Prescrizione del reato, effettività processuale e tutela degli interessi finanziari dell’Unione Europea di Lia Tommi

PRESCRIZIONE DEL REATO, EFFETTIVITÀ PROCESSUALE E TUTELA DEGLI INTERESSI FINANZIARI DELL’UNIONE EUROPEA
Il 28 marzo, a Napoli, il seminario Jean Monnet promosso dall’Università del Piemonte Orientale

Il 28 marzo 2019 l’Università del Piemonte Orientale promuove, nell’ambito dei seminari europei “Jean Monnet”, una giornata di studio internazionale sull’Unione europea e sulla tutela degli interessi finanziari dell’UE che si terrà a Napoli, presso il Dipartimento di Giurisprudenza dell’Università degli studi “Federico II” (Aula Enrico Pessina – Corso Umberto I, Napoli).
Il titolo del Seminario Europeo Jean Monnet è “Prescrizione del reato, effettività processuale e tutela degli interessi finanziari dell’Unione Europea/Interests: fundamental rights safeguards for a legal update”, ed è stato organizzato nell’ambito del Progetto Internazionale OLSYFIL diretto dalla dott.ssa Barbara Piattoli Girard dell’Università del Piemonte Orientale e co-finanziato dalla Commissione Europea (EACEA, Education, Audiovisual and Culture Executive Agency, Programma Erasmus+).
Il seminario gode della collaborazione del Dipartimento di Giurisprudenza dell’Università Federico II di Napoli, della Camera Penale di Napoli e del Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Napoli.
«Il focus dell’incontro — spiega la professoressa Piattoli Girard, docente all’UPO di Diritto processuale penale — riguarderà il rapporto tra l’istituto della prescrizione e i tempi della giustizia penale che in Italia definiscono il compasso temporale del rito della memoria del reato. Ne discuteranno, in una completa leadership partecipativa, magistrati, avvocati, docenti, ricercatori, studenti e professionisti della giustizia nazionale e internazionale, per sviluppare insieme soluzioni concrete alle sfide pluridimensionali della politica UE in materia di frodi fiscali e tutela degli interessi finanziari dell’Unione.»
La partecipazione è gratuita e comporterà l’attribuzione di n. 4 CFP validi per l’assolvimento degli obblighi di formazione professionale e continua degli Avvocati.
È possibile la registrazione on line al seguente indirizzo: https://goo.gl/DusSFb
Per maggiori informazioni sul Progetto: http://jeanmonnetproject.uniupo.it/

Fiori e olive liguri con Cia alla festa del Cristo, di Lia Tommi

Fiori e olive liguri con Cia alla festa del Cristo Alessandria
Dodici aziende della provincia di Imperia a colorare la piazza

Ad arricchire la Festa del Cristo, il 6 e 7 aprile prossimi, saranno dodici aziende Cia della provincia di Imperia, in affiancamento a quelle alessandrine che compongono il mercato de La Spesa in Campagna in piazza Ceriana.
Nelle due giornate, i produttori liguri porteranno fiori, piante, olive taggiasche e olio extravergine proveniente dalla Riviera di Ponente che coloreranno i banchi insieme alle produzioni tipiche del nostro territorio degli associati alessandrini.
Nel frattempo, sia nella giornata di sabato che di domenica, gli uffici del Caf e Patronato Inac della Cia saranno aperti per il servizio al pubblico, con orario 9-12 e 16-19.
Commenta Gian Piero Ameglio, presidente provinciale Cia Alessandria: “Nel consolidare il rapporto di collaborazione e scambio con le Cia di altri territori, abbiamo proposto la Liguria nell’ambito della festa cittadina tra le più partecipate dell’anno. I colleghi di Imperia saranno ospiti della manifestazione e completeranno la gamma, già ampia, di prodotti offerti dai nostri imprenditori locali, attivi nei mercati e presenti settimanalmente in piazza Ceriana, ogni giovedì mattina”. Aggiunge Gina Liparota, responsabile di ufficio Caf Cia di corso Acqui: “L’evento è particolarmente atteso anche perché dà il via ad una stagione vivace di appuntamenti e attività nel quartiere. In vista della campagna di dichiarazione dei redditi e date le numerose richieste di assistenza pensionistica di queste settimane, terremo gli uffici aperti anche nei due giorni festivi per soddisfare le richieste e dare l’opportunità ai passanti di avere informazioni e sbrigare le pratiche, tra una degustazione e l’altra!”.

