Momenti di poesia: “Amore a prima vista” di Wislawa Szymborska

hazard3cpan balthazar

 

Amore a prima vista
Sono entrambi convinti

che un sentimento improvviso li unì.
È bella una tale certezza
ma l’incertezza è più bella.

Non conoscendosi, credono
che non sia mai successo nulla fra loro.
Ma che ne pensano le strade, le scale, i corridoi
dove da molto tempo potevano incrociarsi?

Vorrei chiedere loro
se non ricordano –
una volta un faccia a faccia
in qualche porta girevole?
uno « scusi » nella ressa?
un « ha sbagliato numero » nella cornetta?
– ma conosco la risposta.
No, non ricordano.

Li stupirebbe molto sapere
che già da parecchio tempo
il caso giocava con loro.

Non ancora pronto del tutto
a mutarsi per loro in destino,
li avvicinava, li allontanava,
tagliava loro la strada
e soffocando una risata
con un salto si scansava.

Vi furono segni, segnali,
che importa se indecifrabili.
Forse tre anni fa
o lo scorso martedì
una fogliolina volò via
da una spalla a un’altra?
Qualcosa fu perduto e qualcosa raccolto.
Chissà, forse già la palla
tra i cespugli dell’infanzia?

Vi furono maniglie e campanelli
su cui anzitempo
un tocco si posava su un tocco.
Valigie accostate nel deposito bagagli.
Una notte, forse, lo stesso sogno,
subito confuso al risveglio.

Ogni inizio infatti
è solo un seguito
e il libro degli eventi
è sempre aperto a metà.

Incontro della Pastorale Sociale sull’economia, di Lia Tommi

Un’altra economa è possibile.
Mercoledì 10 aprile il secondo incontro della Pastorale Sociale

L’Ufficio di Pastorale sociale e del lavoro della Diocesi di Alessandria, recentemente rinnovato, prosegue le sue iniziative pubbliche, mettendo al centro della riflessione le questioni che toccano da vicino e nel profondo la quotidianità di ciascuno.
Dopo aver affrontato nel mese di marzo il tema della pace e della fratellanza con l’incontro “Violenza e riconciliazione nella Genesi” e il contributo di Don Giulio Lunati della Diocesi di Pavia, ad aprile l’appuntamento è con l’economia e, nello specifico, quella declinata civilmente.

L’Economia Civile rimette il bene comune e la persona al centro della vita economica delle imprese, in contrasto con le idee dominanti di stampo liberista.
Aderire a un modello di Economia Civile significa scegliere comportamenti virtuosi nell’interesse della comunità come del proprio: i vantaggi ambientali, sociali, economici e relazionali si riverberano sulla reputazione dell’azienda, sulla sua capacità di mobilitare abilità ed entusiasmi, sulla sua redditività e sulla sua solidità economica.
Temi, questi, all’apparenza lontani dalle nostre comunità ma in realtà più che mai attuali e in grado di orientare civilmente e cristianamente le scelte di vita e di consumo di tanti uomini e tante donne.
L’appuntamento è per mercoledì 10 aprile alle ore 21, nella Sala Iris, Collegio Santa Chiara, di via Volturno 18 ad Alessandria, con “L’altra faccia dell’economia: civile e sostenibile”.
Interverrà Elena Granata, Professoressa Associata di Urbanistica al Politecnico di Milano, docente alla SEC (Scuola di Economia Civile) e all’Istituto Universitario Sophia. Autrice di libri, saggi e articoli su riviste scientifiche e divulgative. Consulente di istituzioni pubbliche e private nel campo delle politiche urbane e culturali, da anni si occupa delle relazioni tra imprese e territorio.
Sarà presente anche il Vescovo della Diocesi di Alessandria, Monsignor Guido Gallese.
Secondo l’economia civile, come ci spiegherà la docente, l’impresa non è una macchina economica che – rispondendo alle leggi del mercato – deve semplicemente massimizzare l’utile privato, ma un vero e proprio organismo civile, che occupa un ruolo di primo piano nella comunità e ha nei suoi confronti responsabilità economiche, culturali e sociali.
Per dirla con le parole dell’illustre economista Stefano Zamagni “l’economia civile non contrappone Stato e mercato o mercato e società civile. Inoltre teorizza che anche nella normale attività di impresa vi debba essere spazio per concetti come reciprocità, rispetto della persona, simpatia”.

