Caro Assessore Barosini, la Giunta Fabbio ascoltava i cittadini

Caro Assessore Barosini, la Giunta Fabbio ascoltava i cittadini

Se non si provvede nemmeno a chiudere una buca in Centro città, ci domandiamo quali speranze possiamo nutrire che vengano risolti i problemi, piccoli e grandi che siano in una zona periferica come il villaggio Borsalino.

Pier Carlo Lava ok copia 2

di Pier Carlo Lava

Alessandria: Abbiamo più volte segnalato i numerosi problemi esistenti al villaggio Borsalino e recentemente anche Alberto Marello Direttore del giornale “Il Piccolo” ha pubblicato la lettera riportante gli stessi ma sinora senza esito nemmeno per i problemi minori come la mancanza di scivoli dai marciapiede per i disabili e le persone anziane con problemi di deambulazione (nella zona c’è anche una casa di riposo), le panchine rotte e gli alberi morti da sostituire.

Ovviamente tutti noi residenti e non solo, restiamo in attesa per capire se ci saranno eventuali sviluppi.

Relativamente ai problemi della città venerdì scorso abbiamo letto sul giornale Il Piccolo il testo di un breve articolo che riportava quanto aveva segnalato una signora in merito ad una buca all’inizio di via Pontida, praticamene nel centro della città, ecco il testo integrale:

Il Piccolo logo copiaBuca Il Piccolo copia

Alessandria. E la buca diventa più profonda…

Qualche mese fa, avevamo pubblicato la foto di una buca all’inizio di via Pontida: la lettrice per evidenziarne la pericolosità, aveva pure misurato la sua profondità con un metro in legno. Le cose, oggi, saranno migliorate? “Il cartello che era stato messo per evitare che le auto vi parcheggiassero è stato rimosso  – scrive lei stessa – E questa (guardare lo scatto, ndr) è la situazione…”. Continua a leggere “Caro Assessore Barosini, la Giunta Fabbio ascoltava i cittadini”

In libreria: Utopia selvaggia ‒ Saudade dell’innocenza perduta di Darcy Ribeiro edito da Negretto Editore

giuseppecartablog

Chi siamo noi, se non siamo europei, e nemmeno siamo indios, se non una specie intermedia, tra aborigeni e spagnoli? Siamo coloro che furono disfatti in quel che eravamo, senza mai arrivare ad essere quel che saremmo stati o avremmo voluto essere. Non sapendo chi eravamo quando permanevamo innocenti in loro, inconsapevoli di noi, ancor meno sapremo chi saremo. Darcy Ribeiro

In tutte le librerie virtuali e fisiche dal primo maggio 2019 sarà disponibile “Utopia selvaggia ‒ Saudade dell’innocenza perduta. Una fiaba” romanzo del famoso sociologo, antropologo, scrittore, educatore ed uomo politico brasiliano Darcy Ribeiro (Montes Claros – Minas Gerais 26-10-1922/ Brasilia 17-2-1997), pubblicato nella collana “Il Pasto Nudo, assaggi di antropologia” curata da Giancorrado Barozzi per la casa editrice mantovana Negretto Editore con la nuova traduzione ad opera di Katia Zornetta.

La stessa traduttrice ci rivela il suo particolare rapporto con il testo…

View original post 978 altre parole

Momenti di poesia. Curvando angoli appuntiti, di Grazia Denaro

Momenti di poesia. Curvando angoli appuntiti, di Grazia Denaro

56464299_2078763242201647_7631223395325050880_n.jpg

Curvando angoli appuntiti

Il vento mi riporta
antichi suoni
di dolcissime carezze
e lemmi appassionati
di una vita di respiro
dal continuo e ameno variare.

Erano lucciole in volo, farfalle leggere
fiocchi di neve le note danzanti
del nostro cammino.

Ma l’esistenza è anche
passare attraverso l’ombra,
a nuvole in cielo, a momenti di stasi,
a sprazzi di luce e nuovo cammino.

La vita rispunta dai tronchi potati
che fanno posto ai germogli
da nuova linfa nutriti
ed irrorati.

A ricomporre l’armonia
di cuori straniti
servono gesti e parole congeniali
atti a risorgere l’intesa
donando appiglio
alla levità delle cose
e curvando angoli appuntiti.

@Grazia Denaro@

L’AVVENTURA DI GERO E MUFFA Gli ultimi giorni della Comune Hippie di Ovada (luglio 1971) di Nico Priano Casa Editrice LFA Publisher

L’AVVENTURA DI GERO E MUFFA Gli ultimi giorni della Comune Hippie di Ovada (luglio 1971) di Nico Priano Casa Editrice LFA Publisher

Loc Priano.jpg

facebook_1554830644375.jpg

Città di Acqui Terme Presentazione del volume

Dialogherà con l’autore Pier Paolo Pracca

Biblioteca Civica Giovedì 11 aprile – ore 17,30

Momenti di poesia. Mirella Ester Pennone Masi

Momenti di poesia. Mirella Ester Pennone Masi

56811309_1173816189444680_2024594845430972416_n

IL SILENZIO DELLA POESIA

Vorrei restare stupita tra i fiori

Sognare un tuo stretto abbraccio

E credere che sia sempre sincero

Parlare dei giorni trascorsi insieme,

Ritornare all’onda e lo scoglio

Con la musica del mare sulle sponde.

Volare indecisa di fiore in fiore

Come fa la farfalla che posa le ali:

No, non è mai per caso, è così!

Provare a saltare la siepe con te,

Poi … poi camminare a piedi nudi

Danzando nella rugiada della notte

Con te che mi sciogli le morbide trecce,

fra le tue bugie … ancor da ordire.

Forse è soltanto un silenzio di poesia;

Che culla un canzone di vita, la mia,

Alla ricerca di quel sogno, da finire!

I ricordi

Il suono della parola

I ricordi pesanti occupano il cervello e scendono in fretta fino alla gola, intasano le arterie e arrivano al cuore. È la voce sommessa di chi non c’è, di chi è andato, partito, finito. È un luogo ormai chiuso, uno spiazzo di cielo bruciato. Ma ne valeva davvero la pena? Pesa quell’allegria che ora paghiamo con il rimpianto. Era meglio parlare, urlare, dire quello che pensavamo tutto d’un fiato, quando il tempo scorreva liscio e i minuti erano preziosi. Ma quante stanze abbiamo chiuso, quanti ricordi imprigionati, serrati. Meglio la rabbia, oppure meglio essere grati per quel tempo di gioia che non c’è più?