Sport e Diabete: se ne parla in un incontro a Tortona, di Lia Tommi

“Sport e Diabete” – Educare attraverso lo Sport.

Tortona: Giovedì 28 marzo 2019, alle ore 21.00, presso Sala Romita – Palazzo Comunale di Tortona si svolgerà un interessante incontro sul tema Sport e Diabete.
L’evento promosso dalla Associazione JADA e dall’Ufficio Scolastico Territoriale di Alessandria è patrocinato dal Comune di Tortona, dal Coni-MIUR, dall’ASO di Alessandria e da AGD Italia è rivolto principalmente a Federazioni ed enti di promozione sportiva, ma tutta la cittadinanza è invitata a partecipare a questa opportunità formativa che vedrà relatori il Dott. Riccardo Lera ed il Dott. Franco Fontana.
“Conoscere meglio questa condizione di fragilità – dichiara l’Assessore alla Salute Maria Grazia Pacquola – può diventare un’occasione per il singolo, per la sua famiglia e per tutta la Comunità per costruire in maniera consapevole opportunità di crescita e di partecipazione serena in ogni ambito sociale”.

Il vento

Creando Idee

Da questa notte la nostra penisola è attraversata da forti venti ma quando parliamo dei venti, ci riferiamo di base all’origine storica dei loro nomi, anche se poi ogni vento ha le sue caratteristiche tipiche e riconoscibili che cambiano dà luogo a luogo, oltre alla loro direzione, forza e temperatura. A noi piace molto la frase che ormai risuona durante le nostre uscite negli anni, che il vento è come l’amore, prima o poi cambia! E’ un po’ come fosse l’umore di Eolo che ci regala giornate meravigliose con piacevoli venti in riva al mare o dure sfide incappucciati o accucciati difronte ad un scoppiettante camino. I nomi dei nostri venti giungono dalla storia, si basano sulle abitudini di navigazione dei Veneziani che utilizzarono l’isola di Malta come il centro di riferimento per tutti i venti del Mediterraneo e ne attribuirono i nomi in base alla loro direzione rispetto…

View original post 199 altre parole

Il Bookasalecrossing torna sabato 30 marzo

Il Bookasalecrossing torna sabato 30 marzo

Casale Monferrato: Bookasalecrossing è ormai diventato un appuntamento tradizionale per i cittadini casalesi e in particolare per gli appassionati del libro e della lettura.

bookcrossing2

Organizzato dall’Assessorato alla Cultura, dall’Assessorato all’Istruzione e dalla Biblioteca Civica “Giovanni Canna”, si svolge dal 2008 nello scenario di Piazza Mazzini, offrendo a tutti i cittadini la possibilità di partecipare alla più importante iniziativa di scambio di libri conosciuta e condivisa in molte nazioni (per rendersene conto basta visitare il sito internet di riferimento della kermesse, http://www.bookcrossing.com/).