L’ingresso alla serata è libero. Per maggiori informazioni: lavoro@diocesialessandria.it

In auto con una mazza da baseball di 4 kg, denunciato

In auto con una mazza da baseball di 4 kg, denunciato

Il giorno 26 marzo il personale del Distaccamento della Polizia Stradale di Acqui Terme durante lo svolgimento del  servizio di vigilanza stradale sottoponeva a controllo un’autovettura notando, sulla cappelliera, una grossa mazza da baseball che, in seguito, è risultata essere del peso di 4 kg, della lunghezza di 80 cm e spessore di 4 cm.

questura-polizia copia.png

Il conducente, C.F. 21enne della provincia Alessandrina, alle domande degli Agenti non ha fornito nessuna valida giustificazione per il  possesso della mazza tipo baseball, come ad esempio l’appartenenza ad una squadra di baseball o l’iscrizione ad un centro sportivo.

Nel caso specifico l’essere questa riposta, o meglio “esposta” sulla cappelliera senza alcun accorgimento particolare che ne impedisca l’immediata apprensione ed utilizzo  ed in assenza di valide giustificazioni, ha permesso di qualificare tale condotta come porto illegale e non già come semplice trasporto.

Pertanto la mazza da baseball è stata sequestrata ed il 21enne è stato deferito all’Autorità Giudiziaria per il possesso ed il porto illegale di arma impropria.

Ancora una volta la professionalità e il “buon occhio” degli Agenti del Distaccamento Polizia Stradale di Acqui Terme ha evitato un “uso improprio” della mazza da baseball da parte del 21enne. 

CATTURANDO rintracciato dalla Polizia di stato sul treno genova – Torino

CATTURANDO rintracciato dalla Polizia di stato sul treno genova  – Torino

Nell’ambito degli assidui controlli di viaggiatori attuati dal Compartimento Polfer di Torino, sulle tratte e nelle Stazioni di competenza, verso le ore 17 di lunedì 1° aprile u.s. una pattuglia Polfer di Novi Ligure in servizio di scorta su treno regionale Genova/Torino, procedeva all’identificazione di un cittadino italiano di trentadue anni, domiciliato nell’alessandrino.

foto novi ligure

All’esito delle risultanze del preliminare controllo in Banca Dati Interforze, effettuato sul posto tramite palmare di servizio, l’uomo veniva accompagnato presso gli Uffici Polfer di Novi Ligure per ulteriori accertamenti, al termine dei quali veniva constatata l’effettività di un Ordine di Esecuzione per la Carcerazione, emesso nei giorni scorsi dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Pavia, per l’espiazione di anni 6 mesi 9 e giorni 1 reclusione, riferibili a cumuli di pena per numerosi furti commessi in esercizi pubblici, nell’ Alessandrino e nei comuni di Milano e Genova.

Gli operanti dopo aver sottoposto l’uomo ai rilievi fotodattiloscopici ed antropometrici presso il Gabinetto di Polizia Scientifica della Questura di Alessandria, al termine delle attività di rito, procedevano a trasferirlo presso la Casa Circondariale di Alessandria.

“7 PROVVEDIMENTI DASPO EMESSI DAL QUESTORE MORELLI”

“7 PROVVEDIMENTI DASPO EMESSI DAL QUESTORE MORELLI”

Sulla base delle indagini di Polizia Giudiziaria eseguite dalla Digos della Questura di Alessandria e dei successivi accertamenti sulle posizioni giuridiche penali dei soggetti coinvolti, a seguito di episodi di violenza verificatisi nel corso di due diversi eventi sportivi, il Questore di Alessandria ha emesso n.7 provvedimenti di Divieto di Accesso alle Manifestazioni Sportive curati dalla Divisione Anticrimine.

Tre i provvedimenti emessi per i  fatti accaduti il 12 Dicembre 2018, prima della partita “Alessandria Calcio 1912- Novara” in cui  tre Ultras, di cui due appartenenti alla tifoseria ospite, si sono resi responsabili di tafferugli in prossimità del varco di accesso (in zona riservata al passaggio dei soli residenti in loco) del locale impianto sportivo “Moccagatta”, a seguito dei quali  rimanevano contusi due stewards. I DASPO emessi nei confronti di P.F. e L.M della durata di 1 anno, mentre per M.G. della durata di 5 anni con obbligo di presentazione all’Autorità di P.S. di Novara.

