Momenti di poesia. Vidi, di Vittorio Zingone

Alessandria today

Vidi

Vidi un grande albero vitale
Allungar suoi frondosi rami
In tutti e quattro angoli del.mondo….

Entita’ amorfe scorsi
Sui rami appollaiate della mente
Che si beccavan come fosser folli,
assetate di sangue, pianti,
immani sofferenze…

Vvvvvidi, oltre gli alberi,
Occhi cattivi che si compiacevano
Di tanta disumana avversione
Seminata nel mondo a piene mani…

Loglio, non grano fu seminato
Agli albor del.mondo;
Poi si pretese cogliere frumento,
D’ammassare il.loglio
In fiamme di geenna.

Perche’ si contraddice
La vita sulla terra?
Perche’ il necessario scandalo
E’ poi.l’inflessibile condanna? .

Invan consumeremo
Le forze della mente!
Non verremo a capo
Mai di niente.

Beato chi vive in pace
Cin se stesso:
Trascorrera’ giorni
Colorati d’Eden
In questo.sistema di cose
Caduche, contingenti!.