Serotonina, di Michel Houellebecq

Serotonina

Curarsi.

Medicina per la mente.

Florent Claude Labrouste è quasi giunto al giro di boa della sua vita.

Lavora al ministero dell’agricoltura e la sua vita è… beh, è piatta.

Ha una donna, certo, una ragazza giapponese con meno candeline da soffiare sulla torta, rispetto a lui.

Convivono a Parigi ma non lasciatevi ingannare dalla premessa, la città più romantica del mondo può essere anche lo scenario per la fine di un amore.

Una fine che sta arrancando da tempo.

La depressione lo sta dilaniando dentro e non esiste male peggiore, ve l’assicuro.

L’unica cura sono le pasticche, gli intrugli e le polveri magiche, naturali o chimiche, che riescono a ingannare il cervello, annebbiandolo per un po’.

In questo modo il protagonista di questo libro riesce a trovare la forza per affrontare la vita e cercare di ricostruire un amore.

Almeno questa è l’impressione perché, si sa, la mente è abilissima, quando si tratta di giocare scherzetti…

Il giorno nuovo fa ancora paura o finalmente la bestia è stata domata?

Michel Houellebecq parla di vita e sentimenti, di rimpianti e speranze, di cure reali e ingannatrici.

Questo libro potrebbe essere la cura. Di sicuro non è un inganno.

Titolo: Serotonina

Autore: Michel Houellebecq

ISBN: 978-88-93447-39-3

Editore: La Nave Di Teseo – Collana “Oceani”

Pagine: 332

Edito: 2019

Postato Yesterday da Roberto Baldini