Quattro, invece, i  provvedimenti emessi per i fatti accaduti il 20 gennaio 2019 durante la partita “Juventus U23- Carrarese”  in cui alcuni Ultras della carrarese presenti nella curva sud di questo stadio Moccagatta, accampando dinamiche interne a quella tifoseria, nel corso della partita deliberatamente e gratuitamente inseguivano e colpivano più volte con pugni sul capo un altro tifoso della carrarese tanto da costringerlo prima a rifugiarsi nella zona di sicurezza presidiata dagli stewards e poi ad uscire dall’impianto per ricorrere all’ausilio delle Forze dell’Ordine, per gli stessi fatti i responsabili sono stati deferiti all’autorità giudiziaria ai sensi degli artt. 110, 339 e 610 c.p. (violenza privata aggravata in concorso). Continua a leggere ““7 PROVVEDIMENTI DASPO EMESSI DAL QUESTORE MORELLI””

L’on. Riccardo Molinari (Lega) sui pacchi bomba di Torino: “Piena solidarietà ad Alessandro Sciretti, e al sindaco Appendino. I gesti intimidatori non ci fermeranno”

L’on. Riccardo Molinari (Lega) sui pacchi bomba di Torino: “Piena solidarietà ad Alessandro Sciretti, e al sindaco Appendino. I gesti intimidatori non ci fermeranno”

Riccardo Molinari

“Esprimo, a nome di tutta la Lega del Piemonte, la mia completa solidarietà ad Alessandro Sciretti, nostro capogruppo in Circoscrizione 6 a Torino, e naturalmente anche al sindaco di Torino, Chiara Appendino. Non sono certo questi gesti intimidatori, che richiamano alla memoria gli anni più bui della storia dell’Italia Repubblicana, che fermeranno la forte volontà di cambiamento, pacifico e costruttivo, dei piemontesi e degli italiani”.

L’on. Riccardo Molinari, Capogruppo alla Camera dei Deputati e Segretario della Lega in Piemonte, interviene a nome di tutta la Lega per rispondere con fermezza a chi, con sospetti pacchi bomba e rivendicazioni deliranti, sta cercando in questi giorni di ‘avvelenare’ il clima politico torinese, a poche settimane ormai dalle elezioni regionali.

“Il Piemonte è una Regione di fortissima tradizione democratica – continua Molinari – e tutte le Istituzioni sono assolutamente unite e coese nel condannare simili gesti criminali. Auguro buon lavoro alle forze dell’ordine e agli organi giudiziari competenti, che sapranno certamente fare piena luce sulla vicenda, e assicurare alla Giustizia i responsabili di questi atti”.

Ufficio Stampa Lega Piemonte

LAVORATRICI E LAVORATORI DELLA SANITA’ PRIVATA SENZA CCNL DA 12 ANNI: LA PROTESTA IN PROVINCIA DI ALESSANDRIA

LAVORATRICI E LAVORATORI DELLA SANITA’ PRIVATA SENZA CCNL DA 12 ANNI: LA PROTESTA IN PROVINCIA DI ALESSANDRIA

#TEMPOSCADUTO

56196652_2031053583857970_4990273882192609280_n56247903_2031053627191299_1588492808317042688_n56262527_2031053543857974_613047534293614592_n

Alessandria: Oggi Fp CGIL, CISL FP Alessandria Asti  e UILF sono scesi in piazza per puntare i riflettori sulla situazione dei dipendenti delle strutture sanitarie private che non godono di rinnovo contrattuale da dodici anni, con due presidi e volantinaggio organizzati davanti alla Salus ed alla Clinica Citta’ di Alessandria. 

Sempre in mattinata i sindacalisti sono stati ricevuti dal Prefetto di Alessandria per illustrare le motivazioni della mobilitazione. Il Prefetto ha espresso piena solidarietà istituzionale e personale ai lavoratori che assistono oggi al blocco delle trattative per l’indisponibilità della parte datoriale ARIS/AIOP sul versante economico.

