Teatro Per Gioco a Valenza, di Lia Tommi

facebook_15544729028891669934854.jpgTeatro Per Gioco- progetto teatrale ” A Summa ‘d Valensa”

Sabato 6 aprile

Teatro Sociale di Valenza
corso Garibaldi 58, 15048 Valenza

Torna in una nuova versione: “Teatro per Gioco – II Edizione”
Quest’anno la giornata dedicata al teatro amatoriale, non sarà dedicata esclusivamente alla città, ma ospiterà con piacere cinque compagnie del territorio che si esibiranno sul palco del Teatro Sociale portando in scena cultura, divertimento e solidarietà.
Anche questa volta i fondi raccolti verranno destinati, come nel 2018, all’acquisto di altri giochi per i giardini di Valenza.

Ospiti:

Agata Tinnirello & Gianluca Pivetti
“Delirio a due” di Eugène Ionesco, regia Filomena Ciccarelli

Compagnia di Prosa di Quattordio
“La patente” di Luigi Pirandello, regia di Gianfranco Trusiano

Compagnia Teatrale Fubinese
“La pausa caffè – il trailer” di Massimo Brusasco, regia di Massimo Brusasco

I Provvisori di Alessandria
“Collasso di cuori” di Vileram Froshesniak, regia di Mauro Risciglione

Compagnia AliEna di Valenza
“La figlia della gallina bianca” di Alice Rizzato, regia di Filomena Ciccarelli

Biglietti:
interi 8 euro
ridotti 5 euro

Prevendita presso:
G.E. INFORMATICA
Largo Costituzione della Repubblica 17 – Valenza

 

Intervista a Fabrizio Priano F.lli d’Italia, candidato alle Elezioni della Regione Piemonte

Intervista a Fabrizio Priano F.lli d’Italia, candidato alle Elezioni della Regione Piemonte

di Pier Carlo Lava

Alessandria, abbiamo incontrato Fabrizio Priano F.lli d’Italia, candidato alle Elezioni della Regione Piemonte per un intervista, nel video allegato le sue risposte alle seguenti domande:

F.lli d'Italia

Dopo una lunga militanza in Forza Italia e PDL hai aderito a F.lli d’Italia, ci spieghi i motivi di questa decisione?

Quali sono i punti salienti della politica di F.lli d’Italia?

Come valuti sinora l’azione di Governo Lega – M5S?

Come valuti sinora l’azione di Governo di Centro sinistra della Regione Piemonte?

Ti candidi per le Elezioni regionali del Piemonte, per quali motivi gli elettori dovrebbero votarti?

Come valuti l’azione dell’attuale Governo di Alessandria?

Quali sono le cose che tu avresti fatto per la città e quali che non avresti fatto?

video: https://youtu.be/W_qj6kzIynY

 

NOSTALGIA, di Miriam Maria Santucci

NOSTALGIA
di Miriam Maria Santucci

Sono tornata a sedermi sulla siepe
dietro il muro della vecchia fonte.
L’acqua non sgorga più da lungo tempo
e i rovi s’intrecciano e fanno capanna.
Io ci sto sotto rannicchiata a pensare…
L’acqua sgorgava,
quando venivo qui,
e i rovi erano più radi,
e tu c’eri ancora.
Ora non esisti più
ed io sono tornata a sedermi sulla siepe.
Qui, dove annullavo ogni immagine,
sono venuta a cercarti…
Ma i rovi s’intrecciano intorno a me
e graffiano le mie carni,
e l’acqua non sgorga più,
da lungo tempo… 

(1969) 
Poesia tratta dalla raccolta “Le Impronte della Vita”.
© Copyright 2015 – Miriam Maria Santucci

Terzo appuntamento con la rassegna Acit Film Forum-Registe: “I quattro re Magi”

Il terzo appuntamento della rassegna ACIT FILM FORUM-REGISTE avrà luogo lunedì 8 aprile alle ore 21.15, presso l’Associazione Cultura e Sviluppo, Piazza de Andrè 76, Alessandria, con la proiezione del film “4 Könige” (I quattro re Magi, 2015) della regista Theresa von Eltz.

