Ad occhi aperti contro la violenza sulle donne, di Lia Tommi

AD OCCHI APERTI
Alessandria: Giovedì 11 aprile la festa finale per i 10 anni del Centro Antiviolenza

Ci siamo.
Dopo sette mesi di eventi, giunge al termine il ricco calendario di iniziative promosso dall’Aps me.dea Onlus per celebrare i primi 10 anni di attività dell’associazione.
Era il 18 aprile del 2009 quando un gruppo di donne desiderose di fare qualcosa contro la violenza di genere aprivano ad Alessandria un Centro d’ascolto, in via Santa Maria di Castello, poi riconosciuto come Centro Antiviolenza, chiamandolo me.dea come la donna forte e coraggiosa di Christa Wolf e scegliendo come logo dell’associazione l’ultima lettera dell’alfabeto greco, l’omega, che abbraccia e contiene l’alfa, prima lettera dell’alfabeto, a significare che da ogni fine c’è un nuovo inizio.
Da allora l’associazione ha fatto tanta strada e ha vissuto anni intensi, contrassegnati da battaglie durissime, ma anche da molti successi, condivisi con la comunità.
Per fare qualche esempio: la costituzione della Rete Antiviolenza della provincia di Alessandria, l’ampliamento della struttura, con il trasferimento della sede del Centro Antiviolenza, in via Palermo, la nascita di “Casa Aurora”, prima, e “Casa Girasole” poi, unità abitative, a indirizzo segreto, in cui me.dea ospita donne in situazioni di pericolo, insieme ai loro figli, in ultimo l’apertura del secondo Centro Antiviolenza, a Casale Monferrato.
Nel suoi dieci anni di attività, me.dea ha accolto e sostenuto circa 1500 donne. Nel 2019 si sono già rivolte ai Centri di Alessandria e Casale 65 donne.
“Gli eventi per il nostro decennale sono partiti nell’autunno del 2018 – dichiara Sarah Sclauzero, presidente me.dea – quando abbiamo lanciato ‘AD OCCHI APERTI’, un calendario di proposte che hanno riguardato diversi temi legati alla violenza contro le donne e interessato vari territori. Nel titolo della rassegna la volontà di raccontare le diverse sfaccettature della violenza di genere e allo stesso tempo il desiderio di libertà che muove le donne a intraprendere il loro percorso di uscita dalla condizione di violenza domestica. Crediamo di aver offerto alla cittadinanza degli utili momenti di riflessione e ringraziamo tutti i soggetti che hanno voluto collaborare con noi e si sono lasciati coinvolgere con generosità e amicizia”.

Ripercorriamo di seguito, il calendario degli eventi proposti.

21/09/18 – Casale Monferrato
“Dita di Dama”
Monologo tratto dal romanzo di Chiara Ingrao.

23/09/18 – Alessandria
“Fai rete con me.dea”
VI Torneo di calcio a 5 femminile.

05/10/2018 –Tortona
“Tutelata o processata? Il ruolo della magistratura nei procedimenti per violenza di genere”
Convegno alla presenza di esperti nazionali.

19/10/18 – Alessandria
“Mia”
Presentazione del libro di Federica Flocco.

Dicembre 2018
Lancio dei baci di Gallina, marchiati me.dea – Alessandria
In collaborazione con Lions Alessandria Host e Pasticceria Gallina.
Lancio dei bracciali “me.dea” limited edition – Casale Monferrato
In collaborazione con Keep Out.
14/12/18 – Alessandria
“D’assolo”
In collaborazione con PRIMAFILA.
19/01/19 – Alessandria
Proiezione “L’AFFIDO”

Marzo 2019
Proiezioni speciali al Cinema Macallé – Castelceriolo
Partecipazione all’Alessandria Film Festival – Alessandria
In collaborazione con ALFF – Alessandria Film Festival e Cinema Macallè.

Campagna pubblica di affissione – Alessandria
In collaborazione con Lions Alessandria Host.
26/03/19 – Alessandria
“Figlie di Eva”
Spettacolo con Maria Grazia Cucinotta, Vittoria Belvedere, Michela Andreozzi
In collaborazione con Cinema Teatro Alessandrino/Multisala Kristalli.
07/04/19 – San Salvatore Monferrato
Prima edizione “Corro con me.dea”
In collaborazione con Bio Correndo Avis.

“Giovedì 11 aprile alle ore 18.00 al Teatro Alessandrino si svolgerà l’evento conclusivo del nostro decennale – continua la presidente – con la proposta di alcune proiezioni cinematografiche. La serata sarà l’occasione per incontrare tanti amici e i soggetti della preziosa Rete antiviolenza che abbiamo costruito in questi 10 anni e che oggi consente di fornire una risposta qualificata alla violenza, ridando speranza a tante donne. Ringraziamo il Teatro Alessandrino per l’ospitalità e invitiamo tutta la cittadinanza a partecipare”.

Di seguito il programma della serata:
18.15-18.30: saluti delle istituzioni
18.30-18.45: proiezione cortometraggio “Ajo”
18.45-19.00: dibattito
19.10-19.25: proiezione cortometraggio “Si è sempre fatto così”
19.25-20.00: dibattito con Gabriella Pacini, ostetrica di Freedom for Birth, e Eleonora Como di Mammealcentro
20.00-20.45: apericena
21.00: proiezione film ETERNO FEMMINILE

L’ingresso è libero.

Conferenza sull’intelligenza artificiale, di Lia Tommi

Alessandria: Conferenza “Intelligenza Artificiale – Riflessioni etiche ed epistemologiche sulle sfide del futuro”

Il Centro Studi e Ricerche Urbano Rattazzi di Alessandria organizza la conferenza: “Intelligenza Artificiale – Riflessioni etiche ed epistemologiche sulle sfide del futuro”,
Sabato 13 Aprile 2019 alle ore 17:00 presso il Museo della Gambarina Piazza della Gambarina 1, Alessandria

INTERVENGONO:
Prof. Luigi Portinale – Professore di Informatica presso l’Università del Piemonte Orientale, Ricercatore e divulgatore di Intelligenza Artificiale
Dott. Gianmario Gelati – Medico, autore di articoli, relatore a convegni in ambito filosofico
Modera: Alessandro Rolando – Centro Studi e Ricerche Urbano Rattazzi https://www.centrourbanorattazzi.it/intelligenza-artificiale/
L’Intelligenza Artificiale è una disciplina dell’informatica che si sviluppa dalla prima realizzazione del computer, ma che ha sempre mantenuto una posizione di nicchia fino a questi ultimi anni, dove grazie alla potenza di calcolo dei semiconduttori, divenuta sempre più disponibile e meno costosa ha permesso lo sviluppo di tecniche di AI che per essere efficaci richiedono risorse di calcolo ingenti.
Attraverso l’analisi guidata dall’Intelligenza Artificiale potremo riconoscere precocemente diverse malattie la cui analisi precoce è fondamentale. Varie tipologie di tumori, demenze senili, predisposizione al diabete possono essere prevenute e curate grazie all’utilizzo di questo tipo di tecnologia.
Allo stesso tempo possono aprirsi scenari distopici alla 1984 di George Orwell. Progetti di controllo sociale e di cittadinanza sviluppati dal governo cinese sono in fase avanzata di sviluppo e saranno presto operativi. Le elezioni e il consenso potranno essere manipolati da bot e reti di intelligenze artificiali. Lo sviluppo di soldati robot e droni “intelligenti” possono diventare minacce per la pace e la convivenza comune.
Per questi motivi diventa sempre più necessario che le nazioni e gli organismi scientifici e di pensiero prendano coscienza e adeguino la legislazione per tenere conto delle nuove macchine intelligenti.