I numeri di Bookasalecrossing sono stati in questi oltre dieci anni di attività davvero imponenti: 36 edizioni realizzate, oltre 40.000 volumi registrati e distribuiti, più di 1.000 libri “liberati” in ogni edizione, un apposito spazio dedicato ai giovani lettori attivo dal 2010. Continua a leggere “Il Bookasalecrossing torna sabato 30 marzo”

Gian Piero Ameglio. Tartufi, Grignolino e cani Cia a Golosaria

Tartufi, Grignolino e cani Cia a Golosaria

Domenica, il mondo del tartufo e le degustazioni con le aziende Cia 

Focus sulle produzioni locali e sui metodi colturali, sabato prossimo, nell’ambito di Golosaria.

golosaria-villaronco

Si svolgerà a Villa Ronco di Rosignano Monferrato (via Prielli 85, frazione Stevani) il pomeriggio dedicato all’approfondimento del mondo del Grignolino, dei tartufi e dei cani da cerca. Alle ore 16 di sabato 30 marzo, si terranno le degustazioni di Grignolino di Villa Ronco, Crova Massimo e Castello di Uviglie nelle storiche cantine; in accompagnamento: i taglieri di affettati e formaggi prodotti in zona per scoprire il gusto dell’antica merenda monferrina. Inoltre, si svolgerà l’incontro dedicato a come nasce, cresce e si cerca il tartufo bianco e nero della Valle Ghenza, in collaborazione all’Associazione Tartufai della Valle Ghenza. Per l’occasione, l’allevatore Cia Dario Capogrosso titolare de “Il Pastore Transumante” di Sarezzano condurrà una dimostrazione con alcuni esemplari di Lagotto Romagnolo, impegnati nella cerca del tartufo.

Spiega il presidente provinciale Cia Gian Piero Ameglio: “Golosaria è uno degli appuntamenti più rinomati e qualificati del territorio durante l’anno. I nostri imprenditori aprono le porte delle loro aziende e si mettono a disposizione del pubblico anche per informare e trasmettere i valori dell’agricoltura a chi vive lontano dalla campagna. Da tempo si sviluppano iniziative di successo nate dalla collaborazione dei nostri associati, che fanno rete tra loro e offrono eventi interessanti e molto particolari. L’abbinamento tra vino, tartufi e allevamento è la prossima occasione di approfondimento”.

Coldiretti. Rinnovato l’accordo con il colosso dolciario, cresce il progetto di filiera

Coldiretti. Rinnovato l’accordo con il colosso dolciario, cresce il progetto di filiera

Scegliere e gustare le “prelibatezze nocciolate” firmate Novi-Elah-Dufour. Sottoscritto tra il cavalier Repetto e i presidenti di Coldiretti Alessandria e Asti 

Correva l’anno 2010 quando venne firmato il primo accordo di filiera tra l’industria dolciaria Novi-Elah-Dufour e Coldiretti Alessandria.

20190326_105947_resized20190326_104022_resized

Il progetto è cresciuto, si è rafforzato e nel 2016, con il primo rinnovo triennale, ha varcato i confini uscendo dal territorio alessandrino e coinvolgendo anche i produttori astigiani e questa mattina è stato siglato per altri cinque anni, sino al 2023.

“E’ stato rinnovato nello stabilimento Novi, sinonimo di territorialità, qualità e rintracciabilità delle produzioni rigorosamente a km.0. Poter contare su di un’azienda leader del settore come la Novi-Elah-Dufour riempie di orgoglio e soprattutto non può che essere di buon auspicio per l’economia alessandrina e astigiana. La Novi, da ormai una decina d’anni, ritira direttamente e valorizza economicamente, nell’ambito di un accordo di filiera agro-industriale con Coldiretti, partite di nocciole di qualità provenienti esclusivamente dalle aree produttive piemontesi”. Parole espresse dal presidente provinciale Coldiretti Alessandria Mauro Bianco accompagnato dal direttore Roberto Rampazzo, subito dopo la firma sul contratto che garantisce continuità di collaborazione tra la Novi, Coldiretti Alessandria e Coldiretti Asti, presenti nella persona del presidente Marco Reggio e il direttore Antonio Ciotta. Continua a leggere “Coldiretti. Rinnovato l’accordo con il colosso dolciario, cresce il progetto di filiera”