Quattro giovani si trovano a trascorrere le feste di fine anno isolati all’interno di una clinica psichiatrica. La proposta di utilizzare una telecamera amatoriale per interrogarsi reciprocamente sul senso del Natale diventa per i quattro l’occasione per lasciar cadere maschere e meccanismi difensivi e vivere giorni di commovente intensità e profonda maturazione. Opera prima vincitrice del Premio Alice nelle Città, sezione dedicata ai giovani registi della Festa del Cinema di Roma.

Continua a leggere “Terzo appuntamento con la rassegna Acit Film Forum-Registe: “I quattro re Magi””

Conto alla rovescia per Vinitaly 2019, di Lia Tommi

7-10 aprile: conto alla rovescia per Vinitaly 2019

Presenti a Verona le aziende del territorio alessandrino
Arrivano le terre del vino per far conoscere le proprietà uniche

All’origine dei successi del vino tricolore
La Rivoluzione green nel bicchiere e “Pink for lady” dedicato ai rosati
delle aziende al femminile

Sono ventitre le aziende della Coldiretti alessandrina che saranno presenti all’edizione numero 53 di Vinitaly:
il conto alla rovescia è ormai iniziato per un evento che ogni anno è atteso sempre con un entusiasmo crescente, una vetrina che rappresenta una sfida e al tempio stesso un’occasione unica per presentare le ultime novità del settore, dove ogni azienda può contribuire a rafforzare l’immagine del vino italiano nel mondo.
Inaugurazione domenica 7 aprile alle 9.30: Coldiretti, di fronte all’ingresso principale Cangrande della Fiera di Verona, avrà un ampio spazio innovativo all’insegna della biodiversità con tutte le diverse terre delle Doc e Docg d’Italia in cui scoprire le nuove tendenze, i primati, le sfide e le curiosità del vino Made in Italy, con mostre, incontri e degustazioni.
Il vitivinicolo di Coldiretti Piemonte parteciperà compatto alla più importante fiera internazionale del settore che vedrà la partecipazione di oltre 600 espositori piemontesi che occupano l’intero Padiglione 10 della fiera. I numeri del comparto sono importanti:
una produzione di 2,5 milioni di ettolitri, detiene una superficie vitata che supera i 43 mila ettari e conta circa 14 mila imprese.

Tante le eccellenze alessandrine: Dolcetto, Grignolino, Timorasso, Gavi, Brachetto, Moscato, Barbera, Freisa, Arneis, Cortese, Bonarda, Chardonnay, Pinot Nero, Albarossa, Nebbiolo
e Malvasia. Presenti anche vitigni antichi, per la provincia di Alessandria ci sarà la “Slarina o Cellerina” della Valcerrina.
“Se oggi, nonostante difficoltà e burocrazia, possiamo parlare di rilancio del settore, il merito va sicuramente all’ottimo lavoro svolto in vigna e in cantina sino all’innovazione produttiva che ha portato alla creazione di etichette nuove e interessanti, segnale tangibile della volontà di progredire e di crescere, forti di una tradizione qualificata e antichissima”, sottolinea il Presidente della Coldiretti di Alessandria Mauro Bianco.

Vari gli eventi a Casa Coldiretti a cui prenderanno parte le imprese vitivinicole di Coldiretti Piemonte: i giovani imprenditori saranno protagonisti di “Zeta generation wines & co” mentre mercoledì 10 aprile, “Pink for Lady” sarà dedicato ai vini rosati prodotti dalle aziende al femminile.
“Il settore del vino dimostra più di altri che l’agricoltura è in grado di offrire opportunità di lavoro sia a chi vuole investire con progetti innovativi sia a chi vuole fare una esperienza in campagna a contatto con la natura anche solo per integrare il proprio reddito.
E’ importante promuovere la conoscenza del vino, il suo legame con il territorio e la cultura, a partire proprio dalle giovani generazioni”, ha aggiunto il Direttore Coldiretti Alessandria Roberto Rampazzo.

Reading musicale al PerlaNera, di Lia Tommi

SABATO 6 APRILE al Laboratorio Anarchico PerlaNera, via Tiziano Vecellio 2, Alessandria, dalle ore 21.00 “Avevamo Ragione Noi, Storie di ragazzi a Genova 2001”

Domenico Mungo presenta “Avevamo Ragione Noi, Storie di Ragazzi a Genova 2001”, Eris edizioni, reading musicale con la chitarra di Nino Azzara.