Guido Mazzolini

View original post

Racconti Umani: a tu per tu con Medici Senza Frontiere, di Lia Tommi

Racconti Umani: a tu per tu con Medici Senza Frontiere

Mercoledì 17, alle ore 21 presso il salone ANFFAS di Via Leardi 8 a Casale Monferrato, la locale Sezione ANPI organizza un incontro con MEDICI SENZA FRONTIERE, organizzazione medico-umanitaria internazionale indipendente fondata nel 1971 che oggi fornisce soccorso medico in più di 70 Paesi a popolazioni la cui sopravvivenza è minacciata da conflitti armati, violenze, epidemie, disastri naturali o esclusione dall’assistenza sanitaria.
Nel 1999 MSF ha ricevuto il premio Nobel per la Pace.

Al fine di sensibilizzare la popolazione sulla condizione della popolazione in questi Paesi nasce RACCONTI UMANI, progetto rivolto alla cittadinanza, alle istituzioni, ai giovani, alle scuole e a chiunque vorrà conoscere le realtà in cui quest’associazione attua il proprio intervento medico-umanitario.

I protagonisti di questo progetto sono proprio gli operatori umanitari di MSF che, attraverso dibattiti e incontri con la cittadinanza, racconteranno il loro vissuto e la loro esperienza diretta “sul campo”, a fianco dei pazienti, nei luoghi più disperati del nostro pianeta. Un’occasione preziosa per avvicinare il pubblico alle sfide dell’assistenza medica in contesti di emergenza umanitaria.

Relatrice della serata sarà Laura Nicolai, responsabile delle risorse umane di MSF. Ha lavorato come capo progetto ed è stata nell’unità di risposta rapida alle emergenze. Con MSF dal 2011, ha all’attivo missioni in numerosi contesti tra cui Sud Sudan, Messico, Repubblica Centrafricana, Grecia, Mar Mediterraneo, Yemen e Bangladesh.

La serata sarà anche una buona occasione per conoscere le cause delle massicce migrazioni da aree critiche, che tante tensioni provocano nel nostro continente, e per aiutare, anche con un piccolo contributo, un’associazione benemerita che ogni giorno salva migliaia di vite umane.

Momenti di poesia. Marzo, di Vittorio Zingone

Momenti di poesia. Marzo, di  Vittorio Zingone

Marzo

Marzo,
Hai condotto a noi
La Primavera
Con grande sfarzo
Di verde e fioriture,
Accompagnato
Da fragranti zefiri,
Ma le disiate rondini
Non l’hai portate ancor.

Solo una coppia
Di Tortorelle geme
Sui folti pini
Oltre la ringhiera;
E corvi che intrepidi
Pasturano il giardino
Dove fu sparso
Il novello seme;
E passeri
In gran numero
Fra i rami
Di gronde e fronde d’alberi.

Benché dagli avi
Giungano notizie
Della proverbiale
Tua pazzia,
Devo dir
che s’è mostrata vana
Ogni più iniqua diceria;
Giorni splendenti
D’azzurro e caldo sole,
Notti assistite
Da rilucenti stelle
E pur dalla cometa
Che vide e conservò segreta
La gloria di Faraoni
E Re mesopotamici.

Master Confcommercio, di Cristina Saracano

ascom classe master retail (1)

Alessandria: Per la prima volta un percorso formativo di alta specializzazione dedicato ad imprenditori ed addetti alle vendite del commercio al dettaglio
Temi affrontati: web marketing, controllo di gestione, vetrinistica, intelligenza emotiva, marketing sensoriale e tecniche di vendita.
Il primo percorso innovativo altamente specialistico dedicato a chi lavora nel commercio: si è conclusa oggi, lunedì 8 aprile, la prima edizione del Master del Retail, il percorso formativo di 96 ore ideato e realizzato da Confcommercio Alessandria e dalla sua agenzia formativa Formater che, grazie ad un bando della Regione Piemonte, ha permesso a nove aziende del settore retail di formare gratuitamente titolari e dipendenti su competenze tecniche e competenze trasversali, consentendo un aggiornamento ed una qualificazione sulle tematiche di attualità e di tendenza di un settore con una grande tradizione ed un futuro tutto da costruire.
Questi i contenuti affrontati durante il master: web e social media marketing, vetrinistica e visual merchandising, tecniche di vendita, marketing sensoriale, controllo di gestione con definizione delle strategie di prezzo e assortimento, credito, rapporti con le banche, gestione delle risorse umane. Il tutto con l’alternanza di lezioni frontali ed esercitazioni pratiche. Continua a leggere “Master Confcommercio, di Cristina Saracano”

Momenti di poesia. Il gioco dell’Amore, di Antonella Commendatore

Momenti di poesia. Il gioco dell’Amore, di 56745563_808954892816635_988772677802000384_n.jpgAntonella Commendatore

Il gioco dell’Amore

Quel nostro modo di giocare all’ Amore
occhi negli occhi
e tu cucciolo smarrito
che fra le mie braccia
ti sei ritrovato

Complicità alchimia
parole dolci sussurrate
fra sospiri e sorrisi
gioconde risate

Prenderci immensamente
perderci dentro ad un attimo infinito
carezze e baci piccoli e profondi

Tu uomo virtuoso
che bambino diventi
quando in me ti perdi

Io donna cucciola
in te affondo e ci rimango

Giochiamo sempre all’ Amore
facciamo gioire il cuore
e l’anima estasiare.

@Antonella Commendatore
copyright

https://www.facebook.com/Poesia-Emozione-ed-Arte-1197409923686446/

Momenti di poesia. Società crudele, complicata, di Vittorio Zingone

Momenti di poesia. Società crudele, complicata, di Vittorio Zingone

Società crudele, complicata

Società crudele, complicata,
ostica per me
Oltre misura, saccheggiatrice
Di tempo prezioso,
Carcere amaro della fantasia,
Contingente necessità
Per questa carne
D’accostarsi a mense
Ed a sorgenti
Per trattenere
L’anima nel mondo,
Io l’odio e l’amo
Svisceratamente.

Tu mi trascini
Qual morto fuscello
Nello scorrer tuo
Vorticosissimo
Senza offrirmi giammai
Un po’ di tregua;
Tu mi sindachi
Il giornalier procedere
Come col proprio gregge
Fa il pastore;
Sì che m’avverto pressato
In una gabbia
Come canarino o usignolo
Che disperato canta
L’ormai sua perduta libertà.

Ambirei volare
Libero nell’aria
E trascorrere
Da tenebre profonde
A luce intensa,
Da non essere ad essere
In seno alla divinità.

A SUNDAY WITHOUT HER… di Alessandro Casalini Scrittore

A SUNDAY WITHOUT HER… di Alessandro Casalini Scrittore

56611724_852835038392106_1265223002337837056_n

A SUNDAY WITHOUT HER…

Questo weekend ci siamo visti solo di sfuggita.
Io di ritorno in tarda serata dal tour dopo aver vestito i panni dello scrittore, e tu in quel di Milano per la City Marathon.

Sono le cinque del mattino. Un saluto distratto. Ombre che si nascondo nell’oscurità.