Per la vertenza è stato indetto lo stato di agitazione anche livello nazionale, mentre la manifestazione regionale e’ fissata il 9 aprile a Torino; seguiranno gli attivi unitari a Roma il 15 aprile. Continua a leggere “LAVORATRICI E LAVORATORI DELLA SANITA’ PRIVATA SENZA CCNL DA 12 ANNI: LA PROTESTA IN PROVINCIA DI ALESSANDRIA”

Funzione Pubblica CGIL – CISL – UIL F.P.L.: Presidio alla Clinica Città di Alessandria

Funzione Pubblica CGIL – CISL – UIL F.P.L.: Presidio alla Clinica Città di Alessandria

Clinica Città di Alessandria

OGGI 05 APRILE ’19 DAVANTI ALLA CLINICA CITTA’ DI ALESSANDRIA SI E’ SVOLTO IL PRESIDIO UNITARIO DI F.P. CGIL, F.P. CISL E UIL F.P.L. PER MANIFESTARE IN MERITO ALLA VERTENZA SULLA ROTTURA DEL TAVOLO DI TRATTATIVA PER IL RINNOVO DEL CONTRATTO NAZIONALE DELLA SANITA’ PRIVATA, ORMAI SCADUTO DA 12 ANNI E PER SENSIBILIZZARE L’OPINIONE PUBBLICA E GLI STESSI CITTADINI ATTRAVERSO LA DISTRIBUZIONE DI VOLANTINI.

Schermata 2019-04-05 a 17.28.05.png

NEL CORSO DELLA MATTINATA LA DELEGAZIONE SINDACALE DI F.P. CGIL, F.P. CISL E UIL F.P.L. SONO STATE CONVOCATE DALLA PREFETTURA DI ALESSANDRIA, DOVE LE OO.SS. HANNO PORTATO ALL’ ATTENZIONE DEL PREFETTO IL DISAGIO DELLE LAVORATRICI E LAVORATORI DI QUESTO COMPARTO, CHE OGNI GIORNO OFFRONO SERVIZI CON LA LORO PROFESSIONALITA’, IMPEGNO ED ESPERIENZA, MA CHE RIVENDICANO UN SALARIO DIGNITOSO E UN CONTRATTO CHE LI TUTELI. Continua a leggere “Funzione Pubblica CGIL – CISL – UIL F.P.L.: Presidio alla Clinica Città di Alessandria”

MEZZOGIORNO ALPINO, di Giosuè Carducci, recensione di Elvio Bombonato  

MEZZOGIORNO ALPINO, di Giosuè Carducci, recensione di Elvio Bombonato                                                                                                                                                                    

Carducci

Nel grande cerchio de l’Alpi, sul  granito
Squallido e scialbo, sui ghiacciai candenti,
Regna sereno intenso ed infinito
Nel suo grande silenzio il mezzodí.

Pini ed abeti senza aura di venti
Si drizzano nel sol che li penetra,
Sola garrisce in picciol suon di cetra
L’acqua che tenue tra i sassi fluí.

GIOSUE CARDUCCI  (1895)

Il poeta amava la montagna (Carnia, Cadore, Marmolada, Madesimo, Gressoney, Courmayeur), e fece persino qualche arrampicata con la guida.  Questa lirica si aggiunge ai cinque “Idilli alpini”; due quartine di endecasillabi, 6 piani e 2 tronchi, con rime ABAC  BDDC;  la C è tronca; penètra: accento metrico. 

Il ghiacciaio descritto è  l’”Aiguille du Midi” (il Mezzodì) del Monte Bianco.  Poesia impressionista – pochi tocchi per delineare in modo netto il paesaggio alpino, desolato e opaco –  fondata sull’alternarsi vista/udito.  Domina la luce, in due gradazioni: il candore accecante e algido acuisce il silenzio;  gli alberi, in assenza del vento, si ergono verso il sole, mentre si sente il mormorio dell’esile sorgente.

Curioso l’uso del verbo al presente (garrisce) accanto a quello al passato remoto (fluì): perfetto con valore continuativo.  Ecco gli endecasillabi finali di “Esequie della guida E.R.”, scritta in occasione dei funerali, 28 agosto 1895, a Courmayeur del grande Emilio Rey, 49enne:  “Via dallo sdrucio (squarcio) della nuvolaglia/ erto, aguzzo, feroce si protende/ e, mentre il ciel di sua minaccia taglia,/ il Dente del Gigante al sol risplende”.

foto: https://friulimultietnicoblog.wordpress.com

 

Al ‘Volta’ di Alessandria “si inaugura il futuro dei ragazzi e non solo il laboratorio di chimica organica”. La svolta grazie a Solvay, Guala Dispensing e Guala Pack

Al ‘Volta’ di Alessandria “si inaugura il futuro dei ragazzi e non solo il laboratorio di chimica organica”. La svolta grazie a Solvay, Guala Dispensing e Guala Pack

di Enrico Sozzetti  https://160caratteri.wordpress.com

al Volta.jpg

Alessandria: «Si inaugura il futuro dei ragazzi e non solo un laboratorio». Le parole di Giorgio Laganà riassumono il valore di un investimento, superiore ai centomila euro, che va oltre la struttura fisica di un laboratorio con 24 posti di lavoro e una dotazione all’avanguardia anche dal punto di vista della sicurezza.