La serata si concluderà con Blù sKAYA live and Dj Set, produttore musicale, Dj, suona il basso e le percussioni.Amante dei ritmi spezzati in levare e dei rumori naturali e non.

Il libro

Genova 2001. G8. Un ragazzo riprende gli scontri con una telecamera, non si rende conto di quanto è vicino sino a quando la prima manganellata lo colpisce. Un altro ragazzo urla rabbioso sotto un cielo pregno di lacrimogeni, lanciando pietre contro il fumo di un blindato in fiamme. Un’infermiera assiste impotente alla mattanza nelle celle di Bolzaneto. Il romanzo di Domenico Mungo, un episodio dopo l’altro, ripercorre a ritroso le giornate del G8, dalla macelleria della Diaz al primo giorno, quando un corteo colorato e festoso dava il via a un contro-vertice di persone convinte delle proprie ragioni e niente di tutto quello che è successo sembrava possibile. E poi l’incubo: le urla che si confondono con l’eco dei manganelli che battono contro gli scudi, un morto ammazzato e la furia cieca di chi non lo potrà mai accettare. Avevamo ragione noi racconta il trauma collettivo e i sogni infranti di una generazione che dopo quelle giornate non è stata più la stessa, con le emozioni e il terrore di chi in quei giorni c’era e non potrà mai più dimenticare.

L’autoreDomenico Mungo (Torino 1971) è docente di Lettere e Storia, scrittore, giornalista ed editore. Ricercatore di Storia e Letteratura Contemporanea e Antropologia sociale, si è occupato di musica, letteratura e cinema contemporaneo per «Rumore» e oggi collabora come corrispondente con il mensile austriaco «Ballesterer Fußballmagazin». Collabora con l’Università di Torino, la Technische Universität di Dresda e L’Université Sorbonne di Parigi. Inoltre, organizza, conduce e dirige eventi culturali, performance e rassegne musicali e divulgative, documentari.Ha pubblicato i romanzi Sensomutanti (Boogaloo Publishing 2008), Cani Sciolti (Boogaloo Publishing 2008; tradotto anche in Germania), The Final (a cura di Three Italian Gentlemen, Boogaloo Publishing 2008), Avevamo Ragione Noi – Storie di ragazzi a Genova 2001 (Eris 2016); la raccolta di poesie Avevate Ragione Voi (Zona 2010); l’audiolibro La Grande Discesa feat. Totozingaro Contromungo (I Dischi de L’amico Immaginario 2007); i saggi @Ultras. Parole e suoni dalle curve. Raccolta di saggi e racconti ultras (Il Galeone 2017), Noi Odiamo Tutti. Storia del movimento ultras italiano attraverso gli striscioni politicamente scorretti (con V. Abbatantuono e G. Viganò, Città del Sole 2010), Stadio Italia (in AaVv. I conflitti del calcio moderno, Casa Usher 2010), Noi Siamo Il Toro – Memoria, identità e immaginazione del tifoso granata (Eclettica 2016).

Poesie

Pensieri sparsi

“Mi ha raggiunto un pensiero ed è subito fuggito via.

Sembrava importante.

Forse, come tutte le cose veramente importanti, si è adagiato nel cuore, ancorata all’anima , perché le parole non potessero corromperlo nel suo significato.

Le parole, a me così care!

Ma sono sempre e solo un’approssimazione , simboli che trasformano ciò che è in un “magico” racconto.

L’essenzialià è muta, come la verità.

L’essenzialità è silenzio.

Un volo.

Un brivido,

nell’azzurro.”