– In bocca al lupo.
– Crepi. Com’è andata col libro?
– Alla grande.
– Bene. Fa che non piova a Milano.
– Se vuoi lo scrivo su FB, ma non credo che funzionerà. Non sono così influente.
Un sorriso invisibile ma che percepisco chiaramente. – Per ora. Ciao.
– Ciao.
Continua a leggere “A SUNDAY WITHOUT HER… di Alessandro Casalini Scrittore”

“Il delitto del fascista Nuvola Nera” di Angelo Marenzana al Libraccio Alessandria, di Lia Tommi

Alessandria today @ Web Media. Pier Carlo Lava

Angelo Marenzana presenta “Il delitto del fascista Nuvola Nera “

Sabato 13 aprile 2019 alle ore 17:30
Libraccio
Via Milano 32, 15121 Alessandria

Sabato 13 Aprile ore 17.30 presentazione di Angelo Marenzana ad Alessandria.
Il delitto del fascista Nuvola Nera. Fanucci Editore
Dialogheranno con l’autore Danilo Arona e Giorgio Bona.

Descrizione del libro:

Alessandria, 1945. I bombardamenti alleati sono sempre più frequenti e sempre più vicini. L’ex poliziotto Lorenzo Maida è rientrato in Italia e si è trasferito da qualche anno in città, deciso a ricostruirsi una vita come commerciante di tessuti. Ma il precario equilibrio appena ritrovato è destinato a svanire quando Vito Todisco, cognato di Maida e amico di sempre, lo coinvolge nelle indagini su un omicidio. La vittima è Egidio Visconti, fascista della prima ora, stroncato sulla porta di casa con un colpo mortale inferto al cuore. Ha della sabbia in bocca, quasi fosse un macabro rituale…

View original post 169 altre parole

Comune e Cassa di Risparmio di Tortona per il verde cittadino, di Lia Tommi

Comune e Fondazione Cassa di Risparmio di Tortona per il verde cittadino.

Numerose le riqualificazioni degli spazi verdi cittadini effettuate in questi anni dall’Amministrazione Comunale in collaborazione e grazie al contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Tortona, fra queste i giardini Falcone e Borsellino (zona stazione), il parco giochi di piazzale Oberdan nel parco del Castello e l’area Silvi (zona San Bernardino).

Tra gli interventi più recenti spicca il recupero della fontana posta al centro delcortile interno al quadrilatero dell’ex Caserma Passalacqua.
La fontana da tempo inutilizzabile, è stata piantumata con sempreverdi e trasformata in un elegante ed originale elemento di decoro urbano, apprezzabile dai residenti e da tutti coloro che si recano negli uffici del polo amministrativo.
Inoltre grazie al contributo di 10.000,00 erogato dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Tortona, si è provveduto all’ammodernamento dei Giardini Matteotti (zona Oasi), dove sono state realizzare manutenzioni e installazioni di nuovi giochi per assicurare spazi ludici sicuri e attrattivi per i bambini di ogni fascia d’età.
Anche per la stagione 2019-2020 prosegue l’impegno della Fondazione e del Comune di Tortona per tutelare il Parco del Castello, polmone verde della Città, che rappresenta il luogo ideale per lo svago delle famiglie e degli appassionati dell’attività sportiva all’aperto. Continua a leggere “Comune e Cassa di Risparmio di Tortona per il verde cittadino, di Lia Tommi”

Formazione degli addetti delle imprese vitivinicole italiane, di Lia Tommi

FORMAZIONE, LEVA PER LA CRESCITA DELLE AZIENDE

Presentato a Vinitaly Verona, presso lo Stand di Confagricoltura, SKILLS4WINE, il progetto congiunto Enapra e Intesa Sanpaolo Formazione

Verona, 8 aprile 2018 – Presentato presso lo stand di Confagricoltura il catalogo SKILSS4WINE, con proposte concrete di attività per la formazione degli addetti delle imprese vitivinicole italiane.
Il progetto di Enapra, ente di Formazione di Confagricoltura, e di Intesa Sanpaolo Formazione, nasce dallo studio dei fabbisogni di innovazione delle imprese vitivinicole italiane e dalla loro richiesta di acquisire quelle competenze e quelle professionalità necessarie a far fronte alle continue sfide del mercato, sia dal punto di vista produttivo, sia commerciale.

Il presidente di Enapra, Luca Brondelli di Brondello, ha aperto l’evento di presentazione del catalogo ricordando, innanzitutto, che la collaborazione tra ENAPRA e Intesa Sanpaolo Formazione nasce nel 2018 con il progetto Skills4Agri, per l’esigenza di dare risposte alle sfide dell’innovazione e della digitalizzazione come la principale leva della competitività per le aziende. “Oggi – ha detto – facciamo un passo avanti proponendo un percorso che parte dall’analisi dei comparti, passa attraverso l’esplorazione dei fabbisogni delle aziende e si concretizza in proposte definite di formazione che vanno a incidere sui gap individuati per tutte le imprese di un settore, e poi per ogni singola e specifica impresa”.

Partner scientifico Wine Monitor Nomisma. Denis Pantini, responsabile di WM, oltre ad aver curato l’introduzione del catalogo, ha illustrato le motivazioni di contesto macroeconomico che sono alla base della scelta dei percorsi formativi. “Per rispondere in maniera efficace ed efficiente alle sollecitazioni di mercato – ha sostenuto – le imprese devono innanzitutto «conoscere» e poi «innovare», anche alla luce di una maggior disponibilità di strumenti rispetto al passato. In questo scenario evolutivo, la formazione assume un ruolo strategico per permettere di «conoscere» ed «innovare», soprattutto in funzione di una maggior autonomia decisionale da parte delle imprese richiesta in tempi brevi”. Continua a leggere “Formazione degli addetti delle imprese vitivinicole italiane, di Lia Tommi”

BREAKFAST IN ROCK… di Alessandro Casalini Scrittore

BREAKFAST IN ROCK… di Alessandro Casalini Scrittore

BREAKFAST IN ROCK…

55920912_850549138620696_8300027447731027968_n.jpg

Questa opera d’arte arriva da Francesca Bonafortuna che, con il suo bloghttp://soulkitcken.blogspot.com che vi invito a visitare e “sfogliare”, regala una perla a settimana creando interessanti binomi music/food.