Portraits al Caffè Alessandrino, di Lia Tommi

Alessandria: Sabato 13 aprile 2019 alle ore 18,00 verrà inaugurata presso il CAFFÈ ALESSANDRINO, Piazza Garibaldi, 39 – Alessandria , la mostra fotografica di Massimo TAMIAZZO dal titolo “PORTRAITS”.

Fabrizio PRIANO
Presidente dell’Associazione Culturale Libera Mente-Laboratorio di idee commenta:“Con la mostra dedicata al Fotografo Massimo TAMIAZZO proseguono gli appuntamenti del Progetto ARTE DIFFUSA, eventi dedicati all’Arte presso alcuni locali della nostra Città. TAMIAZZO ci presenta un nuovo modo di interpretare la fotografia, nella fattispecie con una serie di ritratti mediante i quali vuole raccontarci storie e situazioni, utilizzando il linguaggio vintage in chiave contemporanea. La scelta del bianco e nero riecheggia in tal senso la volontà di proporre il racconto fotografico con un sapore d’altri tempi ”.

Nota biografica

MASSIMO TAMIAZZO , classe 1968. Il mio incontro con la fotografia avvenne in un pomeriggio del 2000 davanti ad una Yashica FX3 usata nella vetrina di un negozio di Novi LIGURE.

Dopo i primi anni di “apprendimento” ho iniziato a cercare un linguaggio fotografico più personale ed è nato il mio alter ego fotografico NOUVEAU VINTAGE PHOTOGRAPHIE, un concetto di fare fotografia lontano dalla concezione di fotografia compulsiva moderna.

Ho approfondito I generi del ritratto e del paesaggio urbano e mi sono ritagliato una nicchia nella fotografia di food.

La mostra “PORTRAITS” consiste in una serie di ritratti rigorosamente in bianco e nero e ognuno di essi racconta una storia.

Scelta Civica del Fare. “Il Vinitaly e la scommessa vincente del Piemonte come la Borgogna”

Scelta Civica del Fare. “Il Vinitaly e la scommessa vincente del Piemonte come la Borgogna”

“Il Vinitaly di Verona dimostra come i questi in questi anni il vino sia divemtato un settore trainante nell’agricoltura piemontese, dando un importante contributo all’economia regionale e nazionale. È una sfida vinta che ha trovato come interlocutrice attenta e pronta a sostenere i produttori la Regione Piemonte”: ad affermarlo sono il consigliere regionale Alfredo Monaco e Paola Ferrari, coordinatrice provinciale di Alessandria di Scelta Civica del Fare.

0.jpg

“Abbiamo fatto la nostra parte sia per le misure OCM (109 milioni spesi in 5 anni) sia per il PSR, su cui a febbraio eravamo la seconda Regione del Centronord, dopo il Veneto, per risorse già pagate agli agricoltori. Come si vede, è un settore dell’amministrazione regionale che funziona a pieno ritmo” spiega Monaco.

“Il grande risultato del comparto enologico, che si riscontra anche nell’aumento per il secondo anno consecutivo dopo decenni di calo della superficie coltivata a vite e nel peso dell’export (oltre un miliardo, un quinto dell’export vinicolo italiano), ha effetti importanti anche sull’indotto e sul turismo” evidenzia Ferrari. Continua a leggere “Scelta Civica del Fare. “Il Vinitaly e la scommessa vincente del Piemonte come la Borgogna””

Quadretti o righe?

TYT

typewriter-1726000__340

Lo sapevate che se siete una mente a quadretti siete razionali, senza emozioni, obiettivi, pratici? In un quadretto infatti si puo’ scrivere un solo numero o carattere, quindi è come dividere la realtà in porzioni precise, sicure , è come programmare con certezza quello che ci sta intorno, classificare, sintetizzare.  Una mente a righe è emozione, sentimento, se trasportata dall’emotività puo’ non essere lucida, le righe danno la possibilità di scrivere frasi con lunghezza variabile, sono incerte, lasciano spazio alla fantasia, alla creatività..si ricordano facilmente.

Secondo te qual è la via di unione tra i due?

View original post

Giovane e ottimista

TYT

panda-151587__340

Filippo Ongaro, direttore dell’Istituto di medicina rigenerativa e anti-aging Ismerian, suggerisce 5 idee per mantenersi giovani e ottimisti: 1)immergersi nella natura aiuta sulle emozioni, 2)abbracciare le persone che si amano stimola la produzione di ossitocina,   3)tapparsi le orecchie per non sentire lamentele, disgrazie e negatività, 4)scegliersi gli amici giusti che tirano fuori il meglio di sè, 5)praticare il non giudizio, osservando semplicemente le cose per come sono.

Che ne dici?

View original post

Mengo

TYT

rapper-2506492__340

Il 12 luglio c’è stata la seconda serata della quattordicesima edizione del Mengo ad Arezzo e mia figlia mi ha chiesto di andarci perchè si esibiva il suo rapper preferito, GEMITAIZ. Invece di andare solo a prenderla  siamo rimasti per sentire come e cosa cantava….l’attesa del cantante ha reso i ragazzini trepidanti e al suo arrivo un boato assordante lo ha accolto. Davide, così si chiama, ha iniziato con parole forti che inneggiavano la droga, lo scappare dalla polizia e cose simili…tutti i presenti ballavano e cantavano a squarciagola…felici e galvanizzati. La mia domanda è: “è giusto scandalizzarsi per il cattivo esempio che può trasmettere il rapper ai ragazzi?” Io penso che rappresenti l’evoluzione (involuzione) della società e , per questo, da accettare, ascoltare e sentire per riuscire ad essere più vicina alle mie figlie , capirne gli stimoli e , nel caso, suggerire loro la “strada giusta” da percorrere…

View original post 48 altre parole

Preghiera indiana

TYT

flying-54986__340

“Amami ma non fermare le mie ali se vorrò volare.. Non chiudermi in una gabbia per la paura di perdermi…Amami con l’umile certezza del tuo Amore ed io non andrò via … e se sarai con me, io ti insegnerò a volare …e tu mi insegnerai a restare.”

Il vero amore è quello che rispetta l’altra persona, che , partendo da se stesso, non blocca , non forza, non chiude il proprio amato nell’egoismo, nella possessività..colui che ama sta attento ai minimi particolari, rispetta i tempi, pazienta… non ha fretta ma va in profondità, non demorde, va avanti verso l’obiettivo con dolcezza ma determinazione. Amare è ciò che porta entrambi a restare volando insieme in una libertà incondizionata.

E tu? Come ami?

