Colori estivi: dal beige all’arancio

Sta arrivando l’estate e, con la bella stagione, anche i colori più caldi! Pantone ha eletto il corallo come colore dell’anno 2019, ma sulle passerelle è stato presente anche il beige, con le sue mille sfumature.

Ad esempio, il look color fondotinta è perfetto per ogni momento della giornata, dalla mattina alla sera. Il beige è il colore di punta delle nuove collezioni di Chanel, Max Mara, Roberto Cavalli, per citarne alcuni. I colori vitaminici, invece, sono protagonisti delle collezioni di Stella McCartney, Ferragamo, Valentino, Fendi e Max Mara.

Che ne dite, ottimo diremmo!

https://www.ansa.it/

View original post

We speak Latin everyday … and you too.

languageclassinitaly.com

Many English speakers may not realize how often English words are actually taken, verbatim Latin.

That means that no only on the romance languages, such as French, Spanish, and Italian they use latin words, but also on today’s English. It may come as a surprise to learn that English speakers use common Latin phrases every day, most recognizably in the sciences.
In an article by Bruce D. Price titled he saied.

“Every day we use words that have remained essentially unchanged for 2000 years”

Here a list

Libri

In italiano

«L’italiano deriva dal latino» lo sappiamo tutti, certo… Ma di quale latino stiamo parlando esattamente? Non del latino che si studia a scuola, quello classico di Cesare e di Cicerone ma del volgare (che in realtà non era una sola lingua diffusa su tutto il territorio dell’ex Impero, ma erano diverse in ogni regione). Era la lingua del volgo

View original post 986 altre parole

Il ballo dell’ippocampo: dolcissimo antidoto

Le parole sanno di

antidoti allo stress, coccole, ballo, spensieratezza del bello, ippocampo, cavalluccio marinoL’ippocampo è una creatura particolare da molti punti di vista: ne esistono di colori stupendi e trasparenze inaspettate, hanno un’eleganza invidiabile quando si muovono insieme nell’acqua intrecciando le loro code. Sì perché queste creature hanno l’abitudine di ballare assieme e di farsi un sacco di coccole. Non è straordinario?

E poi è il maschio che tiene le uova dopo che sono state espulse dalla femmina, le conserva nel suo “marsupio” finché non si schiudono. I cavallucci marini sono la metafora della condivisione e della collaborazione, anche durante il periodo delicato della maternità: uno scambio continuo di aiuto e un’equa distribuzione dei compiti. La natura sorprende sempre.

Ad un certo punto infatti escono tanti cavallucci trasparenti dalla pancia del papà! Guarda questo video che riprende il parto dell’ippocampo maschio.

Ti confesso che a me piacciono sia il ballo che le coccole e scoprire che questo piccolo animale è…

View original post 284 altre parole

Rivelazioni.

Diario di una psicopatica sentimentale

Per 40 anni ho vissuto nell’assoluta convinzione di essere una persona sensibile, anzi, troppo sensibile. Poi, come spesso accade, poche parole accennate dalla persona giusta, buttano a gambe all’aria le credenze una vita.
Nel mio caso le parole non sono state proprio vaghe, per correttezza le riporto “Ti è mai capitato di avere la sensazione di vivere sotto l’effetto di LSD? Ma cosa le dico a fare a te queste cose che sei sensibile come una mexxa!”.
Tralasciando l’argomento della conversazione e le modalità espressive… cazzo, mi è caduto il mondo addosso, soprattutto perché aveva ragione; così ho pensato: o ne vado a parlare con uno bravo (ma conoscendo la mia capacità di attenzione e di tolleranza verso il prossimo avrei sprecato soldi), oppure vomito tutto su una pagina bianca e lo lancio nel web… ci saranno altri psicopatici sentimentali come me con cui parlare, o sono la sola?!?

View original post

Lei, sovrana non risparmia.

I pensieri di Hamaika

Arriva silenziosa

Raggira furbamente

Estranei così all’improvviso

Tutto tace

Scivola sulla sedia l’ultima speranza

Vana la luce di una candela accesa

Pugnala atrocemente le viscere

Nulla fa più male

Per sempre lontani

Universi infiniti per sempre frapposti tra noi

Rauco il canto di un usignolo orfano

Una primavera stroncata alla nascita

Gelido inverno riveste gli arti

Impietriti, che senso ha ormai tutto?

