Alexandra Bastari

Lo comprendi,
l’accanimento di questi
viandanti di vita
che ad ogni stazione di dicembre
dicono di cercare la felicità?
La felicità!
Che cosa significhi
io davvero non lo so:
è forse ciò per cui cardellini,
pernici e colombi si adoperano
fino a sera?
Hanno da affamarsi di queste
esigenze spirituali? Non è forse
certo il loro pasto?

Ma ai viandanti di vita
finire nella fossa comune
senza incidere sull’epitaffio
saccenti propositi
non aggrada.
Si coprirebbero altrimenti il viso
dall’ignominia di essersi abbandonati
alla recessione
finché respirano.

Fuorché di questo
– la felicità
non sanno cercare.
E io e te restiamo pure qui
a dire che il bene ascende
e poi discende
in moti costanti e periodici
come zampilli di fuoco
che scoppiano:

le nostre voci non saranno ascoltate.

(23 marzo 2019)

Giuditta Michelangeli

View original post