View original post

Paura di essere amati

TYT

escaping

Quanto mi è difficile farmi amare..riuscire a connettermi con il mio cuore che si è corazzato per difendersi dal male ricevuto e sentire il tuo che pulsa per me. Eppure l’amore è ciò che mi fa vivere e , quando riesco ad aprirmi di nuovo ,timidamente, percepisco il tuo sentimento che si fa spazio dentro di me, con gentilezza ma inesorabilmente e scalda, vibrante, la mia anima e la sensazione è meravigliosamente spaventosa!! Amore è vita, Amore è speranza, Amore è gioia, Amore è spinta verso l’unità, Amore sono io con te!!

E tu, hai paura di essere amato?

View original post

Filastrocca: la primavera e l’inverno

Filastrocca: la primavera e l’inverno

La-primavera-300x200

La primavera è una bella signora
con tante collane e una corona
fatta di semi e tanti fiori
una miriade di svariati colori.

Arriva correndo in compagnia
del sole e del vento, in armonia.
Vuole portare tanta allegria
mentre l’inverno deve andar via.

Le passa davanti un bel ragazzino
che sta correndo col suo motorino
Ha anche il casco, è molto eccitato
e sta correndo lungo un fossato.

Vede passare una coppietta
lui che va piano ma lei che va in fretta.
Un picnic vogliono fare
poi mettersi al sole a crogiolare.

Incontra una donna con un cagnolino
che gioca a palla nel suo giardino.
Tutti vorrebbero poter uscire
e il calore sul corpo sentire.
Continua a leggere “Filastrocca: la primavera e l’inverno”

La paura dell’abbandono

TYT

door-2304193__340

L’ansia, o paura dell’abbandono, come tutti i sentimenti, si presenta da soggetto a soggetto con diversa frequenza e intensità: una promessa non mantenuta, un cambiamento del modo di fare dell’altra persona innescano nell’individuo che ha delle sue insicurezze intrinseche, dei meccanismi di negatività e la paura di essere lasciato prima o poi. Tristezza, senso di vuoto,rabbia o ira possono essere le manifestazioni di questa emozione che può derivare da un reale abbandono o da tradimenti o da carenze affettive  vissute fin dall’infanzia.

Chi di voi non l’ha mai provata?

View original post

La tua paura

TYT

Ho tante piccole paure come tutti noi, credo. Quella più grande però è la sensazione del nulla che provo pensando alla morte. Dove andrò, cosa percepirò, sarà buio, respirerò, mi sentirò libera davvero? In fondo nessuno è mai tornato indietro per raccontarci come è stato, dove è finito, cosa ha provato e ,quando uno dei miei cari è passato a ” miglior vita”, io sono andata in tilt per il fatto di non poter più toccare, annusare, parlare con lui/lei e , non solo, ma soprattutto per l’inspiegabile che mi si presentava davanti a me. E tu, qual è la tua paura più grande?

View original post

Rabbia

TYT

“La sento che cresce lentamente dentro di me, come un parassita, si annida nel petto e ti mangia dentro . Sento lo stomaco bruciare tanta è la sua forza, vibra nel corpo, scorre come sangue nelle mie vene, non penso ad altro. ” Questa è la descrizione che ha fatto mia figlia riguardo alla rabbia…Che ne dici?

View original post

Il peso dei sentimenti

Il suono della parola

Certe cose le getti via lontano, ci provi ma è un lancio fasullo, le scagli con forza sopra la testa e ti illudi di averle buttate. Ma ti sbagli. Esiste una forza di gravità e molto spesso ciò che hai lanciato in aria torna indietro. È il peso dei sentimenti, sembrano così leggeri, evanescenti, invece hanno una loro sostanza e materia, e una forza di gravità talmente forte che li trascina verso il basso, ancora addosso a te. E tutto torna, e ogni volta non sarà mai la stessa.

Guido Mazzolini

View original post

A mio figlio

OpinioniWeb-XYZ

alpine-star-1644033_1920Stella alpina, una perla così preziosa!

Testo di Stefano…

Ti auguro di realizzare a pieno lo scopo per cui sei venuto al mondo

Ma se questo scopo non c’è allora ti auguro:

Che tu abbia sempre lo sguardo limpido, ma che sappia guardare attraverso lo sguardo degli altri

Che tu sappia donare, ma senza aspettare la ricompensa, anche fosse solo la gratitudine

Che tu sappia gioire delle gioie delle persone care, ma anche di chi non lo è

Che tu sappia difendere i tuoi diritti, ma senza prevaricare quelli altrui

Che tu sappia difenderti dalle offese, ma senza offendere

Che tu sappia farti gli affari tuoi, tranne quando vorrai aiutare gli altri

Che tu sia sempre leale, anche coi nemici

Che tu abbia rispetto per chiunque e per tutto e che tu lo ottenga sempre

Che tu sia sempre pieno di dubbi, ma che alla fine tu sappia sempre trovare…

View original post 171 altre parole

A Tortona stasera si parla di ambiente e salute, di Lia Tommi

Tortona: Saranno presentati alla cittadinanza lunedì 8 aprile 2019, alle ore 21.00 presso il Palazzo Comunale di Tortona, in Sala Romita, i dati dello Studio epidemiologico della popolazione di Tortona.
Il documento è stato prodotto con la collaborazione dell’ASL AL nell’ambito del progetto finanziato dall’Amministrazione Comunale di Tortona e realizzato in rete tra diverse importanti realtà di settore.
Ai saluti delle autorità presenti seguiranno gli interventi e le relazioni del Consigliere Regionale Domenico Ravetti, dell’Assessore alla salute e all’ambiente del Comune di Tortona Dott.ssa Maria Grazia Pacquola, del Presidente dell’Osservatorio Ambientale Comunale Dott. Carmelo Ciniglio, del biostatistico sanitario Dott. Gerardo Bonomo ed il Direttore del Dipartimento territoriale Piemonte Sud Est di Arpa, Dott. Alberto Maffiotti; moderatrice del dibattito sarà la giornalista Alessandra Dellacà.
Lo studio prende in considerazione i dati di mortalità e morbosità della popolazione del Comune di Tortona per il periodo 1980-2014 e ha come finalità la verifica e la valutazione dello stato di salute dei residenti attraverso l’analisi delle diverse cause di malattia.
I dati risultano di primaria importanza nella sorveglianza dello stato di salute della popolazione e, conseguentemente, nella programmazione di idonei interventi di medicina preventiva.
“Il mondo è un bel posto e vale la pena lottare per esso (Ernest Hemingway)”…lottare con l’obiettivo di garantire la salute, diritto tutelato dall’art. 32 della Costituzione Italiana. La prima tappa di questo percorso è conoscere la situazione, la nostra situazione – dichiara l’Assessore alla Salute e all’Ambiente del Comune di Tortona Maria Grazia Pacquola; a questo servono i due studi epidemiologici, Istantanea 048 che ha riguardato 9 Comuni della Bassa Valle Scrivia e l’analogo studio ripetuto sulla popolazione di Tortona. Leggiamo i numeri, cerchiamo di capirli per fare tutti insieme le scelte giuste. La posta in gioco è la vita, la nostra, non scindibile da quella del pianeta”.