Siamo all’istituto ‘Volta’ di Alessandria (mille studenti iscritti), una delle poche scuola della provincia dove la collaborazione sinergica fra mondo dell’istruzione e delle imprese è concreta e declinata dall’alternanza scuola-lavoro alla formazione continua, dall’esperienza del Cts (Comitato tecnico scientifico, è stato costituito nel 2011 in collaborazione con Confindustria Alessandria) al rapporto con alcune aziende alessandrine che ha permesso all’istituto di partecipare, vincendo, ad alcuni concorsi nazionali come quello delle ‘Olimpiadi dell’automazione’.

Oggi è di scena il laboratorio di chimica organica che sarà operativo dal mese di settembre. Con una velocità da fare invidia anche ai privati, come riconoscono le stesse aziende che hanno scelto di investire al ‘Volta’, la scuola ha ottenuto l’attivazione dall’anno scolastico 2017 – 2018 del nuovo indirizzo “Chimica, materiali e biotecnologie”, articolazione ‘Chimica e Materiali’, e successivamente del triennio relativo all’indirizzo con una classe prima, attualmente seconda, composta da ventidue alunni.

Ma era fondamentale una dotazione tecnica ospitata al terzo piano dell’edificio di Spalto Marengo, grazie a Solvay, Guala Dispensing e Guala Pack. Continua a leggere “Al ‘Volta’ di Alessandria “si inaugura il futuro dei ragazzi e non solo il laboratorio di chimica organica”. La svolta grazie a Solvay, Guala Dispensing e Guala Pack”

LUCA GIOANOLA “La mia Casale, la nostra Casale è soprattutto nel cuore”

LUCA GIOANOLA “La mia Casale, la nostra Casale è soprattutto nel cuore”

LUCA GIOANOLA – CANDIDATO SINDACO DELLA COALIZIONE DI CENTROSINISTRA E DELLE LISTE CIVICHE

ELEZIONI AMMINISTRATIVE COMUNALI – CASALE MONFERRATO – 26 MAGGIO 2019

#CasalenelCuore  #meglioGioanolaSindaco

Appuntamenti pubblici della settimana

Schermata 2019-04-05 a 17.00.47Schermata 2019-04-05 a 17.00.42

Pubblicazione della pagina Facebook

Giovedì 4 aprile sarà pubblicata la pagina facebook del progetto di coalizione “Casale nel cuore – meglio Gioanola sindaco”. Uno spazio di condivisione e partecipazione, dove sarà possibile unire il meglio di tutti per costruire insieme il programma del nuovo progetto per Casale e il Monferrato. Uniamo il meglio di tutti. Con Luca Gioanola sindaco.

Gazebi di partecipazione

Sabato 6 aprile, dalle 16.30 alle 19, in via Saffi e via Roma sarà possibile incontrare il candidato sindaco e i candidati della coalizione e partecipare alla costruzione del programma del progetto“Casale nel cuore – meglio Gioanola sindaco”. Uniamo il meglio di tutti, con Luca Gioanola sindaco.

Cena promozionale

Sabato 6 aprile, alle ore 20, presso il Circolo Amici di Olteponte, via Fratelli Bandiera 8, si svolgerà una cena conviviale e promozionale del progetto “Casale nel cuore – meglio Gioanola sindaco”. Sono ancora disponibili dei posti, per prenotare si può scrivere a megliogioanola@gmail.com Continua a leggere “LUCA GIOANOLA “La mia Casale, la nostra Casale è soprattutto nel cuore””

Mi prende d’amore una forma di Nadia Alberici: la postfazione dell’editore Silvano Negretto

giuseppecartablog

Poesia/ mi avvolge sottovoce mi parla/ Vibra/ fino a sfibrare le corde sottese/ Accende/ fuoco o luce o caldo emisfero/ Parla/ con le mani e la bocca/ Trascende/ corpo in primavera/ Rinasce/ di vita una stilla/ Riprende

Le Domande sulla Vita, sul Bene o sull’Amore?

