In arrivo anche quest’anno l’ora legale, di Lia Tommi

Alessandria today @ Web Media Network - Pier Carlo Lava

Ma non doveva essere abolito a livello europeo il passaggio dall’ora solare a quella legale (e viceversa)? E invece è tutto rimandato, almeno fino al 2021. Così la notte tra sabato 30 e domenica 31 marzo 2019 gli orologi andranni riposizionati perché torna l’ora legale, e le lancette alle 02.00 andranno spostate avanti di un’ora, quindi alle 03.00.

Domenica 31 marzo dormiremo un’ora in meno, ovvero quando l’orologio segnerà le due del mattino, saranno invece già le tre e quindi avremo perso un’ora di sonno prezioso. Ma saremo presto consolati dalle giornate sempre più lunghe e i tramonti sempre più posticipati. Per fare un esempio pratico: dal 31 marzo alle 18 saranno giù le 19, ma avremo la luce di cui il giorno precedente godevamo alle 18. L’ora solare nasce infatti proprio dalla volontà di sfruttare meglio l’irradiazione del sole durante il periodo estivo.

Inevitabile anche che il cambio dell’ora…

View original post 231 altre parole

Iniziative a Verona in difesa dei diritti civili: partecipazione anche da Alessandria, di Lia Tommi

Gande manifestazione il 30 marzo a Verona, a cui aderisce anche una nutrita rappresentanza alessandrina. Una manifestazione che è stata promossa da un folto e imponente schieramento di reti, associazioni, organizzazioni e sindacati in difesa dei diritti civili e della libertà di uomini e donne, a prescindere dall’orientamento sessuale e dal credo.

Diritto all’autodeterminazione, unioni civili, divorzio, laicità dello Stato sono alcune delle conquiste della modernità sul banco degli imputati del XIII World congress of families (Wcf), un consesso alimentato da esponenti della destra più radicale e retrograda. Esponenti di un ultraconservatorismo che vorrebbe rispedire alla storia il lungo percorso di conquista dei diritti civili, per l’emancipazione e l’autodeterminazione femminile, il rispetto di ogni orientamento sessuale, la lotta per la parità dentro e fuori i luoghi di lavoro.

Tante le iniziative promosse, a partire dall’incontro pubblico “Libere di scegliere”, che vedrà, tra gli altri, l’intervento di Susanna Camusso, Livia Turco, Monica Cirinna’, Laura Boldrini e il flash mob “Libere” per ribadire, con forza, che i princìpi di laicità e rispetto della libertà e dei diritti civili e umani sono il fondamento della democrazia. E naturalmente il corteo, che si prevede molto partecipato.

Italia Nostra ci porta a scoprire il fascino del nostro Romanico

Italia Nostra Alessandria organizza per sabato 8 giugno la gita “I percorsi del nostro Romanico“.

Tappe:

Casale Monferrato – chiesa di Sant’Evasio

Si tratta del più antico monumento della cittadina piemontese ed è considerata anche una delle più importanti cattedrali in stile romanico-lombardo di tutta la regione.

Montiglio Monferrato – Pieve di San Lorenzo

Architettura romanica di notevole interesse, sorge isolata accanto al cimitero del paese, nel luogo in cui un antico borgo si concentrava attorno alla sua chiesa. Visita guidata e trasferimento.

Montechiaro d’Asti – chiesa di San Nazario e San Celso

Rappresenta uno dei monumenti più significativi del Romanico astigiano risalente all’undicesimo/dodicesimo secolo. Fu costruita in pietra arenaria e mattoni. L’alternarsi vivace dei colori, i disegni geometrici a fasce, a scacchi, a triangoli composti con estrema precisione, fanno di questo edificio un unicum, soprattutto dopo i recentissimi restauri. All’interno, in particolare, sono stati restaurati e tinteggiati a calce gli intonaci ed è stato rimesso in luce il pavimento settecentesco.

Cortazzone – Chiesa di San Secondo

Esempio di architettura romanica risalente all’inizio del XII secolo. Notevoli le decorazioni scultoree.