Il Principe Della Nebbia di Carlos Ruiz Zafòn

Il Principe Della Nebbia di Carlos Ruiz Zafòn

Il Principe Della Nebbia

Il Principe Della Nebbia 

di Carlos Ruiz Zafòn

In fuga da…

Un’indagine che porterà a…

1943

La famiglia di Max si trasferisce verso lidi più sicuri a causa della guerra.

Nessun posto potrà essere peggiore di quello che hanno abbandonato, un luogo di morte e dolore, di dramma e speranza che sembra svanire come neve al sole.

La nuova dimora sembra garantire pace e sicurezza, eppure…

C’è qualcosa di strano, qualcosa che l’inquieta.

Un esempio?

Un giardino colmo di statue che definire inquietanti sarebbe un eufemismo.

Ad “abbellire” il tutto, la notizia della scomparsa del figlio dei precedenti inquilini.

A questo punto l’inquietudine dovrebbe farla da padrona, eppure la curiosità è decisamente più forte…

Assieme all’amico Roland e ad Alicia, sua sorella, Max inizierà un’indagine che lo porterà a scoprire che… Continua a leggere “Il Principe Della Nebbia di Carlos Ruiz Zafòn”

UN GRANDE CLASSICO SUL PALCO DELLA JUTA

UN GRANDE CLASSICO SUL PALCO DELLA JUTA. IN SCENA LA COMPAGNIA CRAB TEATRO – MULINO AD ARTE

Al Teatro della Juta di Arquata Scrivia è tempo di grandi classici.

Venerdì 12 aprile alle ore 21 andrà in scena un’opera di Edmond Rostand che divenne il simbolo dei sentimenti e delle passioni umane

CYRANO, nell’adattamento di Crab Teatro/Mulino ad Arte.

cyrano_mulino-ad-arte_foto-francesco-calabrò-1-780x520cyrano_mulino-ad-arte_foto-francesco-calabrò-2-780x520cyrano2

Cyrano è uno scontroso spadaccino dal lunghissimo naso, scrittore e poeta dall’irresistibile vitalità. Leggendaria la sua abilità con la spada, almeno quanto la sua passione per la poesia e per i giochi di parole, con i quali ama mettere in ridicolo i suoi nemici, sempre più numerosi grazie al suo carattere poco incline al compromesso e al suo disprezzo verso potenti e prepotenti. Spaventoso e inarrestabile con una spada in mano, nutre un candido ed impossibile amore per la bella Rossana, sua cugina. L’animo di Cyrano inizia a parlare allora per mezzo del bel Cristiano: in fin dei conti i due si completano, uno bello ma senza talento l’altro con un grandissimo talento ma brutto. 

Due sentimenti fondamentali come l’amore e l’amicizia trovano la loro estrema sublimazione sotto molteplici aspetti ed alla fine è l’amicizia sincera, totale e virile nata tra Cyrano e Cristiano che sembra prendere il sopravvento, mostrandosi più forte anche dell’amore stesso. Continua a leggere “UN GRANDE CLASSICO SUL PALCO DELLA JUTA”

EVENTI: “Verseggiando a Sovico” e la sorprendente forza espressiva di Roberto Durkovic (cantautore)

(By I.T.Kostka)

La prossima puntata del programma ciclico culturale itinerante “Verseggiando sotto gli astri” di Sovico, sarà ricca di illustri Ospiti Speciali, tra cui potremo rivedere con immensa gioia il tanto amato cantautore Roberto Durkovic. L’artista già ben conosciuto al pubblico del Verseggiando regalerà con il suo breve recital numerosi momenti di profonda emozione, felicità e poetica riflessione.

Biografia di Roberto Durkovic e i “Fantasisti del metrò”:

Uno dei più originali cantautori italiani, Roberto Durkovic è riuscito a creare un linguaggio altamente poetico in cui unisce la tradizione della canzone d’autore più colta e raffinata con le sue origini slave. Coadiuvato dai Fantasisti del Metrò – un gruppo di musicisti così chiamati proprio perchè scoperti mentre si esibivano in metropolitana, Durkovic trasforma ogni suo concerto in un gioco divertente e fantasioso che mescola i colori della musica balcanica con i ritmi del flamenco, della melodia tzigana e del jazz; una miscela di note e di culture diverse che attraverso il linguaggio universale della musica vuole comunicare anche un importante messaggio sociale.

I “Fantasisti del metrò”, sono i bravissimi musicisti rom che Roberto Durkovic ha ha visto suonare nelle stazioni della metropolitana milanese molti anni fa. Da allora sono passati sette album, molti successi vincitori di 3 premi nazionali 2010, musica sulle aie 2011, premio Amnesty International e successivamente “Suoni senza confine”, due generazioni di musicisti straordinariamente virtuosi e, per il 2016 il nuovo tour “Oltre il Ponte”.

Bosnea Mitica un autentico fuoriclasse del clarinetto- Massimilano Alloisio segnalato dalla critica tra i migliori chitarristi Italiani-Florin Marinel cymbalon strumento meraviglioso suonato da un grande -Luigi Scuri batterista completo e virtuoso, Florin Cercel con la sua magica fisarmonica e si sono aggiunti Edward, Stefan, Juke Dumitru che appartengono alla seconda generazione e sono tre virtuosi del violino. Spettacolo Durkovic di “Fantasisti del metrò” in Praga (Gipsy classica), Bucarest (follie tzigane ), Siviglia (flamenco) (Milano ) musica d’autore le nostre composizioni omaggi Guccini ,De Andre e altri, un incrocio di destini in un grande spettacolo per la bellezza dell’interazione come ricchezza reciproca.

QUANDO e DOVE:

Sabato 13 aprile 2019 ore 17.00 presso Sala Aldo Moro, viale Brianza 4, Sovico (MB).

Ingresso libero.

Change. org: Distruggere la natura?

Change. org: Distruggere la natura?

in Val di Mello, provincia di Sondrio, è previsto un progetto regionale per adeguamento dei sentieri per persone disabili. Un progetto che stravolgerebbe il naturale ambiente alpino, dove le ruspe allargheranno sentieri alpini per farli diventare piste. I primi ad essere contro sono proprio i disabili, tra cui l’alpinista rimasta paralizzata in seguito ad un incidente, Eleonora Delnovo. Le barriere architettoniche non vanno confuse con la bellezza della natura. Firma per chiedere alla Regione Lombardia di non approvare il progetto. 

unnamed

Petizione diretta a Regione Lombardia, Riserva Val di Mello, Comune Val Masino, Ersaf Lombardia

@RegLombardia : Fermiamo un devastante progetto nel cuore della Riserva Naturale della Val di Mello

Non possono essere i 400.000 euro di soldi pubblici un buon motivo per svilire la Val di Mello – in provincia di Sondrio, Lombardia – per scardinarne la sua mitica naturalità.
Per imporre un circuito per disabili che nessuno vuole, nessuno desidera, nessuno lo chiede ma avvilente per tutti, disabili per primi.
Un circuito recinto proprio dove ogni anno già transitano migliaia di bambini alla ricerca del contatto diretto, libero, profondo con l’ambiente naturale come dev’essere in una Riserva. Quel luogo è un giardino nel centro della Valle, di una bellezza folgorante, di facile accesso, commuovente nella sua delicata naturalità.
Nella orrenda scheda progetto, la pietra, il muretto, il gradino diventano insidie da abbattere, il tronco-ponte per passare un ruscelletto un pericolo da eliminare e arginare con un ponte cementato e collaudato, la vegetazione … verde infestante da sradicare, la delicata traccia da seguire nell’erba sostituita da una segnaletica a prova di non vedente …
Andate a vedere le schede che ci hanno illustrato all’Ersaf e rimarrete a bocca aperta …e il sasso dove si gioca arrampicando? Diventerà un sasso in Sicurezza…ma quale sicurezza? Boh, basterà scriverlo su un cartello in braille: masso di arrampicata per ciechi/disabili in sicurezza …aberrante!

