STAMPO

Giuditta Michelangeli (tra versi e prosa)

Cerchi nuove forme
per scampare al noto
di certi visi: indugiano troppo
nella croce degli occhi
e si coricano sfacciati
nel rumore fitto delle cose
semplici.

Lo stridio del ferro
duplica la chiave
mai con la stessa limatura.
Fuggi dall’illusione:
ci sono angoli invisibili
in cui si annida ciò
che resta del modello
e avverrà – credo,
in una notte d’estate
la sorpresa della serratura nuova
divenuta inespugnabile
per tanta collisione
di trafugamenti.

(3 aprile 2019)
Giuditta Michelangeli

View original post

Autore: alessandria today

Ex Dirigente, consulente e ora blogger

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...