Maria Letizia Del Zompo

View original post

Provvedimenti viabili

Provvedimenti viabili per permettere lo svolgimento della gara di campionato nazionale Lega
italiana calcio professionistico serie C presso lo stadio comunale “G. Moccagatta” – 8 aprile 2019
Per permettere lo svolgimento della partita di calcio di Campionato Nazionale Lega Italiana Calcio
Professionistico Serie C Stagione Sportiva 2018/2019 tra U.S. ALESSANDRIA CALCIO1912 srl – SS
AREZZO srl in programma il giorno 8 APRILE 2019 con inizio alle ore 20.45, saranno adottati i seguenti
provvedimenti viabili:
dalle ore 15 alle ore 24 del giorno 08/04/2019 è istituito il divieto di fermata con rimozione forzata e
dalle ore 17.15 alle ore 24 del giorno 08/04/2019 è istituito il divieto di transito, nelle seguenti vie:
– SPALTO ROVERETO, semicarreggiata nord, ambo i lati
– VIA BELLINI, nel tratto compreso fra Spalto Rovereto e Via Santorre di Santarosa, ambo i lati
– VIA ROSSINI, nel tratto compreso fra Spalto Rovereto e Via Santorre di Santarosa, ambo i lati
– VIA SANTORRE DI SANTAROSA, nel tratto compreso tra via Bellini a via Rossini, ambo i lati
dalle ore 17 alle ore 24 del giorno 08/04/2019 è istituito il divieto di fermata con rimozione forzata e di
transito in una porzione di PIAZZALE BERLINGUER, a delimitare un’area posta a nord ovest, per la
riserva di 30 stalli di sosta (da tale divieto sono esclusi i mezzi dei supporters della squadra ospite
AREZZO)
dalle ore 17.15 alle ore 24 del giorno 08/04/2019 è istituito il divieto di transito nelle seguenti vie:
– SPALTO MARENGO, semicarreggiata nord, nel tratto compreso fra viale Milite Ignoto e via Donizetti,
– VIA PORTA, (ai veicoli in sosta sarà consentito il transito in direzione verso via Donizetti),
– VIA DAL POZZO (ai veicoli in sosta sarà consentito il transito in direzione verso via Rapisardi)
Sarà altresì consentito l’accesso ai passi carrai ivi presenti.
Si evidenzia che i parcheggi individuati per la tifoseria locale e per la tifoseria ospite sono i seguenti:
PIAZZA PEROSI, destinata al parcheggio della tifoseria LOCALE,
PIAZZA BERLINGUER, destinata al parcheggio della tifoseria OSPITE.

Lavori di scavo con manomissione suolo pubblico per posa nuovo pozzetto telefonico Telecom
in via Legnano all’intersezione con corso Roma -10 aprile 2019
Per consentire lo svolgimento dei lavori di scavo per manomissione suolo pubblico per posa di un
nuovo pozzetto TELECOM in via Legnano angolo corso Roma, dalle ore 8 alle ore 19 del giorno 10
aprile 2019 vigeranno il divieto di fermata con rimozione forzata e di transito in VIA LEGNANO, nel
tratto compreso fra corso Roma e via Trotti, per il posizionamento dei mezzi operativi. Contestualmente
i divieti vigeranno in via LEGNANO, nel tratto compreso fra piazza Marconi e corso Roma (eccetto
residenti ed autorizzati al transito in zona A.P.U.). In caso di avverse condizioni meteo, i lavori si
intendono prorogati fino al giorno 11/04/2019, come da segnaletica di cantiere ivi posizionata dalla ditta
esecutrice i lavori.
Svolgimento del mercatino di vicinato 2019 di via Verona – 28 aprile 2019.
Per permettere lo svolgimento del mercato estivo del “Mercatino di vicinato 2019” in programma in via
Verona in data 28 aprile 2019, dalle ore 00 alle ore 20 del 28 aprile 2019 sarà vietata la fermata con
rimozione forzata e dalle ore 8 alle ore 20 del 28 aprile 2019 sarà vietato il transito in via Verona, nel
tratto compreso tra via Sant’Ubaldo e spalto Rovereto. Da tali divieti sono esclusi i mezzi atti
all’allestimento e alla successiva rimozione delle strutture mobili necessarie per lo svolgimento della
manifestazione di cui all’oggetto.

A NOVI LIGURE la straordinaria testimonianza di Barbara Biasia

A cura di Marina Vicario

SABATO 6 APRILE – Biblioteca civica di Novi Ligure – Presentazione del libro di Barbara Biasia.

“Due motori per la vita”

Un’opera straordianaria che potrete scoprire nell’intervista che pubblicai qualche mese fa cliccando sul link sottostante.
Barbara ci parla del suo tumore al seno, della sua cara amica che l’ha spronata prima a passeggiare poi a camminare, fino ad incontrare il bungypump di cui diventerà lei stessa testimonial e istritruttrice.
Una presentazione per tutti, un’esperienza straordinaria che vi lascerà gratitudine nel cuore.