Come si fa a progettare così male?
Come si fa a confondere BARRIERE ARCHITETTONICHE che giustamente vanno abbattute nelle scuole, ospedali, edifici pubblici… e DIFFICOLTÀ NATURALI, necessarie per confrontarsi con i propri limiti e parte inscindibile del paesaggio naturale in particolar modo di una Riserva.
400.000 non sono euro ma le persone che ogni anno transitano in Val di Mello, che la amano e che da questa meravigliosa Valle traggono il senso di bellezza, totalmente assente nei progettisti di questo stupro-casalingo.
Donne e uomini tenacemente pronti a difenderla e ad opporsi con forza ad ogni forma di stupidità, a maggior ragione se promossa da chi istituzionalmente dovrebbe difenderla.
LA VAL DI MELLO NON È DI ERSAF, NON È DEL COMUNE DI VAL MASINO, MA UN BENE COMUNE DI TUTTI.
Il progetto Ersaf per disabili è aberrante, fuori luogo, incomprensibile; è la bandiera di come non si deve intervenire in una Riserva Naturale. “Le buone pratiche” sono state quelle tramandate dai contadini che l’hanno da sempre mantenuta.
Chiediamo una firma per fermare questo aberrante progetto, per farci ascoltare dalla Regione Lombardia.
La Val di Mello deve restare bella così com’è.
Il comitato per la tutela della Val di Mello.  Continua a leggere “Change. org: Distruggere la natura?”

Momenti di poesia. SCARPETTE ROSSE ( A Giulia Ballestri ) di Loredana Mariniello

Momenti di poesia. SCARPETTE ROSSE ( A Giulia Ballestri ) di Loredana Mariniello

SCARPETTE ROSSE ( A Giulia Ballestri )

Squarci di luce bucano questa notte nera, senza stelle,

chiuse per sempre sono le mie pupille,

un pallido spicchio di luna illumina una lacrima

che brilla sull’ umidità delle mie ciglia

Passeggiando nel vicolo ristretto del tuo pensiero contorto,

slogandomi la caviglia ho rotto le belle scarpe rosse con il tacco

che ho indossato quel giorno maledetto

in cui ho scoperto l’atroce verità sul nostro rapporto

Col vetro dello specchio infranto dal pugno assassino,

perì insieme alla speranza anche il sogno

di poter vivere una favola da sballo

e uscì fuori da quel frantumato cristallo

l’evanescente spettro che temevo già da tempo:

non vi era nessun principe in quel bel castello,

fu un orco travestito da agnello a regalarmi con l’inganno

la rosa e poi il gioiello, ma solo per rinchiudermi in uno scrigno

e usarmi a suo piacere a mo’ di orpello

come medaglia d’oro da appendere al collo

Denudasti della sua natura la profumata rosa purpurea,

spogliandola di dignità e cultura,

la condannasti all’esilio di una crudele esistenza amara,

mi ribellai a quella vita grama,

sconfitto mi uccidesti nella tua villa strana Continua a leggere “Momenti di poesia. SCARPETTE ROSSE ( A Giulia Ballestri ) di Loredana Mariniello”

Momenti di poesia. Pistoia ( Al Colle ) di Stefania Melani

Momenti di poesia. Pistoia ( Al Colle ) di Stefania Melani

56664725_10216666111982816_7257064613504614400_n.jpg

Pistoia ( Al Colle )

Nel tuo eclettico mosaico
a lungo
mi sono cullata
fra api
e rosse corolle di papaveri,
negli oceanici intervalli
fra semine di grano
e fieno secco
al sole.

Una folle voglia
di correre
prendeva le gambe…
Era così bella
la libertà
di perdere il fiato
senza fermarsi….
…..
Dal fondo del sentiero
sembrava lontana
la casa…
Non lo sapevo allora
ma
la felicità
era
nel vento….

Stefania Melani @

Dieci poesie di Ada Negri, di Donatella Pezzino

Pensiero d’autunno

Fammi uguale, Signore, a quelle foglie
moribonde, che vedo oggi nel sole
tremar dell’olmo sul piú alto ramo.
Tremano, sí, ma non di pena: è tanto
limpido il sole, e dolce il distaccarsi
dal ramo, per congiungersi alla terra.
S’accendono alla luce ultima, cuori
pronti all’offerta; e l’agonia, per esse,
ha la clemenza d’un mite aurora.
Fa ch’io mi stacchi dal piú alto ramo
di mia vita, cosí, senza lamento,
penetrata di Te come del sole.

*

Il risveglio

Senza sonno la notte e senza pace
fu. Pulsava alle tempie, ai polsi il sangue
torbido, in colpi sordi; e mi parea
rispondesse al mugghiar cupo del mare.
E tra il mugghio del mare e il martellìo
del sangue il mio dolor con le memorie
più fonde in cuor si rinnovava, tutta
addentandomi dentro: ero soltanto
quel dolor, quel dolore; e il resto nulla.
Ma venne, a un tratto, verso l’alba, il sonno.
Breve esso fu, come una morte breve;
e mi svegliai che il sol, già alto, in fasci
di raggi entrava dal quadrato azzurro
della finestra. Vi balzai. M’immersi
nella luce, non più vita pensante,
ma solo vita: bevvi la freschezza
del mattino nel salso odor del mare,
mare e cielo divenni, e immenso riso
senza memoria.

*

Orgoglio

Soffri in silenzio. Non chiamar nessuno
a numerar le lacrime degli occhi
tuoi. Sia pur grave il colpo che ti tocchi,
chieder coraggio ad altri è inopportuno.

Conta nel tuo segreto ad uno ad uno,
se vuoi, curva e prostrata sui ginocchi,
i singhiozzi del cor—ma non trabocchi
la piena mai, per la pietà d’alcuno.

È un’orribile cosa esser compianti.
Conquista in te, con la tua forza sola
di volontà, l’oblio del tuo cordoglio.

T’insegnerò, per disseccare i pianti
fiacchi e cangiarli in riso entro la gola,
un peccato magnifico: l’Orgoglio. Continua a leggere “Dieci poesie di Ada Negri, di Donatella Pezzino”

Momenti di poesia. AMANTI, di Rita Frasca Odorizzi

Momenti di poesia. AMANTI, di Rita Frasca Odorizzi

AMANTI..

