Momenti di poesia. Sopra ogni altra cosa, di Vittorio Zingone

Sopra ogni altra cosa

Sopra ogni altra cosa al mondo,
Sopra i giardini fioriti di Pallanza
Nel maggio glorioso, ricco di fragranze,
Sopra tutte le gemme che si schiudono
Al caldo sole della primavera,
Sopra ogni armonioso melodiare
Di ruscelli, usignoli, canarini
Nelle notti incantate, gravide di stelle
c’e’ una donna: Mary, sempre.

A me par vivere in mondi
Che non hanno sofferenza
Quando mi si consente dialogare
Coi suoi occhioni belli,
Con l’allegria sinera che la coglie
in certi momenti di magia pura.

Trabocca il cuore a vedermela seduta
O in piedi accanto,
Rosa dai petali ricchi di fragranze,
Dal sorriso, soffice velluto di Firenze.