Intervista a Barbara Biasia
http://www.pensieroplurale.it/dal-libro-due-motori-per-la-vita-a-testimonial-di-bungypump-italia/


Saranno vicini a BARBARA BIASIA: il Dr Vittorio Fusco oncologo di Alessandria. Tutti i miei amici del bungypump italia di cui Barbara è testimonial, Simona, Adelio e Paola.

 

Festival della canzone a tema ambientale, di Cristina Saracano

Un festival della canzone a tema ambientale
A partire dall’anno scolastico 2019/2020 prenderà il via la prima edizione del Festival della Canzone d’autore a tema ambientale. L’iniziativa parte da “Musica d’Ambiente”, il progetto di educazione ambientale incentrato sulla musica a cura di Arpa Piemonte che, diffuso su tutto il territorio piemontese e premiato a livello nazionale, è stato protagonista nel 2018 di Climathon (evento globale di sensibilizzazione sui cambiamenti climatici).
Inaugurerà il Festival, promosso da Città di Torino, Città di Casale Monferrato, Earth Day Italia, Ufficio Scolastico Regionale per il Piemonte e Arpa Piemonte il concorso “Un video per la Climate Song”. Lo scopo dell’iniziativa, sostenuta a livello nazionale dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca (MIUR) è di stimolare la riflessione sulla questione ambientale ponendo l’attenzione sul fenomeno dei cambiamenti climatici.
Il Comune aderisce e sostiene il concorso ritenendolo un’utile opportunità di diffondere nella popolazione, specialmente tra i più giovani, la sensibilizzazione in materia di
inquinamento e cambiamenti climatici attraverso il linguaggio musicale: inteso come veicolo di trasmissione e diffusione di buone prassi, valori etici e scientifici.
Il regolamento e ulteriori informazioni sul concorso (riservato agli istituti secondari di primo e secondo grado) sono pubblicate sul sito di Arpa Piemonte (www.arpa.piemonte.it). Le
scuole partecipanti dovranno realizzare un videoclip di accompagnamento della Climate
Song. I filmati dovranno essere inviati a musicadambiente@arpa.piemonte.it entro
venerdì 10 maggio. Ogni scuola potrà partecipare con un singolo video. La
comunicazione del vincitore avrà luogo il 5 giugno in occasione della Giornata Mondiale
dell’Ambiente.
«L’attenzione all’ambiente è molto viva tra le nuove generazioni, la nostra Amministrazione le considera alleate nella tutela di valori fondamentali per la salute e per lo sviluppo dell’ecosostenibilità globale. La musica è il veicolo ideale per sensibilizzare e condividere i messaggi a difesa del pianeta. Anche a Casale Monferrato i giovani hanno accolto l’appello di Greta Thunberg e mi auguro che siano concretamente attivi nel creare una mentalità più rispettosa per l’ambiente e per la salute» commenta il sindaco Titti Palazzetti. «Forti dell’esperienza maturata con il progetto Musica d’Ambiente, abbiamo scritto il brano Eternot, dedicato alla storia e all’impegno di Casale Monferrato. Con l’Amministrazione
casalese, insieme ad altri partner, abbiamo proseguito su questa strada e, quest’anno,
abbiamo promosso la Climate song, un brano originale dedicato ai cambiamenti climatici, centro di un concorso nazionale destinato alle scuole secondarie di primo e di secondo grado. Con l’apertura del prossimo anno scolastico realizzeremo il primo Festival Nazionale della canzone d’autore a tema ambientale. La sostenibilità impone prima di tutto un solido, sentito approccio etico e partire dai bambini e dai ragazzi ci dà garanzia di successo e, quindi, di futuro» spiega Angelo Robotto, direttore generale di Arpa Piemonte. Casale Monferrato, 5 aprile 2019