Un eco sordo invade la gola

Un crostone gigante schiaccia la schiena

Maschere pallide coprono l’animo

Un carnevale di fantasmi

È tutto finito.

Hamaika

View original post

RINTOCCHI DI CAMPANE, di Miriam Maria Santucci

RINTOCCHI DI CAMPANE
di Miriam Maria Santucci

Dalla finestra vedo le montagne
da dove scorgo il sole tramontare,
un nugolo di case e un campanile
che puntuale segna le sue ore.
Sussulto ad ogni tocco di campana
e rimango attonita e smarrita.
Da tempo non frequento più una chiesa
e nessuno chiederà chi mai io sia,
ma i rintocchi per me suoneranno 
nell’ora mesta dell’Ave Maria.

Poesia tratta dalla raccolta “Oltre l’Orizzonte”
© Copyright 2018 – Miriam Maria Santucci
foto di Patrizia Minervini

Music. Vinci il tuo sogno! Ultima tappa, di Lia Tommi

Music. Vinci il tuo Sogno!
Sabato 13 aprile quinta e ultima tappa all’Osteria del Borgo di Borgo San Martino

Music. Vinci il tuo Sogno, la manifestazione canora ideata e organizzata da Giorgio Mengato, Elisabetta Stango e Giorgio Pagnotta, farà tappa sabato 13 aprile in Borgo San Martino, in provincia di Alessandria, all’Osteria del Borgo (Via San Francesco, 2), con inizio alle ore 21.
Quella di sabato è l’ultima selezione del concorso.
La semifinale è in calendario al Circolo La Casetta di Alessandria l’11 maggio mentre la finale, con sede de difinire, è fissata per sabato 8 giugno.
“Music” coinvolge quattro concorsi del territorio perché, come sottolinea Giorgio Mengato, “la musica unisce”: Gazebo Voice, Il Carrozzone Musicale – Una Canzone per te, Il Microfono d’oro e Emozioni con parole e musica
Due saranno le categorie coinvolte: i giovani (dai 14 ai 35 anni) e gli over (oltre 35 anni) che si sottoporranno al giudizio di una giuria qualificata e selezionata, i cui componenti provengono da varie estrazioni e competenze musicali, affinché il giudizio sia sempre espresso con competenza.
Tanti i premi messi in palio in ogni selezione.
Innanzitutto il primo classificato di ogni categoria vedrà aprirsi le porte per l’accesso diretto alla Finale della manifestazione oltre a poter accedere alla finale dei concorsi partner.
Inoltre, sempre i primi classificati, riceveranno un gioiello e un buono sconto di Cinzia Stango Extensions Parrucchiera. I secondi e i terzi classificati per ogni categoria e il Premio della Critica accedono direttamente alla Semifinale di “Music”. Nulla vieta che possano partecipare alle selezioni successive perché in caso di vittoria di tappa accederanno direttamente alla finale.
Il Premio della Critica consiste in uno sconto sulla mensilità per i corsi della Real Music Institute di Asti mentre la rivista RP Fashion & Glamour News mette in palio per un cantante in gara, indistintamente dalla categoria, il “Premio Immagine – Music. Vinci il tuo sogno” consistente in un servizio fotografico con fotografo, direttore artistico ed elaborazione personalizzata delle pose.
Premio speciale quello offerto dall’associazione Riders on the road (un gruppo di motociclisti che si mette in gioco per aiutare chi ha bisogno), riconoscimento che consente al premiato di accedere direttamente alle semifinali del concorso. New entry tra gli sponsor La Nuova Ducale di Valenza che, sposando il progetto di Riders on the road, mette in palio dei buoni sconti e la scuola di ballo Eclisse che, per la finale, assegnerà un trofeo.
Il vincitore della finale otterrà tra i vari premi un inedito, un live in un locale e l’intervista per una rivista nazionale.
Ricordiamo gli sponsor della manifestazione: Baby Boom abbigliamento bimbi Valenza; Cinzia Stango Extensions Acconciature Alessandria; Naturale Armonia benessere estetica Alessandria di Valentina Stango, Real Music Institute Scuola di Musica Asti, Riders on the Road, La Nuova Ducale di Valenza, la scuola di ballo Eclisse di Alessandira e RP Fashion & Glamour News.
.
Informazioni e prenotazioni contattando Giorgio Mengato o Elisabetta Stango sulla pagina Facebook di Music. Vinci il tuo sogno.