Ma passiamo ad analizzare i protagonisti di questa natura viva…

1. Tazza di caffé “I LOVE NYC” che mi piace pensare senza zucchero.
2. Crepes con sciroppo d’acero.
3. Lamponi
4. Fedeli al Vinile

1.
Nonostante il romanzo si svolga in Romagna, tra le sue pagine c’è tanto New York. Chi l’ha letto lo sa bene. Sia per la musica che viene citata, sia per altri aspetti che non possono essere rivelati per ragioni di SPOILER.
A new York ci sono stato la prima volta nel ’99, con un paio di amici. La mole del WTC incombeva ancora minacciosa su Manhattan.
La seconda volta mi ci ritrovai a causa di colei che sarebbe diventata mia moglie qualche anno più tardi. Era il 2005. Dopo essere usciti a cena un paio di volte, questa ragazza con il vizio di parlare con un tono di voce sempre troppo alto e capace di mangiare come un camionista a dispetto di una linea invidiabile, decretò che sarebbe stata cosa buona e giusta coronare il nostro patto d’amore oltreoceano. Annuii senza sollevare obiezioni (che, con il senno di poi, non sarebbero comunque servite a nulla). Quando arrivammo il WTC non c’era più. Al suo posto solo due crateri e qualche maceria. Un ragazzo suonava “Everybody Hurts” dei R.E.M. seduto a ridosso della recinzione con una chitarra semidistrutta, e quando venne il momento di cantare il verso “Sometimes everything is wrong”, ricordo che lo facemmo tutti insieme. Fu un momento commovente.
La terza e ultima volta a NYC, è stato un anno fa. Con mia moglie, suo fratello, e mio figlio Lorenzo. Girovagando ci imbattemmo in una nuova torre. La “Freedom Tower”. Ancora più alta delle precedenti. Tutto molto in stile americano Continua a leggere “BREAKFAST IN ROCK… di Alessandro Casalini Scrittore”

Racconti: Mio padre mi teneva in braccio … di Luigi Maione

Racconti: Mio padre mi teneva in braccio … di Luigi Maione

Mio padre mi teneva in braccio nelle acque del mare di Sorrento. Ricordo che allora, precisamente nella località di Puolo, non si poteva arrivare in macchina fin giù dove c’era il mare, non c’era la strada, si scendeva a piedi lungo un pendio, tutta la famiglia, frigoriferi a tracolla pieni di ghiaccio, acqua e bibite, i costumi di ricambio e gli immancabili secchielli e palette. Forse avevo 6 anni, forse 5, e mio fratello uno e mezzo in più.

Luigi Maione


Girata l’ultima curva, dai finestrini della macchina si vedeva dall’alto un mare immenso, felice, pulito. Avevo le farfalle nello stomaco come tutti i bambini quando vedono il mare. Mio padre mi teneva sulle sue ginocchia abbracciato a lui nel mare, mi accarezzava il capo, mi sorrideva. Si pranzava in un cortile che apparteneva ai pescatori del luogo.

Non molto tempo dopo, si, in fondo non molto tempo dopo, se non quello degli inesorabili calendari, fui io a dover stringere tra le braccia e a sorreggere mio padre privo di ogni forza, lui che per me era sempre stato cemento armato. Il cancro l’aveva divorato, e fu così che se ne andò, frantumandosi come una colonna d’argilla.
Fine delle radici…
Continua a leggere “Racconti: Mio padre mi teneva in braccio … di Luigi Maione”

POESIE

Pensieri sparsi

“Ci sono certi

che procedono di mancanza in mancanza,

la cui vita è un ‘incessante tentativo

di ricucire la ferita,

colmare la crepa,

convertire il rifiuto in assenso.

Ci sono certi

cui la solitudine è pelle, pur tra abbracci e moltitudini.

Neanche l’angelo custode

sembra aver posato mai la sua ala sulla loro spalla.

Ci sono certi

che celano le loro lacrime anche a se stessi

dietro il sorriso e la mano tesa,

dietro la ribellione, la rabbia , l’eccesso,

dietro la  bulimica voglia di vita.

Ci sono certi

che soccombono, rinunciano, si spezzano,

e ci sono certi che nonostante i naufragi

issano sempre e comunque le vele

in cerca delle loro Itache.

Ma ci sono certi che imparano a fermarsi

Per osservare l’onda,

interrogare i gabbiani impigliati nel vento,

per riconoscere della loro solitudine

il tatuaggio,

imparando a fatica a chiamarla per nome .

E allora può accadere che,

View original post 76 altre parole

Rassegna Bistagno in Palcoscenico: Sold out per “Enigma Caravaggio”

Rassegna Bistagno in Palcoscenico: Sold out per “Enigma Caravaggio”

sabato 13 aprile, ore 21.00

CARTELLONE PRINCIPALE – BISTAGNO IN PALCOSCENICO

Il Cartellone Principale della Rassegna Bistagno in Palcoscenico, organizzata da Quizzy Teatro in collaborazione con S.O.M.S. e con il sostegno della Fondazione Piemonte dal Vivo, arriva al termine e si chiude con un SOLD OUT e riconfermando il successo di questa Stagione Teatrale.

enigma Immagine di Locandina Enigma Caravaggio - COMPLETARE CON QUADRO CARAVAGGIOK43692CARAVAG 1Enigma_Caravaggio-0016

Sabato 13 aprile, alle ore 21.00, al Teatro “SOMS” di Bistagno (C.so Carlo Testa 10), va in scena Enigma Caravaggio, con Chiara Cardea e Silvia Mercuriati, dirette da Marco Ivaldi, per una produzione Progetto Zoran. Si tratta di uno spettacolo interattivo, multimediale, una Crime Story che porta direttamente il pubblico ad indagare la morte del Caravaggio, attraverso l’ausilio delle due protagoniste e di una carrellata di più di 40 opere e documenti originali.

Siamo in un’aula universitaria, un corso di indagine investigativa. Una docente (l’attrice Chiara Cardea) e la sua assistente (l’attrice Silvia Mercuriati) stanno studiando le carte di un processo, mentre aspettano che gli allievi prendano posto tra le fila dei banchi. Lo spettacolo è nuovamente diviso in quattro momenti, che non chiamiamo più teatralmente atti, ma come in una trasposizione cinematografica, potremmo definire parti o tempi. Interrotto lo studio dei faldoni processuali, le insegnanti devono, nolenti, dare motivo della loro presenza in aula. Il corso di indagine investigativa prende a modello un fatto criminoso realmente accaduto e ripercorre le tecniche investigative: il ritrovamento del cadavere, le ipotesi sul delitto, l’interrogatorio di eventuali testimoni, le istanze sul movente e sui potenziali indagati. Continua a leggere “Rassegna Bistagno in Palcoscenico: Sold out per “Enigma Caravaggio””

Bosch eBike Systems al fianco di VENTO verso la diffusione delle infrastrutture per la mobilità sostenibile

Bosch eBike Systems al fianco di VENTO verso la diffusione delle infrastrutture per la mobilità sostenibile

Il supporto dell’azienda per un’azione strutturata sulla ciclabilità

VENTO Bici Tour: la pedalata collettiva per valorizzare il territorio

La sicurezza come priorità comune

Bosh

Bosch eBike Systems, anche per il 2019, supporta VENTO, il progetto di una dorsale cicloturistica che corre per oltre 700 km lungo gli argini del fiume Po, da Venezia a Torino, ideato da un gruppo di ricerca all’interno del Dipartimento di Architettura e Studi Urbani del Politecnico di Milano e condiviso da istituzioni, associazioni e cittadini.