Mi sento..
Come il vento fra gli alberi
quando ascolta un suono,
sul suo cammino alato:
il canto della terra, pregna
di radici, semi, germogli
come il mio cuore antico
che percorre sentieri amati,
ormati, e arati
del mio amore per te..
amante crudo, corrucciato
del tuo sguardo astrale,
del tuo animale magnetismo..
scoglio..dove si infrangono
tutte le onde del mio mare,
dove ogni volta affogo
di rimpianti mai sopiti..
dove ripercorro
con le mani nei tuoi capelli
nella tua chioma d’argento,
tutte le ritrose che invano
ingenuamente,
ho tentato di raddrizzare,
percorrendole con amore,
sfiorandole lungo il sentiero
del tuo cuore azzurro
per restituirti parte di me volata via,
come uccello senza approdo,
che ricerca il suo vecchio nido
per deporvi l’uovo sacro
della nuova identità..
agnello sacro al Divino..

Momenti di poesia. ANIMA, di Donatella Barbieri

Momenti di poesia. ANIMA, di Donatella Barbieri

56526758_350070342521752_6100203142123618304_n.jpg

ANIMA

Povera piccola
anima mia….
che a volte
perdi la
speranza.
E devastante
perdere
l’amore quando
si fa sera.
Senti nel cuore
latrati di dolore
mentre l’anima
affoga in folli
sogni.
A volte la mia
anima cambia
la realtà della
vita,solo per
regalarsi
momenti di
felicità.

@ Barbieri Donatella
7.04.2019

EVENTI: “Verseggiando a Sovico” – tra gli Ospiti Speciali il M° Francesco Parravicini

Francesco Parravicini

(By I.T.Kostka)

Tra gli Ospiti Speciali del prossimo incontro organizzato nell’ambito del programma culturale ciclico itinerante “Verseggiando sotto gli astri…”, tra numerosi importanti personaggi del mondo artistico avremo piacere di ammirare e ascoltare il talentuoso e raffinato pianista cresciuto a Sovico, il M° Francesco Parravicini. La sua preziosa partecipazione all’evento sarà sicuramente molto apprezzata e attesa con grande entusiasmo, aggiungendo alla kermesse culturale un tocco di sublime bellezza.

In seguito la breve nota biografica dell’artista.

FRANCESCO PARRAVICINI ha iniziato lo studio del pianoforte presso la scuola media “G. Paccini” di Sovico (MB).
Dopo un periodo di studi presso il Liceo musicale “V. Appiani” di Monza, la Scuola civica di musica “G. Donizetti” di Sesto san Giovanni, il Conservatorio “G. Verdi” di Milano dove ha anche conseguito la maturità artistica ad indirizzo musicale, ha completato gli studi di composizione presso l’Istituto musicale “G. Donizetti” di Bergamo nonché il diploma di pianoforte presso il Conservatorio “A. Boito” di Parma.
Ha al suo attivo numerose esecuzioni in pubblico sia in veste di solista che di accompagnatore nei più svariati ambiti e contesti musicali.
Insegna pianoforte, teoria, armonia, propedeutica presso l’Accademia Musicale Italiana di Monza e presso l’Associazione Voci Bianche di Agrate Brianza (MB), nonché come libero professionista.
È inoltre organista e voce di basso presso la parrocchia “Cristo Re” e Associazione Corale “Laudamus Dominum” di Sovico.
È anche autore di una raccolta di lezioni di propedeutica per i più piccoli.

QUANDO e DOVE:

Sabato 13 aprile 2019 ore 17.00 presso Sala Aldo Moro, viale Brianza 4, Sovico (MB).

Ingresso libero.

EVENTI: Protagonisti dello spettacolo “Sogni accelerati” nell’ambito di “Verseggiando sotto gli astri” a Sovico

(by I.T.Kostka)

Il prossimo incontro nell’ambito del programma culturale ciclico itinerante “Verseggiando sotto gli astri” ospiterà con gioia uno spettacolo ispirato ai testi tratti dal libro di Barbara Rabita e Antonio Laneve “Convergenze”, edito dalla casa editrice livornese CTL Editore. La musica dello straordinario e sorprendente compositore di altissimo rilievo artistico il M° Umberto Bombardelli, con la partecipazione dei talentuosi artisti di grande carisma tra cui Diego Ghisetti (attore) e Roberto Arnoldi (violino). Un’occasione imperdibile per conoscere un altro volto dell’arte, quello più contemporaneo e rivoluzionario, lontano dalla banalità del comune mercato pubblico.

Conosciamo meglio i nostri protagonisti:

• Il M° UMBERTO BOMBARDELLI (compositore)

Nato a Milano, ha studiato Organo, Direzione di Coro e Canto Gregoriano presso il Pontificio Istituto Ambrosiano di Musica Sacra. Si è diplomato in Organo e Composizione Organistica presso il Conservatorio “G. Verdi” di Milano sotto la guida di Luigi Benedetti. Ha studiato Composizione con Pippo Molino e Niccolò Castiglioni. Ha seguito corsi di Composizione Informatica con i docenti del Centro di Sonologia Computazionale (CSC) dell’Università di Padova e si è laureato in Economia delle Aziende Industriali presso l’Università “Luigi Bocconi” di Milano.

Premiato e segnalato in diversi concorsi, nazionali ed internazionali di composizione, tra i quali “Castello di Belveglio”, “V. Bucchi” e “Nuove Musiche per Strumenti Antichi”, è tra gli autori contemporanei maggiormente eseguiti in Italia e all’estero, non di rado in sale e contesti di prestigio (Auditorium di Milano, Teatro Donizetti di Bergamo, Carnegie Hall di New York, Heliconian Hall di Toronto, Symphony Hall di Osaka, State Capella Concert Hall di San Pietroburgo – solo per citarne alcuni) e da parte di interpreti e ensemble di grande rilievo come Dèdalo Ensemble, Ensemble della Società Italiana Musica Contemporanea, New MADE Ensemble, Orchestra dei Pomeriggi Musicali, Orchestra Sinfonica di Sanremo, Marco Rizzi, Paolo Carlini, Giulio Tampalini, Federico Mondelci, Mario Marzi, Gabriella Bosio, Orchestra I Solisti del’Accademia Nazionale di Musica – Astana (Kazakhstan), Orquesta de Camara de la Institucion – Messico, Ensemble Webern, ecc. Continua a leggere “EVENTI: Protagonisti dello spettacolo “Sogni accelerati” nell’ambito di “Verseggiando sotto gli astri” a Sovico”

Open Mic, di Cristina Saracano

Ritorna, venerdì 12 aprile alle 21,15, presso la Soms del Cristo, Corso Acqui 158, Alessandria, il microfono aperto, open mic.

Con tre minuti di tempo, chiunque abbia piacere, può leggere un testo suo o di un qualsiasi autore, il tutto è contornato dalla musica dei NuovaSintonia.

Conducono i simpatici, nonché bravi, Fabio Gagliardi e Franco Galliani.

Alla sera, uscite, condividete amicizia e sorrisi reali, vivi, non virtuali, quindi, venite all’open mic, ci conto!