A “Deus absconditus” si parla di Martin Scorsese, di Lia Tommi

Alessandria: Cinema in Biblioteca: lunedì 15 aprile Scorsese

Nella quinta e ultima serata in Biblioteca Civica di “Deus absconditus. Rappresentazioni dell’incorporeità nella storia del cinema” lunedì prossimo, 15 aprile alle ore 21, Simone Spoladori parlerà di Martin Scorsese.
La carriera di Scorsese è ormai cinquantennale: il primo dei suoi 25 lungometraggi è infatti del 1967 (“Chi sta bussando alla mia porta”); l’ultimo – “Silence” è del 2016.
Che cosa ha a che fare il cinema di Scorsese con il sacro?
«Quando si è stati allevati a Little Italy, che cosa diventare, se non gangster o prete? Ora, io non potevo essere né l’uno né l’altro», così, in un frammento autobiografico, il regista racconta la tematica essenziale del suo cinema: la violenza che alberga nell’uomo e il suo rapporto con la colpa, il peccato, la grazia e la redenzione.
Le sue più potenti parabole – da “Taxi Driver” (1976; Palma d’oro a Cannes) a “Toro scatenato” (1980; al quarto posto nella classifica dei migliori film americani di sempre), da “L’ultima tentazione di Cristo” (1988) da “Quei bravi ragazzi (1990; Leone d’argento per la regia a Venezia)” a “Casinò” (1995) e molti altri – trattano magistralmente e in modo molto complesso temi religiosi, anche se sovente in modo indiretto.
Ha recentemente dichiarato Scorsese: «Io sono ossessionato dallo spirituale. Sono ossessionato dalla domanda su ciò che siamo. E questo significa guardarci da vicino, guardare il bene e il male di noi. Possiamo nutrire il bene in modo che, a un certo punto futuro nell’evoluzione del genere umano, la violenza, forse, cesserà di esistere? Comunque sia, per il momento, la violenza è qui. È qualcosa che facciamo. Mostrarlo è importante. Così non si fa l’errore di pensare che la violenza sia qualcosa che fanno altri, che fanno “le persone violente”. “Ovviamente io non potrei mai farlo”. E no: invece, in realtà, potresti».
Gli incontri di questo ciclo, a ingresso libero e aperti a tutti, sono validi anche come corso di formazione per insegnanti e avranno validità di credito formativo per gli studenti delle scuole superiori della città.
Simone Spoladori è, oltre che insegnante, critico cinematografico e autore per cinema, radio (suo “Destini incrociati” su Radio24), televisione e teatro.
Ha pubblicato: “Tim Burton. Il gotico delle meraviglie” (2010), e “Paolo Sorrentino. Le conseguenze di un autore” (2014). Ha in preparazione un libro su Christopher Nolan.