Attraverso questa importante partnership, la divisione eBike del Gruppo Bosch, tra i leader mondiali nel campo dei sistemi per biciclette elettriche, conferma la propria attenzione per una mobilità sostenibile e per la naturale necessità di una rete di infrastrutture in grado di sostenerla adeguatamente.

1 VENTO_@gruppodiricerca (4)2 VENTO_@gruppodiricerca (3)

Il percorso di VENTO è il risultato di un accurato lavoro svolto direttamente sul territorio e di un’attenta pianificazione dei criteri progettuali e della loro applicazione. Portare alla creazione di ciclabili sicure, realmente fruibili, e che possano esaltare la bellezza dei territori che attraversano è l’obiettivo principale del progetto. Continua a leggere “Bosch eBike Systems al fianco di VENTO verso la diffusione delle infrastrutture per la mobilità sostenibile”

IREN SPONSORIZZA VENTO Bici Tour 2019 – VII edizione

IREN SPONSORIZZA VENTO Bici Tour 2019 – VII edizione

Milano, 22 marzo 2019 – VENTO Bici Tour 2019, da Torino a Venezia lungo il fiume Po: un appuntamento che si rinnova e che è giunto alla sua settima edizione.

Iren.jpg

Anche quest’anno IREN ha scelto di sponsorizzare la manifestazione, in segno di vicinanza ai territori di riferimento attraversati dalla pedalata o ad essi contigui: Torino, Vercelli, Piacenza, Parma, Reggio Emilia ove la multiutility fornisce ai cittadini servizi ambientali, gas, calore, elettricità, acqua. Da qui l’importanza della presenza di IREN, che assume anche una valenza ecologica: VENTO significa scendere in silenzio la maestosa valle del Po, visitando territori che si portano addosso il fascino dei secoli e scoprire la bellezza e la mutevole varietà dei paesaggi e dell’ambiente naturale.

9 VENTO_@gruppodiricerca (11).jpg

La VII edizione del Tour prevede le seguenti tappe:

• da venerdì 24 a lunedì 27 maggio da Chivasso a Piacenza; • da venerdì 31 maggio a lunedì 3 giugno da Reggio Emilia a Lido di Venezia Continua a leggere “IREN SPONSORIZZA VENTO Bici Tour 2019 – VII edizione”

CINELLI X VENTO

CINELLI X VENTO

VENTO è il bellissimo progetto del Politecnico di Milano per la realizzazione della dorsale ciclabile che da Venezia conduce fno a Torino, lungo il corso del Po, per 700 chilometri. VENTO è la passione che si accende per il territorio, il paesaggio, gli odori, i sapori di tutto un pezzo d’Italia, che si scoprono attraversandoli in bicicletta.

Cinelli.jpg

Cinelli sostiene anche quest’anno VENTO Bici Tour, la dieci giorni su due ruote nata per illustrare il progetto, visitare i luoghi, riannodare storie e territori; ma anche per spiegare come il cicloturismo sia economia buona e diffusa sul territorio e perché l’ambizione di VENTO ci abbia conquistato subito. Da diversi anni Cinelli è partner di VENTO Bici Tour e si impegna per divulgare il verbo e attrarre altri soggetti della bike industry a sostegno della creazione e realizzazione di un’opera che porta valore in ogni senso: culturale, paesaggistico, economico, turistico, sociale e politico. E che costa, vale la pena ricordarlo, quanto 5/7 km di autostrada. Non è nemmeno più necessario ribadire il perché un’azienda italiana di biciclette come Cinelli sia in prima linea a fanco del Politecnico di Milano e degli altri partner consapevoli della natura benefca di Vento: noi ci siamo. Continua a leggere “CINELLI X VENTO”

F.I.LA. ATTRAVERSA IL NORD ITALIA CON GIOTTO COLORE UFFICIALE DI VENTO BICI TOUR 2019, IL PROGETTO GREEN PROMOSSO DAL POLITECNICO DI MILANO

F.I.LA. ATTRAVERSA IL NORD ITALIA CON GIOTTO COLORE UFFICIALE DI VENTO BICI TOUR 2019, IL PROGETTO GREEN PROMOSSO DAL POLITECNICO DI MILANO

Fila

Milano, 25 marzo 2019 – F.I.L.A. Fabbrica Italiana Lapis ed Affini è lieta di affiancarsi al gruppo di ricerca del Politecnico di Milano con GIOTTO Colore Ufficiale della settima edizione di VENTO Bici Tour 2019 che quest’anno si terrà da venerdì 24 maggio a lunedì 3 giugno. Vero e proprio tour culturale in bicicletta che attraverserà il Nord Italia da Torino a Venezia sulla futura ciclovia VENTO, quest’anno l’iniziativa si arricchisce del progetto CON I MIEI OCCHI. VENTO in punta di matita. La volontà è quella di creare nuove modalità per narrare i territori percorsi dalle ciclovie turistiche e, attraverso il progetto, includere attivamente anche i partecipanti invitandoli non solo a inforcare la bicicletta ma a impugnare matite e pastelli per creare un taccuino di viaggio unico.

5 VENTO_@gruppodiricerca (8)6 VENTO_@gruppodiricerca (9)

Con GIOTTO, brand leader nel mondo del colore, sarà facile colorare di emozioni ogni momento di questo percorso che si immerge nella bellezza dei territori di ben quattro regioni. Oltre 1000 kit creativi saranno a disposizione dei partecipanti che potranno ricreare i tanti spunti creativi del viaggio e tutte le sfumature di uno nostri dei beni culturali più preziosi: il paesaggio italiano. Grazie ai Kit creativi di GIOTTO tutti i ciclisti, dagli appassionati ai bambini, potranno soprattutto liberare la fantasia e raccontare in modo creativo tutto ciò che tocca le loro emozioni, dal bianco delle Alpi innevate al fascino della pianura agricola più grande e antica d’Europa. Continua a leggere “F.I.LA. ATTRAVERSA IL NORD ITALIA CON GIOTTO COLORE UFFICIALE DI VENTO BICI TOUR 2019, IL PROGETTO GREEN PROMOSSO DAL POLITECNICO DI MILANO”

Cingomma. Un nuovo “modo per fare moda”, quando il riciclo fa tendenza

Cingomma. Un nuovo “modo per fare moda”, quando il riciclo fa tendenza

La nostra avventura ha inizio nel 2010. Cingomma, rimette in vita copertoni e camere d’aria di bicicletta destinati allo smaltimento, creando accessori moda unici come cinture, portafogli, borse e portachiavi.