ESSENZE DI CARMINIO

quandolamentesisveste

rosa-rossa

germina sull’enfasi d’un crogiolo ardente
la passione amorosa
rappresa in un mantice di velate sensazioni
infrange aromi inibiti
nell’ascesa emozionale
s’addentra in motivati confini
nella linea di gioco resa invincibile
eppur nel saggio
esteso a fremiti dell’anima
un frizzo inatteso di scabra crudeltà
azzarda un turbamento inaspettato…

Video della poesia “Essenze di carminio”

 

View original post

PAROLA FUGGENTE

quandolamentesisveste

3abde876b745928e891c84b1b5d15675

E’ penzoloni

sulle labbra

il fotogramma d’una parola

precipitata sulla foschia

nella maestà del cuore.

Appesa nella fitta bruma d’un retaggio

è impigliata nella sua dorsale.

Si spengono ciglia

nell’arte muta macchiata di stupore.

Si delineerà quel verbo

in un nuovo affresco di primavera

fuori dal fango

al gemito

sulla bocca infiorata

@Silvia De Angelis 2019

View original post

Resoconto

Il Blog di Roberto Iovacchini

index

Titolo: Resoconto

Autore: Rachel Cusk

Editore: Einaudi

Traduzione: Anna Nadotti

Una scrittrice inglese di nome Faye, divorziata, due figli, quasi una fotocopia di Rachel Cush, sta andando in Grecia per tenere un seminario di scrittura creativa. Prima di prendere il volo per Atene incontra a pranzo un ricco uomo d’affari interessato a fondare una rivista letteraria. Durante l’incontro si parla poco di affari e molto della vita privata del riccone, senza concludere nulla di interessante. Durante il volo per Atene la scrittrice inizia una conversazione con il suo vicino di posto, un uomo appartenente ad una famiglia greca benestante. I due parlano per tutta la durata del viaggio, lui soprattutto racconta della sua vita, dei suoi divorzi, dei suoi tracolli finanziari, di suo figlio con gravi problemi. Lui ha bisogno di parlare mentre Faye è interessata ad ascoltare, l’intesa funziona fino all’atterraggio ad Atene. All’arrivo, in aeroporto, i due si…

View original post 207 altre parole

Ogni giorno ha il suo male

Il Blog di Roberto Iovacchini

index

Titolo: Ogni giorno ha il suo male

Autore: Antonio Fusco

Editore: Giunti

“Ogni giorno ha il suo male” è il primo libro scritto da Antonio Fusco dedicato al commissario Tommaso Casabona. L’avventura è ambientata in una cittadina toscana inventata, chiamata Valdenza, nel periodo di Natale. Viene ritrovata una donna uccisa in una camera da letto di una casa in cui vive una insegnate di religione che non ha alcun legame con la vittima. Il cadavere viene ritrovato in una posizione innaturale in cui l’assassino lo ha costretto, quasi a voler lasciare un indizio, un segnale di sfida agli investigatori. Il commissario Casabona viene affiancato nelle indagini da una collega, Cristina Belisario, inviata da Roma per velocizzare la soluzione del caso e per creare qualche problema al commissario. Ma le indagini segnano il passo e altri omicidi andranno a sconvolgere la cittadina di Valdenza. Le indagini scopriranno dei collegamenti tra gli…

View original post 333 altre parole

Scrittori ingegneri – aggiornamento

Il Blog di Roberto Iovacchini

Uno dei miei primi post elencava gli ingegneri divenuti scrittori.

Gli ingegneri in genere sono considerati troppo legati alla tecnologia per avere velleità artistiche. Ma questo è un luogo comune che vorrei sfatare.

Ho inserito nuovi nomi all’elenco iniziale di ingegneri scrittori.

Ingegneri scrittori (aggiornamento del 5/4/2019)

  • Fyodor Dostoyevsky
  • Robert Musil
  • Carlo Emilio Gadda
  • Andrea Barbato
  • Claudio Calabrese
  • Roberto Costantini
  • Luciano De Crescenzo
  • Patrik Fogli
  • Leonardo Sinisgalli
  • Roberto Vacca
  • Yrsa Sigurdardottir
  • Elisabeth Noreback
  • Emilio Bignami
  • Louis Notari
  • Francesco Grandis

Se la ricerca si estende ad altre specialità scientifiche, quali la chimica, l’elenco si arricchisce con:

  • Elias Canetti
  • Primo Levi
  • Marco Malvaldi

Come architetto c’è anche:

  • Rosanna Rubino (Architetto)

La ricerca continua.

View original post

Luca Gioanola Sindaco: “La mia Casale, la nostra Casale è soprattutto nel cuore”

Luca Gioanola Sindaco: “La mia Casale, la nostra Casale è soprattutto nel cuore”

LUCA GIOANOLA – CANDIDATO SINDACO DELLA COALIZIONE DI CENTROSINISTRA E DELLE LISTE CIVICHE

foto_cena_4foto_cena_5foto_cena_7

#CasalenelCuore

#meglioGioanolaSindaco

ELEZIONI AMMINISTRATIVE COMUNALI – CASALE MONFERRATO – 26 MAGGIO 2019

Cena promozionale della coalizione “Casale nel cuore – meglio Gioanola sindaco”

Grande partecipazione alla cena promozionale del progetto “Casale nel cuore – meglio Gioanola sindaco” che si è svolta sabato 6 aprile, alle ore 20, presso il Circolo Amici di Olteponte, via Fratelli Bandiera 8, nel quartiere Oltreponte.

Un ringraziamento particolare va al signor Taverna per l’ospitalità e l’ottima cucinaLuca Gioanola, candidato sindaco, durante il suo intervento alla cena – alla comunità di Oltreponte, tra cui, dopo il lungo Po e i gazebo in centro storico, abbiamo voluto trascorrere questa bella serata. La partecipazione e la vivacità di questa sera è una grande motivazione per impegnarci al massimo, con qualità, capacità di ascolto e di progetto, sia ora in campagna elettorale, sia soprattutto dopo le elezioni, con qualità, competenza, massima disponibilità, per governare la città mettendoci al servizio, partendo dalle relazioni, dal lavoro, dai servizi. Per costruire insieme la Casale che abbiamo nel cuore, una città intelligente, smart, sostenibile e quindi possibile. La città delle opportunità Continua a leggere “Luca Gioanola Sindaco: “La mia Casale, la nostra Casale è soprattutto nel cuore””

“Scelta Civica del Fare sulla mancata partecipazione alla manifestazione Sì Tav del candidato di Centrodestra”

“Scelta Civica del Fare sulla mancata partecipazione alla manifestazione Sì Tav del candidato di Centrodestra”

Alberto Cirio, il candidato del Centrodestra, non è andato sabato in piazza a Torino per il Sì alla Tav: è chiaro che è completamente prono a quella Lega che qui in Piemonte fa intendere, solo a parole, di essere favorevole, mentre poi a Roma sta con quelli del No solo per continuare a sedersi sulla poltrona che si chiama Governo”. È quanto afferma Paola Ferrari, coordinattrice provinciale di Alessandria di Scelta Civica del Fare.

unnamed.png

Aggiunge: “La Tav potrebbe fermarsi davvero, e con lo stop si ipoteca il futuro di generazioni, imprese e territori. Alessandrino compreso. La Tav è infatti il collegamento con l’intera Europa”.

