini di esubero di detenuti e di carenza di personale però rimangono. Abbiamo sentito – prosegue Berutti – grandi proclami in merito alla costruzione di nuovi carceri, ma sostanzialmente non si è visto nulla e il sistema nazionale è in grande deficit. Una sola iniezione di Polizia penitenziaria, pur sempre lodevole e ben accetta, non può dunque sopperire a una carenza strutturale. La necessità è di implementare un piano strategico a livello nazionale anche sulle carceri, ma la visione e i programmi strategici sono proprio quello che manca a questo Governo”.

L'arte dei piccoli passi

ci sono tante strade da percorrere insieme

La Chimica Delle Parole

L'unica cosa certa è il cambiamento

CapoVerso: New Leader

Per una buona leadership

Il sasso nello stagno di AnGre

insistenze poetico-artistiche per (ri)connettere Cultura & Persona a cura di Angela Greco & Co.

Gifted and Talent: tra realtà e quotidianità

Informarsi e formarsi sulla Plusdotazione nei bambini, per essere più consapevoli e responsabili

"...e poi Letteratura e Politica"

La specie si odia. E mi permetto di aggiungere: "A volte di coppie non si può parlare, ma d'amore sì; altre volte di coppie sì, ma non d'amore, e è il caso un po' più ordinario". R. Musil, 'L'uomo senza qualità', Ed. Einaudi, 1996, p. 1386. Ah, a proposito di 'relazioni': SE APRI IL TUO CUORE SI TRATTA DI AMICIZIA. SE APRI LE GAMBE SI TRATTA DI SESSO. SE APRI ENTRAMBI E' AMORE

Quarchedundepegi's Blog

Just another WordPress.com weblog

VALENTINE MOONRISE

Parole di una sconosciuta

laulilla film blog

un sito per parlare di cinema liberamente, ma se volete anche d'altro

Poesie di Massimiliana

Benvenuti nel mondo della poesia di Massy!

danielastraccamore

Le Passioni non conoscono ostacoli

Writer's Choice

Blog filled with the Breathings of my heart

LOCANDA DELL'ARTE

DIMORA OSPITALE E MUSEO APERTO

Bricolage

Appunt'attenti di un'acuta osservatrice

it rains in my heart

Just another WordPress.com site

Ilblogdinucciavip

"...I consigli lo sai, non si ascoltano mai e puoi seguire solo il tuo istinto..." (S.B.)

lementelettriche

Just another WordPress.com site

Controvento

“La lettura della poesia è un atto anarchico” Hans M. Enzensberger

imrobertastone

La vita di una piccola espatriata in dolce attesa [Mamma dal 2016 ❤️ ]