Cingomma

Ci definiamo una realtà creativa, che crede fortemente che per essere bravi ARTigiani, si deve essere un po’ ARTisti. Crediamo anche che molti prodotti che apparentemente hanno terminato la loro ”vita”, possono essere reinterpretati e nuovamente valorizzati.

Se quello che ci piace è già qui, possiamo produrre in un modo nuovo. E’ sufficiente ricreare quello che esiste già! Riprendere in mano la materia per costruire l’idea, è il nostro modo per contribuire alla creazione del mondo in cui vogliamo vivere.

I nostri accessori moda si caratterizzano per la presenza di una label in tessuto numerata progressivamente che testimonia l’unicità del prodotto. La numerazione curiosamente è negativa perché dal primo prodotto, abbiamo voluto comunicare idealmente quanto materiale siamo riusciti a sottrarre alle discariche.

3 VENTO_@gruppodiricerca (1)4 VENTO_@gruppodiricerca (6)

ama sperimentare e contaminare i suoi prodotti con altri materiali di scarto.

E’ così che sono nati oggetti innovativi come il portafoglio Cingomma Tube, Il I° portafoglio al mondo dalla doppia Anima Green, camere d’aria di bicicletta riutilizzate per l’esterno e Cartelloni pubblicitari in pvc dismessi all’interno o le Cingomma Youtattoo: cinture eco-friendly, realizzate a mano con copertoni usati di bicicletta e “tatuate” con la tecnica del watercolor-printing. Continua a leggere “Cingomma. Un nuovo “modo per fare moda”, quando il riciclo fa tendenza”

Atala supporta il progetto VENTO

Atala supporta il progetto VENTO

Insieme per promuovere una ciclabilità sostenibile

Monza, 13 marzo 2019

Atala è ufficialmente partner tecnico del progetto per la realizzazione della pista ciclabile più lunga d’Italia. VENTO è la futura dorsale cicloturistica che collegherà gli argini del fiume Po, da VEnezia a TOrino, passando per Milano.

1 VENTO_@gruppodiricerca (4)2 VENTO_@gruppodiricerca (3)

Ideata nel 2010 dal gruppo di ricerca presso il Dipartimento di Architettura e Studi Urbani del Politecnico di Milano che si occupa di mobilità sostenibile, pianificazione e progettazione cicloturistica a scala territoriale, paesaggio e spazi aperti, consumo di suolo ed effetti ambientali, VENTO è stata inserita nel 2016 nella Legge di Stabilità come una delle “ciclovie di priorità nazionale”.

VENTO però è molto di più di una semplice ciclovia, si tratta infatti di un progetto di ciclabilità turistica che ha l’obiettivo di promuovere le bellezze culturali e paesaggistiche del nostro Paese, creando un continuum tra natura, città, monumenti e cittadini. La possibilità di scoprire il patrimonio artistico e culturale del territorio italiano in sella a una bicicletta, sarà inoltre un forte motivo di attrazione anche per visitatori provenienti da tutto il mondo. Continua a leggere “Atala supporta il progetto VENTO”

Elisa Cegani, l’antidiva dei telefoni bianchi, di Donatella Pezzino

 

(Photo by Mondadori Portfolio via Getty Images)

Delicata, signorile, un po’ altera. Un fascino magnetico e decisamente femminile, ma senza la carnalità esasperata e le pose tanto di moda fra le sue colleghe. Elisa Cegani, torinese di origine veneziana, era una bellezza semplice e luminosa; in un cinema che ereditava dal muto la tendenza all’espressività marcata e quasi caricaturale, il suo stile recitativo si distingueva per linearità, intelligenza e moderazione.

Con Amedeo Nazzari in “Cavalleria” (1936)

Nata nel 1911, la Cegani apparve per la prima volta sul grande schermo in Aldebaran (1935) con lo pseudonimo di Elisa Sandri; la dirigeva Alessandro Blasetti, regista a cui sarebbe rimasta per sempre legata, anche nella vita.

In “La corona di ferro” (1941)

Elegante e controllata, l’attrice piacque subito sia al grande pubblico che agli “addetti ai lavori”, tanto da acquisire risonanza anche all’estero; in breve, divenne una delle star più quotate di quel genere cinematografico noto come “cinema dei telefoni bianchi”. Continua a leggere “Elisa Cegani, l’antidiva dei telefoni bianchi, di Donatella Pezzino”

Origini

Il mio giornale di bordo

Liberi pensieri
trasportati nel vento
oltre i mari
oltre le montagne
indipendenti
dalla terra
dalle origini
appartengono
ai sogni
vivono nel profondo
per poter alimentare
l’anima.

Antonio De Simone

Eng_Origins
Free thoughts
carried in the wind
over the seas
over the mountains
independent
from the earth
from its origins
belong
dreams
they live in the deep
in order to feed
the soul.

View original post

PHOTO 2019: i grandi fotografi in isola di San Servolo

PHOTO 2019: i grandi fotografi in isola di San Servolo

Un’immersione totale nel mondo della fotografia, con una proposta formativa di alto profilo, mostre e conferenze aperte al pubblico, e un nuovo contest fotografico: VENEZIA PHOTOil festival internazionale interamente dedicato alla fotografia, ritorna sull’Isola di San Servolo con la sua seconda edizione, dal 25 aprile al 4 maggio 2019, portando in laguna i grandi nomi della fotografia per una serie di workshop ed eventi esclusivi. 

photo

L’Isola diventa luogo ideale per una community di appassionati di fotografia, attraverso un programma articolato in 24 workshop della durata di 4 giorni ciascuno, rivolti ai professionisti ma anche a fotoamatori e principianti, che permette ai partecipanti di confrontarsi e condividere la vita in isola con i grandi maestri della fotografia mondiale.

Accanto ai workshop rivolti agli iscritti, VENEZIA PHOTO propone anche un calendario di appuntamenti sul tema della fotografia aperti al pubblico, che si terranno nell’Isola di San Servolo: sabato 27 aprile, ore 20.45, il grande fotografo francese Yann Arthus-Bertrand è ospite del festival per una serata-retrospettiva in cui ripercorrerà la sua carriera fin dagli esordi, e presenterà degli estratti dal suo film “Woman” in uscita nel 2019, co-diretto con Anastasia Mikova.  Continua a leggere “PHOTO 2019: i grandi fotografi in isola di San Servolo”

Borgo Abbandonato

ladimoradelpensiero

Il mio amore per gli edifici abbandonati, per un passato fatto di misteri, per i quali non di rado non si trovano risposte, da sempre, mi spinge a curiosare là dove la vita pare essere stata ibernata.
Nei giorni scorsi, approfittando di un pomeriggio tipicamente primaverile, Luca mi ha fatto scoprire un luogo, non molto lontano da Iglesias, del quale ignoravo l’esistenza.
Attraversando un tratto immerso nel verde, è possibile raggiungere un piccolo agglomerato edilizio del 1700, Borgo S. Angelo, inglobato in una tenuta che si estendeva per più di mille ettari (Sa Tanca de Modigliani), appartenuta alla famiglia di Emanuele Modigliani (parente del noto Amedeo), che si occupava di attività minerarie e che vi soggiornava per periodi più o meno lunghi.
Al massimo dello splendore, legato anche ad una quotidianità agropastorale, era abitato da un centinaio di persone, oggi, è un luogo fantasma, del quale è possibile reperire poche…

