Momenti di Poesia. S’infiltra la luce, di Matteo di Mare

images (6).jpeg

S’infiltra la luce
e riemergo dai sogni,

a questo sogno condiviso
dove tutto è fermo nel presente,

dove ogni cosa si ritrova
nel confuso viaggio del niente.

Ritorna
un volto e una voce,

paura e destino
nel destarsi in un tempo
senza più memoria.

Non conosce la rosa
il suo colore,

l’inimitabile profumo,

il peso del suo petalo.

Il nostro angelo
che mai dorme

raccoglie ogni pensiero,

ogni riposto segreto
ed ogni pianto.

So che nel sogno
c’eri anche tu.

Il resto è perduto.

Forse
non ha più forma
il futuro,

questo sole
non ha più colore.

E ci assale il ricordo
della terra feconda,

spuntati come germogli
di fiori selvaggi e liberi,

su rocce di pietra eterna.

Affiorano parole sussurrate,
echi di onde precipitate,

strazianti richiami
da una voce che invoca.

Resta nel cuore
un piccolo dolore,

la spiaggia umida e calda,

e stille di mare
d’amore.

(Matteo di Mare)