Albugnano – Abbazia di Vezzolano

Risalente al 1095, posta tra le diocesi di Vercelli, Asti, Torino ed Ivrea, vicina ai potenti comuni di Asti e Chieri, la Canonica di Vezzolano testimonia con le sue importanti opere d’arte medioevale un lungo periodo di splendore tra i secoli XII e XIII. Nel chiostro, uno dei meglio conservati del Piemonte, si trovano capitelli scolpiti e un importante ciclo di affreschi trecentesco, con la notevole rappresentazione del Contrasto dei tre vivi e dei tre morti. Continua a leggere “Italia Nostra ci porta a scoprire il fascino del nostro Romanico”

Momenti di poesia. VORREI SAPER SUONARE, di Roberto Busembai Errebi

Momenti di poesia. VORREI SAPER SUONARE, di Roberto Busembai Errebi

55600280_2431772763717817_4587161012137885696_n.jpg

VORREI SAPER SUONARE

E corrono le note
sopra un pianoforte
che dentro pare non fermarsi
come invece
fermo il mio volere,
e corrono senza tregua uguale
scivolando sul mio sentimento
e dimenticandosi del mio dolore.
Vorrei saper suonare
questo grande strumento
che ci tiene in vita,
per poter aggiustare queste note
che non si possono fermare
anche se stonate.
E corrono nell’animo e negli umori
e librano irrimediabilmente fuori,
lasciandomi sempre
con la voglia di poter cantare.

Roberto Busembai (errebi)

Immagine Urbex #1

Momenti di poesia. Per chi ama scrivere , di Rosetta Amoroso

Momenti di poesia. Per chi ama scrivere , di Rosetta Amoroso

Rosetta Amoroso

Per chi ama scrivere
Sembra che sia l’ ultima
Pensi questa non piacerà ,
E invece poi continui a scrivere
All’ infinito ,fiumi di parole ,di tutti i
Colori ,donandogli al vento ,che li trasporta
Al mondo ,sussurrando dolci melodie ,a chi
Ne ha bisogno ,alcuni non capiranno ,altri
Apprezzeranno ,e applaudiranno ,molti
Criticheranno ,ma son quelli che non
Capiranno mai i poeti ,gli autori ,
Beato chi oggi si nutre di versi e libri ,
Il sapore del sapere è molto bello ,non si finisce mai di imparare ,leggere viaggiare ,
Attraverso righe come fossero binari ..
Amoroso Rosetta
Settembre
Di,,,,R,,,@##

Momenti di poesia. Albero maestoso, di Maria Cannatella

Momenti di poesia. Albero maestoso, di Maria Cannatella

55929303_839226209783228_7227178848079577088_n.jpg

Albero maestoso

Grande, immenso, infinito,
così mi sento, non sempre, ma spesso.
Un albero maestoso da osservare.
Un albero pensieroso, con enormi rami,
ramificati nel terreno, arrivando poi fino al cielo.
Immenso, dentro di me, come fossero vene,
dove sgorga il mio sangue,
irrorando tutto il mio corpo, nutrendolo,
arrivando anche alla mia mente,
ossigenandomi e diventando ancora più maestoso, di quanto già non lo sia
Una grandezza spettacolare, con i suoi stessi rami, come se prendessero direzioni diverse,
ma allo stesso tempo recandosi tutti sempre alla stessa via
Ma ogni tanto il grande albero maestoso,
diventa un piccolo ramoscello.
Quando il mondo diventa troppo grande,
davvero complicato, esagerato.
Io….. albero maestoso,
sbalordita da me stesso, divento piccolo,
minuscolo, quando tutto si fa grande intorno a me.
Quando non riesco più ad apprezzarlo,
ed ammirarlo come sempre,
lo lascio lì, ad un angolo, solo,
per non farlo più crescere.
Con la sua maestosità ed i suoi possenti rami.

Da oltre le apparenze 2017
Maria Cannatella Riservati tutti i diritti

Ora legale: attenzione al “jet leg” da cuscino,ne soffre un italiano su cinque

Ora legale: attenzione al “jet leg” da cuscino,ne soffre un italiano su cinque

Domani sera lancette un’ora in avanti, l’ora solare tornerà il 27 ottobre

Il cambiamento dell’orologio incide sulla qualità del sonno: occhio all’alimentzione

Domani sera lancette dell’orologio un’ora avanti e rischio “jet lag da cuscino” provocato dal passaggio dall’ora solare a quella legale.

Schermata 2019-03-29 a 17.16.56

Un italiano su cinque ha difficoltà a dormire bene e l’alimentazione gioca un ruolo fondamentale: via libera a pane, pasta e riso, ma anche lattuga, radicchio, aglio e formaggi freschi, uova bollite, latte caldo e frutta dolce.

