Momenti di poesia. OLTRE IL CANCELLO, di Mirella Ester Pennone Masi

oltre.jpg

OLTRE IL CANCELLO

Ti ho visto laggiù, oltre le vetrate
Dentro la fioca luce troppo lenta,
Mentre l’oro del tramonto cedeva.

Su, prendimi per mano dolcemente,
Fra i ciottoli del viottolo e le fronde,
La luna già disegna le nostre ombre,

Vorrei dirti del mare e delle stelle:
Ma ho solo ricordi oltre il cancello
Dove si specchia ancor un po’ di cielo.

Ti parlerò di qualcosa che manca,
Del chiaro verdeggiare di un prato
Ove crescono i fiori tra gli erbaggi,

Di ginestre e giaggioli delle aiuole,
E del tremolio d’acqua nei canali:
Di questo tempo, scuro, di nostalgia

ester@mirella M P

photo web