Conclude Ferrari: “Ma come può essere credibile questo Centrodestra? Nelle Regioni e nei Comuni la Lega va con il Centrodestra, in alleanza con Forza Italia e Fratelli d’Italia, ma a Roma, conferma che resta ben ferma al Governo con il M5S. Tutto questo è l’emblema della confusione politica dell’Italia, è ingannare i cittadini”.

Coordinamento provinciale Alessandria  

diSEGNOinSEGNOal nido di Arquata

diSEGNOinSEGNO al nido di Arquata Scrivia

Con la presentazione alle famiglie sabato 13 aprile durante l’Open Day del Nido del comune di Arquata, prenderà anche avvio il progetto che vede come partner l’Assessorato alle politiche sociali e pubblica istruzione del Comune di Arquata Scrivia, il Liceo delle Scienze umane “Saluzzo-Plana” di Alessandria e il Nido “Emilia Morando”.

dis manifesto open day 2019.jpg

Il progetto prevede la ristrutturazione della facciata principale del Nido, che verrà dipinta con i disegni realizzati dai bambini sotto la guida delle loro educatrici, successivamente rielaborati, adattati e riprodotti in grandi dimensioni dai ragazzi del Liceo con la supervisione di Paola Bosisio (Architetto e insegnante di storia dell’arte al “Saluzzo”). Ai ragazzi del “Saluzzo” spetterà anche tenere un “diario” per la documentazione del percorso.

Il nome del progetto,“diSEGNOinSEGNO”, richiama nelle sue diverse forme il fatto di insegnare disegnando, di camminare passo dopo passo verso il futuro, di lasciare disegnando segni e tracce nella memoria, di insegnare l’importanza del segno. Partendo proprio dall’elaborazione dei disegni sulla parete del Nido, questo progetto non mira solamente ad abbellire l’edificio, secondo l’Assessore Cucinella, ma a sensibilizzare sul valore della creatività infantile, sulla cura dei pensieri dei bambini, sul concetto di bene comune e di segno. Continua a leggere “diSEGNOinSEGNOal nido di Arquata”

Momenti di poesia. UNA FAVOLA BLU, di Anna Fiorillo-Clavelli

Momenti di poesia. UNA FAVOLA BLU, di Anna Fiorillo-Clavelli

56505473_10210725356448719_1621332510514348032_n

UNA FAVOLA BLU

Ti racconterò la favola del cielo blu‘.
Questa notte
saranno le stelle
a cantare
la ninna nanna
a grandi e piccini
e a tutti gli innamorati.
Questa notte
il mare sarà silenzioso
e la luna sorriderà .
Questa notte anche
il vento dormirà
abbracciato alle nuvole
e i fiori chiuderanno le corolle e dormiranno nel blu della notte.
Questa notte
porterà i sogni più
belli a chi crede
nel blu‘ dei tuoi occhi
nell‘amore più profondo
e nella favola blu‘
della magia di questa notte.

Dolcissima notte a te, a voi, a noi, a tutti.
A domani anime
stupende!

06/04/19
Anna Fiorillo
Clavelli

Momenti di poesia. ATTIMI NEL VENTO, di Antonella Ariosto

Momenti di poesia. ATTIMI NEL VENTO, di Antonella Ariosto

L’anima vola

56422387_1337196129756141_8427094171147304960_n

ATTIMI NEL VENTO

Un attimo
un solo momento
e il vento
mi scompiglia i capelli.

Gocce di mare sul viso
profumo di salsedine
che sul corpo rimane
odore inebriante.

Vento che
i pensieri imbriglia
e a riva li trascina.

Il mio sguardo
non può fermare
mentre lontano vola
ad inseguire
malinconico
desideri impossibili.

Ma nei sogni
tutto si avvera.
Anche un breve
attimo nel vento
in un pomeriggio di maggio
in riva al mare.

Antonella Ariosto

Foto Lucia Scaturro grazie ❤Ischia

Momenti di poesia. Passione, di Amos Grilli

Momenti di poesia. Passione, di Amos Grilli

Passione.

D’essa le labbra
si dischiudono
al bacio.
Indi le mie
si inumidiscono
del loro
nettare dolce.
Frenetico è l’abbraccio
tra i duei corpi
allorchè
tutta la passione
divampa.
Scorre linfa
d’amore
dai rivoli del cuore.
E’ combustibile
che il foco
interno
alimenta.
Al fine ricordiamo
quel bacio
che ha acceso
la fiamma.
Essa arde
per sempre.
Se ami t’accorgi
che amando
non produci
la cenere.

Amos.

Momenti di poesia. Un uomo dal pizzo d’altri tempi, di Cesare Moceo

Momenti di poesia. Un uomo dal pizzo d’altri tempi, di Cesare Moceo56931904_1974254779367092_5809607484532326400_o.jpg

Un uomo dal pizzo d’altri tempi

Fresco d’esperienze
che han rallegrato il cuore

nei suoi pensierbattiti
ad anticipar i giorni

che lo vedranno
in coppia con la mente

a gareggiar finezze
contro l’anima e i suoi pregi

in un duello prezioso
che abbia l’unico scopo

di donar lusinghe alla passione

e al suo esser avvezza
alle cordialità d’allegre compagnie

attendo con freddezza
ciò che il futuro vuol regalarmi

sperando d’amore che non sia
solo un immane ritorno al passato
.
Cesare Moceo poeta di Cefalù
Destrierodoc @ Tutti i diritti riservati

Momenti di poesia. Lacerati ricordi, di Amos Grilli

Momenti di poesia. Lacerati ricordi, di Amos Grilli

56446507_1358496134299090_3807500632596676608_n.jpg

Lacerati ricordi.

La vorrei ricomporre
questa vita
fatta di tanti
ricordi.
Della loro
bellezza
ne faccio
sovente
ne faccio
menzione
Ma prendo
visione
anche di quelli
lacerati
dalla tristezza.
Giorni di pianto
e di gioia
in loro
rivedo.
E del mio
tempo
hanno fatto
il conteggio.
Ma niente
cancella
quel dolce
pensiero
che ho
nel fondo
del cuore.
Lo conservo.
Lo stringo.
Lo proteggo
in un abbraccio
notturno.
Chiudo
gli occhi.
E una voce.
Una carezza.
Un sorriso.
Di mamma.
Ricerco
in un sogno.

Amos.

Ricordato il 75° anniversario dell’eccidio della Benedicta, di Lia Tommi

Con la Santa Messa officiata dal Cardinale Angelo Bagnasco e l’orazione ufficiale tenuta dalla Presidente Nazionale ANPI Carla Nespolo è stato celebrato il 75° anniversario del barbaro eccidio dei partigiani al Sacrario della Benedicta.

Alla cerimonia ha partecipato un nutrito numero di persone , attente all’invito a mantenere viva la memoria storica di questi drammatici fatti legati alla Resistenza.