Work shop al Disit, di Cristina Saracano

TEST NON DISTRUTTIVI DI MATERIALI: UN’OPPORTUNITÀ DI INCONTRO TRA
RICERCA DI BASE E MONDO INDUSTRIALE
Al DISIT un workshop per approfondire una tematica strategica per studenti e dottorandi Giovedì 4 aprile 2019, dalle 10.30 presso il Dipartimento di Scienze e innovazione tecnologica di Alessandria (aula 104 – viale T. Michel, 11) si è tenuto il workshop “Test non distruttivi di materiali: un’opportunità di incontro tra ricerca di base e mondo industriale”.
L’incontro — organizzato dall’UPO in collaborazione con TÜV SÜD Bytest, Finpiemonte, Camera di Commercio di Alessandria e ISES Istituto europeo per lo sviluppo socio economico —ha avuto un prologo dalle 9.30 dedicato principalmente ai giornalisti con una visita guidata ai laboratori del DISIT che effettuano analisi sui materiali.
Il workshop ha approfondito la tematica dei controlli non distruttivi su materiali, vista sia dal punto di vista accademico sia da quello industriale. Vengono trattati sia metodi basati sui raggi X come la tomografia, la diffrazione e la radiografia, sia metodi basati su altre sonde come gli ultrasuoni. Il campo di applicazione è quello dei materiali sia metallici che polimerici, con qualche accenno agli ultimi sviluppi della tomografia in ambito medicale. Continua a leggere “Work shop al Disit, di Cristina Saracano”

Il best seller “La versione di Fenoglio”, di Gianrico Carofiglio. di Lia Tommi

Alessandria today @ Web Media Network - Pier Carlo Lava

Il vecchio carabiniere Pietro Fenoglio e il giovane studente Giulio s’incontrano tutti i giorni in tuta, sotto gli occhi vigili della fisioterapista Bruna: stanno rieducando il loro corpo, Pietro dopo un’operazione all’anca, Giulio dopo un incidente in macchina. Due esseri lontani, per età e per vita, alle prese con gli affondi in palestra e gli esercizi in giardino: sono loro i protagonisti de” La versione di Fenoglio” di Gianrico Carofiglio (Einaudi Stile Libero).

Così diversi, Pietro e Giulio condividono uno sgomento simile, che entrambi riconoscono nello sguardo dell’altro: Pietro, maresciallo, è a un passo dalla pensione, traguardo a cui non sa ancora dare un volto e un significato, Giulio si trova davanti a quelle scelte che alla sua vita devono dare una forma e lui non sa quale. È un ragazzo brillante e curioso, “interessante”, ma per difesa la sua è una sorta di anestesia psicologica: sta in disparte, tollerando…

View original post 316 altre parole

Oggi si inugura “Il sorriso dei colori” alla Gambarina, di Lia Tommi

Alessandria today @ Web Media Network - Pier Carlo Lava

La mostra pittorica “Il sorriso dei colori ” si inaugura il 5 aprile alle ore 17

Museo Etnografico “C’era una volta”
Piazza della Gambarina , Alessandria

Dal giorno 02 al 21 Aprile, il Gruppo ARCHANGELICA di Alessandria, espone i suoi dipinti.

ARCHANGELICA lavora sotto l’attenta guida della Professoressa Franca Albini ed è formato da Lidia Alberini, Ivana Cotti, Loredana Di Giambattista, Gianna Fossati, Maria Lachello, Maria Angela Lesca, Marisa Maino, Franca Melloni, Fiorella Paiuzzi, Mariannina Pelligra, Gioia Germana Piacentini, Nina Konova, Antonio Zoccheddu.
I quadri sono realizzati con varie tecniche (olio, matite acquerellabili, colori acrilici, ecc.) e rappresentano sia volti che paesaggi.

View original post

Migrante stanziale, Franco Bonvini

https://bonvinifranco.wordpress.com/2019/04/05/migrante-stanziale/

C’era una zingara a vegliarmi le notti un tempo
appoggiata al muro
sempre sorridente nel suo abito rosso
e con sempre rose tra la mani.
La sua cornice dorata svaniva nella la notte
per me scendeva tra lampi di blu elettrico
a cancellare le ombre.
Poi svanì per sempre la sua gabbia
e fu sempre con me, a ogni ombra del bosco
nei pendii di montagna, dove crescono i narcisi
nel brillare del lago
in pezzetto di cielo disegnato
e ancora nelle notti più buie.
Ma per sempre non è per sempre.
E’ tornata alla sua cornice
sta in una casa che non so
e io giro al bosco
con un fischio a tremila hertz nelle orecchie
e confonde il silenzio
il canto e l’ incanto
e so che non la vedrò più nella sua cornice.

Anche se la cerco ancora
negli arcobaleni delle cascate
in un lago che brilla al sole
e deforma il profilo dei monti.
O solo nel buio della stanza.
Fuori dalla sua cornice dorata.

 

zingara2.jpg