Caffè Letterario a Casale Monferrato, di Lia Tommi

Caffè Letterario: mercoledì 17 Maura Maffei

Continuano gli incontri pomeridiani del Caffè Letterario, la rassegna che valorizza l’opera delle scrittrici, romanziere e poetesse che a Casale Monferrato sono nate, risiedono o lavorano. Organizzata dall’Assessorato alle Pari Opportunità e dalla Consulta delle Donne di Casale Monferrato, la rassegna è al suo quarto appuntamento che si terrà mercoledì 17 Aprile alle ore 17,30 presso i locali della Biblioteca Civica Giovanni Canna.
Ospite del pomeriggio sarà la scrittrice Maura Maffei, ligure di nascita ma piemontese d’adozione. L’autrice condurrà gli ascoltatori in un appassionante viaggio sui retroscena del romanzo storico, ossia sulle ricerche che richiede e su come costruirlo, partendo chiaramente dall’esempio dei suoi numerosi romanzi a sfondo storico ambientati prevalentemente nell’Irlanda medioevale.
Specializzata in testi in lingua irlandese, ha collaborato per sette anni con la rivista Keltika firmando oltre 200 articoli monografici sulla storia, la cultura, la letteratura e la musica in Irlanda, Scozia, Cornovaglia, Bretagna e Galizia.
Tra i suoi numerosi romanzi storici ricordiamo la trilogia “Dietro la tenda” ambientata nel Connemara del XVIII secolo. Il primo volume “La fragilità della farfalla” è seguito dal secondo volume “L’ala del corvo” e dal terzo episodio “L’astuzia della volpe”. La poderosa opera è stata scritta con il coautore irlandese di madrelingua gaelica, Rónán Ú. Ó Lorcáin e ha visto l’autrice impegnata per cinque anni.
Introduce e coordina l’Assessore Ornella Caprioglio. Letture a cura di Roberta Caretti e Ilaria Casadei.

Incontro con Fabrizio Priano, candidato alle elezioni regionali, di Lia Tommi

Alessandria: Abbiamo incontrato Fabrizio Priano, candidato alle elezioni regionali nella lista di “Fratelli d’Italia “.

video: https://www.youtube.com/watch?v=W_qj6kzIynY

Priano , tra i fondatori di Forza Italia ad Alessandria, ha poi militato nel PDL, e ora, dopo aver ricoperto un ruolo importante nel CdA della Fondazione CRAL, conclusa la legislatura, torna in campo in politica , spinto dal forte amore per il nostro territorio e la nostra città.

Torna in campo aderendo al progetto di “Fratelli d’Italia”, di cui approva la scelta di Giorgia Meloni di apertura ai conservatori europei, che di fatto configura questa formazione politica come vero partito conservatore italiano.

Gli chiediamo cosa pensa dell’azione dell’attuale governo: ritiene adeguata la politica sull’immigrazione , sulla sicurezza e anche riguardo alla cosiddetta “quota 100” per le pensioni; anzi, avrebbe addirittura realizzato un intervento più incisivo di smantellamento della Legge Fornero. È invece contrario al reddito di cittadinanza, in quanto ai giovani bisognerebbe offrire un lavoro, non assistenza, che andrebbe riservata alle persone anziane o con problemi di salute. Non ritiene assolutamente che si debbano bloccare i lavori del Terzo Valico, ma andrebbero invece potenziate le infrastrutture, che sarebbero di grande aiuto per rinforzare il PIL.

Veniamo ora al Governo della Regione: Priano lamenta il fatto che la Provincia alessandrina non abbia un Assessorato e quindi non sia rappresentata in Giunta, con una ricaduta negativa sul territorio. Trova discutibile un atteggiamento eccessivamente “Torinocentrico “, che crea situazioni di sofferenza nel resto della Regione.

Alla domanda di rito: ” Perché gli elettori dovrebbero votarla?” , risponde che Alessandria dovrebbe contare di più, creando una maggiore attenzione soprattutto nei settori della cultura e del turismo, che da soli sarebbero già una grossa opportunità di sviluppo, avendo zone riconosciute come patrimonio Unesco.

Questo anche per quanto riguarda l’Amministrazione comunale, che, pur facendo intravvedere qualche progresso, deve investire uno sforzo maggiore per potenziare la cultura, con una struttura museale più efficiente e soprattutto colmando la mancanza di un teatro. Tutto questo renderebbe anche in termini economici.

Ringraziamo Fabrizio Priano per la cortese disponibilità e la puntualità delle sue risposte.

Discorso del Questore di Alessandria alla Festa della Polizia di Stato

Discorso del Questore di Alessandria alla Festa della Polizia di Stato

Sicurezza assoluta e vita tranquilla sono sempre desiderate, ma mai raggiunte né raggiungibili se non attraverso una lotta di tutti i giorni, una fatica sempre rinnovata” (Luigi Einaudi)

26-01-2015 BELLUNO NUOVO QUESTORE DI BELLUNO MICHELE MORELLI

(Comandante, dia pure il riposo)

Oggi ricorre il 167^ anniversario della Polizia di Stato, Istituzione tra le più apprezzate della nostra Italia, che con orgoglio rappresento nella provincia alessandrina. Ma lungi da me  tramutare questo momento in apologia di se’ stessi, un errore che ognuno di noi poliziotti deve evitare, essendo ognuno di noi non la Polizia, bensì “parte” della Polizia.