“Il cambiamento dell’orologio incide sulla qualità del sonno – afferma il presidente Coldiretti Alessandria Mauro Bianco – con il rischio di ansia, nervosismo, malumore, mal di testa e tensione muscolare ed è quindi importante favorire in ogni modo un corretto riposo e l’alimentazione gioca un ruolo strategico, infatti, ci si addormenta difficilmente sia a digiuno sia in caso di eccessi alimentari”. Continua a leggere “Ora legale: attenzione al “jet leg” da cuscino,ne soffre un italiano su cinque”

Giordano Vini di Alba, Bergesio (Lega), tutelare lavoratori

Giordano Vini di Alba, Bergesio (Lega), tutelare lavoratori

Roma, 29 mar – “Ho presentato un’interrogazione al Mise in merito alle sorti di Giordano Vini, storica azienda italiana con sede a Valle Talloria, frazione di Diano d’Alba in provincia di Cuneo. Due anni fa, in un processo di esternalizzazione, l’azienda ha ceduto il proprio Servizio Clienti alla Koinè Srl, che ha assorbito 41 ex dipendenti.

Giorgio Maria Bergesio

A inizio mese l’azienda Comdata Group ha acquisito la commessa della gestione “Servizio Clienti” a partire dal prossimo 1° aprile, con l’intenzione di assorbire i 41 lavoratori Koinè ex dipendenti Giordano Vini operanti a Valle Talloria e 46 dipendenti Koinè operanti a Torino, a condizione che l’attività venga svolta nel loro centro operativo a Ivrea.

La nuova sede è a oltre 150 km dalle precedenti sedi, ciò comporterebbe notevole disagio fisico ed economico per i dipendenti, costretti ad affrontare 300 km per raggiungere il posto di lavoro e tornare a casa.

Dal momento che le trattative tra sigle sindacali e istituzioni sono in una fase di stallo, mi rivolgo al Ministro competente per sottoporre questa vicenda alla sua attenzione e per conoscere quali iniziative di sua competenza intenda intraprendere per tutelare i lavoratori coinvolti”.

Lo dichiara Giorgio Maria Bergesio, senatore piemontese della Lega.

Ufficio Stampa Lega Senato

Il Treno Verde di Legambiente e Ferrovie dello Stato Italiane a Torino

Il Treno Verde di Legambiente e Ferrovie dello Stato Italiane a Torino

Sabato 30 marzo (ore 10) inaugurazione e taglio del nastro sul Treno Verde alla stazione Porta Nuova di Torino

Il convoglio ambientalista in sosta per tre giorni per promuovere una mobilità a zero emissioni

Il programma completo della tappa torinese su trenoverde.it

Galleria fotografica disponibile a questo link http://bit.ly/fotoTrenoVerde2019

IMG_20190323_120404-1200x480

È in viaggio il Treno Verde, la campagna di Legambiente e del Gruppo Ferrovie dello Stato Italiane, con il patrocinio del Ministero dell’Ambiente e Tutela del Territorio e del Mare, che dal 30 marzo al 1 aprile è a Torino Porta Nuova per l’undicesima tappa di un tour che si concluderà il 5 aprile a Milano, per promuovere un futuro con mobilità a zero emissioni, per ridurre l’inquinamento (secondo il principio europeo “chi inquina paga”) e puntare sull’intermodalità e sull’elettrico, a partire dai trasporti pubblici e la sharing mobility.

Domani, sabato 30 marzo, alle ore 10, ci sarà a bordo del Treno Verde (binario 1) l’inaugurazione, il taglio del nastro e la firma del “Manifesto per una mobilità a zero emissioni” Continua a leggere “Il Treno Verde di Legambiente e Ferrovie dello Stato Italiane a Torino”

“Donne per mano”. Immagini di una rete di accoglienza, di Lia Tommi

Oggi

Alessandria today @ Web Media Network - Pier Carlo Lava

DONNE PER MANO. Immagini di una rete di accoglienza; di Lia Tommi

29 mar alle ore 16:00
Sale d’Arte
via Macchiavelli, 13, 15121 Alessandria
“DONNE PER MANO – IMMAGINI DI UNA RETE DI ACCOGLIENZA. 
Un appuntamento per raccontare attraverso fotografie e disegni il sostegno alle madri dopo un lutto perinatale.”
La mostra è organizzata dal Gruppo Genitori di Bambini Meteora di Alessandria (Associazione Aspetto) nell’ambito di Marzo Donna. La mostra è volta a sottolineare l’importanza di una rete di accoglienza fatta di fiducia, ascolto, condivisione, mediante immagini e pensieri di madri e ostetriche che raccontano le proprie sensazioni di cura e sostegno reciproco durante e dopo la perdita di una figlia o di un figlio.
facebook_1553157880009

View original post

Concerto dell’Alessandria Jazz Club al Teatro Parvum, di Lia Tommi

Il prossimo concerto dell’Alessandria Jazz Club non si terrà come di consueto presso I Due Buoi, bensì al Teatro Parvum, in via Mazzini 85, Alessandria, alle ore 21.