Carabinieri: Arrestati due marocchini per spaccio stupefacenti

Carabinieri: Arrestati due marocchini per spaccio stupefacenti

Ten. Col. Giuseppe Di Fonzo

Comandante Reparto Operativo Alessandria

Carabinieri di Acqui Terme:

Molare. Ancora un colpo allo spaccio di sostanze stupefacenti nell’ovadese da parte dei Carabinieri dell’Aliquota Operativa del NOR di Acqui Terme e dei colleghi della Stazione di Molare.

carab molare

Dopo il chilogrammo di hashish rinvenuto diversi giorni fa sempre nell’ovadese (con due arresti in flagranza), i Carabinieri di Acqui avevano avviato una serie di servizi di osservazione in tutti i comuni della zona e specificatamente ai danni di noti tossicodipendenti.

Lo scopo di questi servizi era di intercettare l’eventuale ripresa dell’attività di spaccio in zona. Pertanto diverse pattuglie, in abiti civili, perlustravano le zone maggiormente a rischio dell’area. Nella giornata di ieri, i Carabinieri di Molare, durante un servizio di perlustrazione, hanno notato due cittadini marocchini nei pressi dell’abitazione di un noto tossicodipendente.

Uno dei due, peraltro, era noto alle forze di polizia perché in passato aveva avuto guai con la giustizia proprio per stupefacenti. Chiamati i colleghi dell’Aliquota Operativa a supporto, i Carabinieri hanno deciso di intervenire e fermare i due, che però, notati i movimenti dei militari, si sono prima spostati dietro l’abitazione e poi sono stati visti gettare qualcosa a terra. Continua a leggere “Carabinieri: Arrestati due marocchini per spaccio stupefacenti”

Carabinieri: Denunce per insolvenza fraudolenta, furto e guida in stato di ebrezza

Carabinieri: Denunce per insolvenza fraudolenta, furto e guida in stato di ebrezza

Ten. Col. Giuseppe Di Fonzo

Comandante Reparto Operativo Alessandria

Carabinieri di Casale Monferrato:

Nel corso degli ultimi giorni, la Compagnia Carabinieri di Casale Monferrato ha impiegato un elevato numero di uomini e mezzi in servizi istituzionali di prevenzione e repressione dei reati, dedicando particolare attenzione al controllo alla circolazione stradale, al contrasto ai reati predatori e all’attività investigativa per la repressione delle truffe.

carab casale

In particolare, sono stati ottenuti i seguenti risultati:

  • i Carabinieri della Stazione di Occimiano hanno denunciato in stato di libertà per insolvenza fraudolenta e furto in abitazione una 35enne spagnola, in Italia senza fissa dimora. La 35enne aveva alloggiato presso un Bed & breakfast della zona di Occimiano, allontanandosi il giorno successivo senza pagare il saldo dovuto, appropriandosi di 150 euro in contanti e del duplicato delle chiavi di ingresso, tutti oggetti custoditi all’interno della scrivania della reception. I Carabinieri riuscivano a rintracciare la ragazza nel Comune di Olivola in stato di ubriachezza e, a seguito di perquisizione personale, rinvenivano le chiavi asportate ma non i soldi che erano già stati spesi;
  • i Carabinieri del NOR di Casale Monferrato hanno deferito in stato di libertà per guida in stato di ebrezza uno studente 19enne neopatentato. Il 19enne, intorno alle 6.00 del mattino di sabato 23 marzo, perdeva il controllo della sua Fiat Punto in strada Vecchia Vercelli e andava a urtare contro delle auto parcheggiate, riportando lievi lesioni. Con lui, erano presenti due ragazzi di 19 e 20 anni e una ragazza di 20, ricoverata presso l’Ospedale di Casale Monferrato con una prognosi di 30 giorni. Sottoposto ad accertamenti mediante etilometro, il conducente evidenziava un tasso alcoolemico pari a 0,90 g/l e pertanto gli veniva immediatamente ritirata la patente.