E’ la Polizia, e non l’individualismo, a costituire il nostro eadem sentire e al concetto, non ai soggetti, dobbiamo ricondurre il nostro modo d’agire. Ora, poiché la forza della nostra Amministrazione è – tra le altre – il  sapersi proiettare nell’innovazione rimanendo sui solchi della tradizione, è del pari da rifiutare il refrain per il quale la Polizia di Stato è solo quella “di una volta”, o che lo sia oggi solo un settore per quanto importante. Sono retaggi nostalgici  ed antistorici, che non hanno ragione d’essere.

La Polizia di Stato era ed è, e comprende chi ne ha fatto parte, chi ne fa parte e chi si approccia a farne parte, come gli Allievi Agenti del 204^ Corso di formazione che, in rappresentanza, sono qui tra noi. A loro, che sono il nostro futuro, come ai neo Sovrintendenti, chiedo di riflettere sui concetti testé esposti, sicuro di trovarne terreno fertile. A tutti i presenti, chiedo di condividere un pensiero, commosso e sentito, nei riguardi di coloro che hanno sacrificato la propria vita per il bene comune primario della collettività al pari della libertà, ossia la Sicurezza. Sacrificio e fatica, parafrasando la frase d’apertura di Luigi Einaudi, hanno percorso i 167 anni della storia della Polizia di Stato, e sacrificio e fatica non hanno rumore: ad essi va portato rispetto, col silenzio… Continua a leggere “Discorso del Questore di Alessandria alla Festa della Polizia di Stato”

Tutto il personale della Polizia di Stato unito nelle celebrazioni del 167^ anno dalla data della fondazione, nel motto: “Esserci Sempre”!

Tutto il personale della Polizia di Stato unito nelle celebrazioni del 167^ anno dalla data della fondazione, nel motto: “Esserci Sempre”!

Questura di Alessandria: Nella mattinata di lunedì 10 aprile, presso il Teatro Comunale di Casale Monferrato ha avuto luogo la cerimonia del 167^ Anniversario della Fondazione della Polizia di Stato (10 aprile 1981, data di pubblicazione della L. n. 121), il cui tema celebrativo è stato anche quest’anno, “Esserci Sempre”.

La prima parte della cerimonia ha avuto luogo, a partire dalle ore 09.45,  all’interno del cortile della Caserma “Franzini” sede della Questura, ove sono stati resi gli onori ai caduti della Polizia di Stato mediante la deposizione, da parte del Questore, di una corona d’alloro al monumento loro dedicato. Alla deposizione, erano presenti il Prefetto di Alessandria, i responsabili degli uffici, rappresentanze del personale nonché il Presidente dell’A.N.P.S. unitamente ad una rappresentanza della Sezione con Bandiera o Labaro.

questura-polizia copia

Il momento commemorativo, è stato celebrato dal Cappellano della Polizia di Stato, Don Augusto Piccoli che si è soffermato con i presenti per una breve meditazione spirituale.

Alle successive ore 11.00 la manifestazione, alla quale hanno preso parte le Autorità Istituzionali e religiose  della provincia, fra cui il Prefetto, il Sindaco, il Vescovo, il Presidente del Tribunale, il Procuratore della Repubblica ed i Comandanti Provinciali dell’Arma dei Carabinieri, della Guardia di Finanza, della Polizia Penitenziaria, del Corpo Forestale e dei Vigili del Fuoco, è proseguita presso il Teatro Comunale di Casale Monferrato.

Quest’anno alla manifestazione erano presenti anche gli alunni dell’Istituto Superiore Cesare Balbo di Casale Monferrato.

Per sottolineare la continuità degli ideali di sacrificio e di abnegazione degli appartenenti alla Polizia di Stato alla cerimonia sono stati, altresì, invitati,  i familiari delle Vittime del Dovere Continua a leggere “Tutto il personale della Polizia di Stato unito nelle celebrazioni del 167^ anno dalla data della fondazione, nel motto: “Esserci Sempre”!”