Nadia indaga il senso delle proprie emozioni qui e ora, delle sensazioni di questa notte, dell’amore in determinati momenti di attesa, di fuggevoli inquietudini o illusioni.

La sua poetica, proprio per questi limiti posti a ogni speculazione metafisica, risponde per altre vie, stimolanti quanto originali, a quei perenni quesiti, mai risolti né risolubili sul piano concettuale.

In queste poesie, mai troviamo il lamento, ma sempre una vitalità pensosa, inquieta, non rammaricata del passato, e invece sorpresa del mistero, dell’ineffabile. Le parole non bastano mai, anche se aiutano, per rispondere ai nostri dubbi; e il dubbio non è mai sofferenza, è presa d’atto…

View original post 643 altre parole

In libreria Il divenire della filosofia in François Zourabichvili a cura di Cristina Zaltieri, edito da Negretto Editore

giuseppecartablog

“Fin dove è possibile che una identità regga l’incalzare degli eventi, quando e come può finire per spezzarsi?

François Zourabichvili

In arrivo nelle librerie fisiche ed online “Il divenire della filosofia in FrançoisZourabichvili” edito dalla casa editrice mantovana Negretto Editore, per la collana editoriale “Il corpo della filosofia”.

La collana 

Il corpo della filosofia” diretta da Rossella Fabbrichesi e Cristina Zaltieri, è la scrittura dei suoi testi, là dove il pensiero si fa visibile, si concede al nostro sguardo. Porre l’accento su tale corpo non significa attraversare i testi mirando ad un altrove invisibile di cui essi sono i segni, ma illuminare l’intreccio scritturale che è la loro carne, il textum. Significa anche tener conto che il pensiero si dispiega sempre in un’alterità (corpo, scrittura, carne, materia) che lo contamina e lo nutre. Lungi da rimuoverlo od obliarlo, la filosofia deve…

View original post 1.249 altre parole

Intervista di Alessia Mocci a Cristina Zaltieri: traduttrice del filosofo francese François Zourabichvili per Negretto Editore

giuseppecartablog

Sarebbe un delirio di onnipotenza pensare di porre termine ad ogni ibridazione del sé con l’altro (noi non siamo Dio, sia modi finiti di Dio) ma il cammino etico che Spinoza ci indica è quello del passaggio dall’essere in balia delle chimere alla separazione dagli inviluppi che ci snaturano (dipendenze, relazioni mortifere …) e inoltre dalla dipendenza inconsapevole dall’altro ad un’attiva sinergia con esso.Cristina Zaltieri

François Zourabichvili è stato un filosofo francese, di origini armene, che si dedicò interamente alla comprensione e commento di Baruch Spinoza e Gilles Deleuze, approdando alla produzione di opere di folgorante intensità concettuale.

Docente all’Università Paul Valéry di Montpellier e direttore di programma del Collège International de Philosophie dal 1998 al 2004, ancor’oggi è poco conosciuto in Italia malgrado le quattro traduzioni dal francese in italiano (“Deleuze. Una filosofia dell’evento”, Ombre Corte 2002; “Il vocabolario di Deleuze”, “Spinoza. Una fisica del…

View original post 5.395 altre parole

In libreria: Spinoza e la storia a cura di Cristina Zaltieri e Nicola Marcucci edito da Negretto Editore

giuseppecartablog

Tutto ciò che Dio rivelò ai profeti, fu loro rivelato o con parole o con figure, o nell’uno e nell’altro modo. Ma le parole, e anche le figure, o furono vere, e reali al di fuori dell’immaginazione del profeta in ascolto o in contemplazione, ovvero immaginarie.

Baruch Spinoza “Trattato teologico-politico”

In tutte le librerie virtuali e fisiche dal primo maggio 2019 sarà disponibile “Spinoza e la storia” un saggio critico sul filosofo olandese Baruch Spinoza (Amsterdam, 24 novembre 1632 – L’Aia, 21 febbraio 1677) comprendente una ricca selezione di saggi curati da Cristina Zaltieri e Nicola Marcucci, pubblicato nella collana “Il corpo della filosofia” per la casa editrice mantovana Negretto Editore.

Per circa tre secoli l’immagine di Spinoza è stata legata a quella del filosofo metafisico della Sostanza unica che sommerge nel suo oceano infinito ogni finitezza, ogni singolarità, ogni durata. Così fino…

View original post 1.120 altre parole