Piemonte, Legambiente “Finalmente approvato il Piano Aria. Ora i Sindaci mettano in campo politiche ambiziose per liberare le città dalle auto”

Piemonte, Legambiente “Finalmente approvato il Piano Aria. Ora i Sindaci mettano in campo politiche ambiziose per liberare le città dalle auto”

Approvato dopo un iter lungo 4 anni il nuovo Piano Regionale per la Qualità dell’Aria.

Piem Legambiente Piemonte e Valle d'Aosta

“Dopo 4 anni di gestazione il Piemonte ha finalmente il suo nuovo Piano Aria. Non possiamo che essere felici per la conclusione di un lungo iter che ci ha visti fin dal primo minuto fare da pungolo alla Giunta Chiamparino affinché venisse superato un piano ormai vecchio di 19 anni, evidentemente inadeguato a tracciare le politiche utili nel 2019 ad uscire da una situazione di smog che pretendiamo venga affrontata con urgenza e strumenti adeguati”. E’ questo il commento di Fabio Dovana, presidente di Legambiente Piemonte e Valle d’Aosta a seguito dell’approvazione in Consiglio Regionale del Piano Regionale per la Qualità dell’Aria.

“Il Piano ha il merito di concentrare la maggior parte delle misure sul settore dei trasporti ed in particolare della mobilità urbana, prima responsabile della grave situazione di inquinamento che interessa la nostra regione, e di essere quindi una matrice indispensabile per l’efficacia delle politiche anche su scala locale –aggiunge il presidente regionale di Legambiente-.

Ciò nonostante vogliamo sottolineare che il Piano indica misure ancora insufficienti a garantire un’effettiva tutela della salute pubblica e anche il tardivo rispetto della normativa europea, per la quale il Piemonte da anni è sotto procedura d’infrazione. Per questo ci rivolgiamo in particolare ai Sindaci dei Comuni di più grandi dimensioni affinché siano più ambiziosi e interpretino gli interventi a favore di una mobilità nuova, sia pubblica che privata, attiva (piedi e bici) e con mezzi a zero emissioni (dalla micromobilità all’autobus) come occasione per ridisegnare lo spazio pubblico, strada per strada, piazza dopo piazza, restituendo lo spazio oggi occupato da parcheggi e carreggiate a funzioni nuove, destinate alla mobilità sostenibile ma anche al drenaggio delle acque, al verde, al turismo, al commercio e alla socialità”. Continua a leggere “Piemonte, Legambiente “Finalmente approvato il Piano Aria. Ora i Sindaci mettano in campo politiche ambiziose per liberare le città dalle auto””

La terza stagione di Skam France: top e flop

Il Lettore Curioso

Buongiorno lettori! Ormai siamo giunti all’ultima puntata di Skam France e, siccome dovevo ancora recuperarla, domenica ho divorato l’intera stagione. Oggi voglio portarvi sul blog un confronto tra la terza stagione di Skam France, la corrispettiva originale e quella italiana.
La terza stagione vede protagonisti Lucas ed Eliott, ed è probabilmente il remake più differente dall’originale che ho visto fin’ora.
Parlerò dei momenti che ho preferito in Skam France e quelli che invece ho apprezzato meno. Non dimenticate di farmi conoscere le vostre preferenze nei commenti!

n.b: il post contiene spoiler!

maxresdefault (1).jpg

TOP

∼ Lucas e l’amicizia con le ragazze

In Skam France Lucas stringe amicizia con le ragazze, instaurando un bel rapporto con Manon e Imane. Se in Skam Italia e nell’originale il protagonista era più legato alla “boy squad”, nel remake francese trascorre molto più tempo con le ragazze. Si sente a proprio agio e capisce di poter…

View original post 465 altre parole

Le tre icone del Novecento alle Sale d’arte, di Lia Tommi

 

ALESSANDRIA – Sono dedicate a tre figure femminili diventate icone del Novecento, Frida Kahlo, Rita Levi Montalcini e Marilyn Monroe, le opere dell’artista Lady Be in mostra dal 14 al 28 marzo alle Sale d’Arte di Alessandria, in Via Niccolò Machiavelli 13. L’esposizione, organizzata da CulturAle ASM Costruire Insieme nell’ambito della rassegna di iniziative per il “Marzo Donna 2019” di Alessandria si può visitare nei consueti orari di apertura delle Sale d’Arte, da martedì a domenica dalle 16 alle 19.

