di grazia sola e senza resto

LATITUDINI E ALTRE PAROLE

cercammo il cielo sotto casa
con le finestre corrette a mano
e gli alberi dipinti di lato,
in quella chiesa a volte troppo piccola
per contenere ogni cosa
anche splendere capitava per poco

come angeli sopravvissuti
al di là di ogni messa
il tempo era quello che ci avevano dato,
ma in cura ai soliti metri
tenemmo il verso giusto della strada
badando bene a misurare il peso

dove abitammo la vita in silenzio
le parole esistevano al passato
di grazia sola e senza resto
e per essere in fondo niente
bastava un po’ di grecale
a conservare anche il mare

poi fu radice diversa il treno
e negli occhi appena sorti
fu albero sui vetri ogni stazione,
ma chissà che la pioggia
non arrivi bagnando di nuovo

View original post

Autore: alessandria today

Ex Dirigente, consulente e ora blogger

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...