Sul palco saliranno due nuove proposte del jazz italiano, due giovani formazioni al loro debutto discografico.

MATT CHIAPPIN QUARTET

Matt Chiappin (trumpet) Michele Curedda (piano/keyboards) Nicolò Magistrali (bass) Andrea Farinelli (drums)

Il progetto musicale di Matt Chiappin nasce a gennaio 2018, mese in cui registra Sleepwalker, EP di 6 tracce originali pubblicato dalla Ultra Sound Records. Il sound del quartetto è il risultato di un mix tra jazz e influenze ritmiche hip hop/r’n’b, tipiche del jazz americano attuale, e si ispira al lavoro di alcuni grandi artisti contemporanei come Robert Glasper, Christian Scott, Chris Dave and The Drumhedz, Keyon Harrold. L’alternanza di sonorità acustiche ed elettriche e l’interazione tra le due sono le caratteristiche principali che definiscono la natura del progetto, basato soprattutto su brani originali e alcuni brani standard tratti dalla tradizione jazz rivisitati e riarrangiati.

Guarda il video: https://youtu.be/yuOcDVuI0p0

SPIGOLI TRIO

Alessio Zanovello (clarinetto) Gabriele Montanari (violoncello) Lorenzo Guacciolo (chitarra)

Il tutto ha inizio dall’incontro di un clarinetto e un violoncello. Alessio e Gabriele suonano insieme per diversi anni, fino al 2014, quando sul loro percorso trovano il terzo spigolo, il chitarrista Lorenzo. Nasce così Spigoli Trio, formazione in cui le caratteristiche di ogni musicista vengono fuse in una musica personale, contaminata da diversi suoni e generi: ritmi inconsueti, melodie che si inseguono e si sovrappongono, effetti timbrici acustici e suoni digitali che richiamano rumori presenti in natura e nella vita quotidiana, improvvisazione e creazione estemporanea di “paesaggi sonori” è l’anima di “Spigoli”. Così uno standard jazz di Benny Goodman può trasformarsi in un brano popolare italiano, un brano rock di Steve Vai può diventare un brano di musica classica con echi di musica psichedelica. I brani originali degli Spigoli possono richiamare luoghi dell’est Europa nell’immaginario di un ascoltatore. Il viaggio musicale che propone il trio è vario e ricco di sorprese strumentali che vogliono incuriosire il pubblico e catapultarlo in paesaggi sognanti.

Guarda il video:https://youtu.be/ucAsLoVYC9s

Ingresso unico €10.

Ringraziamo gli sponsor che sostengono l’attività dell’Alessandria Jazz Club:

I nostri eventi sono in compartecipazione con il Comune di Alessandria, e hanno il sostegno della Fondazione Social, della Fondazione CRT, della Fondazione CR Alessandria. Rientrano nell’ambito del festival diffuso “Piemonte Jazz Festival” e del “Festival Identità e territori”.

Momenti di poesia. Distanze, di Rosaria Magnisi

Momenti di poesia. Distanze, di Rosaria Magnisi

Impulsi selvaggi dell’anima ღ Poesie & Dipinti di Rosaria Magnisi è con Rosaria Magnisi.

55864960_2121357267919610_1641989464962105344_n.jpg

Distanze

Scivola una carezza sulla via,
è una memoria di suoni,
un profumo di gardenia.
Profondo è l’abbandono
in questa notte senza nome.
Leggerezza di abiti
confonde
le sete fruscianti
nei commiati,
nei sogni mai nati.
Distanze da colmare
in lagune di baci da osare.
Respiri vita
e la notte
acconsente
al tuo destino.
-Rosaria Magnisi-
Impulsi selvaggi dell’anima ღ Poesie & Dipinti di Rosaria Magnisi
Copyright © 2019 Rosaria Magnisi tutti i diritti riservati

Momenti di poesia. VORREI CERCARTI, di Mirella Ester Pennone Masi

Momenti di poesia. VORREI CERCARTI, di Mirella Ester Pennone Masi

55524774_1166962636796702_2302952169805971456_n

VORREI CERCARTI

Predominava l’impulso
nel lento incedere del tempo,
con la tenerezza frivola della nostra età
nella furia dei baci e della passione.
Poi, c’era quel silenzio, che era solo mio,
e vi percepivo il tempo
che inanella i sogni, e la diffidenza.