Lady Be, giovane artista che ha realizzato l’opera dedicata a Umberto Eco esposta dallo scorso settembre nella vetrina dell’Informagiovani sotto i portici di Palazzo Comunale, torna ad Alessandria con altri ritratti contemporanei.

Con la particolare tecnica che viene definita «mosaico contemporaneo» e che prevede l’utilizzo di frammenti di oggetti di plastica riciclata per creare assemblaggi, molto simili alla composizione delle tradizionali tessere che costituiscono i mosaici, Lady Be coglie i tratti fondamentali dei volti esaltandone anche la personalità.

È così che l’ammiccante serena espressione di Marilyn Monroe, protagonista pop del mondo cinematografico, riproduce senza ombra di dubbi la seduzione della bellezza, mentre lo sguardo rassicurante e la fierezza della postura ben si addicono alla genialità della scienza di una straordinaria Rita Levi Montalcini. La forza e determinazione insieme allo spirito artistico infine, proprio dell’animo femminile, non potevano meglio essere rappresentati che da una determinata e misteriosa Frida Kahlo.

Una pioniera del teatro contemporaneo: Giacinta Pezzana, di Donatella Pezzino

 

Giacinta Pezzana nacque a Torino il 28 gennaio 1841.

Attrice teatrale e cinematografica, fu attiva fra l’Unità Italiana e la prima guerra mondiale: di questo periodo, la sua figura incarnò pienamente la sensibilità e gli ideali, esprimendoli attraverso una recitazione innovativa e  anticonformista. Fu una vera pioniera: e, non di rado, le sue coraggiose sperimentazioni suscitarono scalpore, urtando la società perbenista dell’epoca e fruttandole appellativi come attrice garibaldina, petroliera (ovvero incendiaria), grande vagabonda. Trasformista, ardita, sanguigna, la Pezzana provocava sulla scena le reazioni più disparate, dall’ammirazione senza riserve alle critiche feroci. Insomma, le sue esibizioni non passavano mai inosservate.

La sua vocazione artistica si manifestò precocemente, e la portò ad iscriversi, appena sedicenne, all’Accademia Filodrammatica di Torino, dalla quale però un anno dopo fu respinta perché – così la valutò, fin troppo sbrigativamente, l’avvocato Giuseppe Garberoglio – ritenuta del tutto priva di attitudini. Come in tante altre occasioni, Giacinta diede prova di grande determinazione continuando i suoi studi nella scuola di Carolina Gabusi Malfatti, che la introdusse in alcuni circoli di fede mazziniana; accanto a lei, Giacinta conobbe patriote di grande valore, come Giuditta Sidoli (la cospiratrice compagna di Mazzini), Laura Mantegazza e Giulia Calame.

Dal 1859, l’apprendistato di Giacinta proseguì direttamente “sul campo” nella Prina-Boldrini, sua compagnia d’esordio; passò poi alla compagnia dialettale piemontese di Giuseppe Toselli (già allievo dell’intellettuale-attore Gustavo Modena), con la quale riscosse i primi successi. Qualche anno dopo (1862) era già prima attrice nella compagnia Dondini, accanto ad Ernesto Rossi. All’epoca, aveva ancora un repertorio di tipo tradizionale, incentrato prevalentemente su Shakespeare, Goldoni e la drammaturgia romantica. Continua a leggere “Una pioniera del teatro contemporaneo: Giacinta Pezzana, di Donatella Pezzino”