Momenti di poesia. Vestita di attese, di Yuleisy Cruz Lezcano

 

Vestita di attese

Hanno fretta i giorni,
mi perseguitano come ombre,
loro corrono
ma io vado, lentamente.
Non voglio arrivare con la mente
dove non è arrivato ancora il cuore.
Voglio sedermi
davanti allo stupore,
ricevere l’inatteso
a mani aperte.
Con i piedi nudi
voglio lasciare che l’erba mi liberi
da pretese, che come coperte,
mi nascondono da nuove visioni.
Voglio rimanere
senza dover chiedere
e senza la presunzione
di essere capita
da chi non ascolta.
Sarà la vita la svolta
che mi farà diventare,
in mezzo al sentiero,
una donna senza pensiero
con sogni sciolti
che muovono mulini oberati
per fare affiorare
istanti scordati
che non si lasciano spiegare,
ma nutrono il vuoto dell’anima.

Y. C. L.