Ti cercavo
nel verso di una tua canzone
che il vento, sfacciato, si è portato via,
nello sciabordio delle onde brillanti,
nel volo instancabile dei gabbiani,
nelle notti velate da una triste luna,
nel polline di una stagione riarsa.

Vorrei cercarti
perché a volte mi sorprendo a pensarti,
ed è pesante il silenzio che mi circonda.
S’insinua l’onda di un amarti, oscuro:
che brutto è l’egoismo e l’ego futile
di chi sublima sé stesso, con avidità,
e non riconosce il soggetto del suo amore.

Adesso, ti cercherei ancora,
ma il mio sarebbe soltanto un frullo d’ali,
un tenue fiotto di luce che sparpaglia
nel bagliore di un orizzonte che sfuma
a quel tuo sguardo che, traccia ed esplora
l’involontario tremito delle mie labbra,
dove il pianto ha una sua ricchezza.

Mirella Ester Pennone Masi
29 marzo 2017

Pubblicata OPERA OMNIA del poeta CLAUDIO COMINI con prefazione di Michele Miano. edito da Guido Miano Editore, marzo 2019 nella prestigiosa Collana Alcyone 2000

Pubblicata OPERA OMNIA del poeta CLAUDIO COMINI con prefazione di Michele Miano. edito da Guido Miano Editore, marzo 2019 nella prestigiosa Collana Alcyone 2000

E’ uscito in questi giorni Opera Omnia di Claudio Comini una scelta dei suoi testi poetici più significativi.

aaaaa Comini Claudio - Opera Omnia [fronte] (1)

La poesia di Comini se vogliamo definirla è di tipo intimista, un soffio di luce caldo la pervade. Ma potrebbe definirsi anche immaginifica nel tono di una immagine tersa: il pensiero si fà sentimento e senso acquisito della nostra umanità.

La parola pura si scarnifica nella sofferenza acquisita del tempo. Si apre così la memoria già spenta delle cose, riaffiorano i ricordi dei silenzi incontaminati della montagna, il sole sul lago, le voci, la casa, la strada, il paese, i ricordi del padre.

Terre mitiche lacustri, cullate quasi da una eterna fanciullezza di sogni in cui il vecchio e il nuovo si innestano in un’atmosfera di continuità. Limpida e pura, spontanea e umile, con un’umanità vera e semplice, la poesia di Comini si articola in una immediatezza di espressioni e di vitalità. Nostalgie, rimpianti ansie e realtà si fondono così senza virtuosismi.

E’ la visione specificatamente religiosa e cristiana della vita con il concetto del dolore, del suo mistero, dell’itinerario salvifico della fede che costituisce la vera architettura dell’ispirazione di Claudio Comini. Si legga la lirica: “La luce divina”: “Nulla di più vero /ci darà la forza che solo Tu /ci doni ogni giorno/con la Tua immensa luce Divina./Grazie mio Signore d’esistere/ancora oggi in un mondo incredulo/e per certi versi, privo di quel senso/di viva purezza che ci dona /la Tua Grande Parola “. Continua a leggere “Pubblicata OPERA OMNIA del poeta CLAUDIO COMINI con prefazione di Michele Miano. edito da Guido Miano Editore, marzo 2019 nella prestigiosa Collana Alcyone 2000”

Netflix Italia annuncia 3 nuove produzioni originali!

Il Lettore Curioso

Buongiorno lettori! Oggi vi riporto una notizia postata poco fa sulla pagina facebook italiana di Netflix.

Scusate ma non ce la facciamo più a tenerci tutto dentro. Quindi vi raccontiamo un po’ di cose sulle prossime serie italiane a cui stiamo lavorando.

– La prima si chiama Curon, un drama dagli elementi sovrannaturali. 
[la chicca da giocarsi alle cene: il titolo riprende il nome di un paesino del Trentino Alto-Adige famoso per la sua vecchia chiesa, completamente sommersa dal lago ad eccezione del campanile, che ancora emerge. La leggenda (e Wikipedia) racconta che in alcune giornate d’inverno si sentano ancora suonare le campane]

trentino_5xegn.T0.jpg

[foto ilturista.info]

– La seconda non ha ancora un titolo, ma sarà un adattamento di Tre metri sopra il cielo. 
“Ma adattamento in che senso?”. I’M GLAD YOU ASKED.  Sarà una serie, prima di tutto. Sarà ambientata sulla Costa Adriatica, e i protagonisti si chiameranno…

View original post 264 altre parole