View original post 219 altre parole

Ipnosi

ladimoradelpensiero

Non so se qualcuno di voi si è mai sottoposto ad una seduta di ipnosi e, se lo ha fatto, quali e quanti benefici ne siano scaturiti.
Nella mia famiglia di origine l’approccio c’è stato e, devo proprio ammetterlo, ha portato alla risoluzione di un problema trattato in tutti i modi possibili ed immaginabili, l’acufene.
Capire cosa porta al raggiungimento di un traguardo che appare lontano, affidandosi ad una voce, per me è una bella salita, non essendo ferrata in materia, e il leggerne in rete mi confonde ancor di più.
In ogni caso, aprire la porta dei pensieri a qualsiasi cosa possa far entrare il “sole”, lo ritengo sensato e benevolo nei miei confronti.
Un amico mi ha procurato degli audio (che si posso reperire anche su youTube, creati da terapeuti competenti) che, da qualche tempo, ascolto con regolarità, prima di tentare di fare a botte con l’insonnia (partita…

View original post 92 altre parole

“IO”

ladimoradelpensiero

Stasera voglio raccontarmi, lasciare, a chi leggerà, la possibilità di dare un volto nitido alla mia anima, di annusare i miei pensieri e di sfiorare, con la punta delle dita, quelli che erano i miei sogni e che, oggi, sono pagine chiuse, che ingialliranno nel fondo di un baule, nella soffitta dei “perché”.
Sono, lo sono sempre stata, una persona senza maschere, quelle che fanno comodo (e l’ho capito tardi), che regalano agli altri ciò che non sei e che, in qualche modo, ti schermano, proteggendoti dal concederti troppo o dai colpi bassi di chi il volto lo nasconde sempre.
Sono stata la bambina, la ragazza e oggi la donna che, come un prisma, si lascia attraversare dalla luce e libera un ventaglio di colori, coi quali scrivere, ovunque, parole come rispetto, verità, lealtà, coerenza e altruismo.
Ho sempre attribuito alle cose il loro vero nome e quando mi è…

View original post 281 altre parole

Nuova C. di I.

ladimoradelpensiero

Vorrei che il video a seguire fosse guardato attentamente …
Sarei interessata a conoscere il pensiero di ciascuno di voi!

https://youtu.be/ssc4-PqRG-s

Il mio è “aggressivo” e nel contempo “dolorante”, perché ritengo il tutto un’ingiustizia perpetrata ai danni di piccoli cittadini senza diritto di replica.
L’anima di un bambino si fa meno paranoie di quante ne sforna un adulto, si nutre d’amore e non si domanda se arriva da 2 individui muniti di tette o da due a cui cresce la barba, lo accoglie, ne gode e lo rimanda al mittente centuplicato.
Sono eterosessuale, lo premetto, ragion per cui non mi schiero per difendere un mio interesse, ma solo perché trovo nella dicitura, “madre” e “padre”, le scarpe chiodate con cui si calpesta il diritto ad un’infanzia serena.
Una vedova o una “amorevolmente scaricata” che cresce un figlio con l’aiuto di una sorella o di sua madre, lo confonde? Gli toglie…

View original post 41 altre parole

Chissà dove sarai e se ti basta così.

Ultimamente scrivo la mia vita a piccoli pezzettini, con la paura che stia davvero per arrivare qualcosa che la cambierà per sempre.

Negli ultimi anni ho cambiato casa 9 volte. La mia valigia rossa è piena di odori e ricordi, di persone ed il dolore di chi viaggia sempre e non si ferma mai. Lasciare la città della mia università è stata dura ma non voglio nemmeno immaginare il momento in cui dovrò rifare le valigie per andarmene da qui. Le farò piano e lentamente, senza pensarci e quando tornerò spero di dover affrontare un solo addio.

Ogni tanto mi chiedo in quanti pezzi ancora il mio cuore dovrà spezzarsi?

Perché io non li conto nemmeno più.

View original post

Maudie Lewis – una vita a colori

Risultati immagini per maudie lewis

Ho appena finito di vedere un film che si chiama “Maudie – Una vita a colori” e sono davvero sorpresa dalla dolcezza di questo racconto.
La storia è quella di Maudie Lewis, una pittrice canadese nata nel 1903 che soffre di artrite reumatoide. Cresciuta in una famiglia molto sfortunata, un giorno risponde all’annuncio di un uomo che cerca una domestica e, da lì, i due si sposano e vivono insieme in questa minuscola casa dove lei inizia a dipingere tutti le pareti con i suoi colori.
Maudie poi diventa famosa grazie alla sua arte, un’arte in realtà molto infantile ma di una tenerezza unica.
Alla fine del film c’è lo spezzone di una ripresa che è stata fatta ai due nella loro piccola casa che mi ha fatto commuovere e non poco!

E’ bello vedere come l’arte possa salvare la vita di molte persone e donarle una poesia che altrimenti…

View original post 104 altre parole

Complic(dist)anze.

wef

Ci sono momenti della mia vita in cui avrei dato qualsiasi cosa per sentirmi dire da qualcuno una cosa del genere.
Ora sono qui, in questa stanza ed in questa città così bella ma anche così lontana da lui.
Una nuova me, in una nuova città, con nuovi amici e tra questi amici, una persona più speciale di tutti.

Io sono felice con il mio ragazzo, molto. Ha portato una gioia ed una felicità indescrivibili nella mia vita e, dopo anni, niente per me è cambiato, anzi.. ogni volta che sto con lui mi chiedo come sia possibile.
Ora però… io sono in Erasmus e lontana, fino a qualche mese fa le cose andavano piuttosto male e volevo solo tornare in Italia.. ora, invece, le cose sono cambiate.
Inutile dire come mi senta in questo periodo della mia vita, sento che sto lì lì per fare una cazzata e mi…

View original post 146 altre parole

Segni particolari

Poesie d'altre rime

Portrait of Wallydi Egon Schiele

Segni particolari

Tra le dita una matita

penso

ora ti disegno,

un breve accenno al corpo,

il tratto sui contorni

del volto è più deciso

ma dolce,

dove l’azzurro degli occhi

mi scruta il profondo

e il rosso delle labbra

sussurra parole d’amore,

mi sento pittore e

mi perdo tra i profumi

di mille sfumature.

Poesia scritta da Massimo Romano

il 5 Aprile 2019

© copyright 2019
https://poesiedaltrerime.com/
All rights reserved

View original post

Giardino fiorito

Poesie d'altre rime

Marguerite Gachet nel giardino– Vincent Van Gogh

Giardino fiorito

Alle sette e quaranta

al solito indirizzo

ti mando un bacio,

arriva con le foglie

dolcemente trasportate

dal vento e accompagnate

dal tenero canto

degli uccelli,

lo riconosci da quella farfalla

dai variopinti colori

che si posa sul fiore

più bello e profumato

del tuo giardino,

accarezzalo ed io

sarò felice.

Poesia scritta da Massimo Romano

il 7 Aprile 2019

© copyright 2019
https://poesiedaltrerime.com/
All rights reserved

View original post

Melting pot

Poesie d'altre rime

Melting pot

Cara, come sei bella

con quel tuo sorriso frizzante,

m’immergo nei tuoi occhi e

brucio in un crogiòlo di sensi,

nel vuoto di pensieri la

follia mi assale e

come l’acqua di un fiume

in piena scorre e ti

modella nelle curve,

resto abbagliato dalla

tenerezza del tuo volto,

mi rassereno e

in te mi ritrovo.

Poesia scritta da Massimo Romano

il 31 Marzo 2019

© copyright 2019
https://poesiedaltrerime.com/
All rights reserved

View original post

“Baule asciutto”: un antico rimedio da utilizzare caldo o freddo

RP Fashion & Glamour News

a cura della Redazione

baule asciutto - ciliegie e noccioliCervicalgia, dolori articolari, torcicollo, mal di schiena, infiammazioni, distorsioni, ecc. ecc. e siamo stanchi di assumere farmaci su farmaci?
Torniamo a utilizzare uno dei vecchi rimedi naturali: il “Baule asciutto”.
Il “Baule asciutto” altro non è che un cuscino con noccioli di ciliegio, rimedio naturale che si può utilizzare, a seconda degli scopi, caldo o freddo.
Si tratta di un rimedio antichissimo, sovente utilizzato nelle zone alpine: i noccioli riscaldati rilasciano un calore estremamente secco che è particolarmente indicato nel trattamento di dolori articolari, cervicali, torcicolli, coliche addominali e geloni, oppure per avere un pò di tepore durante i mesi invernali.
Può essere tranquillamente utilizzato da bambini e neonati in quanto non produce scottature o bruciature di alcun genere.
baule asciutto - utilizzoIl suo funzionamento è di una facilità unica: riscaldare il cuscino nel forno tradizionale a circa 150° per 5-6 minuti (anche nel…

View original post 431 altre parole

Giovanni Truppi: “L’unica oltre l’amore” anticipazione dell’album “Poesia e civiltà” in uscita a marzo

RP Fashion & Glamour News

rubrica a cura di Fabrizio Capra

giovanni truppi_dscf1704_foto di sebastiano tomada piccolomini_lancio1_m foto di Sabastiano Tomada

Cantautore ispirato, Giovanni Truppi è un polistrumentista e cantante che per stile e liriche rievoca i grandi del cantautorato italiano degli anni ’70.
La sua forma canzone è profonda, provocatoria, complessa, imprevedibile e mai banale così come ci dimostra questo primo brano “L’unica oltre l’amore”, inedito disponibile da venerdì 19 gennaio in tutti gli store digitali e che farà parte del nuovo album dal titolo “Poesia e civiltà”, primo lavoro in uscita il 22 marzo per Virgin Records (Universal Music Italia).
A volte sento il bisogno di fare il punto con me stesso su chi sono e quali siano le cose più importanti per me – racconta Giovanni Truppi – Tra tante risposte passeggere, la sola che rimane sempre è quella di cui parlo in questa canzone e cioè che l’empatia nei confronti…

View original post 447 altre parole

Torino: alla Gam la scrittrice Nadia Fusini racconta Virginia Woolf

RP Fashion & Glamour News

a cura della Redazione

gam virginia woolf Virginia Woolf

Mercoledì 13 febbraio, alle ore 18, nella Sala Uno della GAM – Galleria Civica d’Arte Moderna e Contemporanea a Torino (via Magenta, 31) prende il via la serie di appuntamenti del progetto Diari tra Diari, ideato dall’artista Maria Morganti per l’edizione 2018-2019 del programma triennale di residenza per artisti organizzato dalla GAM di Torino e dalla Fondazione Spinola Banna per l’Arte, promosso e realizzato grazie al sostegno della Compagnia di San Paolo.
Leggere, tradurre, amare Virginia Woolf” è il primo incontro che vede protagonista la scrittrice, traduttrice e critica letteraria Nadia Fusini e grande studiosa di Virginia Woolf a cui dedica questo appuntamento.
La traduzione è anche, è forse soprattutto – un atto di amicizia. E quella che vi racconterò è prima di tutto la storia di un incontro e di un’amicizia. Il mio primo incontro con…

View original post 328 altre parole

Torino: venerdì 12 aprile al MEF “Canti del Caos”, primo contest dedicato alle parole in versi

RP Fashion & Glamour News

a cura della Redazione

Alessandro-Burbank-foto-Loris-SpecieVenerdì 12 aprile, ore 21.30, al MEF – Museo Ettore Fico, via Cigna 114, Torino la poesia diventa arte nel primo “contest” dedicato alle parole in versi: “Canti del Caos”.
Canti del Caos. Poetry as Performing Art” porta la poesia in uno dei templi dell’arte contemporanea per dimostrare che la poesia è arte. Attraverso il poetry slam negli spazi inconsueti del MEF, sei fra i migliori poeti under 30 provenienti da tutta Italia si sfideranno a colpi di versi. Il vincitore sarà decretato dal pubblico e solo lui potrà accedere alla fase successiva e intraprendere così un percorso per arrivare a trasformare la poesia in performing art.
Canti del Caos è ideato da Alessandro Burbank, progettato da Beatrice Spampinato e Paolo Zammitti e promosso dall’associazione Amalgama. Il progetto è realizzato con il sostegno della Compagnia di San Paolo

View original post 647 altre parole

IL LABIRINTO DEL NOME

I tesori di Amleta

567c85819b589e652ba2c32b054a0637.jpg

Nove disastri.

Nove ricordi.

Nove sogni.

Io non sono quello che dico di essere.

Questo viaggio è sopra e sotto questo labirinto.

Una scaletta che porta la bimba nelle viscere della terra.

Verde nome.

Verde fata.

Verde linfa che scrive sul nero albero.

In mezzo ai fiori la bestia aspetta.

In mezzo ai fiori si camuffa.

La bestia verde divoravita.

Brucia come lava e gorgoglia un nome.

La bimba è un serpente che si è mimetizzato e tutti credono alle sue parole.

Sia fatta la volontà del “Migliore”.

( Copyright della poesia di Amleta Bloom)

( Immagine di Willphoenix)

View original post